Category Archives: CONTRATTAZIONE

http://www.filcams.cgil.it/appalti-pulizie-scuole-il-tavolo-di-confrontohttp://www.filcams.cgil.it/appalti-pulizie-scuole-il-tavolo-di-confronto’>

“Scuola, ancora in bilico i 24mila addetti alle pulizie” su Rassegna.it intervista a Elisa Camellini


Notizie dai territori

Palermo: cambia l’appalto a casa i lavoratori

Documenti
Sciopero 28 aprile 2011
Sciopero 2 dicembre 2010
Sciopero 28 aprile 2010
"NO al taglio indiscriminato dei servizi", Volantino

Comunicati stampa
(29/03/2014) Appalti Pulizie Scuole: Raggiunto L’accordo
(27/03/2014) Appalti Pulizie, Prosegue Il Confronto
(26/03/2014) Appalti Pulizie Scuole, Il Tavolo Di Confronto
(03/03/2014) Appalti Pulizie Scuole,Confermato Lo Sciopero Del 4 Marzo
(28/02/2014) Appalti Pulizie Scuole, Decreto Enti Locali Proroga I Servizi Fino. . .
(26/02/2014) Torino, Lavoratrici Pulizie Si Incatenano Davanti Al Comune
(18/02/2014) Appalti Pulizia Scuole, Per I 24Mila Addetti Ancora Nessuna Soluzi. . .
(13/02/2014) Appalti Di Pulizia Nelle Scuole: Il Governo Non Adempie Agli Impeg. . .
(10/02/2014) Abruzzo, Appalti Scolastici Pulizia Oltre 800 Lavoratori A Rischio
(29/11/2013) Appalti Pulizie Scuole 24Mila Lavoratori A Rischio Licenziamento
(27/11/2013) Lecce, Manifestazione Improvvisata Dei Lavoratori Delle Pulizie
(27/11/2013) Appalti Di Pulizia Nelle Scuole: 24Mila Lavoratori A Rischio Licen. . .
(15/10/2013) Torino Nuova Mobilitazione Dei Lavoratori Degli Appalti Storici De. . .
(25/09/2013) Appalti Di Pulizia Nelle Scuole: Proclamazione Stato Di Agitazione
(08/07/2013) Manifestazione Nazionale Addetti Pulizie Delle Scuole, Oggi A Roma
(04/07/2013) Non Più Tagli: Appalti Di Pulizia Scuole, 8 Luglio Manifestazione . . .
(14/05/2012) Appalti Esternalizzati Delle Pulizie Nelle Scuole: Ennesimo Spot D. . .
(13/07/2011) Ex Lsu: Accordo Relativo Alla Cassa Integrazione
(16/06/2011) Pulizie Scuole: Raggiunto L’accordo
(08/06/2011) Pulizia Scuole: Ancora A Rischio Oltre 26.000 Lavoratori
(23/05/2011) Sicilia: Stato Di Agitazione Dei Lavoratori Degli Appalti Di Puliz. . .
(19/05/2011) Appalti Storici Ed Ex Lsu: Scongiurati I Licenziamenti E Assicurat. . .
(13/05/2011) Napoli, Occupate Le Scuole Dalle Lavoratrici Ed I Lavoratori Degli. . .
(29/04/2011) Addetti Di Pulizia Delle Scuole: Alta Adesione Allo Sciopero
(27/04/2011) 28 Aprile Scioperano Delle Lavoratrici Ed I Lavoratori Delle Puliz. . .
(21/04/2011) Pulizie Scuole: La Gelmini Non Si Smentisce, Quando Si Tratta Di S. . .
(06/04/2011) Appalti Di Pulizie Scuole – Manifestazione Contro I Tagli Del Mini. . .
(04/04/2011) 5 Aprile Manifestazione Contro I Tagli Del Ministero
(23/03/2011) Pulizie Scuole: Forte Delusione Nessuna Soluzione Concertata. Disa. . .
(15/03/2011) Pulizie Scuole, Le Organizzazioni Datoriali E Sindacali Del Settor. . .
(25/02/2011) Pulizie Nelle Scuole: La Convocazione Del Ministero
(24/02/2011) Palermo: Sit In Degli Addetti Delle Pulizie Nelle Scuole
(21/02/2011) Servizi Nelle Scuole: Mercoledì 23 Febbraio, Ore 12.30, A Roma, Co. . .
(03/12/2010) Filcams Cgil Modena : Mobilitazione Addetti Pulizie
(02/12/2010) Appalti Pulizie: La Protesta Si Fa Sentire
(02/12/2010) Appalti Delle Pulizie Degli Istituti Scolatici: Un Primo Passo Ava. . .
(30/11/2010) Filcams Campania: Estensione Dei Contratti Per I Lavoratori Social. . .
(22/11/2010) Addetti Delle Pulizie Degli Istituti Scolastici: Il 22 Novembre Gi. . .
(18/11/2010) Addetti Delle Pulizie Degli Istituti Scolastici Prosegue La Mobili. . .
(16/11/2010) Comunicato Stampa Provincia Di Cosenza – Presidente Mario Oliverio
(15/11/2010) Scioperano I Lavoratori Degli Appalti Di Pulizia Degli Istituti Sc. . .
(28/10/2010) Appalti Tagliati Su Radioarticolo1
(23/10/2010) Taranto – Appalti Storici E Appalti Ex Lsu: Rischio Occupazionale . . .
(25/06/2010) Appalti Storici: Proseguono Gli Incontri Al Ministero
(08/06/2010) Scioperano Le Lavoratrici Ed I Lavoratori Delle Pulizie Del Settor. . .
(04/06/2010) Scioperano Le Lavoratrici Ed I Lavoratori Delle Pulizie Del Settor. . .
(28/05/2010) Scioperano Le Lavoratrici Ed I Lavoratori Delle Pulizie Del Settor. . .
(13/05/2010) Appalti Storici: Rinviato L’Incontro Previsto Per Il 10 Maggio,
(19/03/2010) Appalti Storici: Un Passo Indietro
(09/03/2010) Appalti Storici: La Manifestazione A Roma
(15/02/2010) Tutti Mobilitati – Proteste, Anche A Torino, Contro I Tagli Agli A. . .
(09/02/2010) Dopo La Protesta, La Lettera Di Richiamo Per I Lavoratori Delle Im. . .
(08/02/2010) Tagli Alle Pulizie Scolastiche: Presidio Domattina Davanti Alle Sc. . .
(03/02/2010) Pulizie Nelle Scuole: Conferenza Stampa Congiunta Delle Associazio. . .
(03/02/2010) Pulizia Nelle Scuole: A Rischio Di Immediato Licenziamento 2.500 L. . .
(21/01/2010) Scioperano Le Lavoratrici Ed I Lavoratori Dei Servizi Di Pulizia D. . .
(19/01/2010) Le Lavoratrici Ed I Lavoratori Della Regione Toscana Contro I Tagl. . .
(18/01/2010) I Lavoratori Di Taranto In Sciopero Contro I Tagli Del Ministro Ge. . .
(14/01/2010) Il Ministro Gelmini Taglia I Fondi Per I Servizi Di Pulizia E Sorv. . .

Rassegna stampa
(20/03/2014) L’Unità – Raggiunto L`Accordo Sui 24Mila Addetti Degli App. . .
(15/03/2014) Il Tempo – Sciopero Delle Mense. In Classe Solo Panini
(04/02/2014) il Gazzettino – Veneto: Il 10 Febbraio Manifestazioni In Tutte L. . .
(28/01/2014) Corriere della Sera – I 14 Mila Lavoratori Socialmente Utili Tra Ricat. . .
(22/01/2014) il Gazzettino – Scuole, Solo Un Colpo Di Spugna
(15/01/2014) Corriere della Sera – Niente Pulizie: Il Veneto Costretto A Chiudere A. . .
(16/12/2013) La Repubblica – Scuola, La Rivolta Degli Addetti Alle Pulizie “V. . .
(13/12/2013) il Manifesto – Scuola, 22 Mila Addetti Alle Pulizie Rischiano I. . .
(27/11/2013) Corriere Adriatico – Pulizia Scuole, 94 Lavoratori A Rischio
(29/09/2013) Corriere.it – Il Caos Dei Lavoratori Della Scuola A Rischio Ta. . .
(25/05/2011) La Gazzetta del Mezzogiorno – Merito Di Tutti I Sindacati Se Restano Al Lavoro. . .
(13/05/2011) Corriere del Mezzogiorno – Lsu Occupano Le Scuole, Bambini Rimandati A Casa
(29/04/2011) Corriere della Sera – Pulizie Tagliate «Più Pidocchi E 800 Addetti A R. . .
(29/04/2011) L’Unità – In Sciopero Gli Addetti Alle Pulizie Delle Scuole
(27/04/2011) – Addetti Alle Pulizie Scolastiche In Piazza Chied. . .
(21/04/2011) il Manifesto – La Scure Del Governo Su Scuola E Università
(07/04/2011) Il Messaggero – Pulizie, Stop Alla Direttiva
(06/04/2011) il Resto del Carlino – Appalti Per Le Pulizie A Scuola, Cento Posti A R. . .
(15/03/2011) Il Messaggero – Scuola, Sindacati E Bidelli Alla Gelmini: «Ribal. . .
(24/02/2011) L’Unità – Pulizie Nelle Scuole, Si Deve Risparmiare A Risc. . .
(03/02/2011) La Stampa – “Fermate I Trasferimenti” La Protesta Sale Sui T. . .
(03/12/2010) L’Unità – Appalti Per Le Pulizie
(03/12/2010) il Manifesto – Pulizie Scolastiche/Appalti In Bilico
(03/12/2010) Adnkronos – Scuola: Filcams Su Appalti Pulizie, Un Primo Pas. . .
(02/12/2010) Ansa – Regioni: Veneto;Consiglio,Incontro Lavoratori Pu. . .
(01/12/2010) Ansa – Scuola: Domani Protesta Lavoratori Appalti Pulizia
(01/12/2010) AgenParl – Roma: Filcams Cgil, Protesta Dei Lavoratori Degl. . .
(18/11/2010) Il fatto quotidiano – E Ora Le Scuole Saranno Più Sporche
(18/11/2010) Adnkronos – Lavoro: Prosegue Mobilitazione Addetti Pulizie S. . .
(16/11/2010) L’Unità – Addetti Pulizia Scuola Sciopero
(16/11/2010) Il Messaggero – Pulizie Nelle Scuole In 160 Perdono Il Posto
(15/11/2010) L’Unità – Appalti Di Pulizia, È Dramma
(11/11/2010) Gazzetta del Sud – Cresce Il Fermento Intorno Al Mondo Della Scuola
(04/11/2010) Calabria Ora – Nessuno Spiraglio Per Gli Lsu
(28/10/2010) – Pulizie Nelle Scuole A Rischio Mille Posti
(28/10/2010) – Pulizie Scuole: Rischiano In Mille
(28/10/2010) – Scuole Una Valanga Di Esuberi
(26/10/2010) Corriere del Giorno – Pulizie Scuola: 1000 Lavoratori Tornano A Casa
(25/10/2010) Taranto Oggi – Appalti Pulizie Scuole: Rischio Per 900 Lavoratori
(23/10/2010) Adnkronos – Scuola: Filcams Cgil, Drammatica Situazione Per . . .
(08/06/2010) la Nazione – Scuola: Addetti Alle Pulizie In Sciopero A Risch. . .
(08/06/2010) La Repubblica – Le Coop Delle Pulizie A Scuola Sotto La Regione . . .
(16/02/2010) L’Unità – Bobba, Pd: Sulle Pulizie Non Colpire Le Cooperat. . .
(16/02/2010) Corriere della Sera – Alle Aldini Le Pulizie Toccano Ai Dipendenti Com. . .
(16/02/2010) La Repubblica – In Classe Scoppia L´Emergenza Pulizia I Lavorato. . .
(16/02/2010) La Repubblica – Circolare Ai Docenti “Spiegate Ai Bambini Di Ten. . .
(16/02/2010) Corriere della Sera – Da Preside A Tagliatrice Di Teste “Fa Effetto Li. . .
(06/02/2010) il Gazzettino – La Regione Salva Le Pulizie In Classe
(04/02/2010) L’Unità – Meno Pulizia E Più Disoccupati La Scuola Ai Temp. . .
(04/02/2010) il Manifesto – Scuola · Tagli Su Pulizie E Coop Precarie
(03/02/2010) Ansa – Scuola: A Rischio Licenziamento 2.500 Addetti Pu. . .
(03/02/2010) Adnkronos – Lavoro: Per Sindacati E Datori Rischio Licenziam. . .
(21/01/2010) Il Messaggero – Pulizie A Scuola, Arrivano I Nuovi Tagli
(20/01/2010) L’Unità – Aule Più Sporche Per Tutti. In 4 Mila Rischiano . . .
(20/01/2010) Gazzetta del Mezzogiorno – L’Incontro I Lavoratori Della Pulizia Delle Scuo. . .
(14/01/2010) La Repubblica – Circolare Del Dirigente Regionale Per Far Fronte. . .
(14/01/2010) L’Unità – Scuola, Adesso Il Governo Taglia Le Pulizie Ai B. . .
(17/02/2001) Il quotidiano di Puglia – Sindaco Di Lecce Scrive Al Ministro Gelmini

L’ipotesi di Accordo di rinnovo siglata il 19 dicembre 2007 con FNIP Confcommercio
L’Ipotesi di Accordo di rinnovo siglata il 19 dicembre 2007 con Imprese Industriali, Associazioni Cooperative e Confapi
Incontro del 8 ottobre 2007
Incontro del 5 ottobre 2007
Incontri del 25 e 26 settembre 2007
Incontri del 25 e 27 luglio 2007
Incontri del 16 e 17 luglio 2007
Proclamazione sciopero
Lettera delle Segreterie CGIL CISL UIL al Ministro del lavoro
Comunicato delle Segreterie Nazionali 11 maggio 2007
Incontro del 9 febbraio 2007
Interruzione delle trattative
Il volantino del 20 novembre 2006
Lettera ai Segretari generali di CGIL CISL UIL
Incontro del 25 ottobre 2006
Incontro del 19 ottobre 2006
Incontro del 28 settembre 2006
Sciopero 15 giugno 2006 foto / filmato
Informazioni logistiche Sciopero 15 giugno 2006
Proclamazione Sciopero 15 giugno 2006
Comunicato unitario del 18 aprile 2006
Incontri del 22, 23 e 24 febbraio 2006
Comunicato unitario del 3 febbraio 2006
Incontro del 20 gennaio 2006
Incontro del 21 dicembre 2005
Incontro del 21 novembre 2005
Incontro del 27 settembre 2005
Avvio del negoziato, 21 luglio 2005
Il documento conclusivo del Coordinamento nazionale unitario
La piattaforma rivendicativa per il rinnovo

Il CCNL 1/06/2001 – 31/05/2005
I minimi contrattuali in vigore

Comunicati Stampa
(31/07/2007) Contratto Imprese Pulizie: L’incontro Presso Il Ministero Del Lavo. . .
(17/05/2007) Contratto Imprese Pulizie: Dopo Lo Sciopero Generale E La Grande M. . .
(11/05/2007) Orari Flessibilita’ Salari Precarieta’, Questi I Mostri Moderni Ch. . .
(11/05/2007) I Lavoratori Del Commercio, Del Turismo, Delle Pulizie Danno Vita . . .
(07/05/2007) Manifestazione Unitaria Filcams Fisascat Uiltucs: Invito A Confere. . .
(04/05/2007) Venerdi’ 11 Manifestazione Nazionale Unitaria A Roma Dei Lavorator. . .
(19/04/2007) L’assemblea Delle Rappresentanze Territoriali Di Filcams Fisascat . . .
(09/10/2006) Contratto Imprese Pulizie: I Lavoratori Manifestano A Bologna E A . . .
(26/09/2006) Contratto Imprese Pulizie: Le Associazioni Imprenditoriali Riprend. . .
(15/06/2006) Contratto Imprese Pulizie: In 30Mila Manifestano A Roma Nel Giorno. . .
(08/06/2006) Contratto Imprese Pulizie: Giovedi’ 15 Giugno Sciopero E Manifesta. . .
(15/05/2006) Contratto Imprese Pulizie: Contro La Sospensione Degli Incontri Ne. . .
(19/04/2006) Contratto Imprese Pulizie: Dopo Un Anno Di Negoziato Trattativa Bl. . .
(03/02/2006) Contratto Imprese Pulizie: Le Imprese Vogliono La Destrutturazione. . .
(25/07/2005) Contratto Imprese Pulizie: Presentata La Piattaforma Rivendicativa. . .
(29/04/2005) Contratto Imprese Pulizie: Approvata La Piattaforma Per Il Rinnovo. . .

Rassegna Stampa
(20/12/2007) Giornali Locali – Per Gli Addetti Alle Pulizie C’È Il Contratto
(20/12/2007) Il Sole 24 Ore – C’è L’intesa Per Il Settore Pulizie
(20/12/2007) L’Unità – Accordo Fatto Per I Lavoratori Delle Pulizie
(11/07/2007) Giornali Locali – Trento. Protestato Dei Lavoratori Delle Imprese . . .
(10/07/2007) Giornali Locali – Trento. Sciopero Dei Multiservizi
(28/06/2007) Giornali Locali – Pordenone. Pulizie: Dopo Lo Sciopero, In Vista A. . .
(27/06/2007) Giornali Locali – Udine. Pulizie Per 350 Euro Il Mese
(27/06/2007) Giornali Locali – Modena. Ora Negli Asili Puliscono I Dirigenti
(26/06/2007) il Resto del Carlino – Ferrara. Si Fermano Tre Giorni I Lavoratori Dell. . .
(26/06/2007) il Resto del Carlino – Emilia-Romagna: Addetti Alle Pulizie Incrociano . . .
(26/06/2007) Giornali Locali – Udine. Appalti Pulizie, Sciopero Negli Ospedali
(25/06/2007) L’Unità – Piemonte: Scioperano Gli Addetti Alle Pulizie
(21/06/2007) Giornali Locali – Livorno. Pulizie: «Uno Sciopero Oscurato»
(20/06/2007) la Nazione – Prato. Pulizie: Continua Lo Sciopero
(20/06/2007) Giornali Locali – Carrara. Storie Parallele Di Donne Delle Pulizie
(19/06/2007) la Nazione – “Brevi” Carrara. Manifestazione Imprese Di Pulizia
(19/06/2007) la Nazione – Empoli. Lavoratori Delle Pulizie: Oggi E Domani . . .
(19/06/2007) La Repubblica – “Brevi” Palermo. Imprese Di Pulizie In Sciopero
(19/06/2007) la Nazione – Firenze. Pulizie E Multiservizi: Oggi E Domani L. . .
(18/06/2007) Giornali Locali – Massa. Pulizia E Servizi: Sciopero E Presidio
(18/06/2007) Giornali Locali – Pisa. Due Giorni Senza Pulizie In Uffici E Osped. . .
(18/06/2007) Giornali Locali – Prato. I Lavoratori Delle Pulizie Scioperano
(18/06/2007) la Nazione – Pisa. Imprese Di Pulizia In Sciopero
(15/06/2007) Giornali Locali – Ferrara. Due Giorni Di Sciopero Per Il Settore «. . .
(14/06/2007) Il Giorno – Milano. Gli Addetti Alle Pulizie Incrociano Le B. . .
(14/06/2007) Giornali Locali – Como. Sciopera Chi Lavora Nelle Imprese Di Pulizia
(14/06/2007) Liberazione – Pulizie, Il “Popolo Dell’ombra” In Sciopero
(13/06/2007) Giornali Locali – Brescia. Manifestano I Lavoratori Delle Pulizie
(13/06/2007) Manifesto – Pulizie In Sciopero: «Adesso Il Contratto»
(13/06/2007) Giornali Locali – Lecco. Imprese Di Pulizia: Scioperano Gli Addetti
(12/06/2007) Il Giorno – Bergamo. Addetti Alle Pulizie: Due Giorni Di Sci. . .
(11/06/2007) Giornali Locali – Brescia. Contratto Pulizie: Filcams Rilancia Le . . .
(11/06/2007) Giornali Locali – Como. Imprese Di Pulizia Ferme Per Due Giorni
(11/06/2007) Corriere della Sera – “Brevi” Milano. Imprese Di Pulizia In Sciopero
(01/06/2007) Giornali Locali – Mestre. Corteo Delle Donne Di Pulizia Paralizza . . .
(01/06/2007) Giornali Locali – Mestre. Pulizie: Sciopero E Lancio Di Uova
(31/05/2007) Giornali Locali – Verona. Sciopero Pulizie In Tutto Il Veneto
(31/05/2007) Giornali Locali – Venezia. Appalti Pulizie: Protesta E Corteo
(31/05/2007) Giornali Locali – “Brevi” Treviso. La Protesta Delle Imprese Di Pu. . .
(30/05/2007) Giornali Locali – Belluno. Scioperano Due Giorni Gli Addetti Alle . . .
(30/05/2007) Giornali Locali – Treviso. Pulizie, Lavoratori In Sciopero
(28/05/2007) L’Unità – “Lavoro” Più Di Sette Milioni Di Lavoratori Atte. . .
(14/05/2007) L’Unità – Sindacati Pronti Allo Sciopero Per Cancellare Lo. . .
(14/05/2007) Manifesto – Stop Del Commercio
(14/05/2007) Il Mattino – La Mappa Del Disagio
(14/05/2007) L’Unità – Turismo E Servizi In Sciopero
(14/05/2007) Liberazione – Addetti Dei Servizi In Sciopero
(14/05/2007) Il Giorno – Milano. Gli Addetti Alle Reception Incrociano Le. . .
(14/05/2007) Giornali Locali – Pisa. Addetti Turismo, Servizi E Pulizie Sul Pie. . .
(14/05/2007) Manifesto – «Pulisco L’ospedale: Paga Bassa E Considerazione. . .
(09/05/2007) il Secolo XIX – Terziario: Venerdì Scioperano 3 Milioni Di Lavor. . .
(09/05/2007) Manifesto – Il Commercio Alla Ricerca Del Contratto
(09/05/2007) Giornali Locali – Turismo E Sindacati: «Sciopero L’11 Maggio”
(09/05/2007) Liberazione – Servizi, Turismo, Pulizie In Sciopero
(09/05/2007) L’Unità – Tre Milioni Di Lavoratori Stanno Perdendo La Paz. . .
(09/05/2007) la Nazione – Esercizi Pubblici, Imprese Di Pulizie E Mense In. . .
(09/05/2007) Giornali Locali – Turismo, Commercio E Pulizie: Venerdì Sciopero
(08/05/2007) Manifesto – “Intervista” Corraini (Filcams): «Adesso I Contr. . .
(03/01/2007) Giornali Locali – Verona. Le Donne Delle Pulizie Protestano In Cas. . .
(20/12/2006) Giornali Locali – Trento. Pulizie: «Pronti Per Lo Sciopero Generale»
(23/11/2006) il Resto del Carlino – Rimini. Imprese Di Pulizia In Sciopero
(08/11/2006) Liberazione – “Brevi” Pulitori Delle Caserma Il 14 Davanti Al . . .
(30/10/2006) L’Unità – Bologna. Lavoratori Pulizie: Mille In Corteo Per. . .
(27/10/2006) Giornali Locali – Ferrara. Scioperano Gli Addetti Delle Imprese Di. . .
(26/10/2006) il Resto del Carlino – Bologna. Lavoratori Delle Pulizie In Sciopero
(25/10/2006) La Repubblica – Bologna. La Protesta Dei Lavoratori Delle Pulizie
(25/10/2006) Liberazione – “Brevi” Emilia, Sciopero Dei Lavoratori Delle Pu. . .
(25/10/2006) il Resto del Carlino – Ferrara. Imprese Di Pulizia: Venerdì Sciopero
(25/10/2006) Giornali Locali – Vicenza. Imprese Di Pulizia: Domani Sciopero
(24/10/2006) il Resto del Carlino – A Venezia In Trentamila Sotto La Sede Rai
(24/10/2006) Giornali Locali – Imprese Di Pulizia: Oggi Manifestazione A Venezia
(23/10/2006) Giornali Locali – Prato. Lavoratrici Invisibili Sottopagate E Sfru. . .
(20/10/2006) Il Messaggero – Perugia. Poste, Scontro Sulle Pulizie
(18/10/2006) Giornali Locali – Prato. Scioperano I Dipendenti Delle Imprese Di . . .
(27/09/2006) Giornali Locali – Mestre. Sciopero Nelle Imprese Di Pulizie
(30/06/2006) La Repubblica – Torino. Salari Bassi, Addetti Alle Pulizie In Sc. . .
(16/06/2006) il Secolo XIX – La Spezia. Contratto Pulizie:Lavoratori In Piazza
(16/06/2006) Liberazione – «Contratto Subito»: 30Mila Pulitori In Piazza
(16/06/2006) Giornali Locali – Udine. «Pulizie, Serve Una Legge»
(16/06/2006) Giornali Locali – Trento. Pulizie, In Tremila Sono Senza Contratto
(16/06/2006) Manifesto – I Lavoratori Delle Pulizie In Piazza
(16/06/2006) Giornali Locali – Mantova. Contratto, Iscot In Sciopero
(15/06/2006) Manifesto – Pulizie: Oggi Sciopero Nazionale Di 8 Ore
(15/06/2006) L’Unità – Pulizie: In Piazza Per Il Contratto
(15/06/2006) Giornali Locali – Mantova. Oggi Fermi I Lavoratori Delle Imprese D. . .
(15/06/2006) Giornali Locali – Imprese Di Pulizia: Sciopero Generale
(15/06/2006) Liberazione – “Brevi” Pulizie E Servizi, Oggi Sciopero E Corte. . .
(15/06/2006) Il Sole 24 Ore – “Brevi” Scioperano Le Imprese Di Pulizia
(15/06/2006) il Resto del Carlino – Imola. Scioperano Gli Addetti Alle Pulizie
(15/06/2006) La Repubblica – Genova. I Lavoratori Invisibili Da Seicento Euro. . .
(15/06/2006) Giornali Locali – Treviso. Lavoratori Delle Pulizie In Sciopero
(15/06/2006) Giornali Locali – Trento. Pulizie, Domani Sciopero
(15/06/2006) Giornali Locali – Udine. Imprese Di Pulizie Sul Piede Di Guerra
(14/06/2006) la Nazione – Pisa. Imprese Di Pulizia In Stato Di Agitazione
(14/06/2006) Giornali Locali – Udine. Sciopero Imprese Di Pulizia: Treno Specia. . .
(14/06/2006) Giornali Locali – Modena. Imprese Di Pulizia: Domani Manifestazion. . .
(09/06/2006) Manifesto – Sciopero Nazionale Delle Imprese Di Pulizia
(08/06/2006) Giornali Locali – Rieti. Imprese Di Pulizia: Protesta Per Il Manca. . .
(08/06/2006) L’Unità – “Brevi” Imprese Pulizie: Sciopero Con Manifestaz. . .
(08/06/2006) Liberazione – Ditte Di Pulizie: Sciopero Nazionale
(16/05/2006) L’Unità – “Brevi” Imprese Di Pulizia: Due Giorni Di Sciope. . .
(16/05/2006) Liberazione – “Brevi” Imprese Di Pulizie: Sciopero Nazionale
(16/05/2006) Manifesto – I Lavoratori Delle Pulizie Si Fermano Due Giorni
(26/07/2005) Italia Oggi – Ccnl Pulizia, Avviate Le Trattative
(02/05/2005) L’Unità – “Brevi” Contratto Pulizie: Chiesti 90 Euro E Lav. . .

FILCAMS-CGIL FISASCAT-CISL UILTRASPORTI-UIL

PIATTAFORMA PER IL RINNOVO DEL CCNL DIPENDENTI IMPRESE SERVIZI INTEGRATI/MULTISERVIZI

Premessa

Il rinnovo del vigente contratto collettivo avvenuto il 25-5-2001 concluse una positiva fase politica e negoziale per il settore delle pulizie – iniziata nei primi anni ’90, attraverso l’introduzione di provvedimenti legislativi ed atti amministrativi finalizzati alla lotta alla evasione contributiva, alla regolamentazione del settore, alla trasparenza degli appalti, alla tutela e salvaguardia dei livelli occupazionali.
L’approvazione della legge 327 ha precisato i limiti per le gare di appalto improntate al criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, mentre la legge 142/2001 introdusse, per la prima volta all’interno di una rivisitazione della legislazione cooperativistica, la regolamentazione della posizione del socio lavoratore.
La sottoscrizione del CCNL 25-5-2001 ha avuto il pregio di definire una struttura inquadramentale adeguata all’evoluzione del mercato con riferimento ai servizi integrati e multiservizi.
Ha introdotto maggiori garanzie nel cambio di appalto, in particolare per i soci lavoratori, aggiornando le materie relative al mercato del lavoro specialmente il part-time, e le normative contrattuali che risalivano al contratto rinnovato nel lontano 1987.
L’azione promossa dalle parti sociali negli ultimi anni, a seguito dell’affermarsi di una falsa idea di libero mercato, ha trovato forti ostacoli nella realizzazione di un sistema di appalti coerente con le regole ed i contratti stipulati dalle OO.SS. maggiormente rappresentative. Sono ancora troppo numerose le pubbliche amministrazioni che utilizzano nella gara di appalto il sistema del massimo ribasso, non viene richiamato nei contratti di appalto il contratto di riferimento, lasciando in questo modo margini di ambiguità alle imprese che subentrano.
PER QUESTE RAGIONI VA RILANCIATA L’INIZIATIVA SULLE REGOLE CHE PORTI LE PARTI SOCIALI ALL’ATTIVAZIONE DI UN AVVISO COMUNE FINALIZZATO AL RECEPIMENTO DEL CCNL NEI CAPITOLATI DI APPALTO DA PARTE DELLA P.A. A TUTTI I LIVELLI.

A tali indirizzi dovrà essere ricondotta l’azione del Governo e del legislatore che in questa fase hanno perseguito l’obiettivo di destrutturazione del settore, favorendo il ricorso al criterio dell’offerta al massimo ribasso negli appalti pubblici, agevolati da un nuovo regime di approvvigionamento di servizi da parte della P.A. la cui gestione è stata affidata al CONSIP, e peggiorando i diritti della figura del Socio Lavoratore con la modifica della legge 142/2001.
L’azione del Sindacato, anche in questa tornata contrattuale, deve essere improntata a dare centralità al contratto collettivo sulle materie del mercato del lavoro e delle flessibilità, riconducendo con coerenza alla specificità ed alle tutele dei lavoratori del settore l’insieme delle materie che formeranno oggetto della negoziazione.
In tale direzione dovranno essere ricondotte le attuali normative in materia di mercato del lavoro e degli orari, a partire dalla legge 30 ed il D.Lgs 276/2004, la legge 66/2004, che complessivamente condizionano negativamente la contrattazione tra le parti e rappresentano un pericolo notevole non solo per i lavoratori, ma per le imprese e cooperative strutturate del settore, se non viene introdotta una regolamentazione puntuale delle norme in materia di mercato del lavoro che impediscano il proliferare delle imprese fasulle e delle cooperative spurie.
Ciò premesso il rinnovo contrattuale dovrà confrontarsi con gli orientamenti politici, sociali ed economici dell’Europa unita e dei singoli Stati, evitando che la liberalizzazione del mercato dei servizi interni avvenga a scapito dell’occupazione e del progreso sociale, puntando al miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro di tutti i cittadini europei.
Occorre, pertanto, dare continuità a quanto si è fatto a favore del settore anche in materia di regolamentazione del mercato e che è stato ben illustrato l’8 ottobre presso il CNEL in un seminario per lanciare la guida sull’offerta economicamente più vantaggiosa convenuta in sede di dialogo sociale europeo grazie al sostegno, anche economico, della Commissione Europea.
L’intesa recentemente sottoscritta tra le parti sociali e la Direzione Generale del Ministero della Difesa sulle procedure per l’appalto dei servizi di pulizia, costituisce soltanto l’inizio di un confronto più esteso che coinvolga gli Enti Pubblici committenti a tutti i livelli, con l’obiettivo di favorire una leale e corretta concorrenza tra le imprese nel rispetto delle condizioni di vita e delle dignità dei lavoratori del settore.
Vanno, infine, chiarite ed ostacolate le proposte presenti nel progetto di direttiva dell’U.E. sui servizi nei mercati interni che rischiano di introdurre elementi che indeboliscono la legislazione dei singoli stati favorendo forme di dumping sociale e di liberalizzazione selvaggia della manodopera, definendo al livello europeo di tutele minime collettive tese a salvaguardare le condizioni di miglior favore esistenti nei singoli Stati.

SFERA DI APPLICAZIONE

Le scelte di esternalizzazione da parte della P.A. e dei committenti privati dei servizi che non appartengono alle attività primarie, comportano un progressivo ampliamento dei contratti GLOBAL SERVICE basati sui risultati e comprendenti una pluralità di servizi integrativi e sostitutivi delle normali attività di manutenzione quali i servizi di pulizia, portierato, facchinaggio, lavanderie industriali, consulenza gestionale, anagrafica e patrimoniale degli immobili, manutenzione degli impianti elettrici, idraulici, di sollevamento e di prevenzione, programmazione e gestione dei servizi di manutenzione edile e di impiantistica degli incendi, gestione del calore e manutenzione del verde.
Pertanto la sfera di applicazione e l’inquadramento professionale dovranno combinarsi con le innovazioni del settore valorizzando ed arricchendo lo schema inquadramentale e parametrale, anche in rapporto ai diversi ambiti di attività (area sanitaria, industriale, uffici) definito dal CCNL 2001, puntando ad una riqualificazione professionale dei lavoratori dell’intero settore, evitando comunque forme di dumping sociale con le attività regolamentate da specifici contratti collettivi.

CAMBIO DI APPALTO

L’art. 4 del contratto vigente rappresenta un soddisfacente punto di equilibro convenuto tra le parti sociali che deve trovare ulteriori elementi di sostegno normativo, oltreché un rafforzamento dei controlli da parte dei soggetti preposti in occasione dei cambi di appalto.
E’ una norma dalla quale non si può prescindere.
Vanno rafforzate le procedure preliminari al cambio di appalto con particolare riferimento al punto B nei casi di modifiche delle prestazioni contrattuali specificando gli obblighi a carico delle imprese cessanti e di quelle subentranti al fine di meglio tutelare i diritti e gli interessi dei lavoratori coinvolti.
Va rilanciata l’istituzione degli osservatori nazionali e regionali e rendere vincolante per i committenti pubblici il ricorso al criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa prevedendo a carico delle imprese contraenti il rispetto degli obblighi contrattuali, la regolarità contributiva ed assicurativa, l’osservanza delle norme in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro.

RELAZIONI SINDACALI

Il sistema di relazioni sindacali convenuto nel contratto in vigore rappresenta in modo compiuto l’esigenza del settore ed, in alcuni casi, in particolar modo a livello nazionale, ha consentito un positivo confronto tra le parti sociali su alcune tematiche importanti quali la trasparenza degli appalti e la bilateralità.
Un limite è rappresentato dalla scarsa volontà politica delle parti datoriali a diffondere in tutte le realtà territoriali una diversa cultura del confronto tra le parti sociali tesa a migliorare la qualità del confronto sui temi del rispetto delle regole del settore e dello sviluppo delle stesse, della formazione e della riqualificazione professionale, sulle condizioni economiche e normative delle lavoratrice dei lavoratori, anche riprendendo quanto previsto dalla direttiva UE in materia di informazione e consultazione.
In tale contesto, anche in presenza di trasformazioni dimensionali delle imprese, vanno rafforzati, razionalizzati e resi esigibili i diritti sindacali, valorizzando il ruolo delle RSA/RSU.

ENTI BILATERALI

L’istituzione dell’organismo Nazionale bilaterale, avvenuta con notevole ritardo in conseguenza di una sorta di scetticismo e di diffuso disinteresse da parte delle rappresentanze datoriali, costituisce uno strumento insostituibile per attivare la formazione e riqualificazione professionale, la formazione e l’attivazione dei rappresentanti alla sicurezza, legge 626, sviluppare le forme aggiuntive di previdenza ed assistenza, svolgere compiti di monitoraggio dell’andamento dell’occupazione del settore.
Sarà sempre più significativo il ruolo degli organismi Paritetici Bilaterali sui temi della formazione con l’attribuzione graduale ed integrale del contributo dello 0,30% attraverso i fondi paritetici interprofessionali mirati alla formazione continua dei quadri, impiegati, operai.
Rilanciare e valorizzare il ruolo dell’osservatorio nazionale sui temi degli appalti e delle regole.
Per le stesse ragioni e per le stesse problematiche è essenziale ed urgente completare il processo di costituzione degli Enti bilaterali a livello regionale e di Aree Metropolitane.

SALUTE E SICUREZZA
In relazione alla diffusa esposizione al rischio in cui operano i lavoratori del settore ed allo scopo di individuare azioni di prevenzione e di controllo occorre eliminare qualsiasi ostacolo che possa ancora impedire la costituzione del RLS, a livello territoriale e/o aziendale, in applicazione della legge 626.

AMMORTIZZATORI SOCIALI

Fermo restando l’art.4, occorre impegnarsi in vista della riforma degli ammortizzatori sociali sulla istituzione di un fondo di sostegno al reddito ed all’occupazione per casi, molto frequenti di tagli alla qualità e quantità dei servizi richiesti dai committenti pubblici e privati.

CONTRATTAZIONE DI 2° LIVELLO

E’ una delle note dolenti del precedente contratto. Nonostante l’introduzione di puntuali procedure, dobbiamo registrare un clamoroso fallimento della contrattazione di 2° livello.
Le motivazioni possono essere le più svariate; la più importante è costituita dal rifiuto delle controparti ad attivare tavoli negoziali anche in quelle realtà i cui le OO.SS. hanno presentato piattaforme rivendicative.
L’esigibilità del 2° livello risiede nella volontà comune delle parti firmatarie del contratto collettivo nazionale e dai vantaggi che possono derivarne anche alle aziende.
La Bilateralità e l’utilizzo dei fondi per la formazione continua possono rappresentare materie di interesse comune delle parti sociali.
Va, comunque, prevista l’eliminazione da qualsiasi vincolo quantitativo e l’individuazione delle materie in oggetto della contrattazione territoriale, introducendo un più deciso potere d’intervento delle parti firmatarie del CCNL non limitato ad un generico potere di indirizzo, che si è sempre trasformato in una sorta di veto da parte datoriale, bensì ad un vero e proprio potere sostitutivo delle parti sociali inadempienti ai diversi livelli territoriali.
E’ questa la sola strada per una positiva evoluzione della qualità delle relazioni sindacali a tutti i livelli.

LAVORATORI STRANIERI

La crescente presenza di lavoratori stranieri, espressioni di diverse culture e religioni, impongono un adeguamento delle normative contrattuali sia per il diritto allo studio per una migliore conoscenza della lingua italiana e dei principi istituzionali basilari del nostro Paese, nonché riguardo la fruizione dei permessi, delle licenze e delle ferie per raggiungere le famiglie nei luoghi di origine.
Inoltre, il contratto e la modulistica aziendale dovranno essere prodotti in lingue diverse.

PARI OPPORTUNITA’

Va data priva applicazione alla legge 125/91 riguardante le azioni positive per la realizzazione della parità uomo-donna nel lavoro, ed alla raccomandazione CEE n.92/131 del 27/11/91 sulla tutela della dignità personale.

MERCATO DEL LAVORO

La nuova legislazione (legge 30 e decreti attuativi) rischia di produrre effetti devastanti nel settore global service caratterizzato da lavoro precario, sommerso ed a tempo parziale.
L’impegno del sindacato, ed a nostro parere delle associazioni datoriali, in coerenza con la volontà condivisa di dotare il settore di un quadro di regole finalizzato al rilancio del settore ed in linea con gli orientamenti prevalenti nel dialogo sociale europeo, deve essere finalizzato alla ricerca di una regolamentazione di mercato del lavoro più stabile e che offra condizioni di certezza occupazionali ed interesse professionale ai lavoratori del settore.
Inoltre, in merito ad alcune tipologie di lavoro (part-time – apprendistato, ecc..) occorre una riscrittura delle norme che ne renda esigibili i contenuti e faccia chiarezza in merito alle interpretazioni delle associazioni datoriali che hanno, nel tempo, snaturato gli accordi convenuti in sede di rinnovo contrattuale.

INDENNITA’ VARIE

Va completamente rivisitato e razionalizzato il capitolo delle indennità, sia nelle quantità economiche non più ritoccate da oltre un decennio, sia prevedendone di nuove in relazione alle prestazioni che vengono richieste ai lavoratori con sempre maggiore intensità ( lavoro domenicale, mobilità, ecc..).

PREVIDENZA INTEGRATIVA – TFR

Eliminare gli ostacoli che hanno sostanzialmente impedito l’avvio di questo istituto, in vista della legge di riordino del sistema previdenziale.

ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA

L’introduzione di forme di assistenza integrativa al SSN in linea con quanto realizzato in tutti gli altri tavoli negoziali, rappresenta un obiettivo da realizzare nell’arco della prossima vigenza contrattuale.

SALARIO

Il recupero salariale dei lavoratori del settore si rende necessario alla luce dei ritardi del rinnovo dei contratti nelle precedenti trattative,che hanno intaccato notevolmente il potere di acquisto delle retribuzioni.
I ritardi nei rinnovi dei contratti precedenti, la mancata realizzazione, da oltre un decennio, della contrattazione territoriale rendono irrinunciabili una richiesta economica non inferiore ad 90,00€ per il biennio 01/06/2005-31/05/2007.
Va inoltre, introdotto un meccanismo di salvaguardia delle decorrenze contrattuali, in particolare per il trattamento economico, in quanto non può essere ritenuta sufficiente l’erogazione dell’indennità di vacanza contrattuale in presenza di tempi eccessivamente lunghi del negoziato.

Roma, 26 aprile 2005

Link Correlati
     CCNL 1.06.2001 - 31.05.2005
     Invio alle controparti

SEGRETERIE NAZIONALI

Raccomandata A.r.
Anticipata via fax

Roma, 28 gennaio 2005

Oggetto:Disdetta CCNL 25 Maggio 2001
per il personale dipendente
da imprese esercenti servizi di pulizia
e servizi integrati/multiservizi

Spett.li:

ØFISE /ANIP
ØCONFAPI/UNIONSERVIZI
ØLEGA COOPERATIVE MUTUE /ANCST
ØCONFCOOPERATIVE/FEDERLAVORO E SERVIZI
ØAGCI/ANCOSEL
ØFEDERAZIONE NAZ.LE IMPRESE DI PULIZIA

Loro Sedi

Con la presente comunichiamo la formale disdetta del CCNL di cui all’oggetto, ai sensi e per gli effetti dell’art. 69 – Decorrenza e durata.

Quanto prima provvederemo ad inviarvi la piattaforma rivendicativa per il rinnovo del medesimo.

Distinti saluti.

p. Filcams-Cgil p.Fisascat-Cisl p.Uiltrasporti-Uil
(C. Romeo) (G. Pirulli) (U. Conti)

Relazione di Pietro Ruffolo, Segreteria Nazionale FILCAMS CGIL
Documento conclusivo