Category Archives: SSC-Societa-Sviluppo-Commerciale

VERBALE D’ACCORDO SINDACALE

Il giorno 17 aprile 2012 in Milano si sono incontrati

L’azienda SSC srl rappresentata da

Erio Miglio Fabio Gabbiani

E

FILCAMS – CGIL, rappresentata da

FISASCAT – CISL, rappresentata da,

UILTUCS – UIL, rappresentante da,

per valutare e concordare il piano formativo da presentare a For.Te. (Fondo paritetico interprofessionale per la formazione continua per le imprese del Terziario) per la richiesta di un contributo, a valere sul conto formazione – CIA – di G.S. S.p.A. rivolto ad interventi di promozione di piani formativi aziendali per la formazione continua, riconosciuto dal Ministero del Lavoro con decreto 31/10/2002, e che è stato istituito a seguito dell’accordo interconfederale 25 luglio 2001, così come modificato in data 31 ottobre 2007, tra Confcommercio, Confetra e CGIL, CISL e UIL.

Dopo l’esame dei progetti formativi proposti dall’azienda, le parti concordano il seguente piano formativo i cui obbiettivi e linee generali del progetto sono illustrate nella documentazione allegata alla presente e facente parte integrale del presente accordo:

Titolo Piano Formativo CONTO CIA :
CARREFOUR PEOPLE MODEL IPER
Durata: 12 mesi
n. presenze in aula: 400
VISTO
Che la formazione continua rappresenta uno strumento strategico sul piano della definizione e della implementazione delle competenze professionali delle risorse umane sia come fattore di competitività per l’impresa che elemento di sviluppo della cultura aziendale delle risorse,

Si concorda che

A) Dopo un attento esame del piano formativo, le parti riconoscono la validità dello stesso e, quindi, convengono d’inoltrarlo a For.Te per il relativo esame ed approvazione, così come previsto dalle vigenti disposizioni di For.Te;

B) L’azienda dichiara di dare integrale applicazione a tutte le parti del CCNL settore Commercio stipulato dalle Categorie nazionali delle parti costituenti il fondo For.Te;

C) su richiesta delle OO.SS. l’Azienda si dichiara disponibile a valutare la fattibilità di futuri ulteriori piani formativi su proposta delle stesse.

D) Per garantire e verificare l’efficacia degli interventi formativi, vengano attuate con modalità da definirsi all’avvio dei piani formativi in oggetto le seguenti iniziative:

    1.attività congiunte di monitoraggio in itinere e finale sul percorso formativo tramite un Comitato Paritetico che le parti convengono di istituire di 6 componenti, dei quali 3 nominati dall’azienda e 3 nominati dalle OO.SS. firmatarie il presente accordo

    2. Diffusione ai partecipanti al corso di documentazione concordata, che consenta loro di conoscere il ruolo attribuito alla formazione continua ed in particolare a For.Te. dalle norme di legge e dalla contrattazione collettiva di riferimento

Letto, confermato e sottoscritto.

SSC srl
FILCAMS CGIL
FISASCAT CISL
UILTUCS UIL

VERBALE D’ACCORDO SINDACALE

Il giorno 17 aprile 2012 in Milano si sono incontrati

L’azienda SSC srl rappresentata da

Erio Miglio Fabio Gabbiani

E

FILCAMS – CGIL, rappresentata da

FISASCAT – CISL, rappresentata da,

UILTUCS – UIL, rappresentante da,

per valutare e concordare il piano formativo da presentare a For.Te. (Fondo paritetico interprofessionale per la formazione continua per le imprese del Terziario) per la richiesta di un contributo, a valere sul conto formazione – CIA – di G.S. S.p.A. rivolto ad interventi di promozione di piani formativi aziendali per la formazione continua, riconosciuto dal Ministero del Lavoro con decreto 31/10/2002, e che è stato istituito a seguito dell’accordo interconfederale 25 luglio 2001, così come modificato in data 31 ottobre 2007, tra Confcommercio, Confetra e CGIL, CISL e UIL.

Dopo l’esame dei progetti formativi proposti dall’azienda, le parti concordano il seguente piano formativo i cui obbiettivi e linee generali del progetto sono illustrate nella documentazione allegata alla presente e facente parte integrale del presente accordo:

Titolo Piano Formativo CONTO CIA :
TECNICHE DI VENDITA EFCS
Durata: 12 mesi
n. presenze in aula: 100
VISTO
Che la formazione continua rappresenta uno strumento strategico sul piano della definizione e della implementazione delle competenze professionali delle risorse umane sia come fattore di competitività per l’impresa che elemento di sviluppo della cultura aziendale delle risorse,

Si concorda che

A) Dopo un attento esame del piano formativo, le parti riconoscono la validità dello stesso e, quindi, convengono d’inoltrarlo a For.Te per il relativo esame ed approvazione, così come previsto dalle vigenti disposizioni di For.Te;

B) L’azienda dichiara di dare integrale applicazione a tutte le parti del CCNL settore Commercio stipulato dalle Categorie nazionali delle parti costituenti il fondo For.Te;

C) su richiesta delle OO.SS. l’Azienda si dichiara disponibile a valutare la fattibilità di futuri ulteriori piani formativi su proposta delle stesse.

D) Per garantire e verificare l’efficacia degli interventi formativi, vengano attuate con modalità da definirsi all’avvio dei piani formativi in oggetto le seguenti iniziative:

    1.attività congiunte di monitoraggio in itinere e finale sul percorso formativo tramite un Comitato Paritetico che le parti convengono di istituire di 6 componenti, dei quali 3 nominati dall’azienda e 3 nominati dalle OO.SS. firmatarie il presente accordo

    2. Diffusione ai partecipanti al corso di documentazione concordata, che consenta loro di conoscere il ruolo attribuito alla formazione continua ed in particolare a For.Te. dalle norme di legge e dalla contrattazione collettiva di riferimento

Letto, confermato e sottoscritto.

SSC srl
FILCAMS CGIL
FISASCAT CISL
UILTUCS UIL

Roma, 22 settembre 2011

Oggetto: Carrefour – Accordo mobilità L. 223/91 del 20 settembre 2011

    Vi alleghiamo l’accordo sottoscritto il 20 settembre 2011 presso il Ministero del Lavoro e i relativi allegati.
    L’accordo, che recepisce i contenuti di quelli sottoscritti territorialmente, è stato raggiunto utilizzando gli strumenti del CDS, CIGS e CIGD insieme alla mobilità con il criterio esclusivo della non opposizione. Nella maggioranza degli Ipermercati gli accordi territoriali hanno regolamentato e sviluppato materie relative al lavoro domenicale, ODL e relazioni sindacali di PV.
    Per il Contratto di Solidarietà sottoscritto per il Piemonte e per l’Ipermercato di Pisa, è prevista la possibilità di ricorso al lavoro interinale e alle prestazioni straordinarie/supplementari in situazioni di necessità non prevedibili. Questi aspetti, introdotti nella discussione successivamente alla stipula degli accordi territoriali, hanno rappresentato un elemento di difficoltà per la distanza delle posizioni trovando, come punto di soluzione, quello di sottoporre la regolazione dei due strumenti al confronto tra le parti nei territori per evitare una gestione unilaterale dell’azienda.
    Per quanto riguarda gli Ipermercati di Marcon, Frosinone e Zumpano, è stata utilizzata la CIGD (ricorso obbligato poiché erano stati già utilizzati precedentemente 12 mesi di cigs per crisi aziendale). La copertura economica della CIGD è fino al 31 dicembre 2011, pertanto, prima di tale scadenza, sarà necessario un nuovo incontro per la valutazione degli andamenti e le relative soluzioni.
    Nel testo troverete la riduzione oraria legata all’uso della CIGD espressa in percentuale e in rapporto all’orario dei part time e full time. Per evitare equivoci, tale modalità è stata richiesta da Italia Lavoro e Ministero al fine di calcolare, con maggiore precisione, l’ammontare dello stanziamento economico utile a coprire la cassa. Le percentuali indicate sono quindi utili per tale finalità ma nulla cambia rispetto a quanto concordato, in termini di riduzione e modalità di gestione della cassa, nei singoli verbali di accordo sottoscritti nei tre Ipermercati.
    Per quanto riguarda la nostra richiesta di anticipazione del trattamento economico da parte dell’azienda, la formulazione che è stata inserita risponde a un problema emerso nella giornata del 20 settembre a seguito di verifica da parte dello stesso Ministero del Lavoro. Infatti sulla materia continua a permanere una posizione non chiara poiché secondo l’INPS Nazionale, l’anticipazione da parte delle aziende è possibile purché riguardi l’intero periodo di cassa integrazione, ma molte Regioni, nella loro autonomia, possono decide di non autorizzare tale possibilità.
    Gli Ipermercati di Massa Carrara e Carugate hanno utilizzato rispettivamente CIGS e mobilità con il criterio esclusivo della non opposizione e Carugate la mobilità con il criterio esclusivo della non opposizione.
    Ovviamente, in ogni parte del testo è stato inserito il richiamo a quanto previsto negli accordi sottoscritti a livello territoriale.
    Abbiamo anche sottoscritto il verbale “sull’incentivazione della mobilità” che ricalca quello già utilizzato nel 2010, i cui importi sono ovviamente da intendersi come soglia minima di riferimento.
    Colgo l’occasione anche per informarvi che l’incontro previsto il 29 settembre pv a Roma sui temi del CIA Carrefour è stato annullato e riprogrammato per il 20 Ottobre 2011 in luogo ancora da indicare. Nei prossimi giorni segue circolare di dettaglio.

      p. la Filcams Cgil Nazionale
      M. Grazia Gabrielli

      VENERDI’ 2 APRILE 2010
      SCIOPERO del GRUPPO CARREFOUR
      (intero turno di lavoro)

      e

      MANIFESTAZIONE NAZIONALE ore 10.00

      MILANO - Ipermercato Carrefour V.le Milano Fiori – Assago
      ROMA - C. Commerciale Cinecittà2 V.le P. Togliatti


      Abbiamo 10 buone ragioni per farci sentire
      Volantino per i clienti
      Disdetta del CIA: differenze sul salario

      Immagini delle manifestazioni di Milano e Roma
      Leggi articolo

      Carrefour: firmato il contratto integrativo aziendale

      Le Organizzazioni sindacali Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil hanno firmato, a Roma, il nuovo Contratto Integrativo Aziendale di Carrefour, una delle più grandi aziende del settore distributivo italiano con circa 25mila dipendenti


      Documenti
      Il Contratto Integrativo Aziendale siglato il 9/02/2011

      Sciopero 2 aprile 2010
      Sciopero 2/9 gennaio 2010 Volantino versione in inglese
      Sciopero 3 ottobre 2009
      Sciopero 18 luglio 2009

      Comunicati stampa
      (06/03/2013) Carrefour, Approvato L’Accordo Per Il Rinnovo Del Contratto Integr. . .
      (31/01/2013) Carrefour, Siglata Ipotesi D’Accordo Per Il Contratto Integrativo
      (10/02/2011) Carrefour: Firmato Il Contratto Integrativo Aziendale
      (15/06/2010) Carrefour Condannata Dal Tribunale Di Torino Per Attività Antisind. . .
      (02/04/2010) Carrefour: Tutti Fuori
      (02/04/2010) Carrefour: Oggi Oltre 2000 Lavoratori Tra Roma E Milano
      (30/03/2010) Sciopero Carrefour: È Attivo Il Blog Della Filcams
      (25/03/2010) Carrefour E Pam: Scioperano I Dipendenti
      (19/03/2010) Non Si Ferma La Protesta Dei Dipendenti Del Gruppo Carrefour
      (16/03/2010) Carrefour In Belgio: La Protesta Dei Lavoratori
      (09/01/2010) Il Maltempo Non Ferma Lo Sciopero Dei Lavoratori Carrefour
      (07/01/2010) Carrefour: Le Proteste Dei Lavoratori Continuano Il 9 Gennaio I Pr. . .
      (02/01/2010) Lavoratori Carrefour In Stato Di Agitazione I Primi Scioperi A Bol. . .
      (30/12/2009) Si Interrompono Le Trattative Sindacali Con Il Gruppo Carrefour, L. . .
      (10/12/2009) Carrefour: Presentata La Piattaforma Per Il Rinnovo Del Cia
      (09/12/2009) Carrefour: Trattativa Per Il Rinnovo Del Contratto Integrativo Azi. . .
      (09/11/2009) Il Tribunale Ripristina Il Contratto Integrativo Aziendale Fino A . . .
      (24/10/2009) Sciopero A Sorpresa Dei Dipendenti Dell’ipermercato Carrefour Di C. . .

      Rassegna stampa
      (21/04/2011) Il Mattino – Ex Carrefour, I Lavoratori: Subito La Bonifica
      (05/04/2011) L’Unità – Carrefour Perde Manon Paga E Non Riassume 102 La. . .
      (31/03/2011) Il Mattino – Carrefour, Si Riapre La Trattativa Sugli Esuberi
      (03/04/2010) L’Unità – Carrefour, Ipermercati In Sciopero Contro L’Azie. . .
      (03/04/2010) il Manifesto – Si Ferma L’Azienda Che Vieta La Pausa-Pipì
      (02/04/2010) L’Unità – Oggi Sciopero Dei 20Mila Dipendenti
      (02/04/2010) il Manifesto – Carrefour · Oggi Sciopero: No Alla Brochure
      (01/04/2010) L’Unità – Carrefour, Sciopero Nazionale
      (27/01/2010) Il Giornale – Carrefour, Per Le Cassiere Pipì Solo Ogni Quattr. . .
      (10/01/2010) L’Unità – Gruppo Carrefour Sciopero Riuscito In Tutta Italia
      (10/01/2010) il Manifesto – Carrefour, L’Accordo Senza Sindacati: Meno Soldi. . .
      (08/01/2010) Ansa – Alimentare:Carrefour, Gs,Diperdi’; Rischio Sciop. . .
      (08/01/2010) L’Unità – Gruppo Carrefour, Fermi I Punti Vendita Per L’In. . .
      (08/01/2010) Adnkronos – Carrefour: Filcams-Cgil, Nuovi Scioperi Per Il 9. . .
      (07/01/2010) La Repubblica – Sabato Scioperano Per L’Integrativo Gli Addetti . . .
      (03/01/2010) L’Unità – Carrefour, Continuano Gli Scioperi. Ieri Il Turn. . .
      (02/01/2010) Il Giorno – Carrefour, Il Nuovo Anno Comincia Con Uno Sciopero
      (17/11/2009) L’Unità – Carrefour – Piano Bocciato
      (16/11/2009) Adnkronos – Carrefour: Sindacati, Azienda Obbligata A Riappl. . .

      VERBALE DI INCONTRO

      Premesso altresì che in data odierna, alla luce delle richieste e delle osservazioni formulate dalle OO.SS., dopo un ampio approfondimento cui ha fatto seguito una attenta discussione su tale Progetto, le Parti si sono date vicendevolmente atto :

      VERBALE DI INCONTRO

      Il 12 settembre 2000, a Roma, nell’ambito del sistema di relazioni e di informative sindacali previste dal contratto integrativo del 7 settembre 1997, si sono incontrati SSC S.r.l. e controllate e GS S.p.A. e controllate rappresentate da G. Caruso, R. Masi, E. Lajolo, G. Mancini, F. Manzuoli, V. Nigro, A. Rezzoagli, P. Tomas e C. Accetta, e le Segreterie Nazionali Filcams CGIL, Fisascat CISL, Uiltucs UIL rappresentate rispettivamente da C. Romeo, P. Raineri e G. Rodilosso, assistite dalle Strutture Territoriali competenti e dalle RSU.

      -Nel corso dell’incontro è stato dettagliatamente illustrato il Piano di partecipazione azionaria che Carrefour proporrà, a partire dal prossimo 1° ottobre, ai propri collaboratori di tutto il mondo.

      Hanno diritto a partecipare al Piano tutti i lavoratori a libro matricola al 1° ottobre 2000, inclusi i contratti a termine, i C.F.L., gli apprendisti e i collaboratori in aspettativa.

      Secondo quanto dichiarato dall’Azienda il Piano prevede che i collaboratori interessati possano sottoscrivere azioni della consociata Carrefour Lux, che promuove l’offerta essendo stata specificamente costituita per l’operazione, per un importo massimo pari al 2,5% della propria retribuzione annua complessiva lorda riferita all’anno 2000. Il capitale così raccolto, integrato da un finanziamento – erogato da BNP – Paribas, pari a nove volte il valore complessivo della sottoscrizione, produrrà l’acquisto, da parte di Carrefour Lux, di azioni Carrefour di nuova emissione a fronte di un aumento di capitale appositamente deliberato a favore dei dipendenti.

      Per l’effetto ditale operazione, ogni dipendente sottoscrittore potrà:

      I dividendi delle azioni Carrefour e la rimanente parte dell’incremento di valore delle azioni, saranno percepiti dall’Istituto finanziatore del progetto.

      In caso di uscita dal Gruppo, per qualsiasi ragione, prima del febbraio 2006, il dipendente conserverà il diritto di recuperare il proprio investimento iniziale e gli eventuali guadagni realizzati, calcolati alla data di cessazione del rapporto di lavoro. In caso di cessazione del rapporto di lavoro prima del 10 gennaio 2002 il dipendente conserverà il diritto a ricevere, nel gennaio 2002, l’investimento iniziale e l’eventuale guadagno, calcolato in base al prezzo dell’azione Carrefour alla data di cessazione, secondo i criteri suddetti.

      Esaminato il progetto le Parti, su esplicita richiesta delle OO.SS., convengono che i lavoratori che lo desiderano potranno attingere, al fine di poter partecipare nella più ampia e soddisfacente misura possibile al Piano di partecipazione azionaria, a quote già maturate del proprio trattamento di fine rapporto al 31 agosto 2000. Ciò in deroga ed in aggiunta a quanto stabilito dalle leggi e ad ogni altro possibile utilizzo contrattuale.

      Di conseguenza i lavoratori che vorranno sottoscrivere il Piano Carrefour potranno fruire di due forme diverse e alternative di finanziamento:

      Il periodo di sottoscrizione si estenderà dal 1° al 18 ottobre 2000.

      L’azienda provvederà alle necessarie iniziative di informazione e comunicazione al personale non appena saranno completati gli adempimenti previsti dalla normativa in vigore nei confronti dell’Autorità Garante.

      Letto, confermato e sottoscritto.

      SSC S.r.l.Filcams CGIL
      GS Spa Fisascat CISL
      Uiltucs UIL

      VERBALE DI INCONTRO

      Il 12 settembre 2000, a Roma, nell’ambito del sistema di relazioni e di informative sindacali previste dal contratto integrativo del 7 settembre 1997, si sono incontrati SSC S.r.l., e controllate e GS S.P.A. e controllate rappresentate da G. Caruso, R. Masi, E. Lajolo, G. Mancini, F. Manzuoli, V. Nigro, A. Rezzoagli, P. Tomas e C. Accetta, e le Segreterie Nazionali Filcams CGIL, Fisascat CISL, Uiltucs UIL rappresentate rispettivamente da C. Romeo P. Raineri e G. Rodilosso, assistite dalle Strutture Territoriali competenti e dalle RSU.

      Nel corso dell’incontro è stato affrontato il tema della previdenza integrativa ed in particolare del FON.TE..

      Le Parti, nell’esprimere la propria valutazione positiva circa la diffusione della previdenza integrativa volontaria, si danno reciprocamente atto della disponibilità a favorire soluzioni atte allo scopo.

      Le Parti si impegnano quindi a promuovere proprie iniziative presso i luoghi di lavoro per agevolare realmente il decollo del fondo pensione integrativo del sistema pubblico che è stato valutato adeguato alle esigenze dei lavoratori e compatibile con i costi previdenziali a carico dell’azienda.

      Le Parti si impegnano a facilitare la diffusione del fondo anche al fine di pervenire ad una sua applicazione a tutti i dipendenti.

      Le Parti si impegnano altresì ad incontrarsi preventivamente nel caso in cui dovessero prospettarsi difficoltà nello svolgimento di tale progetto.

      A tal fine si è deciso di diffondere presso tutti i lavoratori del Gruppo il presente verbale unitamente ad una copia dell’ Accordo 26 novembre 1996.

      SSC S.r.l.Filcams CGIL

      GS S.p.A. Fisascat CISL

      Uiltucs UIL

      (Seguono firme)