CCNL Turismo – Indennità vacanza contrattuale Federalberghi


Roma 13 giugno 2006

Circ. n. 199 / 2006ALLE ASSOCIAZIONI ALBERGATORI
Prot. n. 1448 / AGCALLE UNIONI REGIONALI
Arch. n. 5AI SINDACATI NAZIONALI
AL CONSIGLIO DIRETTIVO
AI REVISORI DEI CONTI
LORO SEDI
_____________________________

Oggetto: indennità di vacanza contrattuale (valori in vigore dal 1° luglio 2006) – articolo 192 CCNL Turismo 19 luglio 2003 – protocollo interconfederale 23 luglio 1993.

Via Toscana, 1 – 00187 Roma – Tel. 06 42741151 – Fax 06 42871197
e-mail info@federalberghi.it

L’accordo tra Governo e parti sociali del 23 luglio 1993, nell’attribuire ai contratti collettivi nazionali la funzione di tutela del potere d’acquisto delle retribuzioni, ha stabilito che in caso di mancato rinnovo dei CCNL venga erogata la indennità di vacanza contrattuale.

In base a tale accordo, dopo tre mesi dalla data di scadenza del CCNL, viene corrisposto ai lavoratori dipendenti un elemento provvisorio della retribuzione pari al trenta per cento del tasso di inflazione programmato, applicato ai minimi retributivi contrattuali vigenti, inclusa la ex indennità di contingenza (cfr. nostra circolare n. 120 del 2006). Trascorsi sei mesi dalla data di scadenza, i valori di tale indennità devono essere aggiornati con riferimento al cinquanta per cento della inflazione programmata. Tenuto conto che il CCNL Turismo è scaduto il 31 dicembre 2005, sono stati calcolati i nuovi importi dell’indennità di vacanza contrattuale, da corrispondersi con decorrenza dal periodo di paga relativo al mese di luglio 2006. I calcoli sono stati effettuati sulla base di un tasso di inflazione programmata dell’1,7% (documento di programmazione economica e finanziaria per gli anni 2006 – 2009, deliberato dal Consiglio dei Ministri il 15 luglio 2005).

Per gli apprendisti, l’ammontare dell’indennità deve essere calcolato applicando le percentuali previste dall’articolo 65 del CCNL Turismo 19 luglio 2003 (75% per il primo anno, 80% per il secondo anno, 85% per il terzo anno, 90% per il quarto anno) all’importo spettante ai lavoratori qualificati di pari livello.

Per quanto riguarda l’incidenza dell’indennità ai fini del calcolo degli istituti contrattuali e di legge, si ritiene che la stessa debba essere considerata alla stregua degli elementi retributivi presi in considerazione per la sua determinazione (paga base e contingenza).

Ricordiamo infine che l’indennità di vacanza contrattuale è un elemento provvisorio della retribuzione e cesserà di essere erogata con decorrenza dall’accordo di rinnovo del CCNL Turismo.

Distinti saluti.
IL DIRETTORE GENERALE
(Dott. Alessandro Cianella)

1 allegato


Indennità di vacanza contrattuale – alberghi

paga
indennità di
minimo
ivc
livello
base
contingenza
contrattuale
dal 7° mese
A
€ 1.185,73
€ 542,70
€ 1.728,43
€ 14,69
B
€ 1.062,59
€ 537,59
€ 1.600,18
€ 13,60
1
€ 954,20
€ 536,71
€ 1.490,91
€ 12,67
2
€ 831,07
€ 531,59
€ 1.362,66
€ 11,58
3
€ 756,90
€ 528,26
€ 1.285,16
€ 10,92
4
€ 687,65
€ 524,94
€ 1.212,59
€ 10,31
5
€ 614,92
€ 522,37
€ 1.137,29
€ 9,67
6S
€ 572,92
€ 520,64
€ 1.093,56
€ 9,30
6
€ 557,55
€ 520,51
€ 1.078,06
€ 9,16
7
€ 491,78
€ 518,45
€ 1.010,23
€ 8,59


Indennità di vacanza contrattuale – alberghi minori
paga
indennità di
minimo
ivc
livello
base
contingenza
contrattuale
dal 7° mese
A
€ 1.174,37
€ 541,61
€ 1.715,98
€ 14,59
B
€ 1.052,26
€ 536,61
€ 1.588,87
€ 13,51
1
€ 943,87
€ 535,73
€ 1.479,60
€ 12,58
2
€ 822,29
€ 530,76
€ 1.353,05
€ 11,50
3
€ 749,15
€ 527,52
€ 1.276,67
€ 10,85
4
€ 680,94
€ 524,29
€ 1.205,23
€ 10,24
5
€ 608,72
€ 521,77
€ 1.130,49
€ 9,61
6S
€ 567,24
€ 520,09
€ 1.087,33
€ 9,24
6
€ 551,87
€ 519,96
€ 1.071,83
€ 9,11
7
€ 486,62
€ 517,95
€ 1.004,57
€ 8,54