Cesena. «Per la vigilanza serve la riforma»

30/01/2006

    lunedì 30 gennaio 2006

    Pagina 23 - Cesena

    «Per la vigilanza serve la riforma»

      Sull’assalto al furgone portavalori della azienda Battistolli di Pioppa di Cesena, prende posizione anche Paolo Montalti della segreteria Filcams Cgil di Cesena: «Solo la professionalità degli operatori ha impedito una tragedia. Questo dovrà essere tenuto in considerazione dalla loro azienda e dalle istituzioni competenti. Bisogna porre l’attenzione su alcune problematiche del settore della vigilanza privata partendo dal rinnovo del contratto nazionale che si spera di chiudere nei prossimi giorni dopo 20 mesi di difficili trattative. L’ultimo adeguamento di retribuzione risale al maggio 2003,in un settore dove il lavoratore inquadrato al 4° livello (ci si arriva dopo 24 mesi dall’assunzione) ha una retribuzione mensile di poco superiore ai 1000 euro lordi. Esiste poi un altro annoso problema, quello dell’indispensabile riforma legislativa della vigilanza privata. Nel 2006 il settore è ancora regolato da leggi risalenti agli anni ’30, ed ancora una volta una legislatura arriva al compimento del proprio mandato senza essere intervenuta sulla materia nonostante le sollecitazioni avanzate dai sindacati di categoria. D’importanza fondamentale è poi la formazione professionale di chi svolge il mestiere di guardia giurata».