Category Archives: filcams-nazionale

dita di dama

Dita di dama, ovvero il lavoro al femminile, visto con gli occhi di una ragazza che alla fine degli anni ’60, suo malgrado, si vede costretta ad andare a lavorare in una fabbrica di televisori. Lei è Maria, e sue sono le “ Dita di dama ”, affusolate e curatissime, che danno il titolo allo spettacolo teatrale che Filcams Cgil (con la collaborazione del suo Centro Studi) ha voluto promuovere in tournée in dieci località italiane. Maria (interpretata da Laura Pozone, che con Massimiliano Loizzi ha curato adattamento e regia dall’omonimo romanzo di Chiara Ingrao) vive nel periodo forse più vivo e tormentato della storia italiana, e si trova a fare i conti con le paure e le preoccupazioni dei giovani del tempo, non così lontane da quelle dei giovani d’oggi.

Lo spettacolo si snoda tutto tra il 1969 e il 1972 (nel finale si farà cenno ai moti di Reggio Calabria), anni difficili, caratterizzati dalla nascita del terrorismo e della strategia della tensione, che però vengono lasciati ai margini di questa narrazione. La realtà storica viene vista con gli occhi di Maria, che non si rassegna ad un destino che appare già scritto (è il padre padrone a scegliere per lei l’ingresso in fabbrica) e affronta le difficoltà della vita con la sagace ironia che le permette di ritagliarsi addosso i panni della “dura”, di donna forte capace di scrollarsi di dosso la timidezza conquistando ampi spazi di libertà e dignità.

Maria vive da protagonista le lotte operaie del periodo, declinate nei rapporti con colleghi e colleghe, costellate dalle liti in famiglia o dai primi innamoramenti. Un periodo che Maria vive con leggerezza, nonostante tutto, e che porta a pensare come quella stagione non sia forse mai uscita dalla nostra storia e ne condizioni, in parte, anche quella attuale. Cambia il lavoro, ma non cambia l’aspirazione di ogni lavoratrice e lavoratore di un futuro migliore.

Sarà una grande Laura Pozone ad accompagnare, da sola in scena, gli spettatori in questo viaggio nel tempo, tratteggiando con leggerezza e profonda sensibilità tutti i personaggi che gravitano attorno alla protagonista.

Il calendario

Il tour targato Filcams di “ Dita di Dama ” ha debuttato il 7 marzo a Modena e proseguirà fino a maggio toccando dieci località da nord a sud, inserito in iniziative ed eventi promossi per parlare di diritti e del gap di genere che ancora incombe su molti settori lavorativi.

Il tour proseguirà toccando le località di:

  • Limena (PD) il 20 marzo
  • Bolzano il 21 marzo
  • Firenze il 23 marzo
  • Torino il 29 marzo
  • Monfalcone (GO) il 7 aprile
  • Bari il 10 aprile.

E ancora a Perugia (aprile), Vibo Valentia (aprile) e Roma (maggio) in date ancora da definire.

Nel corso delle serate saranno raccolti fondi da destinare ai centri antiviolenza sulle donne presenti sui territori.

Parla Laura Pozone, alias Maria

Lo spettacolo racconta un’Italia a cavallo tra la fine dei ’60 e i primi ’70 diversa da come viene letta dalla “storia” ufficiale, passata sotto la lente, invece, delle lavoratrici e dei lavoratori. È così?

L’autrice ci teneva moltissimo a non raccontare il Sessantotto esclusivamente come anticamera degli anni di piombo, del terrorismo e della strategia della tensione. Come sottolinea lei – e io sono perfettamente d’accordo – in caso contrario si mettono in primo piano i terroristi. E non è così. Chiara ingrao ha voluto affrontare e raccontare un altro aspetto: il 1969 operaio, fatto di conquiste e di lotte che hanno portato tanti benefici, frutto delle battaglie di donne e uomini scesi in piazza a combattere in prima persona.

Nel racconto pare che, nel dramma di quel periodo, non si possa rinunciare ad una buona dose di ironia. Perché questa scelta?

Perché una fortissima autoironia è presente nel romanzo stesso da cui è tratto lo spettacolo. I personaggi sono buffi e le situazioni vissute da Maria sono in gran parte divertenti. Le stesse colleghe, e i colleghi, sono persone vere e veraci della periferia romana. In quegli anni c’era una grande gioia, che viene rappresentata nel romanzo e nel mio monologo. Sono stati anni di lotte, ma anche di felicità, conquiste, diritti e divertimento. La stessa Chiara Ingrao sottolinea sempre che anche durante gli scioperi e le manifestazioni si rideva, perché quelli non erano solo anni di piombo.

In quelle storie, secondo te, si rispecchiano elementi che caratterizzano l’Italia di oggi?

Sì. A differenza che nel romanzo, io e Massimiliano Loizzi abbiamo introdotto la figura di una narratrice. La sua identità si scoprirà solo alla fine, con la funzione di rapportare a oggi il tutto.

Sul lavoro Maria cresce, matura, cambia. Sarà un cambiamento indolore?

Tutt’altro, soprattutto in termini di vita personale.  Quando ci si trova di fronte a una scelta di vita si imboccano strade che portano inevitabilmente ad affrontare delle novità, si mette nel conto che ci sarà un cambiamento. Per saperne di più, però, dovrete leggere il libro e venire a vedere lo spettacolo.

E’ stato siglato, martedì 9 dicembre, al termine di una lunga trattativa, l’accordo che scongiura 100 licenziamenti alla REXEL Italia, azienda multinazionale di vendita di materiale elettrico

Link Correlati
     Firmato l’accordo REXEL Rinnovato per 2 anni il contratto di solidarietà

Si sta svolgendo in questi giorni in Sud Africa il IV congresso mondiale della Uni Global Union. Un programma fitto di appuntamenti, incontri e confronto tra le diverse realtà

Link Correlati
     Uni global Union, a Cape Town il congresso Mondiale

La Filcams Cgil di Padova insieme alla Filt presidia dal 5 dicembre scorso, il magazzino dei supermercati Billa a Carmignano di Brenta dopo l’acquisto dei negozi da parte di Conad

Link Correlati
     Billa cede i punti vendita, la Filcams di Padova in presidio

A breve andrà online la nuova versione del sito della Filcams Cgil Nazionale. Nuova grafica, nuove notizie e rubriche e un collegamento sempre più diretto con i social network. Vogliamo andare incontro alle tante esigenze

Link Correlati
     La Filcams su web si rinnova

Jobart, con la Cultura si cresce, la camapgna itinerante promossa dalla Filcams, farà tappa a Torino il prossimo 15 dicembre: “Dalla deindustrializzazione all’industria della cultura: passaggi e paesaggi di un cambiamento”

Link Correlati
     Jobart, fa tappa a Torino

È in corso a Cape Town la Conferenza Uni Global delle donne, che precede il congresso Uni Global Union. La FILCAMS è presente con una propria delegazione

Link Correlati
     Cape Town, La Conferenza Mondiale Delle Donne Di Uniglobal

Nel consueto appuntamento con lo spazio Filcams su Radioarticolo1 si parla di: Palermo, Risorse cercasi per le riserve naturali. Roma, Serve legalità, serve lavoro

Link Correlati
     La voce dei Lavoratori

Nella settimana dal 3 dicembre parte la campagna Housekeepers Global Week of Action, la settimana di azione e lotta per migliorare le condizioni di lavoro delle cameriere ai piani

Link Correlati
     In lotta per i diritti delle cameriere ai piani

Lo scorso 2 dicembre, la Filcams Cgil, Fisascat Cisl Uiltucs uil – oltre ai rappresentanti dei lavoratori – hanno incontrato i rappresentanti della Lega Nord per discutere della procedura di licenziamento collettivo avviata lo scorso 4 novembre

Link Correlati
     Lega Nord, avviata una procedura di licenziamento collettivo

La situazione dei circa 70 lavoratori delle Riserve è drammatica: la Regione non ha ancora erogato i fondi relativi al 2014 e i lavoratori non percepiscono lo stipendio dal mese di aprile

Link Correlati
     Filcams Cgil Palermo: Gravissima situazione per le riserve naturali della Sicilia

La disperazione, la paura di perdere il posto di lavoro, le difficoltà economiche dopo un grave incidente. A Roma, un uomo di 42 anni, guardia giurata, si toglie la vita durante il turno di lavoro

Link Correlati
     Inchiesta per mafia, vigilante si spara

Una giornata di mobilitazione, molto partecipata. Il 28 novembre in tutta la Toscana in occasione dello sciopero al contrario, sono state organizzate tante e originali iniziative.

Link Correlati
     Sciopero al contrario, una giornata partecipata

Il blog impiegate.org ha raggiungo il milione di accessi e il prossimo 4 dicembre si celebrerà il risultato con un evento a Firenze, alla presenza della segretaria generale della Filcams Cgil Maria Grazia Gabrielli

Link Correlati
     Impiegate.org, un milione di accessi

Nel consueto appuntamento con Radioarticolo1 spazio a: Luisella Brotini, si Pistoia: Il 28 ci mobilitiamo perchè. Scioperiamo e teniamo aperti i musei. E inoltre, Le addette alle pulizie nelle scuole sono al dramma. Con Maurizio Magi, Firenze

Link Correlati
     Spazio Filcams

Giovedì 27 novembre gli edili, sabato 29 novembre i lavoratori dell’agricoltura e dell’agroindustria; continua la mobilitazione delle categorie della Cgil, verso lo sciopero del 12 dicembre. La solidarietà della Filcams

Link Correlati
     In lotta per il futuro

Musei aperti venerdì 28 novembre a Pistoia per lo sciopero al contrario organizzato dalla Cgil.
Un’idea lanciata su facebook e che ha raccolto moltissime adesioni, anche esterne al mondo sindacale

Link Correlati
     Pistoia, sciopero al contrario

La crisi del commercio travolge anche uno dei punti vendita storici della grande distribuzione, l`Iper di Città Sant`Angelo: l’azienda ha dichiarato 55 esuberi

Link Correlati
     Iper Pescara Nord ora la proprietà parla di 55 esuberi

Nell’incontro del 19 novembre tra Rexel Italia, multinazionale di vendita di materiale elettrotecnico all’ingrosso, e le Organizzazioni sindacali Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Le Rsa/Rsu delle filiali sono stati compiuti dei piccoli passi in avanti

Link Correlati
     Passi in avanti nella vertenza Rexel

La Filcams Cgil Nazionale esprime solidarietà alle famiglie, alle istituzioni e al sindaco di Casale Monferrato per l’assurdo epilogo della sentenza Eternit

Link Correlati
     Caso Eternit, epilogo assurdo, la solidarietà della Filcams

Un progetto innovativo, un terreno poco battuto, un anno di approfondimento e studio, per cercare di ragionare su una contrattazione più inclusiva di un nuovo e variegato mondo del lavoro

Link Correlati
     Contrattazione di sito, una riflessione sul presente per uno sguardo sul futuro

Donne in prima fila, è il titolo del nuovo numero di Diario Terziario, l’inserto di Rassegna sindacale della Filcams Cgil. La prima Assemblea delle donne della Categoria, il progetto europeo sulla contrattazione di sito e l’apertura del supermercato Centro Olimpo, questi e altri articoli

Link Correlati
     Diario Terziario

Lo sviluppo della contrattazione di sito in un’ottica di responsabilità sociale d’impresa e del territorio: le sfide per il sindacato” è un progetto Europeo avviato a dicembre 2013

Link Correlati
     Milano, giornata di chiusura del progetto europeo sulla contrattazione di sito

La Filcams Cgil Nazionale ha organizzato per il prossimo 24 novembre la prima Assemblea Nazionale delle Donne della Filcams a Roma, un momento di confronto e partecipazione

Link Correlati
     24 Novembre, la prima Assemblea Nazionale delle donne della Filcams

La ricerca presentata a Roma conferma le difficoltà delle lavoratrici e dei lavoratori del settore terziario, a cui la categoria cerca di dare voce

Link Correlati
     La condizione previdenziale delle donne nel settore del terziario

La condizione previdenziale delle donne nel settore del terziario” è la ricerca, condotta da Elena Maria Brandolin, commissionata dalla segreteria nazionale della Filcams-Cgil tramite il Ce.Mu

Link Correlati
     Gli effetti della Riforma Fornero sulle lavoratrici del terziario

Filcams Cgil, Fisascat Cisl e UilTucs Uil di Roma e del Lazio, denunciano la deplorevole campagna tesa a dipingere l’Azienda Speciale Farmacap un male per la collettività romana

Link Correlati
     Farmacap va riorganizzata non dismessa

Appuntamento con Radioarticolo1: Da un appalto all’altro, meno lavoro meno salario. Intervengono: S. Sorrentino segretaria Lecco e una lavoratrice Dussman. Eataly, concordare bene si può. Parla I. Tonoli, Filcams Milano

Link Correlati
     La parola alla Filcams

Continua la mobilitazione delle categorie della Cgil per contrastare le politiche del governo in materia di lavoro. A scendere in piazza i metalmeccanici della Fiom

Link Correlati
     Sciopero generale metalmeccanico: Diritti per tutti