Cgil torna il 6 maggio in piazza per costruire “tutta un’altra Italia”

03/05/2017
Banner_6maggio_Sito_BIG

Il 6 maggio in piazza a Roma per la Carta dei diritti universali, dalle ore 14, in piazza San Giovanni Bosco, conclude Susanna Camusso.

Superati i referendum, ora l’obiettivo è la Carta dei diritti universali dei lavoratori. Per questo sabato prossimo 6 maggio la Cgil sarà di nuovo in piazza. L’appuntamento, a partire dalle ore 14, è in piazza San Giovanni Bosco, a Roma, dove si svolgerà una grande manifestazione nazionale. Ci sarà live music con Med Free Orkestra e Modena City Ramblers. Dj Mondocane, presenteranno Natascha Lusenti e Dario Vergassola. Concluderà la manifestazione il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso.

Dopo la decisione della Suprema Corte che ha sospeso i referendum promossi dalla Cgil a seguito della conversione in legge del decreto che ha abolito le norme su voucher e appalti, la Confederazione, dunque, rilancia la sfida per i diritti. Una sfida che, come più volte ribadito dalla leader del sindacato di Corso d’Italia, “non si concluderà finché la Carta universale non sarà legge e non avremo riscritto il diritto del lavoro in questo Paese”.

Finalmente, senza voucher e con regole più giuste sugli appalti, il lavoro è tornato protagonista. L’obiettivo ora è la Carta dei diritti universali e la Cgil torna in piazza “per costruire tutta un’altra Italia”.