Documenti di settore

Vigilanza Privata e Servizi Fiduciari, esito incontro 16/01/2019

Roma 17/01/2019

L’incontro del 16.01.19 per il CCNL Vigilanza Privata si è rivelato completamente improduttivo. Le Associazioni Datoriali (la maggioranza delle quali si è presentata con oltre 90 minuti di ritardo) hanno dichiarato di non essere in grado di fornire risposte in merito ai temi all’ordine del giorno benche’ in data 21 dicembre avessimo, con lettera, sottolineato l’esigenza di “acquisire le vs. osservazioni in merito ai capitoli Bilateralità, Contrattazione di secondo livello, Classificazione e Salute e sicurezza per i quali le proposte delle OO.SS. sono da tempo già in vs. possesso.” Quanto alla prossima sessione di trattativa (prevista per i giorni 29 e 30 gennaio), hanno posto l’esigenza di limitare il confronto ad una sola giornata al fine di verificare al loro interno le posizioni da esplicitare.
Inoltre, non è pervenuta nessuna risposta in merito agli aspetti del cambio di appalto (divisore e salvaguardia elementi salariali collettivi) rimasti già sospesi nell’incontro del 20 dicembre.
Infine, quanto al salario si è registrata la seguente affermazione: “vi è disponibilità a riconoscere un aumento, a determinate condizioni, in valore che non siamo in grado di determinare.”
Oltre al metodo irriguardoso verso le Organizzazioni Sindacali e i lavoratori, occorre rilevare come questa situazione non sia ormai considerabile come mero tatticismo dilatorio, la cui gravità sarebbe comunque forte considerato il tempo trascorso dalla scadenza del precedente CCNL; appare, invece, evidente un sintomo di fragilità strutturale delle Associazioni datoriali che, incuranti delle condizioni del settore e dei problemi dei lavoratori, insistono nel perseguire una politica deflagrante per tutti (in primis, i dipendenti).
Per queste ragioni, nel corso dell’incontro abbiamo preannunciato la mobilitazione dei lavoratori, conformemente alla decisone assunta dal Coordinamento Nazionale di settembre, pur rendendoci disponibili a proseguire il negoziato.
Le Segreterie Nazionali proclamano, per quanto evidenziato, pertanto, due giornate di sciopero a livello nazionale per i giorni 1 e 2 febbraio 2019 con manifestazioni a Milano e Napoli (1 febbraio a Milano, 2 febbraio a Napoli). Nei prossimi giorni seguiranno le indicazioni organizzative.
Vi invitiamo a dare la massima informazione ai lavoratori relativamente allo stato della vertenza e per la miglior riuscita delle iniziative.

P.Filcams CGIL Nazionale
Sabina Bigazzi