Circ. Ministero Difesa – Esecuzione contrattuale dei servizi di ristorazione, pulizia e catering

MINISTERO DELLA DIFESA
DIREZIONE GENERALE DEL COMMISSARIATO E DEI SERVIZI GENERALI
www. commiservizi. difesa. it
E-mail:commiservizi@commiservizi.difesa.it

PROT. N. 6/2/252/COMROMA, lì 23/2/2001

P. di C. C. F. Alessandro PINI
mil. 5566 (rete Aer.) – civ. 06/49865566

OGGETTO:Esecuzione contrattuale dei servizi di ristorazione, pulizia e catering.

                        A: VEDASI ELENCO INDIRIZZI

Seguito fogli (non a tutti):

a)n.UCT/ l/1253 dei 10.03..2000;
b)n.6/3/3 1889 dell’ 08.05.2000;
c)n.6/3/32562 del 05.06.2000;
d)n.6/3/2625 del 06.06..2000;
e)n.6/3/33369 del 12.07.2000;
f)n.6/3/33370 del 12.07.2000;
g)n.6/3/33371 del 12.07.2000;
h)n.6/3/34567 del 21.09.2000;
i)n.6/3/34744 del 29.09.2000;
j)n.6/3/34745 del 29.09.2000;
k)n.6/3/35411 del 06.11.2000;
l)n.6/3/36008 del 05. 12.2000;
m)n.6/3/36 128 del 14. 12.2000:
n)n.6/3/36129 del 14.12.2000;
o)n.6/2/1214 del 19.02.2001;

1. La Direzione Generale, per dare tangibile attuazione agli indirizzi del Governo in materia contrattualistica. ha avviato — fin dal settembre 1998 – una politica di decentramento dell’attività, contrattuale, con l’obiettivo di sottoporre la gestione a principi di flessibilità, trasparenza, rigoroso controllo e contenimento della spesa, tendendo alla costante verifica della congruità dei prezzi ed al conseguimento di una standardizzazione delle procedure.
In tale ottica, agli Alti Comandi periferici delle Forze armate è stato assegnato l’obiettivo di assicurare i servizi in oggetto per gli Enti di rispettiva competenza territoriale, mediante attività concorsuali da svolgersi a cura delle stazioni appaltanti individuate dagli stessi Comandi, in conformità alle direttive di questa Direzione Generale. Agli stessi è stata, inoltre, fornita tutta la documentazione da utilizzare per lo svolgimento delle gare, con lo scopo di assicurare la standardizzazione delle procedure e l’uniformità dei servizi nell’ambito delle Forze Armate, tendendo sempre ad una elevazione degli standards qualitativi.
Inoltre, al fine di dare concreta applicazione alla direttiva a seguito “a”, è stata iniziata una serie di visite presso gli Enti delle tre Forze Armate beneficiari dei servizi e dislocati su tutto il territorio nazionale, effettuate dal Capo Sezione esecuzione contrattuale della dipendente 6° Divisione, con Io scopo di verificare la concreta attuazione delle previsioni contrattuali e, nel contempo, essere di ausilio e supporto ai Comandanti degli Enti, responsabili dell’esecuzione dei contratti stessi.

2. Dopo lo svolgimento di circa cinquanta visite presso vari Comandi/Enti delle tre Forze Armate, i cui risultati sono stati comunicati con i fogli a seguito, è emerso che le Ditte aggiudicatarie dei contratti non sempre si attengono strettamente alle pattuizioni sottoscritte rendendosi responsabili di inadempienze più o meno gravi e che i Comandi degli Enti fruitori dei servizi e responsabili dell’esecuzione contrattuale hanno talvolta difficoltà ad applicare i conseguenti provvedimenti sanzionatori previsti dalle norme contrattuali e dalla normativa vigente in materia.
E’ inoltre emerso che gli Alti Comandi Territoriali, ai quali è stato affidato anche l’obiettivo di vigilare sullo svolgimento dei servizi in argomento, non esplicano completamente quella necessaria azione di supporto e sostegno degli Enti

3. In considerazione della sempre maggiore importanza che i servizi in argomento hanno assunto nell’ambito del processo di ristrutturazione delle Forze Armate, proiettate verso il servizio militare professionale – che comporta una crescente esternalizzazione dei servizi stessi come supporto indispensabile alle attività operative ed addestrative degli Enti – il primario ed inderogabile obiettivo dell’azione di controllo sull’esecuzione contrattuale deve essere quello di pretendere il rigoroso rispetto delle norme e condizioni contrattuali da parte delle ditte appaltatrici.
Per raggiungere tale risultato è impegno prioritario per i Comandi degli Enti beneficiari dei servizi e responsabili dell’esecuzione dei contratti improntare la loro azione in strettissima aderenza a quanto espressamente previsto nei contratti e nelle annesse Condizioni Tecniche emanando le disposizioni applicative interne ritenute più opportune.
in particolare, gli stessi devono:
• nominare gli Organi di controllo e verifica previsti nei contratti:
• pretendere dalle ditte la comunicazione dei nominativi del personale che le stesse intendono impiegare nell’espletamento dei servizi, nei termini e con le modalità previste dai contratti, nonché l’autocertificazione che il personale autorizzato è in regola secondo la legislazione sul lavoro e la normativa recata dal CCNL di categoria;
• accertare, prima dell’inizio del servizio, che il personale impiegato abbia le qualifiche previste dalla vigente normativa per le mansioni che è chiamato a svolgere, con particolare riguardo per quello impiegato nei servizi di catering e ristorazione, che deve essere anche in possesso delle prescritte autorizzazioni sanitarie:
• richiedere alle ditte appaltatrici, anche esecuzione durante , la sostituzione del personale che, per giustificati motivi, sia ritenuto non idoneo:

• vigilare sull’azione degli Organi di controllo della esecuzione contrattuale, che devono essere a perfetta conoscenza del contenuto dei contratti e delle annesse Condizioni Tecniche nonché della normativa applicabile nello svolgimento dei servizi , al fine di potere svolgere una incisiva azione di controllo volta a pretendere che le ditte aggiudicatarie diano puntuale ed esatta applicazione alle pattuizioni contrattuali e garantiscano le obbligazioni di risultato alle quali si sono impegnate, intervenendo in caso di inadempienze accertate con tempestività e senza incertezze;
• applicare puntualmente e senza remore le penalità previste dai contratti per le inadempienze;
• segnalare con la massima tempestività, agli Alti Comandi che hanno definito i contratti, situazioni di recidività o di particolare gravità al fine di poter provvedere all’applicazione delle sanzioni previste dalle norme contrattuali e dalle vigenti disposizioni applicabili;
• porre la massima attenzione nel verificare che le ditte aggiudicatarie ottemperino a tutti gli obblighi di legge e di contratto relativi alla protezione del lavoro ed alla tutela dei lavoratori, con particolare riguardo a quelli riguardanti la Previdenza Sociale nonché a quegli obblighi che trovano la loro origine nei contratti collettivi di lavoro richiedendo le documentazioni previste dai contratti e. in casi particolari. disponendo gli accertamenti ritenuti più opportuni.

4. A completamento dell’azione di controllo, è necessario che gli Alti Comandi Territoriali, ai quali è stata demandata la gestione dei contratti, esplichino una attenta e continua sorveglianza sull’attività dei Comandi/Enti, fornendo agli stessi il supporto tecnico necessario in casi di eventuali contenziosi con le ditte. E’ inoltre indispensabile che gii stessi valutino attentamente le relazioni periodiche sull’andamento dei servizi prestati dalle ditte, sulla base delle quali valuteranno i risultati raggiunti dalle ditte stesse e interverranno in proposito.
Gli stessi dovranno, infine, segnalare con tempestività a questa Direzione Generale tutte le sanzioni direttamente adottate e le situazioni in cui si rendesse necessario applicare provvedimenti sanzionatori di propria competenza nei confronti di ditte inadempienti.

5. Alla luce di quanto sopra si sarà grati a Codesti Stati Maggiori/Alti Comandi per le iniziative che vorranno intraprendere, per indirizzare gli Enti verso l’attuazione di tutti quegli strumenti che i contratti consentono ed impongono, affinché non abbiano a verificarsi disservizi ed i servizi appaltati raggiungano quei livelli di "risultato” che i parametri della certificazione ISO UNI EN 9002 e la trasparente utilizzazione del pubblico denaro richiede ed impone.

6. Infine, gli Alti Comandi responsabili non dovranno esitare a richiedere verifiche degli Ispettorati del Lavoro competenti per territorio, al fine di fare accertare che le ditte appaltatrici di servizi per la Difesa operino secondo la legislazione vigente a tutela dei lavoraton impiegati nelle infrastrutture militari.

IL DIRETTORE GENERALE
Tenente Generale Beniamino SENSI

ELENCO INDIRIZZI ALLEGATO AL FOGLIO N. 6/2/252/COM DEL 23.02.2001

STATO MAGGIORE DIFESA00187 ROMA
STATO MAGGIORE ESERCITO00187 ROMA
STATO MAGGIORE MARINA00196 ROMA
STATO MAGGIORE AERONAUTICA00185 ROMA
COMANDO OPERATIVO DI VERTICE INTERFORZE00175 ROMA
COMANDO DELLE FORZE OPERATIVE00100 ROMA
COMANDO DELLA SQUADRA AEREA00175 ROMA
COMANDO OPERATIVO FORZE AEREE36100 VICENZA
CENTRO ALTI STUDI DIFESA00165 ROMA
ISPETTORATO LOGISTICO ESERCITO00187 ROMA
ISPETTORATO DELLE ARISVII DELL’ESERCITO00195 ROMA
ISPETTORATO DELLE SCUOLE DELL’ESERCITO00162 ROMA
ISPETTORATO LOGISTICO MARINA MILITARE00196 ROMA
ISPETTORATO DI COMMISSARIATO E
COORDINAMENTO AMM.VO M.M00196 ROMA
COMANDO LOGISTICO A.M.00185 ROMA
COMANDO REGIONE MILITARE NORD35100 PADOVA
COMANDO REGIONE MILITARE CENTRO50100 FIRENZE
COMANDO MILITARE AUTONOMO DELLA CAPITALE00197 ROMA
COMANDO REGIONE MILITARE SUD80100 NAPOLI
COMANDO MILITARE AUTONOMO DELLA SICILIA90134 PALERMO
COMANDO MILITARE AUTONOMO DELLA SARDEGNA09100 CAGLIARI
COMANDO SUPPORTI FORZE TERRESTRI31100 TREVISO
COMANDO DELLE FORZE DI PROIEZIONE20121 MILANO
COMANDO TRUPPE ALPINE39100 BOLZANO
1° COMANDO FORZE DI DIFESA31029 V. VENETO (TV)
2c COMANDO FORZE DI DIFESA80046 S. GIORGIO A CREMANO
COMANDO DIPARTIMENTO MILITARE MARITTIMO19122 LA SPEZLA
COMANDO DIPARTIMENTO MILITARE MARITTIMO60100 ANCONA
COMANDO DIPARTIMENTO MILITARE MARITTIMO74100 TARANTO
COMANDO AUTONOMO MILITARE MARITTIMO SICILIA98100 MESSINA
COMANDO AUTONOMO MIL. MARITTIMO SARDEGNA07024 LA MADDALENA
COMANDO 1^ REGIONE AEREA20129 MILANO
COMANDO 3” REGIONE AEREA70121 BARI
COMANDO MILITARE A.M. ROMA00185 ROMA

e, per conoscenza:
DIFESA GA&NETTO00187 ROMA
SEGRETARIATO GENERALE E DIREZIONE
NAZIONALE ARMAMENTI IV REPARTO00187 ROMA
COMANDO LOGISTICO AREA NORD35100 PADOVA
COMANDO LOGISTICO AREA SUD80100 NAPOLI
CENTRO AMM VO REGIONALE50100 FIRENZE
CENTRO AMM.VO REGIONALE35100 PADOVA
CENTRO AMM.VO REGIONALE90100 PALERMO
MARICOMMI60100 ANCONA
MARICOMMI96011 AUGUSTA
MARICOMMI19122 LA SPEZIA
MARICOMMI00100 ROMA
MARICOMMI74100 TARANTO
AEROCOMMI20129 MILANO
70121 BARI