CCNL Pulizie / Multiservizi, esito incontro 20/04/2016

Roma, 22 aprile 2016

TESTO UNITARIO

il 20 u. s. si è svolto l’incontro di trattativa per il rinnovo del Ccnl del settore dei servizi di pulizia, servizi integrati/Multiservizi.

All’avvio dell’incontro le Associazioni Datoriali hanno precisato che nonostante la proclamazione di sciopero del 6 p.v. ritenevano necessario proseguire nel confronto per definire gli accordi per il completamento di quanto previsto all’art. 69 del vigente ccnl relativo all’assistenza sanitaria integrativa – Fondo Asim.


A fronte di ció le Organizzazioni Sindacali hanno confermato la volontà di giungere agli accordi rispetto al Fondo Asim e chiesto se oltre a ciò vi fosse l’effettiva volontà delle controparti di riavviare la trattativa per giungere al rinnovo del Ccnl in tempi brevi.

La compagine datoriale ha confermato di voler riprendere la trattativa completando quanto previsto un materia di assistenza sanitaria integrativa e proseguire nel confronto per giungere al rinnovo del Ccnl.

Dopo il primo scambio di battute le parti hanno avviato la discussione in merito al Fondo Asim giungendo alla definizione di due accordi, in allegato.


Il primo testo è relativo alla regolarizzazione delle imprese che, a tutt’oggi, non hanno iscritto i proprio dipendenti al Fondo Asim o ad altri fondi di assistenza sanitaria integrativa.

L’accordo prevede che le imprese che si metteranno in regola entro il 30.06.2015 l’iscrizione una tantum da versare sarà pari a € 40, mentre per le imprese che aderiranno dopo tale data ed entro il 30.09.2016, l’iscrizione una tantum ammonterà a € 200.

Sostanzialmente si è confermata l’obbligatorietà dell’iscrizione dei lavoratori al Fondo Asim da parte di tutte le imprese del settore ed inoltre creare le condizioni di parificare il costo delle adesioni tardive rispetto alle imprese che hanno adempiuto correttamente all’articolato contrattuale nei tempi previsti dallo stesso.

Il secondo verbale, invece, definisce le modalità di confluenza e di armonizzazione al Fondo Asim per quelle imprese che, pur attraverso altri fondi o mutue, hanno comunque riconosciuto l’istituto dell’assistenza sanitaria integrativa.

Dopo la definizione degli accordi sopra descritti, le controparti hanno ripreso la richiesta delle OO. SS. relativa al proseguo del confronto per il rinnovo del Ccnl.

Le Associazioni Datoriali hanno dichiarato la loro disponibilità a predisporre un calendario di incontri da tenersi in tempi brevi qualora le organizzazioni sindacali avessero ritirato lo sciopero del 6 p.v., diversamente i prossimi appuntamenti sarebbero stati previsti dopo tale data.

Le OO. SS. hanno confermato la volonta di proseguire nella trattativa prima dello sciopero proclamato per trovare la soluzione contrattuale, quale unica condizione per ritirare lo sciopero.


Le controparti sull’impostazione rappresentata dal sindacato hanno dichiarato l’impossibilità a proseguire e che a fronte di ciò avrebbero inviato, nei prossimi giorni, le proprie disponibilità a programmare gli ulteriori incontri dopo la giornata di mobilitazione sindacale.


Filcams-Fisascat-Uiltrasporti hanno quindi confermato lo sciopero proclamato per la giornata del 6 maggio pv.


Nei prossimi giorni vi terremo informati di ulteriori eventuali notizie in merito.

p. Filcams Cgil Nazionale
Elisa Camellini