CIGS: Auto-imprenditorialita’

In via sperimentale per gli anni 2009, 2010, 2011 e 2012 ai lavoratori percettori di CIGO o CIGS (anche in forza di contratti di solidarietà ex art. 1, D.L. n. 726/1984), nel caso in cui gli stessi ne facciano richiesta per intraprendere una attività di lavoro autonomo, per avviare una attività auto-imprenditoriale o una micro impresa, o per associarsi in cooperativa, è liquidato, in un’unica soluzione, l’integrazione salariale, per il numero di mensilità già deliberate ma non ancora percepite. In caso di cassa integrazione guadagni per crisi aziendale a seguito di cessazione totale o parziale dell’impresa, di procedura concorsuale o, comunque, nei casi in cui i lavoratori sospesi siano stati dichiarati in esubero strutturale, agli stessi è altresì liquidato, se rientranti nelle previsioni di cui all’art. 16, c. 1, della legge n. 223/1991, il trattamento di mobilità per dodici mesi al massimo.
I lavoratori interessati devono presentare all’INPS, entro i termini di fruizione del trattamento di sostegno al reddito (eventuali proroghe del trattamento accordate dopo la presentazione dell’istanza non hanno effetto sulla quantificazione del beneficio), apposita domanda recante la specificazione circa l’attività da intraprendere e l’Istituto, verificati i presupposti necessari per l’ottenimento del beneficio, eroga inizialmente il 25% dell’incentivo.
L’erogazione del restante 75% è effettuata dall’INPS dopo la presentazione della documentazione comprovante ogni elemento che attesti l’assunzione di iniziative finalizzate allo svolgimento dell’attività di lavoro autonomo, dell’attività auto-imprenditoriale, o di una microimpresa, o per associarsi in partecipazione.
Il lavoratore deve dimettersi dall’impresa di appartenenza entro 15 giorni dalla data di ricevimento della comunicazione di ammissione al beneficio e, comunque, prima dell’erogazione della quota residua del 75% dell’incentivo. Le somme corrisposte sono cumulabili con il beneficio di cui all’art. 17 della legge n. 49/1985 (art. 1, comma 8, D.L. n. 78/2009; INPS mess. n. 16508/2009; D.M. n. 49409/2009; INPS mess. n. 8123/2010; ML circ. n. 39/2010; INPS mess. n. 13888/2011; v. anche art. 33, comma 24, L. n. 183/2011).

Vai alla guida sulla CIGS