Cgil: il leader uscente e il prossimo segretario

10/06/2002


10 giugno 2002



IL LEADER USCENTE

E’ stato il più giovane numero uno E ora torna al suo posto in azienda

      L’attuale segretario generale della Cgil, Sergio Cofferati , è nato a Sesto e Uniti in provincia di Cremona il 30 gennaio del 1948. Sposato, ha un figlio.
      Nel 1969 entra alla Pirelli Cavi , nella fabbrica della Bicocca, con il ruolo di tecnico addetto ai tempi di produzione. Dopo cinque anni, nel 1974 viene eletto delegato di fabbrica e nel ’75 entra a far parte della segreteria generale del sindacato dei chimici Filcea-Cigl. Tre anni dopo, nel ’78, Cofferati viene eletto alla segreteria nazionale della Confederazione .
      Nel 1988 diventa segretario dei chimici (Filcea) e due anni dopo entra a far parte della segreteria confederale. L’elezione a segretario generale della Cgil arriva nel 1994 . Cofferati, che aveva 46 anni, diventa il più giovane segretario generale del sindacato. Il prossimo 8 luglio «il cinese», come è soprannominato il numero uno della Cgil, ha annunciato che lascerà la guida del sindacato e tornerà a lavorare alla Pirelli


          IL PROSSIMO SEGRETARIO

          La lunga marcia del «delfino» è cominciata dalla casa editrice


          Guglielmo Epifani è da otto anni il vicesegretario della Cgil . Nato a Roma nel 1950, è laureato in filosofia. Epifani ha iniziato la sua carriera alla Cgil nel 1974 nella casa editrice «Editrice sindacale italiana» e poi nell’ufficio economico.
          In quel periodo lavora con Giuliano Amato. Nel 1979 ottiene il primo incarico politico, come segretario generale aggiunto dei poligrafici di cui diventerà segretario generale nel 1983.
          Nel 1991 entra nella
          segreteria confederale chiamato da Bruno Trentin. L’anno successivo verrà eletto segretario generale aggiunto della Cgil , al posto di Ottaviano Del Turco.
          Nel
          1994 diventa vicesegretario della Cgil . Epifani è il candidato principale alla successione di Sergio Cofferati alla guida della confederazione sindacale. A designarlo dovrebbe essere lo stesso segretario nella consultazione che i «saggi» effettueranno tra i 156 componenti il Comitato direttivo