Category Archives: Maia-Due

COMUNICATO SINDACALE UNITARIO

Le scriventi Segreterie Nazionali, congiuntamente alle RSA e RSU della MAIA DUE S.p.A., esprimono la loro più profonda preoccupazione in merito alla mancanza di comunicazioni e di informazioni relative all’eventuale offerta che la Società Tesa avrebbe dovuto far pervenire sia al Commissario Liquidatore della MAIA DUE S.p.A. che alla proprietà stessa, relativamente ad il suo eventuale interessamento a MAIA DUE, cosi come comunicatoci durante l’incontro tenutosi presso la sede dell’Azienda in data. 16.10.2008.
Le scriventi ritengono incomprensibile tale atteggiamento e sottolineano con forte apprensione il protrarsi di una fase di incertezza e di immobilismo che non aiuta a trovare una giusta soluzione alla delicata situazione aziendale che necessita invece di tempi brevi e soluzioni definite.
Come OO.SS. Nazionali , Territoriali e Aziendali, da tempo diamo la nostra totale disponibilità a favorire tutte quelle soluzioni capaci di garantire i posti di lavoro esistenti nonché il prosieguo delle attività di un’azienda che gode ancora di forte stima e credibilità in tutti i territori dove essa opera. A conferma di ciò anche nel corso dell’ultima riunione con MAIA DUE abbiamo confermato la Nostra disponibilità ad incontrare i vertici aziendali di quelle società che ufficialmente comunicano il loro interesse verso l’Azienda, disponibilità che ribadiamo anche attraverso il presente comunicato.
Le Scriventi OOSS, al fine di sollecitare i vertici aziendali ad accelerare il percorso individuato in sede di incontro sindacale e per sottolineare la gravità della situazione proclamano per la giornata di domani 22.10.08. un’assemblea permanente in tutte le sedi territoriali Aziendali per l’intera giornata nonché una giornata di sciopero per giorno 23.10.2008, per protestare contro il mancato sblocco della vertenza, fermo restando la disponibilità a revocare tali decisioni in presenza di nuove ed ufficiali comunicazioni da parte dell’Azienda atte a modificare l’attuale situazione.

Roma 21 -10 – 2008
Le Segreterie Nazionali

FILCAMS-CGIL FISASCAT-CISL UILTUCS-UIL

COMUNICATO SINDACALE UNITARIO

Le segreterie Nazionali Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil, congiuntamente alle RSU e RSA della MAIA DUE S.p.A , esprimono le proprie forti preoccupazioni in merito alla grave e difficile situazione in cui versa la Società, preoccupazioni già espresse nel precedente comunicato sindacale. Le comunicazioni fatte da MAIA2 S.p.A. nell’incontro di oggi aumentano tali preoccupazioni presentando una situazione aziendale sempre più grave.
Come OOSS, pur in un contesto così grave e difficile,abbiamo sempre tenuto un atteggiamento serio e responsabile al fine di favorire l’individuazione di una soluzione capace di tutelare al meglio i 650 posti di lavoro dei dipendenti MAIA2 S.p.A. e il futuro delle loro famiglie. Riteniamo che lo stesso atteggiamento debba essere tenuto sia dalla Proprietà MAIA2 S.p.A. che dalla stessa CATERPILLAR
L’obbiettivo di ottenere un unico DEALER tramite un percorso controllato deve essere concretamente supportato dalla Caterpillar, in coerenza con la strategia sostenuta dalla stessa in questa lunga vertenza, attraverso un fattivo e tangibile intervento sulle parti interessate.
Gli sforzi per trovare l’accordo necessario a stabilire le condizioni per un eventuale concordato preventivo devono vedere coinvolti tutti gli attori del processo.
Oggi siamo stati messi a conoscenza che domani 25 settembre si svolgerà a Milano un incontro determinante tra i consulenti di MAIA2 S.p.A. e i rappresentanti di TESA e ci auspichiamo che Caterpillar faccia sentire il suo peso per un risultato positivo dello stesso.
Se la situazione dovesse svilupparsi verso esiti negativi sul piano della tutela del personale impiegato ci vedremo costretti a promuovere tutte le iniziative, sindacali e legali, nazionali ed internazionali, necessarie a garantire la difesa dell’occupazione per tutti i dipendenti MAIA2 S.p.A.

Roma, 24/09/2008

COMUNICATO SINDACALE UNITARIO
MAIA DUE S.p.A.

Si è svolto ieri, giorno 15.4.2008, presso la sede MAIA DUE S.p.A. l’incontro tra le scriventi Segreterie Nazionali congiuntamente alla delegazione delle RSA e la Società MAIA DUE S.p.A., rappresentata dal Presidente Dott. Trombetta, dalla Sig.ra Trucchi e dai dirigenti aziendali Dott. Pellicano. Dott. Pagliaroli, Dott.Ciarla, assistiti dal Dott. Fiorenzoni della Confcommercio di Roma.

L’incontro, così come richiesto nel corso della riunione del 19.3.2008, era necessario per effettuare una prima verifica su quanto da noi chiesto sia in sede di trattativa sindacale che attraverso la nostra comunicazione all’Azienda del 28 marzo 2008.

Più specificatamente l’Azienda, in merito alla nostra richiesta di effettuare un ulteriore verifica di disponibilità al prosieguo della trattativa con la Società TESA S.p.A., ci ha comunicato che il tentativo di riaprire il dialogo con TESA S.p.A. non ha prodotto risultati positivi e pertanto è da considerarsi definitivamente chiuso il rapporto con la sopra citata società.

Per quel che riguarda il ruolo ed il sostegno di CATERPILLAR a MAIA DUE SPA, in questa delicata fase attraversata dall’azienda, così per come sollecitato anche dalle scriventi OOSS Nazionali, l’Azienda ci ha comunicato che la scorsa settimana si è tenuto un incontro con i responsabili di CATERPILLAR per l’Italia, ai quali sono state illustrate tutte le fasi della trattativa con la società TESA spa e l’esito della stessa. Inoltre, ai dirigenti di CAT. la MAIA DUE S.p.A. ha avanzato esplicite richieste in merito al ripristino delle vecchie condizioni per l’ acquisto delle macchine in modo da consentire una più facile gestione di questa delicata fase economica che l’Azienda sta attraversando. In merito alla richiesta ricevuta i dirigenti di CATERPILLAR si sono riservati di dare a breve una risposta.

L’azienda inoltre ci ha informato che sta procedendo all’individuazione di nuovi possibili acquirenti che possano supportare il prosieguo dell’attività della MAIA DUE S.p.A.

Nel corso della riunione ci è stata comunicata la disponibilità delle Banche alla proroga degli attuali affidamenti ed altre Banche hanno dichiarato la disponibilità ad ulteriori affidamenti che consentiranno all’azienda di affrontare con una certa serenità questi prossimi mesi in attesa dell’approvazione definitiva del bilancio 2007, approvazione che avverrà nel prossimo mese di giugno a causa dei ritardi avuti per l’effettuazione della DUE DILIGENCE effettuata da TESA.

L’azienda, inoltre, ci ha illustrato alcune iniziative che metterà in campo per utilizzare al massimo tutte le opportunità che il mercato può offrire in questa fase.
A tale proposito nei prossimi giorni si terrà un apposito incontro con tutte le direzioni delle filiali.

Come OOSS Nazionali abbiamo confermato il nostro atteggiamento di forte responsabilità, assunto congiuntamente con tutte le RSA presenti alle trattative,
in questa delicata e decisiva fase, in cui sono in gioco le prospettive dell’Azienda. Abbiamo altresì chiesto all’azienda di continuare a monitorare congiuntamente tutte le varie tappe di questo difficile percorso che dovrebbe portare MAIA DUE S.p.A ad avere prospettive di sviluppo e di stabilità occupazionali certe.

Pertanto si è convenuto di effettuare un prossimo incontro di verifica , entro la prima decade di Maggio p.v.

Le Segreterie Nazionali

FILCAMS-CGIL FISASCAT-CISL UILTuCS-UIL

Roma 16.4.2008

COMUNICATO SINDACALE UNITARIO

MAIA DUE S.p.A

A seguito dell’incontro tenutosi presso la sede della MAIA di Roma giorno 19.3.2008, a suo tempo programmato per effettuare la verifica dei presupposti di cessione della MAIA DUE SPA ( ART. 47 L.428 del 29.12.90 ); le scriventi Segreterie Nazionali esprimono tutto il loro disappunto e la forte delusione in merito all’esito della Due Diligence effettuata da una Società di fiducia del Gruppo Tesa.
La valutazione non positiva della Due Diligence fatta da TESA S.p.A. di fatto impedisce il realizzarsi dell’acquisizione del ramo d’azienda di MAIA DUE S.p.A, da parte di una Newco che doveva essere all’uopo costituita e di cui TESA ne possedeva l’intero capitale sociale; così come da verbale di accordo sottoscritto in data 27 Novembre 2007 presso la stessa Confcommercio di Roma.
Come OOSS, avevamo condiviso quel percorso che se realizzato, non avrebbe comportato modifiche, sia dal punto di vista giuridico che economico e sociale. nei confronti del personale in forza a MAIA DUE S.p.A Inoltre non era stata ininfluente nella Nostra valutazione la posizione in merito, assunta dalla stessa CATERPILLAR che in più occasioni ha espresso ai vertici Aziendali MAIA il desiderio di avere un DEALER unico e a Tutti i lavoratori-dipendenti MAIA DUE S.p.A. il suo sostegno ed il suo appoggio anche a difesa del mercato del centro-sud.
Le OOSS chiedono a CATERPILLAR una fattivo sostegno in questa fase difficile che la MAIA DUE SPA sta attraversando anche nel rispetto degli oltre 55 anni di dealership che la MAIA ha sempre onorato insieme ai propri “ uomini “ con risultati più che soddisfacenti per il marchio CATERPILLAR. Oggi, alla luce di quanto comunicatoci dai vertici Aziendali della MAIA DUE S.p.A. si rende indispensabile una decisa ed incisiva azione della Proprietà ed in primo luogo del suo Presidente dott. Trombetta che deve mettere in campo i mezzi per far superare alla Società ed a tutto il suo personale questa delicata fase .
A nostro avviso non deve essere tralasciato nessun tentativo per ripristinare un dialogo costruttivo con i vertici aziendali di TESA SPA, senza sottacere l’eccessiva svalutazione; soprattutto nell’ambito dei crediti, fatta dalla Società preposta alla DUE DILIGENCE, e più complessivamente rispetto al valore reale della MAIA DUE spa, sia in termini di potenzialità di mercato che di sviluppo e di ulteriore crescita che il marchio MAIA garantisce nel territorio dove opera e ribadendo le notevoli capacità tecniche e professionali dell’organico presente in azienda.
Come OOSS Nazionali, insieme a tutti i lavoratori dipendenti della MAIADUE SPA
esprimiamo tutta la nostra preoccupazione per le prospettive aziendali e occupazionali che si prospettano nell’immediato futuro sollecitando con fermezza la proprietà tutta, il management della MAIA e la stessa CATERPILLAR a mettere in campo tutte iniziative necessarie per garantire il rilancio dell’azienda e la stabilità dei posti di lavoro esistenti. Qualora non dovessimo registrare alcun segnale positivo, fin dalla data del prossimo incontro, (già programmato per la prima metà del prossimo mese di Aprile ); le Segreterie Nazionali, in aggiunta allo stato di agitazione già in atto, attiveranno tutte le azioni di lotta opportune e necessarie a difesa dei posti di lavoro esistenti .

Roma 28.3.2008

Segreterie Nazionali

FILCAMS-CGIL FISASCAT-CISL UILTUCS

COMUNICATO SINDACALE UNITARIO

MAIA DUE SPA

Le scriventi Segreterie Nazionali,con riferimento all’incontro tenutosi giorno 27.6.2007 presso la sede Confcommercio di Roma,esprimono viva preoccupazione in merito a come sta procedendo il progetto di riorganizzazione e rilancio avviato dalla Società MAIA DUE SPA. Altrettanto ci preoccupano i dati fornitici in merito all’andamento commerciale, che fino alla data di Maggio 2007, fa registrare un segno negativo rispetto al budget previsto. L’attuazione del blocco del credito d’imposta attivato dal Governo che impedisce all’Azienda di avere la liquidità necessaria a fronteggiare serenamente questa delicata fase ed il ritardo con cui Caterpillar evade le richieste provenienti dall’Europa (e quindi anche da MAIA ),rendono l’intera vicenda ancora più difficile e preoccupante.
Come OOSS, riteniamo incomprensibile il ritardo accumulato per il completamento dell’operazione relativa all’aumento di capitale da parte del presidente dott. Trombetta, così come inspiegabile diventa la mancata definizione dell’iter relativo alla scissione MAIA-MIM, che sicuramente farà ulteriormente slittare la data di convocazione dell’assemblea dei soci a suo tempo prevista per la fine di Giugno 2007 e che probabilmente rischierà di slittare oltre la seconda decade di Luglio. Da ultimo, ma non certamente per importanza, ribadiamo ancora una volta la nostra perplessità e preoccupazione sulle mancate risposte da parte di Caterpillar. Infatti, come già evidenziato nella nostra del 28.2.2007, e nonostante le rassicurazioni della stessa, date con la comunicazione del 16.4.2007, letta dall’azienda in occasione dell’incontro sindacale dell’aprile scorso; ad oggi continua a mancare da parte di CAT. un riconoscimento ufficiale di MAIA 2 SPA, e al suo piano industriale .
Per tali gravi motivi, come OOSS riteniamo necessario proclamare lo stato di agitazione nonché l’immediata convocazione di un ulteriore incontro mentre monitoreremo costantemente la reale situazione societaria.

Roma 11.7.2007

Roma, 9 maggio 2007

COMUNICATO SINDACALE UNITARIO
MAIA DUE SPA

Le scriventi Segreterie Nazionali, in merito all’incontro tenutosi presso la Confcommercio di Roma in data 17 Aprile 2007 con i rappresentanti della società MAIA DUE SPA, ribadiscono la necessità di continuare a monitorare ulteriormente la fase di realizzazione del progetto di riorganizzazione e rilancio avviato dall’ azienda.
In primo luogo, sarà importante verificare l’avvenuto completamento dell’aumento di capitale avviato dal presidente, Dott. Trombetta, e la conseguente ulteriore verifica del Business Plan e del Piano Attuativo, sollecitando fin da ora l’azienda ad impegnarsi ulteriomente per rendere ancora più stabile e forte la “Solvency” aziendale.
Come OO.SS. prendiamo atto che l’Azienda smentisce qualsiasi voce in merito ad una presunta vendita della società ad altri Dealer e dell’avvenuta nomina da parte del Tribunale di Roma della nomina del CTU che dovrà esaminare il progetto di scissione della Società a suo tempo presentato ai Tribunale. Con l’avvenuta autorizzazione del Tribunale sarà possibile convocare l’assemblea dei soci per completare l’intero iter entro la fine di giugno 2007.
Come OO.SS. riteniamo importante che i soggetti finanziari considerino positivo il Business Plan, consentendo così all’azienda quel margine di operatività indispensabile in questa fase delicata del rilancio.
In merito alla richiesta di chiarezza da parte di Caterpillar da noi sottolineata nella comunicazione inviata all’azienda il 28 febbraio 2007, l’Azienda ha dato lettura di una comunicazione ricevuta da Caterpillar in cui la stessa assicura il suo interesse a mantenere i rapporti con tutta la clientela e le maestranze attuali di MAIA.
Nel prendere atto della comunicazione, non possiamo non rilevare come a tutto oggi Caterpillar non abbia ancora espresso alcun parere in merito al progetto a suo tempo presentato dall’azienda.
Come OO.SS riteniamo necessaria una costante vigilanza sulle prossime scadenze societarie ed anche sull’andamento dello stesso fatturato a cominciare da quello di fine maggio p.v..
Per tale motivo riteniamo necessario che la convocazione del prossimo incontro debba avvenire entro la seconda decade di giugno per avere un quadro più definito dell’intera vicenda.

p.la FILCAMS/CGIL p.la FISASCAT/CISL p.la UILTUCS/UIL
(Luigi Scarnati)(Dario Campeotto)(Marcello Gregorio)

Roma, 21 novembre 2006

Oggetto: MAIA – Verbale Accordo 20-11-2006

TESTO UNITARIO

Si è svolto ieri 20-11-2006 presso la sede MAIA Due Srl l’incontro chiesto da Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil, con la società Maia Due Srl, rappresentata da tutti i soci al fine di esaminare la situazione aziendale così come esplicitamente chiesto e voluto dagli stessi lavoratori attraverso i verbali delle Assemblee tenutesi aziendalmente e sostenuta anche da altre iniziative locali con la proclamazione dello stato di agitazione e la programmazione anche di un eventuale sciopero generale.

Questa forte iniziativa sindacale ha contribuito a sensibilizzare i soci affinché trovassero un loro accordo che consentisse alla società l’avvio di una nuova e positiva fase di rilancio.

Sulla base di quanto comunicatoci e di quanto sottoscritto nel verbale di incontro (che alleghiamo alla presente) da parte di tutti i soci consideriamo positivo il risultato raggiunto in questa prima fase e quindi sospendiamo lo Stato di agitazione già proclamato e tutte le altre iniziative previste.

La nostra attenzione resta vigile su tutte le fasi successive all’accordo che la società dovrà affrontare in attesa dell’incontro previsto per gennaio 2007 per monitorare l’andamento dell’accordo dei soci sopra citato.

Link Correlati
     Nota Esplicativa