Chef Express, esito incontri 25/07 e 02/092019

Roma, 04-09-2019

TESTO UNITARIO

Si sono tenuti il 25 luglio e 2 settembre due incontri con Chef Express in merito al proseguo della trattativa per la contrattazione di secondo livello con particolare riferimento al tema degli orari di lavoro. Come OO.SS. abbiamo infatti ritenuto prioritaria la definizione di un nuovo sistema di gestione degli orari di lavoro dei part time, partendo anche dalle irregolarità da noi segnalate nei contratti individuali e da prassi che prevedono una flessibilità molto spinta. Dopo il confronto del 25 luglio l’azienda ha elaborato una proposta che prevede, per il personale part time, la definizione di nastri orari programmati con ampio anticipo e potenzialmente utilizzabili a ciclo continuo. Entro questi nastri orari, ciascuno di 6 ore, verranno poi collocati i turni del singolo lavoratore, fermo restando il parametro orario settimane del proprio contratto individuale. Dato la complessità del modello e la distanza rispetto all’attuale organizzazione del lavoro, abbiamo condiviso con l’azienda la necessità di sviluppare una fase sperimentale, che vedrà coinvolti alcuni punti vendita "pilota" nei mesi di ottobre, novembre e dicembre 2019. I punti vendita oggetto della sperimentazione saranno: l’ads di Arno Ovest, la stazione di Milano Centrale, la stazione di Modena, gli aeroporti di Torino Caselle e di Roma Ciampino. La sperimentazione sarà preceduta da incontri territoriali specifici. In termini generali, abbiamo apprezzato lo sforzo svolto dall’azienda, che andrà ovviamente misurato con le realtà organizzative dei punti vendita, anche in ordine alla necessaria distribuzioni dei turni più disagiati
all’interno dello stesso nastro e alla composizione dei singoli organici, tenendo contro anche dei diritti individuali (L. 104, limitazioni ecc).

I mesi della sperimentazione saranno utili a proseguire il lavoro sulla parte normativa della contrattazione integrativa: l’azienda si è infatti impegnata a estendere a tutti i canali i capitoli riguardanti i diritti di informazione e gli impegni sociali e a inserire nuove misure riguardo il contrasto alle molestie e alla violenza di genere, come da noi richiesto. Inoltre i mesi a venire saranno necessari per definire la parte economica del contratto, sulla quale permangono distanze dovute all’indisponibilità dell’azienda a intervenire in questo ambito su tutti i canali di vendita.
Il confronto è aggiornato al 23 ottobre 2019, a Roma, presso il Centro Congressi Cavour, alle ore 11:30.

p. la Filcams Cgil Nazionale
Luca De Zolt