Category Archives: Sol Melià Italia

Roma, 15 maggio 2012

Oggetto: Sol Melìa – comunicato sciopero

Raccomandata r.r
Anticipata via fax
Sol Melià Italia
Via Masaccio, 19
20149 Milano
Fax 02-44406600

Agorà
V.le Monza 59
20125 Milano
Fax 02 26115114

BESTAR società cooperativa A-rl
via Alfonsi, 2
Milano
Fax 02-4224028

ENJOY-SO101 società cooperativa
Via Jenner
00151 Roma
Fax 06-36002214

Fin dall’avvio delle trattative con la Direzione Aziendale per il primo Contratto Integrativo del Gruppo Sol Melià le Organizzazioni Sindacali Nazionali hanno chiaramente espresso le intenzioni e le richieste sulla piattaforma rivendicativa: fra queste la più sensibile e delicata per lo scenario del settore e le condizioni delle lavoratrici e lavoratori riguarda le TERZIARIZZAZIONI.
Abbiamo spiegato chiaramente che la richiesta di applicare il CCNL del Turismo nelle attività date in appalto e in una sua regolamentazione rispondono ad un semplice elemento di equità fra le lavoratrici e lavoratori, a garanzia di identiche condizioni normative e retributive, a evitare che ci siano lavoratrici e lavoratori di serie A e di serie B;
Così come abbiamo apprezzato le iniziali disponibilità della Direzione Aziendale e la volontà a garantire le stesse condizioni economiche e normative.
Per questi motivi, a distanza di svariati mese dall’avvio delle trattative, non capiamo la retromarcia e le motivazioni aziendali nel non garantire queste condizioni, nascondendosi dietro misteriose e vaghe indicazioni dell’associazione di categoria AICA.
Alla luce dell’esito negativo dell’incontro dell’8 maggio, le Segreterie nazionali Filcams Fisascat e Uiltucs, hanno deciso di proclamare lo stato di agitazione degli alberghi Sol Melià e delle attività date in appalto, con una giornata di

SCIOPERO NAZIONALE DEL GRUPPO SOL MELIA’

per il giorno 18 maggio 2012

Tutte le strutture interessate devono dare il massimo impegno per la piena riuscita dello sciopero, in quanto non deve sfuggire a nessuno che la posizione di Sol Melià vuole vanificare il lavoro di regolamentazione del fenomeno delle terziarizzazioni per continuare a praticarle in maniera selvaggia.

p. La FILCAMS-CGILp. La FISASCAT-CISLp. La UILTuCS-UIL
FrattiniMagnificoFiorino

Testo unitario

il giorno 18 gennaio 2012 è proseguita la trattativa con la Direzione di Sol Melià Italia srl per la stipula del contratto integrativo.
Il coordinamento convocato per la mattina del 18 gennaio, aveva espresso parere sostanzialmente favorevole agli sviluppi della trattativa seppur con qualche critica per il mancato riconoscimento di premi di produttività per il 2011.
La lettura del testo però ha evidenziato alcune modifiche, specialmente nel capitolo “Relazioni Sindacali”, che mettevano in discussione temi fondamentali fra le materie oggetto di informazione e contrattazione nei livelli di pertinenza e non presentavano le correzioni e integrazioni concordate nel corso dello scorso incontro.
La trattativa del pomeriggio pertanto è iniziata con una discussione, ancora non chiusa, sull’inserimento di materie specifiche nel primo capitolo ed è proseguita con il lavoro di correzione del testo.
Anche il capitolo relativo alle terziarizzazioni, protocollo appalti e inclusione dei lavoratori terziarizzati nel perimetro del premio, è ancora in discussione: la Direzione Aziendale ha dichiarato la disponibilità a riconoscere alle società appaltatrici somme aggiuntive in caso di raggiungimento di obiettivi di qualità. La richiesta sindacale è di distribuirle fra le lavoratrici e lavoratori.
Le disponibilità economiche sul premio di produttività, come indicato nella scorsa circolare, mostrano solo arrotondamenti degli importi. D’altro canto è ritenuto elemento positivo un premio garantito di 240€ all’anno.
Come annunciato nell’ultima circolare riteniamo che la trattativa si stia avviando verso la chiusura, pertanto auspichiamo la presenza di tutte le strutture coinvolte per il prossimo incontro che è convocato per lunedì 06 febbraio alle ore 11.00 presso l’Hotel Melià Roma Aurelia Antica, Via degli Aldobrandeschi, 223 – Roma.

p. la Filcams Cgil Nazionale
Massimo Frattini

– bozza schema premio produttività

IPOTESI DI ACCORDO
Tra

SOL MELIA’ ITALIA in persona del dott. Palmiro Noschese
e
FILCAMS CGIL nazionale in persona del Sig. Massimo Frattini
FILCAMS CGIL LAZIO e ROMA in persona della Sig.ra Katia Della Rocca
FILCAMS CGIL GENOVA in persona del Signor Cosimo Francavilla
FISASCAT CISL nazionale in persona del sig. Alfredo Magnifico
Presente la RSA

Premesso

-che la RSA dell’Hotel Melià Roma Aurelia Antica unitamente alle OO.SS. dei lavoratori FILCAMS-CGIL, FISASCAT-CISL e UILTUCS-UIL hanno presentato la piattaforma per la stipulazione del contratto integrativo aziendale;
-che il SOL MELIA’ è attualmente presente sul territorio nazionale presso le unità alberghiere di Roma, Milano e Genova;
-che le Parti, nel pieno rispetto delle reciproche autonomie e nell’ambito delle distinte responsabilità e funzioni, ritengono obiettivo comune definire la contrattazione di secondo livello nel rispetto di quanto previsto dal vigente CCNL dell’Industria Turistica, stabilendo regole certe che facilitino i rapporti, definendo e sviluppando metodi partecipativi e collaborativi orientati a garantire il corretto sviluppo delle relazioni tra i diversi soggetti atte a prevenire eventuali situazioni conflittuali;
-I dati forniti dalla Direzione Aziendale durante tali incontri, limitatamente a quelli riferiti all’andamento economico, piani di investimenti e sviluppo, occupazione camere, rivestono carattere di riservatezza anche ai sensi di Legge e pertanto non saranno divulgati a terzi.

Tutto ciò premesso

Le Parti, dopo ampio confronto, hanno convenuto quanto segue:

Art. 1 RELAZIONI SINDACALI

Le relazioni tra le parti firmatarie del presente accordo sono regolate dal CCNL dell’Industria Turistica e dal presente CIA.
Le Parti convengono sull’opportunità di strutturare le relazioni sindacali attraverso dei livelli di confronto (Nazionale e Aziendale/Territoriale) che, nel rispetto dei ruoli, delle responsabilità e senza avere per oggetto materie già previste e definite in altri livelli, offrano modelli di partecipazione efficaci ed efficienti.
L’impianto di relazioni sindacali e le materie sotto descritte, sono orientate a privilegiare – in particolare a livello di unità alberghiera – il dialogo, lo scambio di informazioni e la ricerca di soluzioni concordate atte a risolvere i problemi che via via si presenteranno e presuppongono, pertanto, un orientamento delle parti conseguente.
Di norma gli incontri si terranno una volta l’anno, indicativamente entro la fine di novembre di ciascun anno, oppure qualvolta una delle due parti lo richieda.
In caso di incontri che richiedano la presenza di componenti RSU e dirigenti RSA, l’Azienda si impegna a sostenere le spese di vitto.

    Schema indicativo di relazioni sindacali per contenuti, livelli e soggetti:

LIVELLO NAZIONALE
(DIREZIONE AZIENDALE – OO.SS. NAZIONALE – RSU/RSA)

Materie oggetto di contrattazione

    ·Accordo integrativo aziendale;
    ·Struttura e parametri Premio di Risultato;
    ·Composizione controversie aventi ad oggetto le relazioni di cui ai livelli inferiori;

Materie oggetto di informazione

    ·Azienda, Mercato di riferimento;
    ·Occupazione camere;
    ·Investimenti;
    ·Piani di sviluppo;
    ·Andamento organico;
    ·Andamento premio di Risultato;
    ·Formazione;
    ·Sicurezza;
    ·Mercato del lavoro: adempimenti normativi.

LIVELLO AZIENDALE/TERRITORIALE
(DIREZIONE AZIENDALE – OO.SS. TERRITORIALI- RSU/RSA)

Materie oggetto di contrattazione

    ·Analisi e proposte di nuove professionalità;
    ·Organizzazione del Lavoro???

Materie oggetto di informazione

    ·Occupazione camere;
    ·Ore di lavoro supplementare e straordinarie disaggregate e per reparto;
    ·Mercato del lavoro: adempimenti normativi;
    ·Ferie

I dati globali annuali saranno illustrati e discussi nell’apposito incontro.
Potranno essere tenuti incontri su richiesta di una delle due parti su argomenti specifici.

Art. 2 PERMESSI SINDACALI
Le parti, nello spirito di stabilire corrette relazioni sindacali e di garantire una piena agilità sindacale alle componenti RSU e dirigenti RSA, anche tenendo conto delle evoluzioni delle relazioni sindacali, concordano sulla necessità di fornire i componenti RSU e dirigenti RSA di un numero congruo di permessi sindacali; a tal fine le ore che saranno dedicate per ciascuna struttura alberghiera all’incontro sindacale annuale verranno escluse dal computo delle ore e permessi sindacali spettanti a ciascun componente di RSU e/o dirigente di RSA.

Le parti concordano inoltre di aumentare le ore di assemblea sindacali fino ad un massimo di 15 ore annuali.

Art. 3 CONGEDO DI PATERNITA’
Le parti, nel comune intento di agevolare le politiche a sostegno della maternità e paternità, concordano di riconoscere al padre lavoratore 2 giorni continuativi di permesso straordinario retribuito alla nascita di ciascun figlio entro 90 gg dall’evento e previa comunicazione al datore di lavoro. Al rientro in servizio il padre lavoratore produrrà opportuna certificazione di nascita.

Art. 4 RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA
Le Parti concordano nel valore della prevenzione quale elemento principale del sistema complessivo di promozione della salute e sicurezza degli ambienti di lavoro. Pertanto, in attesa che il CCNL dell’Industria Turistica regolamenti e recepisca detta materia armonizzandola alle esigenze specifiche del settore e tenuto conto dell’Accordo Interconfederale 22 giugno 1995, stabiliscono di innalzare il monte ore di permessi spettanti al RLS per l’assolvimento dei compiti previsti dall’art. 50 D.Lgs 81/2008 T.U. (così come integrato e corretto dal D.Lgs. 106/2009) da 40h a 48h.

ART. 5 PREMIO DI RISULTATO
Le Parti, alla luce di quanto previsto dall’art. 23 del vigente CCNL, hanno individuato un sistema premiante che favorisca la partecipazione ed il coinvolgimento dei lavoratori ai processi di sviluppo ed ai risultati dell’Azienda, conseguenti al miglioramento della sua posizione di competitività sul mercato.

Pertanto per il periodo di validità del presente accordo sarà corrisposto a ciascun dipendente un premio di risultato calcolato sulla base dello schema di cui all’allegato A.

Il premio di risultato sarà erogato secondo le modalità specificate nei seguenti punti A, B, C e D.

Il dettaglio degli obiettivi e dei parametri sono descritti nei punti che seguono.

    A)OBIETTIVI

Vengono individuati i seguenti obiettivi che contribuiscono, ciascuno in relazione al peso assegnato e alla scala di scostamento dagli obiettivi individuati, alla determinazione e alla conseguente erogazione del Premio di Risultato.

Le Parti ritengono idonei al raggiungimento degli obiettivi indicati, i seguenti indicatori:

1) REDDITIVITA’
2) RICAVI
3) COSTI
4) QUALITA’
5) MISTERY GUEST
5) CLIMA LAVORATIVO

B) PARAMETRI

    ·REDDITIVITA’

I parametri di riferimento sono: l’utile lordo di gestione (GOP) calcolato a livello di ogni unità alberghiera, a livello nazionale e a livello internazionale, tenendo conto esclusivamente delle spese di gestione per ogni singolo livello, i ricavi camere e i ricavi del reparto Food and Beverage (meeting&congress).
Ai fini del presente premio si tiene conto dell’utile lordo di gestione rappresentato in percentuale sui ricavi. Il peso assegnato al GOP Melia Hotels International è pari al 5%; il peso assegnato al GOP Melia Hotels Italy è pari al 5%; il peso assegnato al GOP dell’hotel è pari al 20%.
·RICAVI

I parametri di riferimento sono: i ricavi camere e i ricavi food and beverage calcolati a livello di ogni unità alberghiera. I ricavi camere e food and beverage vengono valutati in funzione dei ricavi previsti a budget. Il peso assegnato ai ricavi camere è pari al 10%. Il peso assegnato ai ricavi food and beverage (meeting&congress) è pari al 10%.

    ·COSTI

I parametri di riferimento sono i costi sostenuti da ogni unità alberghiera tenendo conto esclusivamente delle spese di gestione per ogni singolo livello. I costi vengono valutati in funzione dei costi previsti a budget. Il peso assegnato all’obiettivo dei costi è pari al 10%.

    ·QUALITA’

Il risultato di qualità è determinato dalla rilevazione dei dati derivanti dai questionari di qualità compilati on-line dalla clientela. I dati dei questionari di qualità vengono elaborati secondo un sistema informatico automatico predisposto dalla Direzione Generale della Compagnia per tutti gli hotel e vengono comunicati periodicamente con frequenza mensile dalla medesima. Tali dati non possono in nessun modo essere modificati dai singoli hotel. Il peso assegnato al risultato dei questionari di qualità è pari al 20%.

    ·MISTERY GUEST

Il risultato del Mistery Guest è determinato dall’indagine annuale svolta da una società esterna alla Compagnia che elabora il risultato comunicando alla Direzione Generale l’esito dell’indagine. Il risultato dell’indagine non può in nessun modo essere modificato dai singoli hotel. Il peso assegnato al Mistery Guest è pari al 10%.

    ·CLIMA LAVORATIVO

Il risultato di clima lavorativo è determinato dalla rilevazione dei questionari che annualmente vengono compilati in forma anonima da parte di tutti i dipendenti dell’hotel. Tali questionari vengono inviati ad una Società esterna alla Compagnia che li elabora comunicando alla Direzione Generale l’esito dell’indagine. Il risultato dell’indagine non può in nessun modo essere modificato dai singoli hotel. Il peso assegnato al clima lavorativo è pari al 10%.

    C)EROGAZIONE DEL PREMIO

La corresponsione del premio, come sopra definito, avverrà come segue.

    1.L’importo del Premio di Risultato verrà erogato a ciascun dipendente nell’anno fiscale (gennaio-dicembre) successivo a quello preso come riferimento per il calcolo,
      La Direzione Aziendale convocherà le OO.SS. firmatarie per esaminare i dati del consuntivo il mese precedente la sua erogazione, che comunque avverrà entro il mese di Aprile.

    2.Hanno diritto alla corresponsione del Premio di risultato i lavoratori a tempo indeterminato e determinato in forza nell’anno di riferimento del premio.
    3.Il Premio di Risultato maturerà in ratei mensili, intendendosi come tali le frazioni di mese di calendario maggiori a 15 giorni.
    4.Il Premio di Risultato assorbirà eventuali piani di incentivazione individuali assegnati dall’Azienda qualora quest’ultimi fossero inferiori. Qualora l’importo del Premio di Risultato fosse inferiore a eventuali piani di incentivazione individuali assegnati dall’Azienda l’importo del Premio di Risultato verrà assorbito da eventuali piani di incentivazione individuali assegnati dall’Azienda.

    D) CARATTERISTICHE DEL PREMIO DI RISULTATO

Il premio di risultato si intende con valori uguali per tutti i lavoratori cui si applica, e verrà erogato solo ed esclusivamente sulla base delle effettive giornate di reale presenza fisica sul lavoro. A tale fine si definisce la quota giornaliera del premio assumendo l’indice convenzionale mensile di cui all’art. 107 del CCNL vigente e quindi 26 giorni al mese. Pertanto, la quota giornaliera si ricava dividendo l’importo totale del premio da erogare per 312 (26 gg per 12 mesi). L’importo totale del premio sarà ridotto di tante quote giornaliere quanti sono i giorni di assenza nell’anno cui il premio si riferisce, ad esclusione di: ferie, rol, riposi compensativi, permessi sindacali retribuiti, maternità obbligatoria e permessi per legge 104/92 e permessi per congedo di paternità di cui all’art. 3 del presente accordo.
I dati necessari per il calcolo delle presenze secondo i criteri come sopra indicati saranno elaborati sulla base delle registrazioni effettuate sul Libro Unico del Lavoro. Le Parti dichiarano che gli eventuali importi erogati sono variabili e non predeterminabili, essendo gli stessi strettamente correlati ai risultati conseguiti dall’Azienda nella realizzazione di programmi, concordati tra le parti, aventi come obiettivo incrementi di produttività e di redditività, miglioramenti della competitività e dell’efficienza organizzativa.
Le Parti convengono che il presente premio di risultato venga definito in senso omnicomprensivo, in quanto in sede di definizione dell’importo si è tenuto conto di ogni incidenza.
L’importo di partenza minimo definito per il calcolo del premio di risultato è pari a € 240,00 (duecentoquaranta/00)
Pertanto, sono esclusi da ogni ricalcolo retributivo e non concorrono agli effetti di alcun istituto contrattuale diretto, indiretto e/o differito, ivi compreso il TFR.
Le Parti convengono che il Premio di Risultato, avendo le caratteristiche della totale variabilità e indeterminabilità, rientri nel regime di decontribuzione dei premi di risultato, disciplinato dall’art. 3 del d.l.14.6.1996, n.318, convertito, con modificazioni nella legge 29.7.1996, n. 402 e dall’art.1, commi 67 e 68 L.247/2007 nonché dall’art.53 del d.l.n.78 del 31 maggio 2010, convertito con modificazioni nella legge.30.7.2010 n.122 e dall’art. 1, c. 47, Legge 13 dicembre 2010, n. 220, e, con particolare riferimento agli aspetti fiscali e alla relativa detassazione, il premio stesso sia conforme, per il 2011, a quanto stabilito dallo stesso articolo 53 del d.l.n. 78 del 31 maggio 2010, convertito con modificazioni nella l.30.7.2010 n.122 e dall’art. 1, c. 47, Legge n. 220 del 2010 in materia di “imposta sostitutiva del 10% sulle componenti accessorie della retribuzione corrisposte in relazione a incrementi di produttività”, così come precisato anche dall’Agenzia delle Entrate congiuntamente con il Ministero del Lavoro con la circolare n. 3/E del 14 febbraio 2011 e le successive. Tale conformità viene riconosciuta dalla Parti anche per l’anno 2012, in relazione a quanto previsto dall’art.33, comma12 della l.12.11.2011 n.183, in attuazione dell’art.26 del decreto legge 6 luglio 2011 n.98, convertito con modificazioni in l.15.7.2011 n.111 e per gli anni successivi di vigenza del presente accordo, in forza di eventuali altre analoghe disposizioni di legge finalizzate a prorogare le misure sperimentali per incrementare la produttività del lavoro."

Art. 6 – VALIDITA’ DI APPLICAZIONE. DECORRENZA E DURATA

Il presente contratto integrativo si applica alle unità alberghiere del SOL MELIA’ ITALIA attualmente presenti e alle future aperture gestite direttamente dalla Società.
Nel caso di aperture in franchising o management le Parti si incontreranno per verificare l’applicazione del presente CIA a tali strutture.
Il presente contratto integrativo aziendale ha durata triennale:
Decorre dal …………… 2012 e scadrà il ……… 2014 e avrà efficacia fino al rinnovo dello stesso.
Il presente accordo è immediatamente operativo dalla data di sottoscrizione, dalla quale decorrono anche tutti i termini di legge.

Art. 7 – DISPOSIZIONI FINALI

Le Parti convengono che, con la stipula del presente accordo, è stata assolta la contrattazione di secondo livello nei termini e nei modi previsti dal vigente CCNL dell’Industria Turistica.

Letto, confermato e sottoscritto.

L’AZIENDAFILCAMS-CGIL nazionale

                      FILCAMS-CGIL LAZIO e ROMA
                      FILCAMS- CGIL GENOVA
                      FISASCAT CISL nazionale

                      RSA

IPOTESI DI ACCORDO
Tra

SOL MELIA’ ITALIA in persona del dott. Palmiro Noschese
e
FILCAMS CGIL nazionale in persona del Sig. Massimo Frattini
FILCAMS CGIL LAZIO e ROMA in persona della Sig.ra Katia Della Rocca
FILCAMS CGIL GENOVA in persona del Signor Cosimo Francavilla
FISASCAT CISL nazionale in persona del sig. Alfredo Magnifico
Presente la RSA

Premesso

-che la RSA dell’Hotel Melià Roma Aurelia Antica unitamente alle OO.SS. dei lavoratori FILCAMS-CGIL, FISASCAT-CISL e UILTUCS-UIL hanno presentato la piattaforma per la stipulazione del contratto integrativo aziendale;
-che il SOL MELIA’ è attualmente presente sul territorio nazionale presso le unità alberghiere di Roma, Milano e Genova;
-che le Parti, nel pieno rispetto delle reciproche autonomie e nell’ambito delle distinte responsabilità e funzioni, ritengono obiettivo comune definire la contrattazione di secondo livello nel rispetto di quanto previsto dal vigente CCNL dell’Industria Turistica, stabilendo regole certe che facilitino i rapporti, definendo e sviluppando metodi partecipativi e collaborativi orientati a garantire il corretto sviluppo delle relazioni tra i diversi soggetti atte a prevenire eventuali situazioni conflittuali;
-I dati forniti dalla Direzione Aziendale durante tali incontri, limitatamente a quelli riferiti all’andamento economico, piani di investimenti e sviluppo, occupazione camere, rivestono carattere di riservatezza anche ai sensi di Legge e pertanto non saranno divulgati a terzi.

Tutto ciò premesso

Le Parti, dopo ampio confronto, hanno convenuto quanto segue:

Art. 1 RELAZIONI SINDACALI

Le relazioni tra le parti firmatarie del presente accordo sono regolate dal CCNL dell’Industria Turistica e dal presente CIA.
Le Parti convengono sull’opportunità di strutturare le relazioni sindacali attraverso dei livelli di confronto (Nazionale e Aziendale/Territoriale) che, nel rispetto dei ruoli, delle responsabilità e senza avere per oggetto materie già previste e definite in altri livelli, offrano modelli di partecipazione efficaci ed efficienti.
L’impianto di relazioni sindacali e le materie sotto descritte, sono orientate a privilegiare – in particolare a livello di unità alberghiera – il dialogo, lo scambio di informazioni e la ricerca di soluzioni concordate atte a risolvere i problemi che via via si presenteranno e presuppongono, pertanto, un orientamento delle parti conseguente.
Di norma gli incontri si terranno una volta l’anno, indicativamente entro la fine di novembre di ciascun anno, oppure qualvolta una delle due parti lo richieda.
In caso di incontri che richiedano la presenza di componenti RSU e dirigenti RSA, l’Azienda si impegna a sostenere le spese di vitto.

LIVELLO NAZIONALE
(DIREZIONE AZIENDALE – OO.SS. NAZIONALE – RSU/RSA)

Materie oggetto di contrattazione

Materie oggetto di informazione

LIVELLO AZIENDALE/TERRITORIALE
(DIREZIONE AZIENDALE – OO.SS. TERRITORIALI- RSU/RSA)

Materie oggetto di contrattazione

Materie oggetto di informazione

I dati globali annuali saranno illustrati e discussi nell’apposito incontro.
Potranno essere tenuti incontri su richiesta di una delle due parti su argomenti specifici.

Art. 2 PERMESSI SINDACALI
Le parti, nello spirito di stabilire corrette relazioni sindacali e di garantire una piena agilità sindacale alle componenti RSU e dirigenti RSA, anche tenendo conto delle evoluzioni delle relazioni sindacali, concordano sulla necessità di fornire i componenti RSU e dirigenti RSA di un numero congruo di permessi sindacali; a tal fine le ore che saranno dedicate per ciascuna struttura alberghiera all’incontro sindacale annuale verranno escluse dal computo delle ore e permessi sindacali spettanti a ciascun componente di RSU e/o dirigente di RSA.

Le parti concordano inoltre di aumentare le ore di assemblea sindacali fino ad un massimo di 15 ore annuali.

Art. 3 CONGEDO DI PATERNITA’
Le parti, nel comune intento di agevolare le politiche a sostegno della maternità e paternità, concordano di riconoscere al padre lavoratore 2 giorni continuativi di permesso straordinario retribuito alla nascita di ciascun figlio entro 90 gg dall’evento e previa comunicazione al datore di lavoro. Al rientro in servizio il padre lavoratore produrrà opportuna certificazione di nascita.

Art. 4 RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA
Le Parti concordano nel valore della prevenzione quale elemento principale del sistema complessivo di promozione della salute e sicurezza degli ambienti di lavoro. Pertanto, in attesa che il CCNL dell’Industria Turistica regolamenti e recepisca detta materia armonizzandola alle esigenze specifiche del settore e tenuto conto dell’Accordo Interconfederale 22 giugno 1995, stabiliscono di innalzare il monte ore di permessi spettanti al RLS per l’assolvimento dei compiti previsti dall’art. 50 D.Lgs 81/2008 T.U. (così come integrato e corretto dal D.Lgs. 106/2009) da 40h a 48h.

ART. 5 PREMIO DI RISULTATO
Le Parti, alla luce di quanto previsto dall’art. 23 del vigente CCNL, hanno individuato un sistema premiante che favorisca la partecipazione ed il coinvolgimento dei lavoratori ai processi di sviluppo ed ai risultati dell’Azienda, conseguenti al miglioramento della sua posizione di competitività sul mercato.

Pertanto per il periodo di validità del presente accordo sarà corrisposto a ciascun dipendente un premio di risultato calcolato sulla base dello schema di cui all’allegato A.

Il premio di risultato sarà erogato secondo le modalità specificate nei seguenti punti A, B, C e D.

Il dettaglio degli obiettivi e dei parametri sono descritti nei punti che seguono.

Vengono individuati i seguenti obiettivi che contribuiscono, ciascuno in relazione al peso assegnato e alla scala di scostamento dagli obiettivi individuati, alla determinazione e alla conseguente erogazione del Premio di Risultato.

Le Parti ritengono idonei al raggiungimento degli obiettivi indicati, i seguenti indicatori:

1) REDDITIVITA’
2) RICAVI
3) COSTI
4) QUALITA’
5) MISTERY GUEST
5) CLIMA LAVORATIVO

B) PARAMETRI

I parametri di riferimento sono: l’utile lordo di gestione (GOP) calcolato a livello di ogni unità alberghiera, a livello nazionale e a livello internazionale, tenendo conto esclusivamente delle spese di gestione per ogni singolo livello, i ricavi camere e i ricavi del reparto Food and Beverage (meeting&congress).
Ai fini del presente premio si tiene conto dell’utile lordo di gestione rappresentato in percentuale sui ricavi. Il peso assegnato al GOP Melia Hotels International è pari al 5%; il peso assegnato al GOP Melia Hotels Italy è pari al 5%; il peso assegnato al GOP dell’hotel è pari al 20%.
·RICAVI

I parametri di riferimento sono: i ricavi camere e i ricavi food and beverage calcolati a livello di ogni unità alberghiera. I ricavi camere e food and beverage vengono valutati in funzione dei ricavi previsti a budget. Il peso assegnato ai ricavi camere è pari al 10%. Il peso assegnato ai ricavi food and beverage (meeting&congress) è pari al 10%.

I parametri di riferimento sono i costi sostenuti da ogni unità alberghiera tenendo conto esclusivamente delle spese di gestione per ogni singolo livello. I costi vengono valutati in funzione dei costi previsti a budget. Il peso assegnato all’obiettivo dei costi è pari al 10%.

Il risultato di qualità è determinato dalla rilevazione dei dati derivanti dai questionari di qualità compilati on-line dalla clientela. I dati dei questionari di qualità vengono elaborati secondo un sistema informatico automatico predisposto dalla Direzione Generale della Compagnia per tutti gli hotel e vengono comunicati periodicamente con frequenza mensile dalla medesima. Tali dati non possono in nessun modo essere modificati dai singoli hotel. Il peso assegnato al risultato dei questionari di qualità è pari al 20%.

Il risultato del Mistery Guest è determinato dall’indagine annuale svolta da una società esterna alla Compagnia che elabora il risultato comunicando alla Direzione Generale l’esito dell’indagine. Il risultato dell’indagine non può in nessun modo essere modificato dai singoli hotel. Il peso assegnato al Mistery Guest è pari al 10%.

Il risultato di clima lavorativo è determinato dalla rilevazione dei questionari che annualmente vengono compilati in forma anonima da parte di tutti i dipendenti dell’hotel. Tali questionari vengono inviati ad una Società esterna alla Compagnia che li elabora comunicando alla Direzione Generale l’esito dell’indagine. Il risultato dell’indagine non può in nessun modo essere modificato dai singoli hotel. Il peso assegnato al clima lavorativo è pari al 10%.

La corresponsione del premio, come sopra definito, avverrà come segue.

Il premio di risultato si intende con valori uguali per tutti i lavoratori cui si applica, e verrà erogato solo ed esclusivamente sulla base delle effettive giornate di reale presenza fisica sul lavoro. A tale fine si definisce la quota giornaliera del premio assumendo l’indice convenzionale mensile di cui all’art. 107 del CCNL vigente e quindi 26 giorni al mese. Pertanto, la quota giornaliera si ricava dividendo l’importo totale del premio da erogare per 312 (26 gg per 12 mesi). L’importo totale del premio sarà ridotto di tante quote giornaliere quanti sono i giorni di assenza nell’anno cui il premio si riferisce, ad esclusione di: ferie, rol, riposi compensativi, permessi sindacali retribuiti, maternità obbligatoria e permessi per legge 104/92 e permessi per congedo di paternità di cui all’art. 3 del presente accordo.
I dati necessari per il calcolo delle presenze secondo i criteri come sopra indicati saranno elaborati sulla base delle registrazioni effettuate sul Libro Unico del Lavoro. Le Parti dichiarano che gli eventuali importi erogati sono variabili e non predeterminabili, essendo gli stessi strettamente correlati ai risultati conseguiti dall’Azienda nella realizzazione di programmi, concordati tra le parti, aventi come obiettivo incrementi di produttività e di redditività, miglioramenti della competitività e dell’efficienza organizzativa.
Le Parti convengono che il presente premio di risultato venga definito in senso omnicomprensivo, in quanto in sede di definizione dell’importo si è tenuto conto di ogni incidenza.
L’importo di partenza minimo definito per il calcolo del premio di risultato è pari a € 240,00 (duecentoquaranta/00)
Pertanto, sono esclusi da ogni ricalcolo retributivo e non concorrono agli effetti di alcun istituto contrattuale diretto, indiretto e/o differito, ivi compreso il TFR.
Le Parti convengono che il Premio di Risultato, avendo le caratteristiche della totale variabilità e indeterminabilità, rientri nel regime di decontribuzione dei premi di risultato, disciplinato dall’art. 3 del d.l.14.6.1996, n.318, convertito, con modificazioni nella legge 29.7.1996, n. 402 e dall’art.1, commi 67 e 68 L.247/2007 nonché dall’art.53 del d.l.n.78 del 31 maggio 2010, convertito con modificazioni nella legge.30.7.2010 n.122 e dall’art. 1, c. 47, Legge 13 dicembre 2010, n. 220, e, con particolare riferimento agli aspetti fiscali e alla relativa detassazione, il premio stesso sia conforme, per il 2011, a quanto stabilito dallo stesso articolo 53 del d.l.n. 78 del 31 maggio 2010, convertito con modificazioni nella l.30.7.2010 n.122 e dall’art. 1, c. 47, Legge n. 220 del 2010 in materia di “imposta sostitutiva del 10% sulle componenti accessorie della retribuzione corrisposte in relazione a incrementi di produttività”, così come precisato anche dall’Agenzia delle Entrate congiuntamente con il Ministero del Lavoro con la circolare n. 3/E del 14 febbraio 2011 e le successive. Tale conformità viene riconosciuta dalla Parti anche per l’anno 2012, in relazione a quanto previsto dall’art.33, comma12 della l.12.11.2011 n.183, in attuazione dell’art.26 del decreto legge 6 luglio 2011 n.98, convertito con modificazioni in l.15.7.2011 n.111 e per gli anni successivi di vigenza del presente accordo, in forza di eventuali altre analoghe disposizioni di legge finalizzate a prorogare le misure sperimentali per incrementare la produttività del lavoro."

Art. 6 – VALIDITA’ DI APPLICAZIONE. DECORRENZA E DURATA

Il presente contratto integrativo si applica alle unità alberghiere del SOL MELIA’ ITALIA attualmente presenti e alle future aperture gestite direttamente dalla Società.
Nel caso di aperture in franchising o management le Parti si incontreranno per verificare l’applicazione del presente CIA a tali strutture.
Il presente contratto integrativo aziendale ha durata triennale:
Decorre dal …………… 2012 e scadrà il ……… 2014 e avrà efficacia fino al rinnovo dello stesso.
Il presente accordo è immediatamente operativo dalla data di sottoscrizione, dalla quale decorrono anche tutti i termini di legge.

Art. 7 – DISPOSIZIONI FINALI

Le Parti convengono che, con la stipula del presente accordo, è stata assolta la contrattazione di secondo livello nei termini e nei modi previsti dal vigente CCNL dell’Industria Turistica.

Letto, confermato e sottoscritto.

L’AZIENDAFILCAMS-CGIL nazionale

Roma, 03 gennaio 2012

Testo unitario

il giorno 21 dicembre 2011 è proseguita la trattativa con la Direzione di Sol Melià Italia srl per la stipula del contratto integrativo.

La trattativa è continuata su una bozza d’ipotesi d’accordo presentata dalla Direzione Aziendale e il lavoro svolto è stato quello di apportare correzioni e integrazioni per rendere tale bozza più vicina a un’ipotesi d’accordo.

Anche in questa sessione di trattativa uno dei maggiori punti di discussione è stato quello sulla distribuzione dell’orario di lavoro settimanale, con la proposta aziendale di applicare una diversa distribuzione più consona alle esigenze aziendali rigettando per l’ennesima volta la richiesta delle lavoratrici e lavoratori di applicare il cosiddetto regime del 5+2 (5 giorni di lavoro + 2 di riposo). Come già chiarito nelle precedenti trattative, a fronte dell’impossibilità di trovare una soluzione condivisa, l’unica soluzione è quella di rimandare alla disciplina prevista dal CCNL.

Per quanto riguarda il tema delle terziarizzazioni la Direzione Aziendale, dietro il suggerimento di Assolombarda, ha dichiarato di non poter recepire il Protocollo sugli Appalti in quanto la materia non è mai stata affrontata in alcun contratto integrativo; è stato fatto osservare che l’affermazione è pretestuosa in quanto la disciplina delle terziarizzazioni viene correntemente normata nei CIA delle varie catene alberghiere; a fronte di questo la Società si è resa disponibile a verificare ulteriormente la materia. Una nota molto positiva è la disponibilità ad allargare la platea cui riconoscere il premio di produttività, includendo anche le lavoratrici e lavoratori degli appalti.

Sempre in tema di Premio di Produttività, riscontriamo una disponibilità economica inferiore rispetto alle aspettative della delegazione sindacale, senza che ci sia alcun riconoscimento per gli anni 2010 e 2011. L’unica disponibilità aziendale in tal senso è di verificare ulteriori, seppur limitate, quantità economiche per l’anno in corso e di prevedere sin d’ora somme maggiori per il futuro.

Inoltre, prima del prossimo incontro, dovranno essere effettuate alcune verifiche in merito a una formulazione accettabile dalle parti sul tema della riservatezza dei dati forniti dall’azienda e su una formulazione del capitolo della Salute e Sicurezza, ciò a fronte di un’impostazione originaria che pone dubbi sui doveri che sono posti in capo all’Azienda e quelli in capo alle lavoratrici e lavoratori.

Considerato che la trattativa si sta avviando verso la chiusura, riteniamo che prima del prossimo incontro sia utile convocare un coordinamento unitario dei delegati e delle strutture; pertanto il Coordinamento è convocato per mercoledì 18 gennaio alle ore 10.30 presso il CE-MU – Centro Multiservizi della Filcams Cgil, Viale Glorioso, 11 – Roma, mentre la trattativa avrà inizio alle ore 13.00 presso la stessa sede.

p. La Filcams CGIL Nazionale

(Massimo Frattini)

Roma, 17 novembre 2011

Testo unitario

il giorno 11 novembre 2011 è proseguita la trattativa con la Direzione di Sol Melià Italia srl per la stipula del contratto integrativo.
Vi informiamo che dall’ultimo incontro ad oggi è variato il perimetro aziendale: a fronte di un lodo arbitrale è stato restituito l’albergo di Verona al proprietario dato che Sol Melià ne aveva solamente la gestione, successivamente è stata rilevata la gestione, da una procedura fallimentare, di una struttura a Genova.
Sui principali temi affrontati, oggetto della piattaforma: orario di lavoro, le terziarizzazioni e premio di risultato.
Orario di lavoro: come già comunicato nelle precedenti circolari l’attuale distribuzione settimanale dell’orario di lavoro, che vede alcuni reparti praticare il regime del 5+2 e in altri quello delle 6h40’ per 6 giorni, è stata oggetto di contestazione da parte delle lavoratrici e lavoratori e la richiesta in piattaforma è stata quella di armonizzare i trattamenti, estendendo a tutti i reparti il regime del 5+2; in tutti gli incontri la Direzione ha affermato di ritenere funzionale i regimi di orari applicati, pertanto evitando di dare qualsiasi risposta in merito alle richieste sindacali; nel corso dell’ultimo incontro si è convenuto che per i reparti in cui attualmente è in vigore la distribuzione dell’orario settimanale su 6 giorni verrà applicata la normativa prevista dal CCNL.
Terziarizzazioni: come convenuto nel corso dei precedenti incontri abbiamo formulato una bozza di protocollo per la gestione dei processi di terziarizzazione che per larghi tratti riprende il Contratto Integrativo del Turismo di Roma; questa bozza prevede una gestione più puntuale e precisa della procedura di terziarizzazione garantendo alle lavoratrici e lavoratori sul mantenimento dei trattamenti integrativi nel momento della terziarizzazione e della garanzia del mantenimento del posto di lavoro in caso di cambio della società appaltatrice o di reinternalizzazione del servizio appaltato. Nel corso dell’incontro la società ci ha comunicato che per i reparti in appalto sta valutando l’opportunità di avvalersi di un unico general contractor e che tale modalità gestionale potrebbe essere attuata a partire dal 2012
Premio di risultato: il premio avrà 2 indici comuni a tutti i lavoratori, uno legato all’andamento dell’intera compagnia e uno legato all’andamento degli alberghi italiani, e una parte che misura la produttività e la qualità dei reparti del singolo albergo; abbiamo motivato l’impossibilità di sottoscrivere un meccanismo che preveda una differenziazione del premio all’interno della stessa struttura, legata al rendimento del singolo reparto e richiesto di valutare successivamente quale peso dare a ciascun indicatore. Prima del prossimo incontro la Direzione ci invierà la bozza contenente gli obiettivi e gli importi legati a ciascun obiettivo.
Come anticipato, prima del prossimo incontro la Direzione Aziendale ci farà pervenire una bozza del CIA affinchè il prossimo incontro possa essere utile a definire gli ultimi punti e arrivare alla firma dell’Ipotesi di Accordo.
Il prossimo incontro è fissato per venerdì 2 dicembre alle ore 10.00 presso l’Hotel Melià Roma Aurelia Antica, Via degli Aldobrandeschi, 223 – Roma.

p. la Filcams Cgil Nazionale
Massimo Frattini

Roma, 30 giugno 2011

Testo unitario

il 20 giugno 2011 è proseguita presso l’albergo di Roma, la trattativa con la Direzione del Sol Melià Italia srl per la stipula del contratto integrativo.
E’ stato presentato, dalle OO.SS., un nuovo testo riguardante le “Relazioni Sindacali” che, a parte la necessità aziendale di riflessione su un paio di temi, è stato accettato: su questo tema registriamo l’opposizione a sostenere i costi di trasporto per il coordinamento dei delegati, e la disponibilità a provvedere ai pasti.
L’azienda ha presentato e illustrato una bozza di premio; il meccanismo prevede la suddivisione dell’albergo in 2 macroaree (Housekeeping e Banqueting) e ciascuna di queste aree concorre a formare un unico premio di produzione su un impianto basato su 8 parametri: un parametro legato al GOP e gli altri 7 si riferiscono a diversi indici sulla qualità. Pur facendo rilevare un elevato peso della qualità rispetto alla produttività, abbiamo convenuto di organizzare un incontro tecnico fra i delegati e la direzione del personale per l’illustrazione e la spiegazione degli indicatori basati sulla qualità; siccome la Direzione ha più volte sostenuto che questi indicatori sono gli stessi utilizzati da tutta la compagnia per misurare il livello di qualità e sono stati spiegati nel corso delle riunioni mensili con le lavoratrici e lavoratori pertanto l’incontro tecnico si rende necessario se c’è l’adeguato grado di comprensione da parte dei delegati e se questi sono facilmente misurabili.
Per quanto riguarda le terziarizzazioni ci siamo impegnati a formulare un protocollo sul tema per il prossimo incontro.
E’ stato trattato nuovamente il tema degli orari di lavoro, che vede una difficoltà aziendale nel fornire una risposta in merito alle nostre richieste: l’applicazione di una distribuzione dell’orario giornaliero come previsto dal CCNL (5 giornate e mezza di lavoro) o il ritorno al sistema del 5+2 (5 giorni di lavoro e 2 di riposo) al posto di quanto in vigore ora, cioè 6 giorni per 6h40’. L’azienda si è riservata di fare ulteriori valutazioni in merito all’attuazione delle nostre proposte.
Il prossimo incontro è fissato per martedì 12 luglio alle ore 10.00 presso l’Hotel Melià Roma Aurelia Antica, Via degli Aldobrandeschi, 223 – Roma.

p. la Filcams Nazionale
M. Frattini

Oggetto: Sol Melià – circolare esito incontro 21 marzo 2011

Testo unitario

il 21 marzo 2011 si è svolto il quarto incontro con la Direzione del Sol Melià Italia srl per proseguire la trattativa del primo contratto integrativo.
L’azienda ha confermato la disponibilità a riconoscere un permesso retribuito di 3 giorni in occasione della nascita di un figlio, ribadendo il concetto che è un costo aggiuntivo del quale si dovrà tenere in considerazione nella definizione del premio.
Per quanto riguarda la richiesta di aumentare i permessi per il Rappresentante alla Sicurezza, l’azienda non si è dimostrata contraria in linea di principio e ha dichiarato di voler concedere ulteriori permessi se si rendessero necessari.
Si è poi passati ad affrontare due importanti capitoli della piattaforma: organizzazione del lavoro e terziarizzazioni; per gli orari di lavoro attualmente vige la consuetudine di adottare un orario di lavoro spalmato su sei giornate lavorative; inoltre si è appreso che le mansioni del facchino di notte vengono svolte solo da due addetti, i cui turni sono bisettimanali con un solo giorno di riposo; nel corso della discussione si è convenuto di verificare la disponibilità del reparto piani a mutare l’orario di lavoro su cinque giornate e mezza, per renderlo conforme al CCNL, posta l’impossibilità di adottare un orario su cinque giorni per l’indisponibilità aziendale. Per quanto riguarda i facchini di notte, le OO.SS. formuleranno una proposta di turnazione basata su cinque giorni di lavoro e due di riposo per permettere loro un effettivo periodo di riposo data l’evidente difficoltà della mansione.
Sul tema delle terziarizzazioni abbiamo segnalato la necessità di una regolarizzazione dei quanto avviene nelle strutture, specialmente in quella di Roma, alla luce di segnalazioni di lavoratori che effettuano orari di servizio oltre i limiti di legge e di mancata applicazione del CCNL del Turismo. Su questo tema la Direzione aziendale ha dimostrato una particolare sensibilità nel voler affrontare il problema con le OO.SS..
Infine, trattando il tema dei diritti sindacali, ci siamo impegnati ad formulare una proposta scritta per la richiesta di aumento delle ore di assemblea e di permessi sindacali.
Nella volontà reciproca di arrivare alla definizione del contratto integrativo in tempi rapidi, si è convenuto di concordare due giornate di trattativa a distanza ravvicinata. Gli incontri sono fissati per giovedì 7 Aprile e Mercoledì 13 aprile entrambi alle ore 10.00 presso l’Hotel Melià di Roma.

p. La Filcams CGIL Nazionale
Massimo Frattini