CdS tipo A: Procedura

La legge non indica una procedura specifica di consultazione sindacale, il presupposto per il ricorso al CdS è costituito dall’esistenza di un esubero di personale in relazione alle effettive esigenze dell’impresa.

Il contratto di solidarietà può essere stipulato in alternativa a:

- Apertura di una procedura di licenziamento collettivo previste dall’art. 24 della legge n. 223/91 (art. 24 legge n. 223/91);
- Richiesta d’incontro per utilizzo CIGS;

L’esubero di personale deve essere quantificato e motivato. Il D.M. n. 31445 all’art. 4, stabilisce che l’azienda è tenuta a indicare i dati relativi agli andamenti economici/finanziari (risultato d’impresa, fatturato, risultato operativo, indebitamento), complessivamente considerati e riguardanti il biennio precedente, dai quali deve emergere un andamento a carattere negativo ovvero involutivo.

La circolare del 30 marzo 2009 del Min. del Lavoro introduce una nuova causale ovvero “evento improvviso ed imprevisto” (cui fa riferimento il D.M. 31826/02), che si aggiunge ai criteri di approvazione dei programmi di crisi aziendale sopra esposti. Considerando che possono usufruire dei contratti di solidarietà le imprese che hanno diritto alla CIGS, si ritiene che tale causale possa essere estesa anche ai CdS.

Vai alla guida sui Contratti di Solidarieta’ tipo A