CINA: MCDONALD’S ACCUSATA DI SFRUTTARE LAVORO MINORILE ANSA, 27 AGO



CINA: MCDONALD’S ACCUSATA DI SFRUTTARE LAVORO MINORILE

(ANSA-AFP) HONG KONG, 27 AGO – La societa’ americana di
fast-food McDonald’s e’ stata accusata di impiegare nel Sud
della Cina lavoratori minorenni, a malapena quattordicenni, per
fabbricare alcuni giocattoli che essa distribuisce. Lo ha
scritto oggi il quotidiano di Hong Kong ‘South China Sunday
Morning Post’.
La ditta City Toys Ltd. di Shajing, nella zona economica
speciale di Shenzen vicino a Hong Kong, secondo il giornale fa
lavorare dei bambini 16 ore al giorno, sette giorni su sette,
pagandoli 1,5 yuan l’ora (circa 380 lire) per produrre peluche
di Snoopy, l’orso Winnie e altri personaggi dei fumetti.
Il fornitore di McDonald’s, Simon Marketing (Hong Kong) Ltd.,
che ha commissionato la produzione dei giocattoli alla City
Toys, ha negato che siano impiegati minorenni. Un portavoce
della Simon Marketring ha detto che la ditta fa regolari
controlli e che nell’ultimo di questi, condotto a sorpresa a
maggio, e’ risultato che la City Toys rispetta il codice del
lavore in vigore alla McDonald’s.
La McDonald’s ha detto di non aver alcuna ragione di credere
che il suo fornitore abbia violato questo codice del lavoro.
Un sindacato di Hong Kong, il Comitato industriale cristiano,
a luglio aveva visitato la City Toys e vi aveva trovato piu’ di
160 bambini dai 12 ai 15 anni impiegati come lavoratori
stagionali. (ANSA-AFP).

LG

27/08/2000 10:03