Category Archives: LibrerieCoop

Roma, 21 marzo 2012

Oggetto:Librerie.Coop– esito inc. 20 marzo Accordi Ministero CIGS/CIG in deroga

Testo Unitario

si è tenuto in data 20 marzo presso il Ministero del Lavoro, l’incontro con Librerie Coop per la procedura di CIGS per 106 lavoratori/trici per 12 mesi e di CIG in deroga per 13 apprendisti per 9 mesi a partire per tutti dal 1 aprile 2012.
Nell’allegare i verbali sottoscritti al Ministero e quelli precedenti sottoscritti in sede sindacale, invitiamo le strutture ad attivarsi per fissare periodicamente degli incontri territoriali di verifica della procedura stessa e della rotazione.

p. La Filcams CGIL Nazionale
Alessio Di Labio

    - Accordo cassa integrazione
    - Verbale accordo 1 marzo
    - Verbale accordo 20 marzo
    - Verbale accordo 20 marzo Cig

    VERBALE DI INCONTRO

    In data 1 marzo 2012, la RSA, le Segreterie Nazionali Filcams CGIL, Fisascat CISL, Uiltucs Uil e Librerie.coop si sono incontrate presso la Sede di ACCDA ( Bologna ) allo scopo di proseguire nel confronto finalizzato all’esame congiunto per la richiesta della cassa integrazione straordinaria e in deroga a fronte della grave crisi del settore e globale che vede una contrazione della vendite del libro.

    Su richiesta delle OO.SS la società ha ulteriormente precisato il piano relativo alle tempistiche delle nuove aperture e rilocalizzazioni specificando quanto segue:

    punto vendita di Genova Carasco: termine dell’attività alla fine del mese di ottobre e riapertura nel centro commerciale di Aquilone (Genova) nel mese di novembre dell’anno corrente;

    punto vendita di Genova Sestri: termine dell’attività commerciale Balla fine del mese di ottobre e riapertura nel centro commerciale il Gabbiano (Savona) nel mese di novembre dell’anno corrente;

    apertura del nuovo punto vendita di Roma con Eataly entro il primo semestre dell’anno corrente;

    per il punto vendita di Bologna Minganti si valuteranno adeguate opportunità di rilocalizzazione da effettuarsi non prima dell’inizio dell’anno 2013.

    Librerie.coop s’impegna a riconoscere ai lavoratori interessati dalla CIGS e dalla cassa integrazione guadagni in deroga l’integrale maturazione dei ratei relativi alle mensilità aggiuntive di tredicesima e quattordicesima, nonché degli istituti contrattuali e di legge relativi a ferie, permessi retribuiti, ex festività, anche in caso di prestazione lavorativa effettiva svolta per un periodo inferiore al mese; inoltre, anche nel periodo di ricorso alla CIGS ed alla cassa integrazione in deroga, continuerà ad essere integralmente garantito ai predetti lavoratori il versamento al fondo sanitario integrativo e, se del caso vi aderissero, al fondo di previdenza complementare, del contributo riferito al mese intero.

    I periodi di CIGS e di cassa integrazione guadagni in deroga saranno computati ai fini dell’anzianità convenzionale e considerati utili per il riconoscimento degli istituti contrattuali e di legge a questa connessi e/o da essa derivanti.

    Librerie.coop riconoscerà a tutti i lavoratori interessati dalla CIGS l’anticipazione dell’integrazione salariale nel periodo di paga corrispondente a quello di competenza dell’avvenuta collocazione in sospensione.

    Ai soli lavoratori con contratto di apprendistato ed a tempo determinato interessati dalla cassa integrazione guadagni in deroga, su esplicita richiesta individuale resa per iscritto dagli interessati, Librerie.coop, a titolo di anticipazione dell’integrazione salariale loro spettante per i periodi di sospensione, riconoscerà prestiti infruttiferi sino a concorrenza del TFR maturato e comunque per un importo complessivo non superiore all’integrazione spettante per l’intero periodo di ricorso all’ammortizzatore sociale.

    Saranno attivati fin da subito incontri territoriali per approfondire i percorsi di rilocalizzazione delle unità produttive di Genova al fine di condividere percorsi non traumatici per le lavoratrici ed i lavoratori interessati.
    Su richiesta delle parti, saranno inoltre avviati confronti territoriali di verifica dell’andamento delle unità produttive interessate dall’intervento della cassa integrazione.

    Le parti hanno convenuto sull’opportunità di recepire quanto sopra condiviso nell’ambito di un accordo a latere da siglare successivamente alla firma dell’accordo per la richiesta dell’attivazione della cassa integrazione al Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale.

    RSA OO.SSlibrerie.coop

    1 marzo 2012 Bologna

    Roma, 23 febbraio 2012

    Oggetto: Librerie Coop – incontro ai sensi 218/2000 per richiesta CIGS

    il giorno 21 febbraio 2012 si è tenuto l’incontro con Librerie.Coop ai sensi della 218/2000 per la richiesta di CIGS avanzata dall’azienda.

    La procedura dovrebbe interessare la sospensione di 26 lavoratori a rotazione sul totale dei dipendenti delle unità produttive interessate come da allegato.

    Il 2010 si è chiuso facendo registrare una perdita di vendite di 600 mila euro ed una perdita di esercizio di 1,8 milioni di euro. Il preconsuntivo del 2011 prevede anno su anno una perdita a rete omogenea del 2,7% ed uno scostamento dal budget, evidentemente troppo ambizioso, di oltre il 13% in negativo; si ipotizza una perdita di esercizio di oltre 2 milioni di euro.L’azienda ha confermato di voler mantenere il format con cui il progetto è nato: un ampio assortimento di libri di catalogo (vendita orizzontale) e qualità del servizio al cliente. Contemporaneamente intende inserire la vendita verticale di novità e best sellers ed ampliare l’offerta del non libro su cui sono garantiti maggiori margini. Dichiara che è sospeso il progetto e.book, su cui vuole comunque investire, ma al momento la vendita on-line rappresenta una percentuale troppo marginale del mercato. È stata invece dichiarata l’intenzione di proporsi alle biblioteche ed alle istituzioni per la vendita esterna.Abbiamo espresso alcune perplessità su un piano commerciale che amplia l’offerta, aumentando quindi i carichi di lavoro, ma riduce le ore di presidio attraverso la cassa integrazione.La preoccupazione maggiore però la desta l’annuncio delle criticità economiche di Minganti a Bologna, che non verrà chiuso ma ci sono valutazioni a riguardo, e la chiusura già decisa delle unità produttive di Sestri e Carasco in Liguria.L’azienda intende essere comunque presente nella regione aprendo due librerie contemporaneamente alle chiusure, una a Genova (Aquilone) e l’altra nel centro commerciale di Savona, in cui intende ricollocare le lavoratrici ed i lavoratori. Abbiamo richiesto di avere un apposito incontro in cui vorremmo confrontarci con maggior precisione sulle modalità ed i tempi con cui dovrebbe avvenire l’operazione, stimata per settembre 2012.Su proposta delle OO.SS. è stata valutata la possibilità di ricorrere al Contratto di Solidarietà, piuttosto che alla CIGS, in quanto la prima prevede la maturazione di tutti i ratei di retribuzione e garantisce un periodo più lungo di copertura.

    La società, ribadendo che non avrebbe intenzione di aprire una procedura di mobilità, si è resa disponibile a valutare strumenti alternativi. Ha inoltre accolto la richiesta delle OO.SS. di riconoscere comunque alle lavoratrici ed ai lavoratori i ratei che non maturerebbero durante la sospensione in cassa integrazione, qualora fosse accordata.

    Il confronto riprenderà il giorno 1 Marzo 2012 alle ore 15,00 a Bologna.

    p. La Filcams CGIL Nazionale

    Alessio Di Labio

    - Elenco librerie punti vendita