Cineca, Nota unitaria esito incontro 07/11/2014

Roma, 12 novembre 2014

Nota Unitaria esito incontro del 7 novembre 2014
CINECA

Si è svolto lo scorso 7 novembre a Bologna, presso la sede di Cineca , il previsto incontro con la direzione, richiesto dalle OO.SS. Nazionali per un aggiornamento sugli assetti occupazionali e sulle prospettive future del Consorzio, anche a seguito delle modifiche organizzative seguite alla confluenza dei 3 consorzi.
Le OO.SS. hanno aperto l’incontro ribadendo le richieste di informazioni e accennando alle preoccupazioni emerse dalle assemblee dei lavoratori in merito alle prospettive future, al coordinamento e all’equilibrio fra le tre sedi, anche in termini di trattamenti, ad oggi non ancora omogenei.
Si è poi fatto presente che la disponibilità delle OO.SS. a verificare percorsi di prepensionamento, tramite gli strumenti legislativi a disposizione, non è mai venuta meno.
L’Azienda, rappresentata dalla Dott.ssa Borelli e dal Dottor Gambini, non ha fornito dati esatti, ancora in via di elaborazione in attesa della chiusura ufficiale del bilancio.
Ha però fatto presente la difficoltà generata dalla cessazione dei servizi editoriali, causa di una perdita di fatturato stimata in circa 15 MLN di Euro.
Il mercato di riferimento di CINECA, costituito dalle Università, presenta purtroppo elementi di immobilismo e chiusura che non consentono molto margine di manovra: la capacità di CINECA di produrre fatturato sulla base dell’innovazione è purtroppo frenata da una Istituzione non sempre al passo con i tempi.
Tuttavia sono in cantiere nuovi progetti e nuove idee (dai servizi mobile alla gestione hosting dei servizi) che potrebbero consentire sviluppi interessanti di fatturato.
Il Consorzio, pur nelle difficoltà che sta attraversando e pur avendo l’esigenza di alleggerire la propria struttura, non ha in programma riduzioni di personale. Pertanto è molto interessata alla possibilità di usufruire degli strumenti messi a disposizione dalla Legge 92/2012 , art.4, che consentirebbe soluzioni non traumatiche e comunque concordate.

Sono stati poi presentati i numeri degli occupati al 31/10/2014:

Occupati: 706 , di cui:
Apprendisti: 13
CoPro: 75
Stage: 2
Tempi indeterminati: 577
Tempi determinati: 29
Dirigenti: 8
Questa la distribuzione nelle 3 sedi :
A Bologna, 66 Contratti a progetto, 2 stagisti, 338 tempo indeterminato, 30 Contratti a termine, 8 dirigenti;
A Milano, 2 borse di studio, 85 tempo indeterminato ;
A Roma, 13 apprendisti, 9 contratti a progetto, 153 tempo indeterminato.

Le OO.SS. hanno osservato un utilizzo molto limitato dell’apprendistato, che potrebbe invece garantire agevolazioni rispetto al contratto a progetto.
Il Consorzio ha affermato che per la propria specificità e il proprio inquadramento INPS, la forma dell’apprendistato non è utilizzabile, mentre risulta possibile avvalersi del contratto a progetto anche per il tipo di attività del Consorzio , spesso basata su progetti finanziati, etc.

Le OO.SS. hanno chiesto delucidazioni anche sulle prospettive del personale a termine o a progetto, proprio in ragione del fatto che Cineca basa la propria attività su competenze specifiche molto specializzate, e non trarrebbe grande beneficio da un elevato turnover.
Il Consorzio ha illustrato la propria “policy” interna rispetto ai processi di stabilizzazione, convenendo con la necessità di salvaguardare l’eccellenza di risorse e competenze in un’ottica di consolidamento del rapporto di lavoro.
Nell’ultimo anno sono stati confermati a tempo indeterminato 11 lavoratori a Bologna e 1 a Roma., i contratti a termine non consolidati sono stati 1 a Bologna e uno a Roma, mentre i contratti a progetto non proseguiti sono stati 8 a Bologna e 2 a Roma (di cui uno per pensionamento).
In merito invece all’eventuale piano di prepensionamento, Cineca ha affermato che in base alle proprie verifiche i dipendenti interessati potrebbero essere circa 30, ma che sta proseguendo la fase istruttoria soprattutto sul possesso dei requisiti necessari.
Le OO.SS. hanno ribadito che l’adesione a tale percorso, al di là del possesso dei requisiti, dovrà essere esclusivamente volontaria e gestita mediante un accordo sindacale, peraltro previsto dalla norma.
A tal fine, si è convenuto di condividere un testo entro il mese di novembre , per poter disporre dello strumento normativo entro il mese di dicembre, dopo il necessario nulla osta dell’INPS.
Sarà compito poi delle OO.SS. informare e assistere i lavoratori che vorranno dare la propria disponibilità ad aderire al piano, una volta perfezionato.
Il Consorzio, dal canto suo, si è impegnato ad informare i lavoratori interessati e a garantire le necessarie tutele.
Le Parti si sono date appuntamento al 24 novembre 2014 per il perfezionamento dell’accordo.

Filcams CGIL UILTuCS UIL
Giuliana Mesina Paolo Proietti