News Filcams

Centro Commerciale Gigli, 22 lavoratrici del ristorante Brek a rischio

27/10/2016
brek_big

Prosegue lo sciopero ad oltranza delle 22 lavoratrici impiegate nel ristorante Brek al centro commerciale i Gigli di Campo Bisenzio (Firenze).

Il ristorante, appartenente alla società Cibis, chiuderà il 31 ottobre, e le lavoratrici sono state tutte inserite in una procedura di licenziamento collettivo. Tutto ciò nonostante nella scorsa primavera proprio il ristorante dei Gigli non fosse stato incluso, per via del buon andamento, nel contratto di solidarietà che coinvolge gli altri punti vendita sul territorio nazionale.
Il centro commerciale stesso si dice sorpreso della scelta di Cibis, che all’interno dello stesso detiene anche un locale bar.
Per Elisa Luppino e Giovanni Vangi della Filcams Cgil , che seguono la vertenza a livello locale, il tema è quello di garantire la continuità occupazionale all’interno dell’area commerciale, e per questo, hanno chiamato in causa la Direzione dei Gigli, il comune di Campi Bisenzio e la Regione Toscana.
Intanto scatta la solidarietà da parte dei clienti e degli altri lavoratori, con l’hashtag #iosonoeva #siamotuttieva che vuole raccontare le vite delle donne coinvolte dai licenziamenti.
Cibis, apparente fino all’anno scorso al gruppo Pam-Panorama, è stata acquisita dal 1 gennaio da un noto imprenditore fiorentino che ha avviato un processo di riorganizzazione.
“Le premesse che hanno portato nel maggio scorso alla sottoscrizione di un contratto di solidarietà nazionale erano quelle di un rilancio della rete di ristoranti e un suo consolidamento” afferma Luca De Zolt della Filcams Cgil Nazionale, “oggi ci troviamo di fronte alla chiusura di uno dei punti vendita più importanti, con il licenziamento di 22 lavoratrici e molti interrogativi sul futuro dell’azienda. Siamo al loro fianco in questa vertenza e auspichiamo si trovi presto una soluzione che permetta il mantenimento di tutti i posti di lavoro a rischio.”