CCNL Azienda Termali, esito incontro 05/11/2014

Roma 10-11-2014

Si è tenuto in data 5 novembre u.s. l’incontro con Federterme finalizzato al proseguo della trattativa per il rinnovo del C.C.N.L. del Settore.
Come sapete tale incontro è avvenuto successivamente al riuscito sciopero del 22 ottobre.
Federterme ha avviato il confronto riproponendo le risapute problematiche legate al Settore Termale, aggiungendo anche quelle conseguenti alla ventilata "Legge di stabilità" che il Governo sta discutendo alla Camera, evidenziando come: il mancato riconoscimento degli sgravi Irap per gli stagionali e i contratti a termine, la drastica decurtazione delle cure termali riconosciute alle persone invalide o infortunate autorizzate dall’Inps e dall’Inail, creerebbe nel Settore ulteriori difficoltà e di conseguenza comporterebbe maggiori problemi nel rinnovare il Contratto Collettivo Nazionale.
Inoltre hanno comunicato che a tale proposito intendono presentare degli emendamenti di merito al Parlamento, chiedendo la revisione della stessa.
Di fatto, hanno mantenuto l’identica rigida posizione, sia per quanto riguarda la malattia che per l’ampliamento della sfera contrattuale.
Come OO.SS., in merito ad alcune problematiche poste sulla Legge di stabilità, ci siamo dichiarati disponibili a supportare l emendamento, che verrà appositamente costruito per evitare i tagli delle cure termali sopra descritto
Abbiamo però sostenuto che non è più possibile e accettabile che si continui ad eludere dalla trattativa la vera discussione per un corretto rinnovo del Contratto, che deve migliorare l’aspetto normativo ed economico delle condizioni lavorative dei lavoratori.
Inoltre abbiamo ribadito che a questo tavolo non esistono i presupposti per modificare l’ampliamento della sfera contrattuale, cosa già adeguatamente motivata nel corso degli incontri precedenti, invitando nuovamente Federterme a rivedere tale posizione.
Abbiamo inoltre evidenziato come sulla malattia vi è stata già una proposta unitaria di mediazione che è stata presa in considerazione dalla controparte, ma non la ritiene sufficiente.
Per tutto quanto sopra, anche in vista della riunione del Consiglio di Federterme, le Parti si sono aggiornate al giorno 27 novembre p.v. alle ore 14,00 sempre presso la sede di Federterme Via Po’ 22- Roma.

P.Filcams nazionale
Lucia Anile