CIGS per crisi aziendale per evento improvviso ed imprevisto, modifica criteri

Roma 31 agosto 2009

Oggetto: CIGS per crisi aziendale per evento improvviso Ed imprevisto, modifica dei criteri

Alle Strutture Regionali e Territoriali

FILCAMS-CGIL

LORO SEDI

Testo Unitario

Vi comunichiamo che il 25 agosto u.s. è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto ministeriale n. 46863 che modifica per gli anni 2009-2011, uno dei criteri di valutazione per le domande di CIGS per crisi aziendale per evento improvviso ed imprevisto.

Precisiamo che il Ministero del Lavoro aveva emanato una nota, inviatavi il 2 aprile u.s., nella quale chiariva che tra gli eventi improvvisi ed imprevisti rientravano la riduzione delle commesse, la perdita di quote di mercato o la riduzione del medesimo, la difficoltà di accesso al credito o la contrazione delle esportazioni, ecc.. L’ultimo decreto di fatto completa quella nota e precisa che le domande di CIGS per crisi aziendale conseguente ad un evento improvviso ed imprevisto verranno valutate anche in assenza di un piano di risanamento.

Di conseguenza, quanto previsto dal D.M. 18 dicembre 2002 n. 31826 all’art. 1 lettera c (“Deve essere presentato da parte dell’impresa, un piano di risanamento che, sul presupposto delle cause che hanno determinato la situazione di crisi aziendale, definisca le azioni intraprese o da intraprendere per il superamento delle difficoltà dell’impresa, distinte per ciascun settore di attività dell’impresa stessa, nonché per ciascuna unità aziendale interessata all’intervento straordinario di integrazione salariale.”) è superato dalle nuove disposizioni.

Saluti.
p. FILCAMS-CGIL
Marinella Meschieri