CIGS: Requisito occupazionale

Presupposto per l’applicazione della CIGS
Possono usufruire della CIGS le imprese che abbiano occupato nei 6 mesi precedenti la richiesta d’intervento, MEDIAMENTE più di 15 dipendenti, salvo quanto specificato al punto 1 relativamente ai nostri settori.
Per le aziende di nuova costituzione, il requisito va calcolato in relazione ai mesi di attività svolta, (art. 3 bis, D.L. n. 67/1997) qualora siano inferiori al semestre
Nel trasferimento di ramo d’azienda, nel caso in cui la richiesta di intervento straordinario di integrazione salariale avvenga prima che siano decorsi sei mesi il requisito deve essere posseduto dall’azienda subentrante nel periodo decorrente dalla data del trasferimento (Circ. INPS n.211/91 punto 2; art. 1 c. 1 L. 223/91).

Nel caso in cui il datore di lavoro eserciti attività plurime con separati inquadramenti previdenziali il requisito occupazionale va determinato avendo riguardo al numero dei dipendenti occupati in ciascuna delle distinte attività, anche se articolata in più cantieri, stabilimenti o filiali dislocati nella stessa provincia o in province diverse (INPS circ. n. 44/1995).

In caso di imprese sottoposte a procedura concorsuale (fallimento, concordato preventivo, liquidazione coatta amministrativa, amministrazione straordinaria), ai fini del calcolo del il requisito occupazionale di più 15 dipendenti, (art. 3 bis, D.L. n. 67/1997) i sei mesi di riferimento su cui deve essere calcolata la media dei dipendenti decorrono dalla data di adozione del provvedimento di assoggettamento ad una delle procedure concorsuali
L’art. 3, L. n. 223/1991, inerente la CIGS nei casi di procedure concorsuali, viene abrogato con decorrenza 1º gennaio 2016 (art. 2, comma 70, L. n. 92/2012).

Vai alla guida sulla CIGS