Ciga Hotels, Contratto Integrativo Aziendale 01/11/1982 – 31/12/1984

ACCORDO AZIENDALE NAZIONALE DI GRUPPO

In data 25 ottobre 1982 presso la sede della FAIAT, si sono incontrati da una parte e la Soc. CIGA HOTELS, rappresentata da i Sig.ri Giancarlo Ghezzi, Dario Baldovino, Domenico Trimboli, Gianfranco Bozzini, Piervittorio Tugnoli ed Ernesto Signora, assistiti dalla FAIAT nelle persone dei Signori Bonaventura Vaccarella ed Alessandro Cianella, e dall’altra:

-La FILCAMS-CGIL nelle persone dei Signori Gilberto Pascucci, Roberto Di Gioacchino e Luigi Piacenti;
-La FISASCAT-CISL nelle persone dei Signori Benito Peni e Antonio Michelagnoli;
- La UILTUCS-UIL nelle persone dei Signori Raffale Vanni e Antonio Zilli;
-il coordinamento dei consigli di azienda dei lavoratori delle unità operative della CIGA HOTELS.

PREMESSO

-che, con riferimento a quanto previsto dall’art. 4 del CCNL 8.7.1982, la CIGA HOTELS ha fornito alle OO.SS. l’informativa riguardante i piani di sviluppo e gli investimenti di cui all’allegato a) nonché quella relativa agli studi in corso per l’utilizzazione dell’immobile di Firenze (ex Grand Hotel) per il quale le parti avvieranno successivamente al 28.2.1983 gli opportuni contatti con le com-petenti autorità;

-che analoghi incontri, per le questioni di relativa competenza, saranno effettuati a livello territoriale;

LE PARTI CONVENGONO

1)AUMENTO SALARIALE

La “Quota salariale collettiva aziendale” di cui all’accordo 10.10.1979 , è aumentata nella misura di lire 47.000 base 100 con riferimento alla scala parametrale prevista dal CCNL turismo vigente, da erogarsi con le seguenti gradualità:

-lire 25.000 dal 1° novembre 1982;
-lire 22.000 dal 1° novembre 1983;
come risulta meglio specificato nella tabella allegato sub b).

I valori della “Quota salariale collettiva aziendale” previsti dall’accor-do 10.10.1979, verranno riparametrati sulla scala parametrale di cui al vigente CCNL a decorrere dal 1° novembre 1982. Per i lavoratori addetti alle unità operative per i quali il raggiungimento dell’importo di lire 51.000 parametrate su scala 100/188 è previsto scaglionato nel tempo, restano confermate le cifre e i tempi di azzeramento stabiliti da detto accordo.

Gli aumenti di cui al presente punto sono riferiti a 14 mensilità al lordo delle ritenute di legge

2)INDENNITA’ PER TURNO SPEZZATO

Fermo restando quanto previsto dal punto 4° dell’art.180 del vigente CCNL relativa mente alle materie demandate alla contrattazione aziendale, a far data dal 1° giu-gno 1982, per le prestazioni effettivamente rese nelle unità operative; in turno spezzato, sarà corrisposto una indennità oraria in cifra lorda fissa nelle seguenti misure:

7° livello = L. 500 ora
6° livello = L. 550 ora
5° livello = L. 600 ora
4° livello = L. 650 ora
3° livello = L. 700 ora

La suddetta indennità verrà corrisposta nel limite massimo dell’orario normale di lavoro giornaliero e non è computabile agli altri effetti contrattuali.

3)INCENTIVI AZIENDALI COLLETTIVI

In relazione a quanto previsto dall’allegato all’accordo 1.4.1982 la CIGA HOTELS ha provveduto alla presentazione, illustrazione e discussione con le OO.SS. del piano degli incentivi aziendali.
Al riguardo è stato precisato, che:
-gli incentivi aziendali saranno riferiti esclusivamente ad elementi oggettivi, verificabili individualmente e collettivamente, quali il fatturato di gruppo, di zona, di albergo e di reparto;
-la quantificazione degli obiettivi sarà determinata tenendo conto anche di dati gestionali certi dei passati esercizi;
-il computo della liquidazione bimestrale degli incentivi verrà effettuato sulla base delle prestazioni effettivamente rese, considerandosi come tali anche le assenze per infortunio sul lavoro e per permessi di natura sindacale.

In relazione à quanto sopra la CIGA HOTELS fornirà alle OO.SS., entro il mese di dicembre 1982, i dati relativi agli obiettivi di vendita per l’esercizio 1982/83, articolati per bimestre. e alla fine di ciascun bimestre i dati consunti-vi derivati dalla applicazione del piano di incentivazione.

La CIGA HOTELS ha, inoltre, fornito alle OOSS,al fine dell’attuazione pratica del meccanismo di incentivazione, il dettaglio tecnico che si riporta in allegato sub C).

Le parti si danno atto che il piano di incentivazione suddetto ha carat-tere sperimentale per la durata dell’esercizio 1982/83. Di conseguenza le stesse parti si incontreranno entro il mese di marzo del 1983 per una prima verifica del suo andamento. Al termine di tale periodo di sperimentazione, si procederà ad ul-teriore incontro per il riesame complessivo dell’intera materia sulla scorta del le esperienze acquisite.

4)ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO

Con riferimento a quanto previsto in materia di organizzazione del lavoro dalla contrattazione collettiva, verranno avviate,in attuazione di quanto previsto dal-l’accordo 1° aprile 1982, a partire dal prossimo mese di novembre, previa adegua-ta programmazione temporale tra le varie unità operative, le necessarie verifiche in ordine agli eventuali problemi connessi con l’organizzazione del lavoro.

5)CIGA SERVICES S.r.L.

Per quanto riguarda le CIGASERVICES di Roma e Firenze, la CIGA HOTELS ha comuni-cato che la data di avvio dell’attività delle suddette società avverrà entro il 31 dicembre 1982. Antecedentemente a tale data verranno effettuati i relativi in-contri a livello territoriale sui programmi e l’organizzazione del lavoro.

Per quanto riguarda il personale della CIGASERVICE di Venezia, lo stes-so verrà utilizzato nel costituendo ufficio “statistica e patrimonio”; qualora si realizzino le condizioni per attuare la prevista attività di catering, le parti si incontreranno a livello territoriale per le relative soluzioni ed ugualmente per l’utilizzazione di detto personale nel suddetto ufficio.

Relativamente alla CIGA SERVICE di Milano, le parti perfezioneranno l’intesa di massima raggiunta in sede locale.

6) CAFFE’ DONEY

Ai lavoratori retribuiti a paga fissa in forza al “Caffè Doney” verrà riconosciuta una “quota salariale aziendale collettiva” dell’importo di lire 98.000 a base 100 parametrate sui valori parametrali previsti dal vigente CCNL turismo con le seguenti gradualità:

Lire 25.000 del 1.11.1982
Lire 22.000 dal 1.11.1983
Lire 17.000 dal 1.1. 1984
Lire 17.000 dal 1.1.1985
Lire 17.000 dal 1.1.1986
Come risulta meglio specificato nella tabella allegata sub D).

Gli aumenti di cui sopra sono riferiti a 14 mensilità al lordo delle ritenute di legge.

Per quanto riguarda le questioni connesse alle prospettive di utilizzazione dell’esercizio, le parti si incontreranno entro il mese di aprile 1983.

7) HOTEL DIANA – MILANO

Ai lavoratori in forza all’Hotel Diana di Milano, verrà riconosciuta una “quota salariale aziendale collettiva”, dell’importo di lire 98.000 a base 100 parametrate sui valori parametrali del vigente CCNL turismo con le seguenti gradualità:

a)Quanto a lire 25.000 dal 1.11.1982
b)Quanto a lire 22.000 dal 1.11.1983
c)Quanto alle residue lire 51.000, ferme restando le seguenti ulteriori decorrenze: 1.1.1984 – 1.1.1985 – 1.1.1986, verranno determinate le rispettive quote in apposito incontro a livello locale tenuto conto della particolare situazione retributiva esistente nell’unità operativa che verrà armonizzata sulla base dei criteri che hanno ispirato la contrattazione di gruppo della CIGA HOTEL.

8) QUESTIONI RELATIVE ALL’AREA VENEZIANA

In relazione alla richiesta delle OO.SS., la società provvederà ad informare preventivamente le stesse sull’utilizzo dello stabile in Calle dei Fuseri di Venezia e su eventuali progetti dell’area lido, non appena definiti i rispettivi studi.

Per quanto riguarda la richiesta relativa alla riduzione dell’orario di lavoro per il personale della SAB, attualmente a quarantaquattro ore settimanali, le parti si incontreranno entro la fine dell’anno in corso per il relativo esame.

DICHIARAZIONE A VERBALE

I conguagli derivanti dall’applicazione della norma di cui al punto 2) del presente accordo, verranno effettuati con la retribuzione del mese di dicembre.

9) DECORRENZA E DURATA

Il presente accordo decorre a far data del 1/11/1982, salvo diverse decorrenze previste nei singoli punti dell’accordo stesso, e scade il 31/12/1984.
Nel caso di modifica alla scala parametrale di cui al vigente CCNL Turismo eventualmente derivanti dal rinnovo dello stesso, le parti si incontreranno per l’aggiornamento della quota aziendale collettiva; tale eventuale operazione non dovrà comportare né oneri né benefici per ambo le parti.

Letto, confermato e sottoscritto.

ALLEGATO B

Incremento della Quota Aziendale Collettiva

Dal 1.11.82
Dal 1.11.83
Totale a regime
Incremento dovuto alla riparametrazione
1S
53.500
47.080
100.580
13.260
1
47.500
41.800
89.300
7.650
2
40.750
35.860
76.610
6.630
3
36.750
32.340
69.090
4.590
4
32.000
28.160
60.160
2.550
5
29.750
26.180
55.930
2.040
6
27.500
24.200
51.700
1.530
7
25.000
22.000
47.000
-

ALLEGATO C

INCENTIVI – La decorrenza del piano degli incentivi è fissata al 10.11.1982.

Ilraggiungimento dei singoli obiettivi quantitativi di vendita comporta l’asse-gnazione dei punti previsti dalla seguente tabella:

PUNTEGGIO
Reparti produttiviSedeServizi
Fatturato di Gruppo
1510015
Fatturato Esercizio
45-45
Fatturato Reparto
30-15 Ristorazione
15 Appartamento
Fatturato Zona (°)
10-10
TOTALE
100100100

(°)Nelle località ove esista un solo esercizio il punteggio relativo al fattu-rato di zona va sommato al fatturato esercizio.

Ilconseguimento dei 100 punti comporta un incentivo pari al 10% della retribuzione del bimestre calcolata sugli elementi di cui all’art. 68 e 150 del CCNL 8.7.82 con esclusione, pertanto, di quanto eventualmente corrisposto a titolo di mensilità supplementare.

Il conseguimento di un punteggio inferiore ai 100 punti comporta una ri duzione della suddetta percentuale del 10% in modo proporzionale al punteggio con seguito. Valga al riguardo la seguente formula:

percentuale di incentivo = 10/100 X punteggio realizzato

Le somme erogate a titolo di incentivo sono al lordo delle trattenute di legge e non sono computabili ad ogni e qualsiasi altro effetto.

Alla fine dell’esercizio 1982/83, a fronte del superamento degli obiettivi globali di vendita degli esercizi del gruppo, saranno destinati a titolo di ulteriore incentivo i sottoindicati importi da distribuirsi con gli stessi criteri più sopra enunciati in modo proporzionale alla retribuzione:

-300 milioni per superamento dell’1% dell’obiettivo
-500 milioni per superamento del 2% dell’obiettivo
-700 milioni per superamento del 3% dell’obiettivo
-700 milioni per superamento del 4% dell’obiettivo
-700 milioni per superamento del 5% dell’obiettivo

Per una più completa ed esauriente definizione del piano degli incentivi la CIGA HOTELS emanerà apposito regolamento.

ALLEGATO D

Costituzione della Quota Aziendale Collettiva

Dal 1.11.82
Dal 1.11.83
Dal
1.1.84
Dal
1.1.85
Dal
1.1.86
Totale a regime
1S
53.500
47.080
36.380
36.380
36.380
209.720
1
47.500
41.800
32.300
32.300
32.300
186.200
2
40.750
35.860
27.710
27.710
27.710
159.740
3
36.750
32.340
24.990
24.990
24.990
144.060
4
32.000
28.160
21.760
21,760
21.760
125.440
5
29.750
26.180
20.230
20.230
20.230
116.620
6
27.500
24.200
18.700
18.700
18.700
107.800
7
25.000
22.000
17.000
17.000
17.000
98.000