Category Archives: DOCUMENTI

Progetto europeo

Il settore dell’industria alimentare verso la strategia Europe 2020

Promuovere l’empowerment dei componenti del Comitato Aziendale Europeo di Conserve Italia

Il progetto, promosso da Flai-CGIL e dalla Fondazione Metes, ha l’obiettivo di dotare i soggetti coinvolti nei processi di informazione e consultazione transnazionale di conoscenze e competenze utili ad esercitare in maniera appropriata i diritti e i doveri derivanti dalla normativa europea sui Comitati Aziendali Europei e in tal modo favorire la piena attuazione della Strategia Europa 2020 nel settore dell’agroindustria.

Il progetto si rivolge sia ad esponenti dei lavoratori che dell’impresa facenti parte di CAE e mira a realizzare un’analisi dei fabbisogni formativi al fine di progettare un corso FAD di 40 ore, da realizzare tra marzo e giugno 2016.

Il progetto collezionerà una serie di buone pratiche ed esperienze positive nella gestione di Comitati Aziendali Europei appartenenti a diversi settori economici, promuovendo in tal modo un’analisi dei punti di forza e di debolezza degli stessi tesa a migliorarne l’azione nell’anticipazione e nella gestione dei cambiamenti. A tal fine sarà creato un forum di discussione online per la scambio di opinioni tra i partecipanti.

L’evento finale, a luglio 2015, si svolgerà a San Lazzaro di Savena (Bologna), nel quartier generale di Conserve Italia, e avrà l’obiettivo di condividere le principali sfide per il settore dell’agroindustria a livello europeo; il ruolo dei CAE e lo stato di attuazione della Direttiva europea in materia; l’identificazione dei punti di forza e di debolezza nella gestione dei CAE nel settore dell’agroindustria; la presentazione di buone pratiche in seno ai CAE di altri settori.

La Filcams-CGIL collabora al progetto al fine di favorire una cooperazione sindacale lungo tutta la filiera alimentare, dalla produzione fino alla distribuzione attraverso i canali del turismo e del commercio. Componenti CAE di aziende seguite dalla Filcams prenderanno parte alla Formazione A Distanza e all’evento finale, e condivideranno buone pratiche ed esperienze positive che li hanno visti coinvolti.

Roma 19.01 2015

La Filcams partecipa a due nuovi Progetti su Aziende multinazionali e Comitati Aziendali Europei, la durata sarà di due anni, 2015-2016, è stato ottenuto il co-finanziamento della Commissione Europea.
Il primo: “To BE e EWC” ha l’obiettivo di rendere disponibili dei manuali sul ruolo di sindacalisti e delegati nelle diverse fasi del processo di negoziazione, costituzione e partecipazione nei CAE; il secondo: “ITEM” ha l’obiettivo di mettere a punto un modello di corso di formazione specificatamente rivolto a tre gruppi:

    1.Sindacalisti che hanno a che fare con aziende Multinazionali
    2.Delegati Sindacali (o anche RLS e…) di aziende Multinazionali
    3.Componenti, effettivi e supplenti, di CAE

Entrambi i progetti svolgeranno indagini per avere il quadro delle conoscenze attuali e dei fabbisogni formativi; in entrambi i progetti si svolgeranno riunioni alla quali saranno invitati a partecipare delegati Filcams che fanno parte di un CAE, ma anche funzionari che seguono imprese multinazionali e delegati di aziende multinazionali, sia che abbiano costituito il CAE sia che siano in procinto di farlo.
A un primo gruppo di:

      -sindacalisti/e;
      -RSU-RSA, RLS;
      -di componenti CAE

sarà chiesto di partecipare ai primi corsi di ITEM che serviranno a testare il “modello” del corso che potrà essere successivamente replicato all’intera platea degli interessati.
Prossimamente saranno disponibili on line le schede dettagliate dei progetti.
Vi invitiamo fin da ora a informare i/le dirigenti e delegati/e sindacali potenzialmente interessati comunicando la disponibilità a partecipare ai progetti all’indirizzo: internazionale@filcams.cgil.it

p. il Dipartimento Politiche Globali
Giuliana Mesina e Gabriele Guglielmi

Durante la Conferenza del Progetto Europeo PRAXIS durante la quale sono state messe a confronto le esperienze di 4 Paesi: Grecia, Francia, Italia e Romania in merito all’applicazione della Direttiva 2002/14 su Informazione e Consultazione; Gabriele Guglielmi ha portato i saluti: del Segretariato Europa della CGIL e della Filcams; l’Avv.Giorgio Verrecchia ha illustrato la situazione italiana nella sua evoluzione.

Ulteriori informazioni possono essere scaricate dal sito internet del Progetto PRAXIS.

In allegato il programma del Seminario e della Conferenza conclusiva, il documento presentato dalla CGIL (Giulia Barbucci), alcune foto della Conferenza; il filmato in due parti (prima parte seconda parte) dell’intervento di Giorgio Verrecchia; e la testimonianza di solidarietà nei confronti delle lavoratrici della Catena di negozi FOKAS in lotta per salvaguardare i posti di lavoro.

 



 
I.C.A.R.U.S.
Information and Consultation:
Approaches of Research
coordinating good Union Standard

     

Newsletter Internazionale                                                                                                                9 novembre 2012
 
 “I.C.A.R.U.S.
Europa sociale, Contrattazione, Dialogo sociale, Rappresentanza transnazionale delle lavoratrici e dei lavoratori
 
26 e 27 novembre 2012
Centro congressi Stelline – Sala Manzoni
C. so Magenta 61 – Milano

 
 

Quale Europa, senza Europa sociale?

La crisi economica, che investe l’Europa da ormai quasi cinque anni, ha messo i cittadini europei in molti stati dell’Unione in condizioni sociali ed economiche durissime.
Le misure di austerità estrema, non bilanciata ma lineare, divengono di fatto un ricetta per la cura che rischia di essere peggio della malattia stessa.
 
Disoccupazione, tagli alla spesa sociale e riduzione, se non cancellazione, di diritti dei lavoratori e diritti sindacali determinano condizioni drammatiche per milioni di lavoratrici e lavoratori.
Per un numero sempre maggiore di cittadini nell’Unione europea non vi sono ormai condizioni di lavoro e di vita dignitose. L’impossibilità di mettere a frutto le proprie competenze in un’attività lavorativa è anch’essa parte dell’effetto recessivo che molte delle misure di austerità determinano.
È messa quindi in pericolo non solo la condizione dei singoli, ma la stessa capacità dell’Europa di rafforzare la propria coesione sociale e di reagire alla crisi riportando il sistema Europa ad una stabilità economica effettiva.
In questo contesto risulta evidente come il ruolo dei sindacati sia importantissimo per affermare una visione alternativa dell’Europa e delle politiche anticrisi messe in campo negli stati membri.
Il ruolo negoziale che i sindacati giocano nella contrattazione collettiva e nel confronto istituzionale a livello europeo, nazionale e locale è risultato essere un comprovato strumento di individuazione di soluzioni efficaci per contenere l’impatto della crisi.
Il dialogo sociale, pilastro fondamentale dell’architettura istituzionale dell’Unione
Europea, e la contrattazione collettiva, elemento fondamentale delle relazioni industriali, nonché di un sistema democratico, sono però messi in discussione e l’idea di Europa sociale è indebolita.
Essere all’offensiva e coordinarsi con un confronto costante per rafforzare, anche a livello transnazionale diviene una priorità di fronte al mercato globale e al peso economico delle imprese multinazionali.
Un ruolo proattivo del sindacalismo e la strategia per la contrattazione collettiva risultano quindi fondamentali, come lo è la valorizzazione del potenziale che risiede in una articolazione efficace tra l’azione sindacale a livello nazionale e la strategia del sindacato europeo.
Non si compirà il percorso dell’Unione Europea senza un rafforzamento della dimensione sociale e dei diritti dei cittadini, delle cittadine, dei lavoratori e delle lavoratrici.
 
 
 
Il progetto ICARUS - Information and Consultation: Approaches of research coordinating good Union Standards, (in italiano Informazione e Consultazione: Approccio ad un’inchiesta per coordinare efficaci standard sindacali ) è un progetto internazionale promosso da CGIL Lombardia e realizzato col programma dedicato al dialogo sociale dell’Unione Europea sulla linea di bilancio 04030303.
CGIL Lombardia ha promosso un piano di lavoro di 12 mesi dedicato ai temi dell’informazione e della consultazione dei lavoratori nelle imprese multinazionali, finalizzato ad acquisire maggiori conoscenze e a preparare strumenti utili alla formazione e all’azione sindacale sul sistema di business dei gruppi multinazionali e sul rapporto di cooperazione e reciproca informazione tra i rappresentanti sindacali dei siti a livello locale, i funzionari sindacali e i membri dei Comitati Aziendali Europei (CAE).
CGIL Lombardia ha coinvolto nel partenariato le seguenti organizzazioni sindacali:
CFDT Rhones Alpes, Francia, Comissiones Obreras de Catalunya e Union General de Trabajadores de Catalunya, Spagna, DGB Nieder Sachsen, Germania, TUC Southern and Eastern England, Regno Unito, FRATIA CNSRL, Romania, CISL Lombardia, con il supporto scientifico di IRES Emilia Romagna.
Il gruppo di coordinamento del progetto è rappresentativo di numerose e diverse culture sindacali europee: ciò è stato senza dubbio un valore aggiunto perché un risultato indiretto del progetto è certamente la reciproca conoscenza e l’arricchimento dato dalla reciproca contaminazione.
Il progetto ICARUS ha realizzato diversi strumenti dedicati all’azione sindacale:
Questionari per una inchiesta quantitativa sui CAE e le imprese multinazionali utilizzabili per ulteriori ricerche.
La definizione di una metodologia per realizzare Focus group sul funzionamento e il ruolo dei CAE rispetto all’insieme delle relazioni industriali.
Un modulo di formazione per sindacalisti e delegati sui temi dell’informazione e della consultazione, sul fenomeno economico-gestionale delle imprese multinazionali e sulle strategie sindacali per affrontarlo.
 
Gli strumenti realizzati per divulgazione di informazioni sui temi del progetto e per far conoscere il progetto ICARUS sono:
 
La newsletter ICARUS in edizione settimanale online dedicata ai tre macrotemi: Informazione e Consultazione, Diritti e rappresentanza dei lavoratori e imprese multinazionali; Politiche dell’Unione europea, questioni sociali e relazioni industriali in Europa; Diritti globali, diritti umani, lavoro dignitoso e condizioni sociali nel mondo.
Il sito web del progetto ICARUS
Il Video documentario ICARUS dedicato alle fasi del progetto e un miniclip che promuove gli strumenti di lavoro realizzati.
 
Gli obiettivi del progetto sono:
 
Rafforzare la partnership internazionale con altre organizzazioni e intervenire su questioni chiave di quasi tutti i mercati nell’era della globalizzazioni: le dinamiche e le criticità per i lavoratori di imprese che hanno un peso specifico nei mercati internazionali e nazionali di molti stati;
Affrontare il tema dell’informazione data ai rappresentanti dei lavoratori dal management e il relativo utilizzo.
 
Sviluppare una riflessione sull’importanza della reciproca informazione e collaborazione tra i tre soggetti coinvolti (rappresentanti CAE, delegati sindacali e sindacalisti) sulla rappresentanza in un sito locale di una multinazionale.
 

Il progetto ICARUS
ha abbinato Attività di Ricerca e Formazione
alla creazione di strumenti di supporto
alla Sindacalizzazione e alla Contrattazione

 
                  



 
Programma dei Lavori

26/11/2012

 
11.30 : registrazione dei partecipanti
12.15 : pranzo
13.15 – Apertura dei lavori
Fabio Ghelfi – Responsabile internazionale CGIL Lombardia
    Saluti di Onorio Rosati – Segretario Generale CGIL Milano

Nino Baseotto – Segretario Generale CGIL Lombardia
Dissertazioni di:
Luca Visentini – Segreteria CES

       
      Saluti
      di Cristina Tajani, assessore al Lavoro, Sviluppo economico, Università e Ricerca del Comune di Milano
      di Fabrizio Spada, Direttore della Rappresentanza della Commissione Europea a Milano

 
Interventi dei partner europei
CCOO Catalogna, UGT Catalogna, CFDT Rhone-Alpes, SERTUC Regno Unito, DGB Bassa Sassonia, CNSLR-FRATIA Romania, CISL Lombardia,
CGT Rhones-Alpes,  OPZZ Polonia
Presentazione del sito web ICARUS
Intervento conclusivo Elena Lattuada – Segreteria nazionale CGIL
Anteprima del cortometraggio ICARUS project
 
Fine della prima giornata di lavoro

27/11/2012

09.00 :
Apertura della seconda giornata di lavoro della conferenza
Presentazione della Newsletter ICARUS
Presentazione del Progetto ICARUS
Presentazione del Rapporto scientifico ICARUSIntroduzione al dibattito
Fausto Durante Responsabile del Segretariato Europa della CGIL nazionale
Interventi dei partner europei
CCOO Catalogna, UGT Catalogna, CFDT Rhone-Alpes, SERTUC Regno Unito, DGB Bassa Sassonia, CNSLR-FRATIA Romania, CISL Lombardia,
CGT Rhones-Alpes,  OPZZ Polonia
Dibattito
Conclusioni – Fausto Durante Responsabile del Segretariato Europa della CGIL nazionale
Anteprima del Video-documentario ICARUS
 
Fine della conferenza
 

per non ricevere più questa mail scriver