Cgil: “Iscritti in crescita”

13/02/2001



13 Febbraio 2001

Cgil: "Iscritti in crescita"

La Cgil è "in crescita nel consenso tra i lavoratori, abbiamo raggiunto i 5 milioni e 300 mila iscritti". Lo ha dichiarato il segretario generale, Sergio Cofferati, presentando i dati del tesseramento del 2000, che segna un +1,2% rispetto al ’99. "Aumentano sia gli attivi iscritti – ha proseguito – che i pensionati, con una tendenza alla crescita triennale, a dimostrazione che non siamo in difficoltà e che rappresentiamo uno spaccato fedele del mondo del lavoro". Tra gli iscritti della Cgil aumentano anche i cittadini stranieri (93.000), mentre le donne sono il 49% e "sicuramente nel prossimo tesseramento saranno la maggioranza", spiega Cofferati. Tra le categorie in crescita la più recente Nidil-Cgil, che raccoglie i lavoratori con contrattini di collaborazione – 9.000 iscritti a fronte dei 4.737 del ’99. Anche la Filcams cresce regolarmente con un +3,2% di incremento. Calano gli Lsu (lavoratori socialmente utili) -17%, mentre i pensionati 2.936.000 di tesserati segnano un +1,3%, rappresentando la maggioranza della Cgil. Infine i metalmecanici mantengono la loro forza con 300.000 iscritti.