Cineca in sciopero: adesione al 92%

08/11/2016
Filcams_Manifestazione_Cineca_big

Le lavoratrici e lavoratori di Cineca, Consorzio Interuniversitario senza scopo di lucro formato da 70 università italiane, 6 enti di ricerca nazionali e il Miur – Ministero della Pubblica Istruzione – hanno incrociato le braccia ed organizzato una manifestazione a Roma.

Una protesta annunciata da tempo. Da quando cioè a fine settembre i dipendenti del Consorzio hanno espresso il loro timore di perdere le già precarie condizioni economiche (ben note a chi lavora nel settore della ricerca).

I lavoratori che hanno espresso la loro protesta proprio davanti al MIUR  fanno parte degli oltre 800 dipendenti tra informatici, ingegneri, amministrativi e ricercatori preoccupati della disdetta giunta unilateralmente da CINECA del loro contratto integrativo e dal mancato riconoscimento delle loro professionalità che hanno contribuito a rendere il consorzio un punto di eccellenza nel settore del supercalcolo in Europa e nel mondo.

L’adesione registrata allo sciopero nazionale è stata altissima: secondo dati delle Organizzazioni Sindacali oltre il 92% del personale di CINECA.

L’appello lanciato con una lettera aperta da parte del Coordinamento unitario nazionale delle RSU CINECA al mondo accademico e alle Istituzioni ha trovato una prima risposta oggi.

Una delegazione di lavoratori unitamente ai sindacati è stata ricevuta dal Prof. Marco Mancini del MIUR che ha avuto parole di riconoscimento per il lavoro svolto dal personale di CINECA e che si è impegnato per intervenire affinchè si possa riaprire il tavolo sindacale con la Direzione.

Le Organizzazioni Sindacali Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltucs e le RSU si sono dichiarate soddisfatte dall’esito dell’incontro e ora rimangono in attesa di un riscontro concreto da parte di CINECA.

Guarda il video dello sciopero