CIGA-STARWOOD: NUOVO CONTRATTO INTEGRATIVO PER I 13 HOTEL DEL GRUPPO

15/12/2004

FILCAMS-Cgil
Federazione lavoratori commercio turismo servizi
Ufficio Stampa
www.filcams.cgil.it

15 dicembre 2004

CIGA-STARWOOD: NUOVO CONTRATTO INTEGRATIVO PER I 13 HOTEL DEL GRUPPO

Nuovo accordo integrativo per i 2500 lavoratori dei tredici hotel appartenenti al gruppo Ciga-Starwood dislocati a Roma, Firenze, Venezia, Milano. Al gruppo Ciga-Starwood fanno capo i marchi Sheraton, Westin, St. Regis, The Luxury Collection, Four Points, W Hotels.

L’intesa, firmata da Filcams Fisascat Uiltucs e Starwood Italia, Ciga Gestioni, Aerhotel, sarà portata nelle assemblee dei lavoratori per l’approvazione finale.

Il nuovo accordo punta sull’estensione e sull’armonizzazione delle relazioni sindacali. Per quanto riguarda, per esempio, il confronto tra le parti, rigorosamente descritto nel calendario e nelle materie, ma anche, e questo punto è ritenuto particolarmente importante dai sindacalisti, qualora si imponesse la necessità di ricorrere a «terziarizzazioni», e dunque si dovesse affidare a ditte esterne fasi lavorative, questo processo dovrà essere preceduto da «accordi di merito utili alla disciplina di tali vicende».

L’altro punto al centro del nuovo integrativo è l’impostazione profondamente modificata del premio di risultato.

Il nuovo premio bilancia in diverso modo il peso dei parametri economico-finanziari, che scendono al 65%, e dei parametri qualitativi, che salgono dal 10% al 35%. A titolo d’esempio, nel nuovo meccanismo giocano un ruolo minore parametri quantitativi tipo il margine operativo lordo e la produttività del comparto stanze, mentre acquistano maggiore peso, nel calcolo di performance che determina il premio, parametri quali l’indice di soddisfazione del cliente, che sarà rilevato e certificato, come altri indici legati alla qualità, da società specializzate esterne.

In considerazione delle novità introdotte, sarà fatta una verifica della funzionalità dei parametri e delle performance a metà percorso del contratto, dunque tra due anni.

Il premio partirà da una soglia d’ingresso definita da risultati minimi che comportano un premio di 600 euro anno. I criteri minimi garantiscono, così assicurano i sindacalisti, che «la soglia sarà sicuramente raggiunta». Rispetto al meccanismo di premio del vecchio integrativo, si calcola che il nuovo integrativo darà un incremento del 25%, valutabile in 133 euro in più per i livelli più bassi, in 257 euro per i livelli intermedi e in 355 euro per i livelli alti.

Il contratto avrà validità dal 1° gennaio 2004 al 31 dicembre 2007