Cecina. Il sindaco scrive al presidente Agip

12/10/2006
    Gioved� 12 ottobre 2006

    Pagina 1 – Cecina

      Il sindaco scrive al presidente Agip

        Licenziamenti choc: Pacini sollecita un incontro con l’azienda

          CECINA. La prima iniziativa ufficiale � partita dal sindaco, al quale ieri mattina si sono rivolti i dodici lavoratori dell’area di servizio Agip della California licenziati in massa dal gestore. Paolo Pacini ha ricevuto il loro delegato (Ilo Barbieri) e il sindacalista della Filcams Cgil (Giordano Fioretti) che segue la vicenda. Un breve colloquio al termine del quale il sindaco ha inviato una lettera al presidente di Agip rete, Massimo Quadrelli. �E’ con viva preoccupazione che mi rivolgo a lei – scrive Pacini – per sollecitare l’intervento al riguardo della compagnia da lei rappresentata al fine di valutare congiuntamente all’impresa interessata le conseguenze di un cambio di gestione che potrebbe avere gravi ripercussioni sulla situazione lavorativa di numerosi dipendenti del settore�.

            Pacini garantisce poi la propria �completa disponibilit� ad affrontare il problema in un incontro in occasione del quale potrebbero essere cercate le soluzioni pi� appropriate per la salvaguardia lavorativa dei dipendenti�.

            Dipendenti che ieri hanno vissuto il primo giorno da disoccupati. Per molti, la prima volta dopo oltre quindici anni.

            Tutti assunti a tempo indeterminato salvo due apprendisti, erano divisi tra pompe di carburante e bar tavola calda. Entrambe le attivit� facevano capo a Giampiero Pezzuti, l’imprenditore livornese che nel luglio di due anni fa aveva preso in concessione da Agip la gestione degli impianti di carburante (tramite la Pezzuti carburanti srl) e quella del servizio di ristorazione (con la Cecina Food srl). Fino a due giorni fa, quando ha deciso di ritirarsi comunicandolo via raccomandata ai propri dipendenti. Lettere di licenziamento che loro, e anche il sindacato, definiscono inaspettate. �Evidentemente la gestione era diventata poco conveniente – commenta Pacini – e forse ha giocato un ruolo anche il nuovo autogrill di Campiglia, magari la stessa concorrenza con l’Agip di San Vincenzo, sempre sulla variante Aurelia, aree di sosta ben attrezzate e con orario continuato. Ma la posizione dell’Agip cecinese resta strategica e appetibile. Certo, chi vorr� rilevarla dovr� renderla pi� competitiva�. Cio� ristrutturata e magari aperta anche la notte. Questo significherebbe nuove assunzioni e, paradossalmente, rivoluzionerebbe l’attuale situazione. Che al momento per� rimane critica. Perch� da ieri i lavoratori sono a casa, in attesa di riscuotere l’ultima mensilit� e le altre spettanze (liquidazione, ferie e permessi non goduti ecc.).

            Continuano a lavorare solo le pompe di carburante, in modalit� self service.

              A.d.G.