Category Archives: Saba Italia

Roma 23/01/2017

in data 16 gennaio scorso è stato raggiunto l’accordo integrativo aziendale con le società in oggetto, superando così la fase di transizione di dodici mesi concordata a fine 2015 a seguito degli accordi di armonizzazione per il cambio del CCNL di riferimento, dagli ausiliari del traffico al terziario, distribuzione e servizi Confcommercio.
L’accordo pertanto, oltre al superamento della fase transitoria, prevede l’istituzione dell’istituto della reperibilità, che viene retribuito ai lavoratori con 70 euro per ogni turno di reperibilità, e del "decoro", anch’esso retribuito con 70 euro per ogni turno.
Viene disciplinato inoltre l’istituto della trasferta, creata la banca ore per la gestione delle ore straordinarie e concordata la pianificazione di ferie permessi retribuiti.
Per quinto riguarda i premi di produttività non essendo mai stato raggiunto un accordo nazionale di secondo livello le parti hanno concordato di verificare durante il 2017 le condizioni per il raggiungimento di un accordo in tal senso.
In tale incontro è stato definito anche l’accordo quadro nazionale per l’installazione e l’utilizzo degli impianti di videosorveglianza nelle unità produttive. Sulla base di questo saranno interessati i singoli territori e i singoli luoghi di lavoro per la discussione e la firma del necessario accordo locale, invitiamo quindi a fare le assemblee sui luoghi di lavoro.

P.Filcams CGIL Nazionale
Coordinatore delle Politiche Globali
Gabriele Guglielmi

Link Correlati
     Ipotesi Accordo Aziendale 16/01/17
     Accordo Videosorveglianza 16/01/17
     Accordo Aziendale 16/01/17

Filcams-CGIL
Fillea – CGIL
Filt-CGIL

Fisascat- CISL
Filca-CISL
Fit-CISL
Uiltucs
Feneal-UIL
Uiltrasporti
Comunicato ai lavoratori
SABA Italia sPA

La seconda riunione in sede sindacale, prevista dalla procedura di mobilità per il personale di SABA Italia ha prodotto risultati molto negativi:

·non è stata fatta nessuna apertura alle richieste sindacali di revoca degli esuberi dichiarati, ma persiste l’impostazione di considerare il fattore lavoro come unica voce da tagliare;

·siamo e rimarremo sempre contrari alla logica dell’affettatrice;

·ne’ tanto meno si è voluti entrare nel merito delle convenzioni definite con le pubbliche amministrazioni per poter verificare possibili strade alternative al licenziamento;

·inoltre, l’esposizione relativa al piano industriale è apparsa lacunosa e poco convincente, mancano i dati relativi al costo del personale riferito ai dirigenti e ai consulenti esterni.

A fronte della gravità della situazione e in assenza di alternative valide, le Organizzazioni sindacali dichiarano lo stato d’agitazione a livello nazionale e se il 30 maggio non vi saranno novità sostanziali, saranno messe in campo tutte le iniziative ritenute necessarie per la salvaguardia e la difesa di tutti i posti di lavoro.

Le Segreterie Nazionali

Roma, 28 maggio 2013

Roma, 3 maggio 2013

in data 29 aprile us si è tenuto presso la Confcommercio Naz. il previsto incontro con l’azienda SABA. Come potete leggere dall’allegato alla presente si è concordato di rinviare, dopo ampia discussione tra le parti, al prossimo 27 di maggio 2013 alle ore 15.00 sempre presso a Confcommercio di Piazza Belli in Roma.
Infatti, dopo una presentazione della procedura e della situazione contingente da parte della dirigenza aziendale assistita per l’occasione da rappresentanti datoriali e consulenti tecnici, l’unica cosa sulla quale ci si è trovati concordi è stata di aggiornare la riunione. Da parte delle OO.SS. è stato fatto presente all’azienda tutta una serie di problematiche legate ad esempio a relazioni industriali molto frammentate e sfuggevoli, una gestione aziendale discutibile e dedita anche talvolta a spreco delle risorse che potrebbero essere meglio impiegate, ruolo delle consulenze e delle terziarizzazioni in atto da parte aziendale.
Come Filcams abbiamo mostrato all’azienda anche la lettera che il Sindaco di Cosenza ha inviato nei giorni scorsi all’azienda e nella quale contestava la riduzione del personale anche in considerazione del contratto sottoscritto a suo tempo e del rapporto del numero dei dipendenti con i posti auto in concessione.
L’azienda ha risposto di non avere la stessa opinione ma si è detta comunque disponibile ad un confronto di merito, anche in sede territoriale. Invitiamo pertanto tutte le strutture che potrebbero trovarsi nella medesima situazione a segnalarcelo.
Inoltre, allo scopo di avere un quadro più chiaro della reale situazione, a breve le tre OO.SS. di categoria coinvolte nella procedura (per la CGIL sono Filcams, Filt e Fillea) faranno pervenire all’azienda una lettera unitaria con la richiesta dei dati disaggregati del personale dipendente e dei relativi CCNL, le linee di business aziendali, gli ultimi tre bilanci d’esercizio ed il piano industriale.
Alla fine di questo percorso le OO.SS. hanno concordato di incontrarsi a livello nazionale il prossimo 20 maggio alle ore 15.00 presso la sede della Fillea/Filt naz. di Via Morgani in Roma e poi in plenaria il 27 maggio alle ore 11.00 presso Via Anamari 20 in Roma, prima del previsto incontro delle 15.00 con l’azienda presso la Confcommercio naz. Inoltre, sempre nella stessa sede, in data 30 maggio p.v. è stato già concordato un ulteriore incontro con l’azienda in prossimità della scadenza dei termini della procedura.

Vi faremo sapere tutti gli ulteriori sviluppi nei prossimi giorni.


p. la Filcams Nazionale
A. Ferrone

- Verbale di rinvio 29/04/2013