Category Archives: Publikompass

TESTO UNITARIO

Care/i compagne/i,

Il 15 settembre scorso è stato siglato l’accordo con Publikompass in merito alla procedura di mobilità aperta dall’azienda il 9 settembre, conseguenza dell’impossibilità di ottenere una proroga della CIG in deroga, in essere fino al 31 agosto scorso, in seguito ai nuovi criteri di concessione di cui al decreto interministeriale del 1 agosto 2014.

Le filiali coinvolte sono Arese, Roma, Padova, Milano, e Sanremo, tutte cessate o in cessazione, per un totale di 55 dipendenti. I termini dell’accordo, che trovate in allegato assieme all’accordo di intesa economica dell’incentivo, prevedono le stesse modalità della precedente procedura chiusa il 4 agosto scorso e che era stata limitata per le filiali centro-sud di Publikompass. E’ prevista la possibilità di adesione volontaria alla collocazione in mobilità con incentivo entro il 22 settembre prossimo, in alternativa l’azienda applicherà i criteri di legge. Per i lavoratori che aderiscono, sono previste specifiche per quanto riguarda la copertura del periodo dal 31 agosto alla cessazione del rapporto e viene confermata la possibilità di procrastinare la cessazione del rapporto di lavoro, a parità di costo per l’azienda, in funzione del raggiungimento di condizioni più favorevoli dal punto di vista previdenziale.

Cari saluti


p. la Filcams Cgil Nazionale

                          Luca De Zolt

All. 2- Verbale accordo mobilita’ e verbale accordo incentivo 15-09-2014

Roma, 7 agosto 2014

Testo Unitario

Il 4 agosto scorso è continuato il confronto con Publikompass in merito alla procedura di mobilità avviata per 84 dipendenti. La situazione, alquanto complessa, vedeva i dipendenti delle filiali di Agrigento, Bologna, Catania, Catanzaro, Cosenza, Firenze, Lecce, Messina, Napoli, Palermo, Reggio Calabria, Trapani (“gruppo A”) terminare il periodo di CIG in deroga al 31 agosto e senza possibilità di ulteriore proroga essendo la CIG in deroga decorsa da gennaio 2014 per complessivi 8 mesi, mentre i dipendenti delle filiali di Arese, Milano, Padova, Roma, e Sanremo (“gruppo B”) era potenzialmente possibile utilizzare un ulteriore periodo di 3 mesi di CIG in deroga, in quanto al 31 agosto risultano averne goduto per complessivi 5 mesi. In più, per i dipendenti del “gruppo A” il termine della messa in mobilità era il 30 ottobre 2014, mentre per i dipendenti del “gruppo B” il periodo di messa in mobilità era terminato al 30 giugno 2014. Per ambedue il criterio esclusivo era la non opposizione. Dopo un lungo e complesso confronto si è convenuto su un accordo che prevede l’applicazione della procedura di mobilità aperta il 15 luglio scorso solo per i 29 dipendenti del “gruppo A” (avendo finito ogni forma di ammortizzatore sociale) con il criterio della non opposizione fino al 31 agosto e successivamente applicando i criteri di legge, mentre ne vengono esclusi tutti i dipendenti del “gruppo B”. Si è previsto che, al fine di permettere di raggiungere le condizioni migliori previste per l’ASPI dal 2015, o per la maturazione dei requisiti per la quiescenza, sia possibile concordare con l’azienda la data di fine rapporto entro il 31 marzo 2015, scalando il periodo successivo al 31 agosto 2014 in quota parte sull’incentivo all’esodo determinato dallo specifico accordo a latere. Per i dipendenti del “gruppo B” si è previsto che l’azienda procederà alla richiesta di CIG in deroga (ma, alla luce del recente decreto attuativo in materia, la concessione appare non possibile), garantendo comunque gli stessi criteri economici e normativi del “gruppo A”. Rimandando ad una attenta lettura degli accordi (in allegato) per una maggiore comprensione in merito, vi inviamo cordiali saluti.

p. la Filcams Cgil Nazionale

Luca De Zolt

All. 2

Verbale di accordo mobilità 04/08/2014

Accordo intesa economica 04/08/2014

Roma, 16 aprile 2014

Testo Unitario

Si è tenuto il 7 aprile u.s. l’incontro concordato con Publikompass al fine di individuare un incentivo economico pet il piano di gestione degli esuberi definito negli accordi sottoscritti in sede ministeriale e relativi alle due procedure di licenziamento collettivo avviate dalla società a ottobre 2013 e a gennaio 2014.

La società non ha avanzato proposte significative rispetto all’incentivo all’esodo, fermandosi ad un massimo di 6 mensilità (ordinarie), e non ha messo in campo ulteriori disponibilità rispetto a iniziative di outplacement e ricollocazioni.

Come OO.SS. ci siamo dichiarati insoddisfatti delle proposte aziendali e abbiamo ricordato all’azienda che la chiusura delle sedi di Pk deriva, oltre che dall’innegabile contesto di crisi, da un disegno di riorganizzazione delle attività sul settore da parte degli azionisti, con responsabilità da parte del gruppo FIAT. Abbiamo quindi chiesto un rinvio della discussione e un aumento delle risorse aziendali o del gruppo da impiegare in una gestione meno traumatica della pesante operazione di riduzione del personale messa in atto.

L’azienda si è invece detta disponibile alla nostra richiesta di integrare con anticipi del TFR il reddito dei lavoratori in CIGS a zero ore. Gli anticipi verranno quindi erogati, su richiesta dei dipendenti, fino al raggiungimento dalla retribuzione mensile che sarebbe spettata in attività.

Il prossimo incontro è fissato per il giorno 5 maggio alle ore 11.00 a Roma presso la sede della Fisascat Nazionale, in via dei Mille 56.

p. la Filcams Cgil Nazionale
Luca De Zolt

Roma, 4 marzo 2014

                                                     
Testo Unitario

Si è svolto in data 27 febbraio l’incontro con la società PubliKompass previsto nell’ambito della fase sindacale della procedura 223/91 avviata dall’azienda.

Nel corso dell’incontro non sono emerse novità aggiuntive rispetto al confronto già svolto. L’azienda conferma la disponibilità a richiedere la CIG in deroga per i lavoratori coinvolti dalla procedura di mobilità nelle modalità di concessione che saranno definite in sede ministeriale.

L’incontro esaurisce la fase sindacale, pertanto restiamo in attesa di convocazione da parte del Ministero del Lavoro, convocazione di cui sarete prontamente informati.

     p. La Filcams Cgil
     Luca De Zolt

Roma, 13 gennaio 2014



Testo Unitario

si è tenuto il giorno 9 gennaio u.s. l’incontro con la società Publikompass spa presso il Ministero del Lavoro per l’esperimento della procedura ex dpr 218/2000 per la concessione della Cig in deroga come previsto dall’accordo sottoscritto in sede ministeriale il 18 dicembre 2013.

Introducendo l’incontro il Ministero ha informato che, in assenza del decreto interministeriale sui criteri di concessione della Cig in deroga le stesse possono essere concesse fino al 31 marzo 2014. Ovviamente chiederemo, come organizzazioni sindacali, di essere riconvocati prima di questa data nella speranza che il confronto governo – parti sociali porti ad una copertura della deroga per tutto il 2014.

L’azienda ha confermato i motivi della riduzione del personale alla base della procedura di licenziamento collettivo conclusa il 18 dicembre scorso, ha inoltre dichiarato che 28 dipendenti facenti parte dell’esubero hanno manifestato la propria non opposizione alla messa in mobilità, come previsto dall’accordo sottoscritto in tale data.

Poiché la sede di Perugia continuerà l’attività nel periodo di concessione della Cigs, i 4 lavoratori occupati presso tale sede ne sono stati esclusi.

L’azienda si riserva di richiedere il trattamento per i lavoratori della sede di Perugia in eventuali prossimi periodi di prosecuzione della Cig in deroga.

Come OO.SS. abbiamo chiesto tutele per i 55 lavoratori rimasti in esubero, pertanto è stato sottoscritto verbale di accordo per Cig in deroga fino al 31 marzo 2014.
I lavoratori delle sedi interessate saranno sospesi a zero ore.

Abbiamo chiesto che l’azienda si impegni per la ricollocazione dei lavoratori con trasferimenti, ricollocazione presso aziende collegate o terze, impegno inserito in accordo.

Vi anticipiamo che la Pk ha avvitato nuova procedura di licenziamento collettivo riguardante i lavoratori di altre sedi aziendali sulla quale procederemo alla richiesta di esame congiunto.

Vi terremo, quindi, informati sui prossimi appuntamenti.

p. la Filcams Cgil Nazionale
Luca De Zolt

- verbale accordo 9 gennaio 2014