CDC Point, esito incontro 10/05/2010

Roma, 14 maggio 2010

    TESTO UNITARIO

    si è svolto il 10 maggio u.s. un primo incontro di verifica sull’andamento della cassa integrazione attivata dall’azienda in oggetto e che scadrà il 7/06/10.

    L’azienda ha presentato alle OOSS una situazione aziendale piuttosto preoccupante, con un fatturato 2009 pari a 318 milioni di euro ( nel 2008 erano 375 milioni, mentre nel 2000 il fatturato era pari a 550 milioni di euro). Il 2010 dovrà essere un anno di svolta in cui oltre ad arrestarsi la perdita dovrebbero iniziare a vedersi segni di ripresa e proprio per questo l’azienda sta mettendo in campo una serie di iniziative per riprendere quote di mercato, affermando anche di voler aumentare la copertura territoriale, essendo quella della capillarità una caratteristica distintiva della CDC rispetto ai concorrenti.

    Ad oggi la capogruppo CDC POINT conta un organico di 292 dipendenti, di cui 169 nella sede e il resto divisi tra Computer Discount (12 punti vendita) e Cash & Carry (28 punti vendita).L’azienda ha dichiarato nell’incontro un esubero di 75 f.t.e. e vorrebbe recuperare 2.5 milioni di euro sul costo del lavoro.

    A fronte di queste esigenze ha ipotizzato di aprire una procedura di mobilità con unico criterio la volontarietà e successivamente di attivare un contratto di solidarietà.
    Su richiesta delle OOSS l’azienda si è impegnata a formalizzare una proposta di incentivo alla mobilità volontaria e di inviare alle OOSS quanto prima tutti i dati sull’organico utili per poter fare un’analisi dettagliata della situazione.

    p. FILCAMS-CGIL Nazionale
    Daria Banchieri