Cesena. Vigilanza privata: trattative interrotte e sciopero a gennaio

02/01/2006

    sabato 24 dicembre 2005

      Edizione di: CESENA

        Vigilanza privata: trattative interrotte e sciopero a gennaio

          CESENA – Trattative interrotte e sciopero a gennaio. Le trattative per il rinnovo del contratto della Vigilanza privata, scaduto ormai da 18 mesi, hanno visto una battuta d’arresto “a causa della rigidità delle associazioni delle imprese sul tema centrale degli aumenti salariali”, sottolineano i sindacati.

          “Le organizzazioni sindacali, nella piattaforma presentata due anni orsono, hanno avanzato una richiesta d’incremento salariale pari a 120 euro per il primo biennio.

          Di fronte a questa ragionevole richiesta, le controparti hanno risposto con una proposta d’incrementi salariali inaccettabile, che nei fatti non solo non recupera la perdita del potere d’acquisto, ma addirittura porta ad una perdita secca di salario.

          La cifra proposta di 116 euro, comprensiva d’assistenza e previdenza integrativa e dell’adeguamento delle indennità, è addirittura erogata, nell’ipotesi datoriale, con scaglioni che partono dal 1 gennaio 2006 e finiscono al dicembre 2008, coprendo quindi un periodo di ben 5 anni, di cui ben 2 lasciati senza nè recupero né incrementi salariali”.

          Filcams Fisascat e Uiltucs, ha deciso di inasprire lo stato d’agitazione già in atto nella categoria, e di proclamare una giornata di sciopero nazionale per il giorno 20 gennaio 2006.