Cgil: una festa una firma, in 120 città

24/09/2002

              24 settembre 2002

              Epifani oggi a Bologna, Cofferati sgombera l’ufficio mentre l’organizzazione prepara lo sciopero generale e nuove iniziative di lotta
              Cgil: una festa una firma, in 120 città

              MILANO Ha scelto Bologna, il nuovo segretario
              generale della Cgil, Guglielmo Epifani,
              per la sua prima uscita ufficiale tra i
              quadri e i delegati della confederazione.
              E, come tema, ha scelto la difesa dei diritti,
              che vede da mesi impegnata l’intera
              organizzazione. Ma lL’appuntamento bolognese
              sarà anche occasione per il primo
              incontro di Epifani segretario con la stampa:
              l’assemblea regionale dei quadri, in
              programma quest’oggi all’Arena del Sole,
              per questo motivo verrà brevemente interrotta
              a metà mattinata.
              Un primo passo, insomma, verso
              quello che da domani sarà routine quotidiana.
              Proprio mentre a Roma, nella sede
              di corso d’Italia, il suo predecessore farà
              le valigie. Quella di ieri, infatti, per Sergio
              Cofferati, dopo otto anni da segretario, è
              stata l’ultima giornata in Cgil, da oggi il
              suo ufficio romano sarà in via Donizzetti,
              sede della Fondazione Di Vittorio di cui è
              presidente. Una giornata passata raccogliendo
              le proprie cose nella sua stanza
              del quarto piano (la stessa che fu di Bruno
              Trentin), mentre poco distante si svolgeva,
              sotto la guida di Guglielmo Epifani,
              la prima riunione di segreteria dopo il
              cambio al vertice per mettere a punto le
              mosse in vista dell’incontro di domani
              sera a Palazzo Chigi sulla Finanziaria e
              per definire le iniziative a favore della
              pace in Medio Oriente (insieme a Cisl e
              Uil).
              Cofferati rientrerà in Pirelli, alla Bicocca,
              alla Direzione affari pubblici ed
              economici mercoledì 2 ottobre. Ma quella
              che lo separa dal «ritorno in fabbrica»
              sarà una settimana densa di appuntamenti.
              Le sue uscite pubbliche, infatti saranno,
              fino a quel giorno, quotidiane. Dalla
              partecipazione, oggi a Roma, alla giornata
              Feltrinelli dedicata allo scrittore di fantascienza
              Philip Dick, alla riunione, domani
              a Copenaghen, dell’esecutivo della
              conferenza dei sindacati europei. Dalla
              conferenza stampa, giovedì, di presentazione
              del programma della Fondazione
              Di Vittorio – e questo sarà il primo appuntamento
              politico di rilievo – all’iniziativa
              di Emergency per la pace (venerdì) a
              quella di «Aprile» di sabato a Predappio.
              In attesa che venga definito l’appuntamento
              con il segretario dei Ds, Piero Fassino.
              Intanto continua l’impegno della
              Cgil sul fronte della difesa dei diritti. Venerdì
              27 settembre, in tutta Italia, si svolgerà
              la Festa dei diritti. Centoventi città
              saranno idealmente collegate tra loro. E
              in tutte, in piazza, si svolgerà un «invito a
              cena» nel corso del quale verranno offerti
              piatti tipici locali. Obiettivo, dopo il tour
              dei diritti che ha tenuto impegnati i militanti
              nel mese di agosto, i cinque milioni
              di firme nell’ambito della campagna «Tu
              togli Io firmo».
              A Roma la Festa si terrà in Piazza
              Campo dei Fiori. Da qui, attraverso un
              collegamento via satellite, Guglielmo Epifani
              parlerà a tutte le 120 piazze italiane.
              a.f.