Category Archives: FORTE

VERBALE DI ACCORDO
Sulla Formazione Continua

Il giorno 12 luglio 2011 in Roma, si sono incontrati:

Gruppo Coin S.p.A, Oviesse S.p.A, Coin S.p.A, Upim S.r.l rappresentate da Ugo Turi, Responsabile Relazioni Industriali

E

FILCAMS CGIL rappresentata dal Segretario NazionaleMaria Grazia Gabrielli;

FISASCAT CISL rappresentata dal Segretario NazionaleFioruccio Fiorot;

ULTUCS UIL rappresentata dal Segretario Nazionale Ivana Veronese;

per valutare e concordare i Piani Formativi da presentare a FOR.TE, per la richiesta di un contributo, ai sensi del bando “Interventi di promozione di piani formativi aziendali, territoriali e settoriali di formazione continua” per la formazione continua per le imprese del terziario, riconosciuto dal Ministero del Lavoro con Decreto 31/10/2002, che è stato istituito a seguito dell’accordo interconfederale 2002 tra Confcommercio, ABI, ANIA, Confetra e CGIL, CISL e UIL.

PREMESSO CHE

    il Fondo paritetico Interprofessionale FOR.TE, ha dato la possibilità di aderire al Conto Individuale Aziendale, per il finanziamento di Piani di formazione aziendale, settoriale e territoriale;
    le imprese interessate a questo Piano hanno aderito a FOR.TE, attraverso apposita indicazione sul DM10/02;
    le aziende intendono presentare i Piani Formativi per lo sviluppo delle competenze dei propri dipendenti;
    le parti sociali firmatarie del presente accordo promuovono i seguenti Piani;
        per Gruppo Coin S.p.A.: “Lo sviluppo delle competenze basic”
        per Coin S.p.A.: “Sviluppo delle competenze di vendita”
        per Oviesse S.p.A: “ Sviluppare la capacità di vendere”
        per Upim S.r.l: “Il nuovo format”

      tali Piani saranno presentati a valere sul Conto Individuale Aziendale di FOR.TE;

        i Piani comportano una ricaduta sulle modalità organizzative e occupazionali dei lavoratori interessati al percorso formativo, permettendo lo sviluppo del settore interessato a tale percorso.
      VISTO

che la formazione continua rappresenta uno strumento strategico sul piano della definizione e dell’implementazione delle competenze professionali delle risorse umane, sia come fattore di competitività per l’impresa, che come elemento di sviluppo della cultura aziendale delle risorse.

        L’art. 118 della Legge 388/2000 art. 48 della Legge 289/2002;
        La Circolare n, 36 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali del 18 novembre 2003 e i relativi allegati;
        Il decreto del 31 ottobre 2002 che ha istituito il Fondo Partitetico Interprofessionale Nazionale per la formazione continua del terziario a seguito dell’accordo interconfederale del 12 settembre 2002, tra Confcommercio, ABI, ANIA, Confetra e CGIL, CISL e UIL;
        Il Piano Operativo delle Attività (POA) di FOR.TE per il 2008/2010;
        I Piani Formativi di Gruppo Coin S.p.A, Oviesse S.p.A, Coin S.p.A, a valere sull’Avviso 01/09;
      SI CONCORDA CHE

      I Piani Formativi sono rivolti alle aziende sopra individuate; gli ambiti di intervento di tali Piani riguarderanno, tramite attività corsuali mirate e monotematiche, i temi di sviluppo, aggiornamento e qualificazione delle professionalità coinvolte.

        Dopo un attento esame dei piani, le parti riconoscono la validità degli stessi, e quindi convengono di inoltrarlo a FOR.TE per il relativo esame e approvazione, avvalendosi dell’assistenza di EBINTER, cosi come previsto dalle vigenti disposizioni del POA e degli avviso n°01/09 di For.Te;
        Le Aziende dichiarano di dare integrale applicazione a tutte le parti CCNL del Terziario della Distribuzione e dei Servizi stipulato dalle Categori nazionali delle parti costituenti il fondo FOR.TE;
        Per garantire e verificare l’efficacia degli interventi formativi, vengano attuate con modalità da definirsi all’avvio dei piani formativi in oggetto le seguenti iniziative:
        1. attività congiunte di monitoraggio in itinere e finale sui percorsi formativi tramite un Comitato Paritetico, che le parti convengono di istituire di 6 componenti, dei quali 3 nominati dall’azienda e 3 nominati dalle OO.SS firmatari il presente accordo;
        2. le Aziende si impegnano a diffondere ai partecipanti ai corsi la documentazione concordata, che consenta loro di conoscere il ruolo attribuito alla formazione continua ed in particolare a For.Te dalle norme di legge e dalla contrattazione collettiva di riferimento.

        Su richiesta delle OO.SS le Aziende si dichiarano disponibili a valutare la fattibilità di futuri ulteriori Piani su proposta delle stesse.

Letto, Confermato e Sottoscritto

Per Gruppo Coin S.p.A, Oviesse S.p.A, Coin S.p.A, Upim Srl

FILCAMS CGIL

FISASCAT CISL

ULTUCS UIL

VERBALE DI ACCORDO

In data 13 giugno 2006, presso lo Starhotel di Roma si sono incontrati:

Per LIMONI SPA il Sig. Ivano Piran
e
Per FILCAMS-CGIL la Sig.ra Ramona Campari
Per FISASCAT-CISLil sig. Mario Piovesan
Per UILTUCS-UILil Sig. Gianni Rodilosso

Al fine di esaminare nel merito i contenuti del piano aziendale da presentare a FOR.TE. per la formazione di personale appartenente alla Società Limoni Spa.
L’azienda ha presentato alle Organizzazioni Sindacali le linee guida del Piano formativo: “SVILUPPO DELLE COMPETENZE GESTIONALI E RELAZIONALI, NELL’OTTICA DEGLI OBIETTIVI AZIENDALI E DELLA CULTURA ORGANIZZATIVA” a valere sull’Avviso n° 1 / 06, emanato da Fondo FOR.TE; le cui aree tematiche oggetto della formazione sono:

- Sviluppo organizzativo

    - Competenze gestionali e di processo
    - Gestione del gruppo di lavoro

All’interno di ogni area tematica, gli interventi saranno differenziati sia come contenuti, che come complessità, in modo da poter rispondere concretamente ai reali fabbisogni del personale in formazione.

L’Azienda ha manifestato la necessità di dotarsi di competenze professionali specifiche e con elevato carattere di innovatività, al fine di rispondere con efficacia alle esigenze dei clienti in un contesto fortemente competitivo. La formazione, in quanto patrimonio del singolo individuo, consente, a chi ne usufruisce, di mantenere un elevato livello di occupabilità e di competitività sul mercato del lavoro.

Dopo l’esame dei piani formativi le parti concordano sulla validità degli stessi ed hanno concordato di inoltrarli a FOR.TE. per il relativo esame ed approvazione, avvalendosi preventivamente dell’assistenza dell’Ebinter così come previsto dall’avviso FOR.TE. 1./06.

Al fine di monitorare il presente progetto di formazione, le parti convengono di istituire un comitato paritetico di 6 componenti dei quali 3 sono espressi dall’azienda e 3 dalle Organizzazioni Sindacali firmatarie del presente accordo.
Letto, confermato e sottoscritto.

Per Limoni SpaPer Filcams-Cgil

Per Fisascat-Cisl

Per Uiltucs-Uil

VERBALE DI ACCORDO

Il giorno 27 gennaio 2005, presso l’Ente Bilaterale Nazionale del Turismo, via Lucullo 3, Roma, si sono incontrati

per Sodexo Spa Antonio Davanteri

e per

FILCAMS CGIL Carmelo Caravella

FISASCAT CISL Giovanni Pirulli

UILTuCS UIL Emilio Fargnoli

per esaminare nel merito i contenuti dei progetti di formazione continua da inoltrare a FOR.TE riguardanti la formazione rivolta ai Direttori, manager, Responsabili del servizio ed Operatori che operano all’interno dei punti vendita della rete di Sodexho Italia.

L’azienda ha presentato un Piano Formativo contenente i seguenti progetti:

      La sicurezza alimentare per collaboratori (cuochi, aiuto cuochi, addetti servizi mense, direttori e responsabili di area)

      Norme antincendio per addetti servizi mensa e cuochi provenienti da tutte le sedi del territorio nazionale e appartenenti ai diversi livelli aziendali

L’esito atteso è quello di sviluppare l’attenzione costante a ciò che avviene all’interno ed all’esterno dell’azienda e offrire ai diversi ruoli una formazione di tipo generale che andrà a costituire un valido patrimonio di conoscenze ampiamente utilizzabili nel mondo del lavoro.

Le parti ritengono sia utile dare visibilità all’interno dei piani formativi, oltre che alle tematiche di ordine generale, alle specificità quali ad esempio la formazione in merito a: prodotti tipici e diete speciali; corretta accoglienza dei clienti con bisogni speciali.

L’azienda si impegna a dare attuazione al piano presentato e dichiara di dare applicazione alla contrattazione collettiva vigente.

Le parti,

visto l’articolo 118 della legge 23 dicembre 2000, n. 388, l’accordo per il rinnovo del CCNL Turismo del 19 luglio 2003, l’avviso n.1 del 2004 di For.Te. (fondo paritetico interprofessionale per la formazione continua nelle imprese del terziario), il protocollo sulla formazione continua nel settore turismo sottoscritto da Federalberghi, Fipe, Faita, Federreti e Filcams CGIL, Fisascat CISL, Uiltucs UIL il 21 dicembre 2004;

e dopo un attento esame del piano

hanno concordato

dopo un attento esame dei piani, sulla validità degli stessi ed hanno quindi convenuto di inoltrarli a FOR.TE. per il relativo esame ed approvazione, avvalendosi dell’assistenza dell’Ente Bilaterale Nazionale del Turismo, così come previsto dalle vigenti disposizioni del POA e dell’avviso 1/2004 di FOR.TE, secondo quanto stabilito nell’accordo sottoscritto il 21 dicembre 2004 e per l’attuazione dei compiti ad esso assegnati.

Al fine di monitorare i progetti di formazione, le parti convengono di istituire un comitato paritetico di 6 componenti dei quali 3 nominati dall’ ;azienda e 3 nominati dalle OO.SS. firmatarie del presente accordo.

L’azienda, su sollecitazione delle OO.SS. valuterà la fattibilità di ulteriori piani formativi.

OO.SS Per l’impresa

FILCAMS CGIL

FISASCAT CISL

UILTuCS UIL

VERBALE DI ACCORDO

Il giorno 27 gennaio 2005, presso l’Ente Bilaterale Nazionale del Turismo, via Lucullo 3, Roma, si sono incontrati

per Avenance Italia Paola Piscini

e per

FILCAMS CGIL Carmelo Caravella

FISASCAT CISL Giovanni Pirulli

UILTuCS UIL Emilio Fargnoli

per esaminare nel merito i contenuti dei progetti di formazione continua da inoltrare a FOR.TE., riguardanti la formazione rivolta ai Direttori, Manager, Responsabili del servizio ed operatori, che operano all’interno dei punti vendita della rete di Avenance Italia.

L’azienda ha presentato un Piano Formativo contenente i seguenti progetti:

L’esito atteso è quello di sviluppare l’attenzione costante a ciò che avviene all’interno ed all’esterno dell’azienda e offrire ai diversi ruoli una formazione di tipo generale che andrà a costituire un valido patrimonio di conoscenze ampiamente utilizzabili nel mondo del lavoro.

Le parti ritengono sia utile dare visibilità all’interno dei piani formativi, oltre che alle tematiche di ordine generale, alle specificità quali ad esempio la formazione in merito a: prodotti tipici e diete speciali; corretta accoglienza dei clienti con bisogni speciali.

L’azienda si impegna a dare attuazione al piano presentato e dichiara di dare applicazione alla contrattazione collettiva vigente.

Le parti,

visto l’articolo 118 della legge 23 dicembre 2000, n. 388, l’accordo per il rinnovo del CCNL Turismo del 19 luglio 2003, l’avviso n.1 del 2004 di For.Te. (fondo paritetico interprofessionale per la formazione continua nelle imprese del terziario), il protocollo sulla formazione continua nel settore turismo sottoscritto da Federalberghi, Fipe, Faita, Federreti e Filcams CGIL, Fisascat CISL, Uiltucs UIL il 21 dicembre 2004;

e dopo un attento esame del piano

hanno concordato

dopo un attento esame dei piani, sulla validità degli stessi ed hanno quindi convenuto di inoltrarli a FOR.TE. per il relativo esame ed approvazione, avvalendosi dell’assistenza dell’Ente Bilaterale Nazionale del Turismo, così come previsto dalle vigenti disposizioni del POA e dell’avviso 1/2004 di FOR.TE, secondo quanto stabilito nell’accordo sottoscritto il 21 dicembre 2004 e per l’attuazione dei compiti ad esso assegnati.

Al fine di monitorare i progetti di formazione, le parti convengono di istituire un Comitato Paritetico di 6 componenti dei quali 3 nominati dall’ ;azienda e 3 nominati dalle OO.SS. firmatarie del presente accordo.

L’azienda, su sollecitazione delle OO.SS. valuterà la fattibilità di ulteriori piani formativi.

OO.SS Per l’impresa

FILCAMS CGIL

FISASCAT CISL

UILTuCS UIL