Cineca, esito incontro 02/09/2019

Roma, 18 settembre 2019

TESTO UNITARIO

Il giorno 2 settembre si è svolto presso la sede bolognese di Casalecchio di Reno l’incontro di aggiornamento sulla situazione aziendale del consorzio Cineca.

L’incontro è stato organizzato in un momento particolarmente delicato per la società con le notizie, conosciute anche a mezzo stampa, della difficile situazione di bilancio con la chiusura in forte perdita dell’esercizio 2018.

Queste notizie si sommano alle dimissioni del presidente, Prof. Corazza, e alla assegnazione, al consorzio di un ruolo centrale nel progetto relativo al supercalcolatore europeo. Altrettanto importante il pronunciamento del TAR del Lazio, che da ragione al Consorzio, nella causa intentata dalla Bismarck, salvaguardandone i contratti e la definizione di azienda “in house” nel rapporto con il MIUR.

Oltre a questi elementi, di carattere generale, rimane ancora, in parte, sospesa la questione relativa alla sede di Roma dell’appalto del “Policlinico” e dei trasferimenti dei lavoratori presso la sede di Bologna.

E’ evidente che in questa situazione l’incontro ha avuto per le rappresentanze sindacali e le strutture loro affiancate notevole importanza.

All’incontro erano presenti per parte aziendale il Dott. Vannozzi, Direttore generale, e la responsabile delle relazioni industriali, Dott.ssa Borelli.

Nel corso della sua esposizione il Dott. Vannozzi ha teso tranquillizzare il tavolo illustrando i passaggi di questi ultimi mesi e gli obiettivi da perseguire nella direzione del consorzio.
Per quanto concerne la questione del bilancio è stato ribadito che il dato negativo è dettato dall’accantonamento delle risorse legate ai rischi dei ricorsi pendenti. Questi accantonamenti non mettono in pericolo l’operatività che, anche grazie alla sentenza del TAR del Lazio, può ancora contare sul rapporto primario con il ministero che assicura prospettive operative ed economiche.

A tal proposito sono state illustrate alcune iniziative che dovrebbero allargare l’attuale attività: dal supercalcolatore europeo ad alcuni contratti con le Università (Napoli, Palermo, la Sapienza di Roma), per finire con il polo meteorologico da realizzare a Bologna. Su tutti questi progetti una definizione certa avverrà entro il mese di novembre.

Per quanto concerne la governance il Dott. Vannuzzi ha dichiarato che l’attuale presidenza, pur essendo una nomina provvisoria, permette al CDA di operare con regolarità non interrompendone il corretto funzionamento. Il Professore Di Sciascio quindi ricoprirà il ruolo fino ad avere la nomina del nuovo presidente in continuità assicurando lo sviluppo delle iniziative in essere.

Su tutti questi punti come OO.SS. non possiamo far altro che registrare le informazioni aziendali con atteggiamento di vigile osservazione. Un bilancio in forte perdita, la presidenza provvisoria, i diversi ricorsi pendenti sono elementi di preoccupazione che ancora non si possono definire risolti. In tal senso abbiamo invitato la direzione, che su questo si è resa assolutamente disponibile, ad incontrarci con regolarità per poter avere un monitoraggio attento e puntuale di quanto accade. Nel finale della riunione abbiamo infatti ribadito che le relazioni industriali sono strumento di consapevolezza che deve essere utilizzato con costanza e non semplicemente nei momenti di tensione.

A tal fine abbiamo espresso la necessità di evitare la ripetizione di episodi come quello della chiusura del contratto del Policlinico di Roma. A nostro parere la rigidità delle posizioni aziendali, non ha reso possibile costruire un percorso diverso e più efficace per i lavoratori li impiegati.
Una riflessione riguarda anche il tema delle professionalità che dovrà essere al centro di ogni prossimo passaggio sindacale.

Una ultima annotazione riguarda l’applicazione del CIA e di alcune norme in attesa di soluzione. In particolare sui ticket mensa e la questione dello smartworking. I prossimi incontri saranno anche l’occasione per affrontare e risolvere questi importanti temi contrattuali.

p. la Filcams Nazionale

Federico Antonelli