CCNL Industria Turistica – esito incontro 06/02/2013

Roma,7 febbraio 2013

Oggetto: CCNL Industria Turistica – esito incontro 6 febbraio

in data 6 febbraio 2013 è ripreso il negoziato per il rinnovo del CCNL dell’Industria Turistica.

Confindustria ha esordito avanzando la richiesta di abolire per i nuovi assunti gli scatti di anzianità e graduare nel tempo, sempre limitatamente a questa potenziale platea, la maturazione dei permessi individuali.

Il tema all’ordine del giorno era, lo ricordiamo, il deficit di produttività evidenziato dalle imprese del settore.

La Controparte, a sostegno delle proprie rivendicazioni, ha citato i recenti accordi (per la Cgil assai problematici) raggiunti nei settori della chimica farmaceutica e dell’energia.

Come Filcams abbiamo rigettato non solo le pretese datoriali ma anche la modalità di impostazione del confronto su un tema così delicato e, alla luce del recente accordo interconfederale non sottoscritto dalla nostra Confederazione, particolarmente “sensibile”.

Ci siamo resi disponibili cioè ad una discussione sulla produttività di sistema cioè a ragionare dei vari motivi che determinano una perdita di competitività delle aziende, ma indisponibili a discutere di meri tagli alle retribuzioni delle lavoratrici e dei lavoratori, nonché all’esportazione automatica di mediazioni anche sofferte provenienti da altri contesti negoziali, difficilmente comparabili.

Abbiamo infine sottolineato come questo iniziale appesantimento del tavolo di trattativa fosse in stridente contrasto rispetto alla più volte dichiarata volontà di Aica e Federturismo di addivenire rapidamente ad un rinnovo.

Registriamo che la Controparte non ha particolarmente insistito sulla propria linea negoziale convenendo con noi di percorrere una via alternativa, attraverso la definizione di macro temi di confronto ( Governance, Welfare e Bilateralità, Organizzazione e Mercato del Lavoro, Salario) in cui provare a ricercare punti sostenibili di condivisione da ambo le parti.

Fisascat e Uiltucs hanno proposto di proseguire il negoziato attraverso l’insediamento di commissioni ristrette, al fine di dare concretezza all’esigenza di accelerazione del confronto da tutte le parti sostenuta; Abbiamo prontamente puntualizzato come tali commissioni, per noi, debbano avere carattere prevalentemente tecnico ed essere intervallate da regolari sessioni di lavoro in plenaria in cui verificare e approfondire eventuali punti di avvicinamento si dovessero individuare.

Il prossimo incontro che avrà per oggetto la Governance del settore avverrà pertanto il 27 febbraio p.v. in sede di commissione tecnica ristretta.

In tale occasione, oltre a discutere di come dare voce e (come trovare ascolto dalla Politica) alle diverse problematiche dell’ Industria Turistica ( stagionalità dell’offerta, ammortizzatori sociali, pressione fiscale) si tenterà di perfezionare un calendario stringente di incontri secondo lo schema stabilito.

p. la Segreteria Filcams Nazionale
Cristian Sesena