Category Archives: Holding Dei Giochi

Roma 23/02/2017

Il 16 febbraio si è tenuto lincontro programmato con Prenatal Holding dei Giochi.

Ancora una volta abbiamo dovuto rilevare che, nonostante la vigenza di Accordi Integrativi sia per Prenatal che per Holding dei Giochi nei quali si prevedono relazioni sindacali strutturate e le buone pratiche che ne sono derivate storicamente, lazienda procede ormai unilateralmente su molti aspetti. Non si ritiene necessario nemmeno dare informazione delle cessioni dei negozi nellambito delle indicazioni dellAntitrust. Pur trattandosi, in alcuni casi, di procedure formalmente a carattere territoriale, è del tutto evidente che si collocano in un contesto più complesso che richiederebbe linformazione costante alle strutture nazionali.

Su tale fondamentale diritto abbiamo lungamente discusso con la Direzione aziendale che pare però non avere colto l’importanza di una corretta informazione preventiva all’interno di un modello di relazioni sindacali strutturato.

Nel corso dellincontro siamo stati informati che è stato già effettuato l’8 febbraio 2017 un primo passaggio che ha consentito di cambiare il nome di MFin Prenatal Retail Group. Diversamente da quanto comunicato lo scorso novembre, la suddetta azienda ha vita formale esclusivamente come controllante al 100% la rete di Prenatal da una parte, e la rete di Holding dei Giochi che sarà fusa, presumibilmente ad inizio aprile, con la sede. Di conseguenza la sede, che oggi raggruppa personale dipendenti da Holding dei Giochi, da Prenatal e da Bimbo Store, diventerà Holding dei Giochi.

Ci sono state brevemente illustrate le slide che alleghiamo, che evidenziano, ancora una volta, landamento negativo della rete Prenatal. Lazienda ha nuovamente lamentato un eccessivo costo del lavoro in relazione all’andamento decrescente delle vendite

Come Filcams- FISASCAT- Uiltucs abbiamo espresso forte preoccupazione per la mancanza di notizie certe sulle prospettive e per la difficoltà di vedere distintamente l’orizzonte dell’operazione di unificazione Prenatal con Holding dei giochi e relative aziende componenti. A tale proposito abbiamo sottolineato nuovamente la necessità di essere informati prontamente di eventuali accadimenti o variazioni di percorso.

Lincontro si è concluso senza concordare alcuna prossima data, rinviando alla eventuale comunicazione formale della procedura di fusione.

Vi informeremo tempestivamente di ulteriori nuovi sviluppi.

P.Filcams CGIL Nazionale

Sabina Bigazzi

Roma, 25 luglio 2011

il 19 luglio scorso è stato raggiunto l’accordo per il rinnovo del CIA della Holding dei Giochi, il cui nuovo impianto prevede:
Sistema di relazioni sindacali E’ stato potenziato il confronto a livello territoriale, sulle tematiche relative a orari, ferie, organizzazione del lavoro, programmazione del lavoro domenicale, mobilità e trasferimenti, organici, ambiente salute e sicurezza. Sono previsti inoltre incontri specifici in riferimento alle nuove aperture che verranno attuate nei prossimi tre anni così come prevede il piano industriale.
Coordinamento nazionale. E’ previsto il rimborso delle spese di viaggio (treno e mezzi pubblici) per i delegati RSA/RSU che costituiscono il coordinamento nazionale in occasione dell’incontro annuale di informativa.
Gruppo Pari Opportunità. E’ previsto il rimborso delle spese di viaggio (treno e mezzi pubblici) delle rappresentanti sindacali che costituiscono il gruppo. Proprio per la predominate presenza di occupazione femminile che caratterizza questa azienda, il gruppo dovrà iniziare ad essere operativo dopo la pausa estiva partendo dall’analisi dei dati riferiti alle caratteristiche dell’occupazione femminile di cui alla comunicazione prevista dall’art.9 della lex 125.
Strumenti per l’informazione e comunicazione. In virtù del nuovo assetto informatico che l’azienda sta introducendo, entro la vigenza del presente CIA si implementeranno nuove modalità per lo scambio di informazioni, tra cui la bacheca elettronica.
RSL. In attuazione dell’accordo del 2009, come Organizzazioni sindacali siamo impegnati a nominare gli RSL al più presto. Entro febbraio 2012 le parti dovranno definire modalità ed entità dei rimborsi necessari per l’espletamento delle loro funzioni.
Orario di lavoro. Abbiamo confermato che l’orario di lavoro è distribuito dal lunedì al sabato. Nei territori dove l’azienda è presente ed è impegnata alle aperture domenicali, dovranno avviarsi confronti con le RSA/RSU e/o le organizzazioni sindacali per ricercare congiuntamente le soluzioni più idonee.
Organici e occupazione. Il rinnovato CIA stabilisce norme per garantire la stabilizzazione dell’occupazione. In considerazione di un più importante ricorso al part-time al quale fa ricorso l’azienda rispetto agli anni scorsi, abbiamo stabilito che nei pdv vi dovrà ricercare un giusto equilibrio tra full-time e part-time. In particolare quest’ultimi avranno diritto di precedenza rispetto alla necessità di aumenti di organici e di sostituzioni.
Part-time post maternità La % prevista dal CCNL per la trasformazione del rapporto di lavoro da full-time a part-time per l’assistenza al bambino è elevata al 10% rispetto agli occupati nel singolo pdv. Per i pdv che occupano fino a 10 dipendenti, l “azienda accoglierà almeno una richiesta. La fattispecie può rappresentare motivazione per l’assunzione di lavoratori part-time a tempo determinato ai fini della sostituzione.
Contratti e tempo determinato. In caso di avvio di nuove attività o di nuove aperture, potranno essere assunti lavoratori a tempo determinato fino ad un massimo di 18 mesi. Detti lavoratori avranno la precedenza in caso di assunzioni a tempo determinato. L’utilizzo e la stabilizzazione dei contratti a tempo determinato dovrà essere oggetto di confronto a livello regionale, territoriale o di aree metropolitane.
Premio di risultato. Per l’erogazione del premio 2011, vale la normativa e le entità economiche del precedente CIA. Infatti le parti hanno convenuto sulla necessità di individuare diversi e nuovi parametri riferiti al premio di risultato che favoriscano maggiore partecipazione da parte dei lavoratori e che siamo più premianti. Pertanto già dal mese di ottobre si terrà un apposito incontro tra Organizzazioni sindacali nazionali, coordinamento nazionale e azienda per definire il nuovo impianto.
In considerazione della congiuntura economica e dell’introduzione del sistema SAP che può aver causato un impatto sul raggiungimento del fatturato di budget, per l’anno in corso viene riconosciuto un premio del valore complessivo di 20.000€ lordi che sarà distribuito su tutti i lavoratori che avranno raggiunto i risultati e che sono in forza durante l’anno di riferimento (1 luglio 2011-30 giugno 2012). Tale somma si aggiungerà al premio di risultato che sarà definito per i successivi anni di vigenza dl CIA.
L’accordo prevede quali sono le ore di lavoro prestate rispetto alle ore di lavoro lavorabili che saranno utili al calcolo per la ripartizione del valore economico di tute le voci che compongono il premio.
Sicurezza. Il allegato, una traccia di accordo a livello territoriale per la videosorveglianza, che dovrà essere discusso e aggiornato sia rispetto alle specificità territoriali sia rispetto a quanto stabilito dal’art.9 del CIA.
Le Federazioni Nazionali e il coordinamento nazionale hanno giudicato positivamente il risultato raggiunto poiché risponde alle nostre richieste di piattaforma e alle aspettative dei lavoratori e delle lavoratrici.
Invitiamo le strutture territoriali a svolgere le assemblee per illustrare l’ipotesi di rinnovo del CIA entro la fine di settembre e inviare alle federazioni nazionali l’allegato modulo per la consultazione, al fine di avere il mandato a siglare l’accordo nel mese di ottobre quando ci incontreremo con l’azienda per l’avvio del confronto sul premio di risultato.

p.La Filcams Cgil
D. Lelli


Roma, 20 novembre 2009

TESTO UNITARIO

Oggetto: Holding dei Giochi -Esito incontro del 16 Novembre 2009

Come previsto si è tenuto a Roma il giorno 16 u.s. l’incontro con la Direzione della Holding dei Giochi.

L’Azienda ha fornito ulteriori dati che erano stati da noi richiesti la volta scorsa relativi all’organico espresso in Full-time equivalenti.

Aspettiamo altre informazioni relative al budget Aziendale.

In riferimento alle nostre richieste abbiamo convenuto quanto segue:

Nel rinnovo del CIA in riferimento al calcolo del premio, verranno eliminate alcune tipologie di assenze che concorrevano alla limitazione per l’ accesso al premio stesso.

Per quanto riguarda la stabilizzazione dei lavoratori/trici con contratti a termine utilizzati nel periodo di Natale, l’azienda si è impegnata a formalizzare percorsi di stabilizzazione con diritto di precedenza nelle future assunzioni.

Il costo che oggi l’azienda sostiene per la maggiorazione dello straordinario per questa tipologia di lavoratori, verrà trasformato in forme di sostegno alle famiglie dei dipendenti HDG in particolare in occasione della nascita dei figli ( ex rimborso retta asilo nido ecc.)

Verrà formalizzata la pausa retribuita di 10 minuti per l’orario unico e 15 minuti per l’orario spezzato.

Verranno introdotte norme certe per la fruizione del Part-time post maternità

Verrà istituita una bacheca elettronica ( con modalità ancora da definire ) per favorire la comunicazione tra i dipendenti e la RSA.

Per quanto riguarda la modifica del sistema di calcolo del premio e l’organizzazione del lavoro verrà istituita una commissione paritetica che a partire dal mese di gennaio 2010 dovrà trovare meccanismi più rispondenti alle mutate esigenze aziendali e alla necessità di tutelare meglio il reddito dei lavoratori.

I lavori della commissione dovranno inderogabilmente terminare entro il mese di maggio 2010.
Al termine del lavoro della commissione i risultati verranno contrattualizzati.

Entro il mese di dicembre terremo un altro incontro con l’obiettivo di provare a chiudere l’accordo.

    Cari saluti

    p. La Filcams Cgil
    Danilo Lelli

    PIATTAFORMA RIVENDICATIVA
    PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO INTEGRATIVO AZIENDALE
    HOLDING DEI GIOCHI

    Premesso

    che il Contratto Integrativo Aziendale Holding dei Giochi, scaduto in data 30 giungo 2009, continua ad essere applicato grazie alla norma contrattuale che prevede la sua ultravigenza fino al rinnovo del CIA stesso;

    che il sistema di relazioni sindacali tra l’azienda e le Organizzazioni sindacali è sempre stato improntato sulla partecipazione che ha permesso di contrattare norme innovative e affrontare insieme le problematiche relative alle condizioni di lavoro dei lavoratori e delle lavoratrici e alla competitività dell’azienda;

    che in occasione dell’incontro con l’azienda dell’8 luglio 2009, le Segreteria Nazionali hanno dichiarato all’azienda la volontà di rinnovare il vigente CIA, pur considerando che lo stesso rimane ancora valido nel suo impianto complessivo,

    con questo spirito, le Organizzazioni sindacali, unitamente alle strutture territoriali e le RSA/RSU, presentano le seguenti richieste:

    Coordinamento Nazionale delle RSA/RSU
    Relativamente all’applicazione delle norme relative alla tutela della salute e dell’integrità fisica dei lavoratori, anche in riferimento all’ambiente e sicurezza, così come riportate all’art.2 del CIA del 7/11/2006, si richiede che ai rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza (RLS) designati dalle OO.SS in forza dello specifico accordo sottoscritto il 30/7/2009, e facenti parte il Coordinamento Nazionale delle RSA7RSU di cui all’art.4.1 del sopra citato CIA, per l’espletamento delle loro attività, avranno riconosciuti, in aggiunta a quanto già stabilito dal già richiamato art.4.1 del CIA, un monte ore annuale pro capite pari a ….. ore, fatte salve le ore di formazione previste dalla legge, nonché le spese di viaggio, vitto e alloggio necessarie per lo svolgimento della loro funzione.

    Part-time post maternità
    Si richiede di innalzare la percentuale di cui all’art.87 del CCNL e di individuare un meccanismo che ne permetta l’accesso in tutti i punti vendita.

    Orario di lavoro
    Si richiede che i dieci minuti di pausa siano retribuiti.

    Inventari
    Si richiede di definire le modalità e le maggiorazioni relative agli inventari.

    Premio di risultato
    Si richiede una rivalutazione del premio nonché una rivisitazione delle casistiche che concorrono all’individuazione delle ore non lavorate, di cui all’accordo del 19 luglio 2007.

    Link Correlati
         Invio alla controparte

    Holding dei Giochi - IIpotesi di Accordo 7-11-2006.pdf

    Link Correlati
         Nota Esplicativa

    Holding dei Giochi SpA - Verbale di incontro-28-07-05.pdf

    HoldingdeiGiochi-Accordo28Luglio2005.pdf

    Holding dei Giochi - Verbale accordo del 26-01-05 (1).pdf

    Holding dei Giochi - Verbale accordo del 26 -01-05  (2).pdf

    PROTOCOLLO AGGIUNTIVO AL CONTRATTO INTEGRATIVO AZIENDALE

    Addì 2 dicembre 2002, in Roma presso la sede della Confcommercio Nazionale, si sono incontrati i seguenti signori:

    per Unione Commercio, Turismo e Servizi di Milano Emanuela Cambrini

    la Filcams-Cgil, la Fisascat-Cisl e la Uiltucs-Uil di Roma

    PREMESSA

    Con riferimento all’art 7 del Contratto integrativo Aziendale del 22 ottobre 2001(Premio di risultato), le Parti hanno provveduto ad istituire una commissione tecnica con lo scopo di analizzare e discutere gli eventuali parametri inerenti al premio di risultato.

    Tale commissione si è riunita più volte per analizzare gli aspetti peculiari e propedeutici all’introduzione di tale istituto presso Holding dei Giochi .

    Le Parti hanno verificato l’effettiva ed oggettiva difficoltà nell’individuare parametri di redditività, produttività e qualità legati ad erogazioni variabili.

    Le difficoltà sorgono dalla situazione specifica della realtà aziendale, dal continuo mutamento avvenuto in azienda proprio per intervenire sui risultati gestionali, che ha portato all’avvio di un progetto di riorganizzazione attualmente in corso di svolgimento .

    Inoltre sta continuando un forte investimento in acquisizioni di nuovi punti vendita, sia tramite nuove aperture che tramite acquisti di aziende terze .

    Tutti questi aspetti insieme rendono complessa l’introduzione di una parte variabile della retribuzione legata a parametri oggettivi, considerando anche l’effettiva difficoltà di isolare parametri oggettivamente riferibili alla struttura organizzativa dei punti vendita e non influenzabili dalla continua evoluzione organizzativa e societaria.

    A fronte di tale situazione e dopo approfondite valutazioni le Parti sono concordi nel lasciare proseguire l’evoluzione organizzativa in atto rinviando l’attività di studio ed analisi della Commissione per l’avvio del premio di risultato . Nell’arco della vigenza contrattuale e sicuramente in fase di rinnovo dell’accordo integrativo tale situazione troverà una sua determinazione finale ed una sua completezza, tali da consentire l’avvio del premio di risultato.

    In data 29 ottobre u.s., le Parti hanno sottoscritto un verbale di conclusione dei lavori della Commissione Tecnica, sottoposto, in data 12 novembre u.s., all’approvazione del Coordinamento Nazionale delle RSA.

    Tutto ciò premesso le Parti hanno raggiunto il seguente accordo:

    ART. 1 – ASSISTENZA SANITARIA

    Le parti concordano nel riconoscimento di una copertura di assistenza sanitaria integrativa a quanto previsto dalla struttura sanitaria nazionale, garantendone la decorrenza a far data dal 1° gennaio 2003.

    Tale strumento si può considerare determinato dalle parti per riconoscere un trattamento migliorativo attuale, pur in presenza di situazioni economiche gestionali in via di risoluzione e pur essendo ancora in essere il piano di riorganizzazione operativa e societaria, che inducono allo spostamento della decorrenza della parte retributiva variabile.

    L’Azienda estenderà la copertura unicamente a tutti i suoi dipendenti, superato il periodo di prova, con esclusione del personale assunto a tempo determinato e del personale con la qualifica di Quadro e di Dirigente.

    Il testo della proposta di polizza viene allegato al presente accordo di cui costituisce parte integrante.

    ART. 2 – MERCATO DEL LAVORO

    · Contratti a tempo determinato

    Con riferimento alle ragioni di carattere produttivo ed organizzativo legate alla maggior intensità di lavoro del periodo natalizio, le parti concordano nel ricorrere a contratti di assunzione a tempo determinato, superando i limiti previsti dall’art. 21 del CCNL di categoria. Tale necessità nasce dalla forte concentrazione in tale periodo dell’ anno non solo degli incassi nei punti vendita ma anche della massima attivazione nel periodo stesso dei tempi determinato, raramente utilizzati nel restante periodo dell’anno.

    · Lavoratori temporanei (interinali).

    Nell’ambito dell’organizzazione del personale stagionale ed al ricorso di lavoratori interinali per il periodo natalizio, le parti concordano nel rispettare i limiti previsti dall’art. 3 Protocollo d’intesa integrativa al CCNL per i dipendenti da aziende del terziario, della distribuzione e dei servizi, e comunque nel non superare le 100 unità nel suddetto periodo di alta intensità di lavoratori stagionali e con contratto a termine.

    · Apprendistato

    Le parti, intendendo promuovere e potenziare le occasioni di impiego conseguibili anche mediante il possibile ricorso ad una pluralità di strumenti e di istituti contrattuali, convengono nel prevedere, nell’ applicazione dell’istituto dell’Apprendistato, un premio di apprendimento legato ai seguenti parametri:

    - presenza completa alle ore di formazione teorica definite dalle norme legislative e contrattuali

    - conferma del contratto di apprendistato.

    Il premio definito Premio Fedeltà, ha lo scopo di incentivare la collaborazione degli addetti per l’intero periodo e di diminuire il tasso di turnover dei neo assunti; l’entità dello stesso risulta pari al 90 % della differenza tra la retribuzione contrattuale annua lorda per il lavoratore qualificato e la retribuzione lorda annua prevista dal CCNL per l’Apprendista (pari periodo).

    Il premio, in caso di valutazione positiva e di conferma a tempo indeterminato , verrà liquidato in un’unica soluzione con la prima retribuzione utile successiva alla conferma del contratto.

    Nel perseguire lo scopo di fidelizzare il personale, una volta acquisito un primo livello di conoscenza considerato indispensabile a garantire una minima autonomia operativa, l’Azienda riconoscerà all’apprendista, a fronte di eventi di malattia documentati nei modi e nei termini previsti dalla normativa in vigore e dalla contrattazione collettiva, i seguenti trattamenti retributivi:

    · per i primi 12 mesi – trattamento retributivo previsto dal CCNL vigente

    · per i successivi 24 mesi – trattamento retributivo previsto dal CCNL vigente per i lavoratori qualificati ( con esclusione degli importi a carico INPS).

    In presenza dei requisiti di professionalità acquisita, l’Azienda procederà alla conferma dei contratti di apprendistato nella misura dell’80%.

    Letto, firmato e sottoscritto.

    Dipendenti HOLDING dei GIOCHI

    Sintesi delle garanzie

    TUTTE LE GARANZIE SONO OPERANTI IN CASO DI MALATTIA E IN CASO DI INFORTUNIO AVVENUTI DURANTE L’OPERATIVITA’ DEL CONTRATTO

    A) Area Ricovero

    Ricovero con e senza intervento chirurgico, e parto

    In strutture sanitarie convenzionate con Unisalute

    Le spese relative ai servizi erogati vengono liquidate direttamente dalla Società alle strutture sanitarie convenzionate ad eccezione di una somma di .700 restante a carico dell’Assicurato che deve essere versata da questi alla casa di cura.

    In strutture sanitarie private non convenzionate con Unisalute

    Rimborso delle spese sostenute con applicazione di scoperto 20% con il minimo non indennizzabile di  2.000,00

    In strutture del Servizio Sanitario Nazionale o da esso accreditate in caso di ricovero a carico del S.S.N.

    Rimborso delle eccedenze di spese nel limite dei massimali assicurati

    Spese sostenute nei 90 giorni precedenti il ricovero per visite specialistiche e

    accertamenti diagnostici correlati al ricovero

    Tutte le spese per prestazioni sanitarie sostenute durante il ricovero

    Retta di degenza

    Non sono comprese nella garanzia le spese voluttuarie

    Accompagnatore

    Retta di vitto e pernottamento dell’accompagnatore.

    In strutture sanitarie convenzionate le spese per le prestazioni erogate vengono liquidate direttamente e integralmente. In strutture sanitarie non convenzionate rimborso nel limite di  51,65 (L. 100.000) al giorno per un massimo di 30 giorni per ricovero.

    Assistenza infermieristica individuale

    Le spese per le prestazioni erogate vengono rimborsate nel limite di  51,65 (L. 100.000) al giorno per un massimo di 30 giorni per ricovero sia in strutture convenzionate che in strutture non convenzionate

    Spese sostenute nei 90 giorni successivi al ricovero nel caso di ricovero con o senza intervento chirurgico per prestazioni sanitarie, trattamenti terapeutici e riabilitativi, medicinali, cure termali correlati al ricovero

    PARTO

    In strutture convenzionate le spese per le prestazioni erogate vengono liquidate direttamente

    a) Parto cesareo

    Sia in strutture sanitarie convenzionate sia non convenzionate limite di  5.164,57 per anno assicurativo e nucleo

    b) Parto non cesareo e aborto

    Sia in strutture sanitarie convenzionate sia non convenzionate limite di  .3.098,74 per anno assicurativo e nucleo

    Indennità sostitutiva

    In assenza di spese o di richiesta di rimborso, indennità giornaliera di  55,00 per un massimo di 60 giorni per ricovero

    In caso di trapianto

    Spese sostenute per il prelievo sul donatore sia deceduto sia vivente

    Trasporto sanitario

    Rimborso delle spese per trasporto in ambulanza, aereo sanitario o unità coronarica mobile nel limite di  1.549,37 (L. 3.000.000).

    B) Alta specializzazione

    - Angiografia

    - Artrografia

    - Broncografia

    - Cisternografia

    - Cistografia

    - Clisma opaco

    - Colangiografia

    - Colangiografia percutanea

    - Colecistografia

    - Dacriocistografia

    - Defecografia

    - Discografia

    - Fistolografia

    - Flebografia

    - Fluorangiografia

    - Galattografia

    - Isterosalpingografia

    - Linfografia

    - Mammografia

    - Mielografia

    - Pneumoencefalografia

    - Retinografia

    - Rx esofago,Rx tubo digerente

    - Scialografia

    - Splenoportografia

    - Tomografia torace,Tomografia in genere,

    - Tomografia logge renali,Tomoxerografia

    - Urografia

    - Vesciculodeferentografia

    Tomografia Assiale Computerizzata ( TAC )

    Risonanza Magnetica Nucleare

    Scintigrafia

    Elettromiografia

    Dialisi

    Laserterapia a scopo fisioterapico

    Chemioterapia

    Cobaltoterapia

    In strutture sanitarie convenzionate con Unisalute

    Pagamento diretto da parte di Unisalute alla struttura per le prestazioni erogate senza applicazione di franchigie o scoperti

    In strutture sanitarie private non convenzionate con Unisalute

    Rimborso delle spese sostenute con applicazione di scoperto 25% con il minimo non indennizzabile di  51,65 per ogni accertamento diagnostico o ciclo di terapia

    In strutture del Servizio Sanitario Nazionale o da esso accreditate

    Rimborso integrale dei ticket sanitari nel limite del massimale assicurato

    Massimale annuo assicurato per persona/nucleo  5.164,57

    C) RIMBORSO TICKETS PER VISITE E ACCERTAMENTI

    La Società provvede al pagamento dei tickets per visite specialistiche e per accertamenti diagnostici conseguenti a malattia o a infortunio con l’ esclusione delle visite pediatriche e delle visite e accertamenti odontoiatrici e ortodontici .

    Vengono escluse solamente le visite pediatriche per il controllo routinario della crescita del bambino

    Per l’attivazione della garanzia è necessaria una prescrizione medica contenente il quesito diagnostico o la patologia che ha reso necessaria la prestazione stessa.

    Massimale di .516,00 per anno/nucleo familiare

    D) PREVENZIONE

    La Società provvede al pagamento delle prestazioni di prevenzione effettuate una volta l’anno per ogni componente del nucleo familiare assicurato, in strutture sanitarie convenzionate con Unisalute indicate dalla Centrale Operativa previa prenotazione

    · Donna con età pari o superiore a 35 anni : PAP TEST

    · Uomini con età pari o superiore a 45 anni : PSA PROSTATICO, IN ALTERNATIVA PUO’ ESSERE SCELTO ECG


    E) Diagnosi comparativa

    Qualora un assicurato avverta l’esigenza di sottoporre i responsi ricevuti dai sanitari curanti, al momento in cui viene formulata una diagnosi o un’ ;impostazione terapeutica, all’autorevole verifica da parte dei migliori esperti delle diverse discipline specialistiche, potrà contattare direttamente la Centrale Operativa di UniSalute attraverso il numero verde 800 – ……..

    In tal modo l’Assicurato verrà informato tempestivamente della procedura da attivare per ottenere la prestazione garantita.

    L’accesso al servizio è consentito in presenza delle seguenti patologie gravi, diagnosticate ovvero già accertate:

    · Morbo di Alzheimer

    · AIDS

    · Cecità

    · Malattie neoplastiche maligne

    · Problemi cardiovascolari

    · Sordità

    · Insufficienza renale

    · Perdita della parola

    · Trapianti degli organi vitali

    · Patologie neuromotorie

    · Sclerosi multipla

    · Paralisi

    · Morbo di Parkinson

    · Ictus

    Per l’attivazione della garanzia, il cliente dovrà inviare alla Compagnia la documentazione clinica in Suo possesso che il medico di UniSalute gli richiederà in relazione alla specifica patologia per la quale viene richiesta la diagnosi comparativa. Tale documentazione sarà poi inoltrata dalla Società, con costi a proprio carico, ai consulenti medici esterni per l’individuazione del miglior terapeuta italiano o estero per quella specifica patologia.


    F) Servizi di consulenza

    In Italia

    I seguenti servizi di consulenza vengono forniti dalla Centrale Operativa di UniSalute telefonando al numero verde 800-…… dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 19.30.

    All’estero

    Occorre comporre il prefisso internazionale dell’Italia + 051…….

    a) Informazioni sanitarie telefoniche

    La Centrale Operativa attua un servizio di informazione sanitaria in merito a:

    - strutture sanitarie pubbliche e private: ubicazione e specializzazioni;

    - indicazioni sugli aspetti amministrativi dell’attività sanitaria (informazioni burocratiche,

    – assistenza diretta e indiretta in Italia e all’estero;

    - centri medici specializzati per particolari patologie in Italia e all’estero;

    - farmaci: composizione, indicazioni e controindicazioni.

    b) Prenotazione di prestazioni sanitarie

    La Centrale Operativa fornisce un servizio di prenotazione delle prestazioni sanitarie garantite dal piano nella forma di assistenza diretta nelle strutture sanitarie convenzionate con la Società.

    c) Pareri medici immediati

    Qualora in conseguenza di infortunio o di malattia l’Assicurato necessiti di una consulenza telefonica urgente da parte di un medico, la Centrale Operativa fornirà tramite i propri medici le informazioni e i consigli richiesti.

    G) Premio annuo

    a) Per il dipendente Carico Azienda

    b) Coniuge o Convivete more uxorio  110,00

    c) Figlio . 90,00

    L’attivazione delle opzioni b) e c) comporta obbligatoriamente l’ inserimento di tutti i familiari, intesi come coniuge o convivente “more uxorio” o figli, risultanti dallo stato di famiglia.

    Condizioni generali

    1. non è richiesta la compilazione di questionario sanitario

    2. non vi sono termini di aspettativa

    3. Sono sempre esclusi:

    1. le cure e/o gli interventi per l’eliminazione o la correzione di difetti fisici o di malformazioni preesistenti alla stipulazione del contratto; . In caso di intervento di correzione della miopia, la garanzia opererà soltanto qualora il differenziale tra gli occhi sia superiore alle 4 diottrie, oppure in presenza di un difetto della capacità visiva di un occhio pari o superiore alle 9 diottrie.

    · la cura delle malattie mentali e dei disturbi psichici in genere ; si intendono invece garantiti i comportamenti nevrotici;

    · le protesi dentarie, la cura delle paradontopatie, le cure dentarie e gli accertamenti odontoiatrici;

    · le prestazioni mediche aventi finalità estetiche (salvo gli interventi di chirurgia plastica ricostruttiva resi necessari da infortuni o da interventi demolitivi);

    · i ricoveri durante i quali vengono compiuti solamente accertamenti o terapie fisiche che, per la loro natura tecnica, possono essere effettuati anche in ambulatorio;

    · i ricoveri causati dalla necessità dell’Assicurato di avere assistenza di terzi per effettuare gli atti elementari della vita quotidiana nonché i ricoveri per lunga degenza.

    · gli interventi per sostituzione di protesi ortopediche di qualunque tipo (solamente su contratti che assicurano pensionati ); si intendono invece garantiti per alterazione dello stato di salute;

    · il trattamento delle malattie conseguenti all’abuso di alcool e di psicofarmaci, nonché all’uso non terapeutico di stupefacenti o di allucinogeni;

    · gli infortuni derivanti dalla pratica di sport aerei, dalla partecipazione a corse e gare motoristiche e alle relative prove di allenamento;

    · gli infortuni causati da azioni dolose compiute dall’Assicurato;

    · le conseguenze dirette o indirette di trasmutazione del nucleo dell’atomo di radiazioni provocate dall’accelerazione artificiale di particelle atomiche e di esposizione a radiazioni ionizzanti;

    · le conseguenze di guerra, insurrezioni, movimenti tellurici ed eruzioni vulcaniche.


    SINTESI DEL PIANO SANITARIO

    1) Area ricovero
    =
    1.1) Ricovero con e senza intervento chirurgico, e parto e intervento chirurgico ambulatoriale Massimale Euro 206.582,00 per nucleo/anno.
    1.2) Franchigia in strutture sanitarie convenzionate con l’Assicuratore Euro 700
    1.3) Franchigia e/o scoperto in strutture private non convenzionate Scoperto del 20% con il minimo di Euro 2.000
    1.4) Spese sostenute nei giorni precedenti il ricovero Nei 90 giorni precedenti il ricovero per visite specialistiche e accertamenti diagnostici
    1.5) Spese sostenute nei giorni successivi al ricovero Nei 90 giorni successivi al ricovero per prestazioni sanitarie, trattamenti terapeutici, e riabilitativi, medicinali e cure termali correlati al ricovero.
    1.6) Rette di degenza Comprese ma con esclusione delle spese voluttuarie.
    1.7) Accompagnatore Comprese, nell’ambito del precedente punto 1.5), con un limite di Euro 51,65 al giorno per un massimo di 30 giorni.
    1.8) Assistenza infermieristica Comprese, nell’ambito del precedente punto 1.5), con un limite di Euro 51,65 al giorno per un massimo di 30 giorni.
    1.9) Parto 1.9.1) Parto cesareo massimale Euro 5.164,57
    1.9.2) Parto fisiologico massimale Euro 3.098,74
    1.10 Indennità sostitutiva Euro 55 al giorno per un massimo di 60 giorni.
    1.11) Spese sostenute per il prelievo sul donatore in caso di trapianto Comprese
    1.13) Trasporto sanitario Euro 1.549,37
    2) Spese per accertamenti diagnostici senza ricovero (accertamenti + spese per cicli di terapia) Euro 5.164,57 per nucleo/anno relativamente a quelle definite “ALTA SPECIALIZZAZIONE” come da elenco tassativo di polizza (vedi proposta).
    2.1) Franchigia e/o scoperto in strutture private convenzionate con l’Assicuratore Nessuna franchigia e/o scoperto
    2.2) Franchigia e/o scoperto in strutture private non convenzionate con l’Assicuratore Scoperto del 25% con il minimo di non indennizzabile di Euro 51,65 per ogni accertamento diagnostico o ciclo di terapia
    3) Varie
    3.1) Rimborso tiket per visite ed accertamenti Euro 516 per anno/nucleo
    3.2) Prevenzione Per ogni componente del nucleo ed esclusivamente in struttura convenzionata UNISALUTE per:- Donna di età pari o superiore a 35: pap test;

    - Uomo di età pario superiore a 45 anni: PSA Prostatico od in alternativa ECG

    3.3) Diagnosi comparativa Si per patologie come da tassativa elencazione di polizza
    3.4) Servizio di consulenza telefonica Si
    4) Premio annuo Euro (comprensivo delle imposte governative)
    1) Dipendente Carico Azienda
    2) Coniuge 110 (estendibile al Convivente more uxorio)
    3) Figlio 90 (risultanti dallo stato di famiglia)
    L’attivazione delle opzioni 2) e 3) comporta obbligatoriamente l’ inserimento di tutti i famigliari secondo le modalità previste dalle polizze.
    5) Carenze Non sono previsti termini di aspettativa.

    Verbale di conclusione dei lavori della Commissione Tecnica

    Addì 29 ottobre 2002, presso l’Unione del Commercio, del Turismo e dei Servizi della Provincia di Milano si sono incontrati i seguenti signori:

    ed hanno convenuto quanto segue

    PREMESSA

    Con riferimento all’art 7 del Contratto integrativo Aziendale del 22 ottobre 2001(Premio di risultato), le Parti hanno provveduto ad istituire una commissione tecnica con lo scopo di analizzare e discutere gli eventuali parametri inerenti al premio di risultato.

    Tale commissione si è riunita più volte per analizzare gli aspetti peculiari e propedeutici all’introduzione di tale istituto presso Holding dei Giochi .

    Le Parti hanno verificato l’effettiva ed oggettiva difficoltà nell’individuare parametri di redditività, produttività e qualità legati ad erogazioni variabili.

    Le difficoltà sorgono dalla situazione specifica della realtà aziendale, dal continuo mutamento avvenuto in azienda proprio per intervenire sui risultati gestionali, che ha portato all’avvio di un progetto di riorganizzazione attualmente in corso di svolgimento .

    Inoltre sta continuando un forte investimento in acquisizioni di nuovi punti vendita, sia tramite nuove aperture che tramite acquisti di aziende terze .

    Tutti questi aspetti insieme rendono complessa l’introduzione di una parte variabile della retribuzione legata a parametri oggettivi, considerando anche l’effettiva difficoltà di isolare parametri oggettivamente riferibili alla struttura organizzativa dei punti vendita e non influenzabili dalla continua evoluzione organizzativa e societaria.

    A fronte di tale situazione e dopo approfondite valutazioni le Parti sono concordi nel lasciare proseguire l’evoluzione organizzativa in atto sospendendo l’attività di studio ed analisi della Commissione per l’avvio del premio di risultato . Nell’arco della vigenza contrattuale e sicuramente in fase di rinnovo dell’accordo integrativo tale situazione troverà una sua determinazione finale ed una sua completezza, tali da consentire l’avvio del premio di risultato.

    Nel corso degli incontri la commissione tecnica ha discusso anche in merito all’avvio di un’ipotesi di assistenza sanitaria integrativa ; oltre alla materia del Mercato di lavoro, concordando sulle conclusioni di cui all’art. 1 e 2 seguenti.

    ART. 1 – ASSISTENZA SANITARIA

    Le parti concordano nel riconoscimento di una copertura di assistenza sanitaria integrativa a quanto previsto dalla struttura sanitaria nazionale, garantendone la decorrenza a far data dal 1° gennaio 2003.

    Tale benefit si può considerare determinato dalle parti per riconoscere un trattamento migliorativo attuale, pur in presenza di situazioni economiche gestionali in via di risoluzione e pur essendo ancora in essere il piano di riorganizzazione operativa e societaria, che inducono allo spostamento della decorrenza della parte retributiva variabile

    .

    L’Azienda estenderà la copertura a tutti i suoi dipendenti con esclusione del personale assunto a tempo determinato e del personale con la qualifica di Quadro e di Dirigente.

    Le parti si impegnano ad incontrarsi entro due \ tre settimane per la presentazione della polizza e l’esplicitazione della copertura attivata.

    ART. 2 – MERCATO DEL LAVORO

    · Contratti a tempo determinato

    Con riferimento alle ragioni di carattere produttivo ed organizzativo legate alla maggior intensità di lavoro del periodo natalizio, le parti concordano nel ricorrere a contratti di assunzione a tempo determinato, superando i limiti previsti dall’art. 21 del CCNL di categoria. Tale necessità nasce dalla forte concentrazione in tale periodo dell’ anno non solo degli incassi nei punti vendita ma anche della massima attivazione nel periodo stesso dei tempi determinato, raramente utilizzati nel restante periodo dell’anno.

    Nell’ambito dell’organizzazione del personale stagionale ed al ricorso di lavoratori interinali per il periodo natalizio, le parti concordano nel rispettare i limiti previsti dall’art. 3 Protocollo d’intesa integrativa al CCNL per i dipendenti da aziende del terziario, della distribuzione e dei servizi, e comunque nel non superare le 100 unità nel suddetto periodo di alta intensità di lavoratori stagionali e con contratto a termine.

    · Apprendistato

    Le parti, intendendo promuovere e potenziare le occasioni di impiego conseguibili anche mediante il possibile ricorso ad una pluralità di strumenti e di istituti contrattuali, convengono nel prevedere, nell’ applicazione dell’istituto dell’Apprendistato, un premio di apprendimento legato ai seguenti parametri:

    - presenza completa alle ore di formazione teorica definite dalle norme legislative e contrattuali

    - conferma del contratto di apprendistato.

    Il premio definito Premio Fedeltà, ha lo scopo di incentivare la collaborazione degli addetti per l’intero periodo e di diminuire il tasso di turnover dei neo assunti; l’entità dello stesso risulta pari al 90 % della differenza tra la retribuzione contrattuale annua lorda per il lavoratore qualificato e la retribuzione lorda annua prevista dal CCNL per l’Apprendista (pari periodo).

    Il premio, in caso di valutazione positiva e di conferma a tempo indeterminato , verrà liquidato in un’unica soluzione con la prima retribuzione utile successiva alla conferma del contratto.

    Nel perseguire lo scopo di fidelizzare il personale, una volta acquisito un primo livello di conoscenza considerato indispensabile a garantire una minima autonomia operativa, l’Azienda riconoscerà all’apprendista, a fronte di eventi di malattia documentati nei modi e nei termini previsti dalla normativa in vigore e dalla contrattazione collettiva, i seguenti trattamenti retributivi:

    · per i primi 12 mesi – trattamento retributivo previsto dal CCNL vigente

    · per i successivi 24 mesi – trattamento retributivo previsto dal CCNL vigente per i lavoratori qualificati ( con esclusione degli importi a carico INPS).

    In presenza dei requisiti di professionalità acquisita, l’Azienda procederà alla conferma dei contratti di apprendistato nella misura dell’80%.

    Con i presenti due articoli e la premessa agli stessi, le parti congiuntamente riconoscono di aver assolto quanto previsto nello stesso in materia di commissione tecnica e si impegnano ad incontrarsi per la sottoscrizione del Protocollo Aggiuntivo al Contratto Integrativo Aziendale.

    Letto, firmato e sottoscritto.

    VERBALE DI INCONTRO

    Oggi, 12 luglio 2001, presso la sede dell’Unione del Commercio, del Turismo e dei Servizi della Provincia di Milano si sono incontrati:

    per la Holding dei Giochi S.r.l. Fabio Biraghi e Gaetano Losapio

    per l’Unione del Commercio Emanuela Cainbrini e Roberta Rossetti

    per la Toys Distribution S.r.l. Gaetano Losapio

    per la Filcams-Cgil Naz.le e Milano Piero Marconi e Raffaele D’Aronzo

    per la Fisascat-Cisl Naz.le, Milano e Firenze Daniela Rondinelli, Stefano Galli e Claudio Lisa

    per la Uiltucs-Uil Naz.Ie e Milano Bruno Pilo

    per la RSA Messere, Salti, Sironi, Muscatello, Coniglio, Perria, Fabbri, Lavia, Forlano

    visto l’art. 47 della Legge 29 dicembre 1990 n. 428 e successive integrazioni e modificazioni

    premesso che

    · i lavoratori interessati dalla suddetta operazione sono 189 e comprendono gli addetti alla sede di Milano e gli addetti presso i punti vendita indicati analiticamente nella comunicazione di cui in premessa. I suddetti lavoratori passeranno, senza soluzione di continuità, a partire dal 1° settembre 2001, alle dipendenze di Holding dei Giochi S.r.l. con applicazione del CCNL Terziario. Non sono previste conseguenze giuridiche, economiche e sociali per i lavoratori, ai quali verrà complessivamente mantenuto lo stesso trattamento economico e normativo in atto. La sede di lavoro rimarrà immutata.

    Si dà atto che ai rappresentanti sindacali presenti sono state fornite le informazioni da questi richieste.

    Con la sottoscrizione del presente verbale le parti dichiarano esperita, con esito positivo, la procedura di consultazione sindacale prevista dall’art. 47 della Legge 428/90.

    Letto, confermato e sottoscritto.

    per la Holding dei Giochi S.r.l.
    per l’Unione del Commercio
    per la Toys Distribution S.r.l.
    per la Filcams-Cgil
    per la Fisascat-Cisl
    per la Uiltucs-Uil
    per la RSA

    Link Correlati
         Nota esplicativa

    Richieste per la stipula dell’accordo aziendale nazionale di II° livello “Holding dei Giochi”

    Piattaforma rivendicativa

    PREMESSO

    Che a seguito dell’incontro del 6/3/2001 la Holding dei Giochi aderiva, in via di principio, alla realizzazione di un contratto aziendale nazionale di II° livello sulla base delle richieste sindacali.

    Che conseguentemente le OO.SS. Nazionali di Categoria si impegnavano ad elaborare una specifica “Piattaforma di richieste”, come appresso predisposta, da trasmettere alla direzione aziendale.

    Che quanto richiesto nella “Piattaforma” rientra nel quadro di quanto previsto sia dal “Protocollo” del luglio 1993 che dal vigente CCNL del “Terziario”.

    Che in tale quadro rientra con coerenza anche quanto contenuto nella direttiva U.E. adottata dal Consiglio dei Ministri il 22/9/94, relativa alla costituzione dei Comitati Aziendali Europei.

    Che l’attivazione di quanto sopra fa assumere alle “Relazioni Sindacali” valore di riferimento essenziali ai fini di una pratica gestione volta a consolidare quanto in materia è già previsto dal CCNL e a consentire il confronto, ai vari livelli, attraverso la definizione di un sistema di relazioni sindacali teso a governare i processi di riorganizzazione aziendale, di decentramento e di sviluppo della Holding dei Giochi, così come dalla stessa azienda rappresentati in occasione dell’incontro del 6 marzo 2001.

    Tutto ciò premesso, al fine di realizzare gli obbiettivi sopra richiamati, si richiede di concretizzare il negoziato sulle seguenti materie:

    1) SISTEMA DI RELAZIONI SINDACALI

    Si richiede di attivare un modello di “Relazioni Sindacali” con la definizione di norme e procedure come qui di seguito specificate:

    -RELAZIONI SINDACALI A LIVELLO NAZIONALE

    a) Diritti di informazione – Materie di confronto

    Annualmente, di norma entro il primo quadrimestre successivo alla chiusura dei bilanci, la direzione dell’Azienda, le OO.SS. nazionali e il Coordinamento nazionale delle RSU/RSA, si incontreranno al fine di effettuare un esame congiunto sulle tematiche previste dal CCNL.

    Nel corso di tale incontro o anche al di fuori della scadenza sopra indicata, l’Azienda fornirà ulteriori informazioni preventive su:

    - situazione sulla rete commerciale ed eventuali programmi di terziarizzazione;

    - investimenti per nuove presenze, acquisizioni e/o diversificazione sul mercato;

    - investimenti per innovazioni tecnologiche;

    - interventi sull’assetto societario dell’azienda;

    - interventi di modifica sulle superfici commerciali e/o di cessione e/o di cogestione delle stesse con terzi;

    - livelli occupazionali, disaggregati per sesso, età, tipologia di impiego ed inquadramento professionale;

    - nuovi profili professionali;

    - interventi di modifica dell’organizzazione del lavoro a livello nazionale;

    - interventi di modifica dell’orario di lavoro a livello nazionale;

    - politica commerciale., dei prezzi, degli approvvigionamenti;

    - politica retributiva;

    - formazione e programmi formativi;

    - obbiettivi di budget e/o di fatturato.

    Ed informazioni consuntive su:

    - livelli di fatturato, indici di mercato;

    - bilanci annuali e/o situazioni parziali aggiornate;

    - orari di lavoro, straordinari, lavoro supplementare;

    - risultati sulla formazione svolta;

    - accordi definiti a livello decentrato.

    b) Modulistica Informativa

    In coerenza con quanto previsto al punto a) , si richiede la compilazione, da parte aziendale, di schede informative per ogni singola unità produttiva, quale strumento per la verifica del risultato consuntivo dell’anno di attività.

    Al riguardo si richiede di predisporre un fac – simile di “scheda” da allegare all’accordo.

    2) RELAZIONI SINDACALI A LIVELLO DECENTRATO

    Sulla base di quanto dichiarato in premessa ed in rapporto alla presenza Holding dei Giochi ed al suo possibile sviluppo sul territorio nazionale, si richiede di concordare la finalizzazione dei ruoli e dei compiti delle strutture decentrate, così come sotto riportati alla lettera a):

    a) Ruoli e compiti delle strutture sindacali a livello decentrato

    A questo livello ( Regionale e/o Provinciale e/o Comunale ) vanno demandati i compiti connessi alla gestione derivante dall’informazione nazionale.

    A questo livello, inoltre, su richiesta di una delle due parti, le stesse, si incontreranno, unitamente alle rispettive/a RSU/RSA, per affrontare e definire materie e problemi relativi a:

    - confronto sull’organizzazione del lavoro;

    - distribuzione dell’orario di lavoro, turni e nastri orari, flessibilità dell’orario di lavoro di cui al CCNL;

    - utilizzo degli impianti anche con riferimento agli organici, ai carichi di lavoro, alla intercambiabilità delle mansioni;

    - verifica e controllo degli orari concordati;

    - verifica e confronto per l’applicazione dell’inquadramento professionale;

    - mobilità a livello comunale e/o di hinterland;

    - trasferimenti;

    - appalti di cui al CCNL;

    - controllo delle norme relative alla tutela della salute e dell’ integrità fisica dei lavoratori, anche in riferimento all’ambiente e sicurezza di cui alla legge 626/94;

    - quanto delegato dall’accordo nazionale.

    In occasione di tali incontri o in date diverse da concordare, le parti, ove ne convengano, potranno affrontare e definire problematiche non demandate e/o definite a livello nazionale.

    Dichiarazione Congiunta

    Le parti confermano che il sopra previsto sistema di relazioni sindacali a livello decentrato è orientato a privilegiare il confronto, lo scambio di informazioni e la ricerca di soluzioni concordate atte a risolvere i problemi.

    3) FUNZIONAMENTO DELLE RELAZIONI SINDACALI

    Per l’attivazione e la pratica gestione di quanto derivante dal sistema/modello di “Relazioni Sindacali” così come esplicitato ai precedenti punti, si richiede di costituire in tutte le unità produttive le rispettive rappresentanze sindacali ed di istituire idonei strumenti, idonee modalità di utilizzo dei permessi sindacali e idonee modalità per la comunicazione delle informazioni, che permettano, a tutti i livelli, un più razionale ed efficace funzionamento delle relazioni sindacali stesse.

    Al riguardo, in coerenza con le finalità sopra richiamate, si richiede di disciplinare gli “strumenti” ed i “permessi sindacali retribuiti” così come sotto riportati alle lettere A e B.

    A Strumenti

    A1) Coordinamento Nazionale delle R.S.U./R.S.A.

    In coerenza con quanto richiamato al punto 1) si richiede la costituzione del Coordinamento Nazionale delle R.S.U. / R.S.A. composto da ……… delegati

    Tali componenti saranno designati dalle OO.SS. firmatarie dell’accordo di II° livello e i loro nominativi saranno comunicati alla Direzione aziendale entro 30 giorni dalla ratifica dello stesso.

    A2) Gruppo di lavoro per le Pari Opportunità

    In attuazione della legge 125/91, in materia di parità “uomo donna”, si ritiene opportuno realizzare interventi che favoriscano pari opportunità di lavoro.

    A tal fine si richiede la costituzione del “Gruppo per le Pari Opportunità” composto da …………….

    Membri, di cui ……. designati dalla Holding dei Giochi e ….. dalle OO.SS. firmatarie dell’accordo.

    Tale strumento avrà il compito di:

    - studiare la legislazione vigente e le esperienze in materia a livello nazionale e comunitario;

    - formulare e seguire i progetti di azioni positive volti a garantire la rimozione di tutti gli ostacoli che impediscono il raggiungimento delle pari opportunità uomo/donna sul lavoro. In questo senso il “Gruppo” utilizzando gli strumenti previsti dalla legge 125/91, dovrà attivarsi per seguire anche l’iter dei progetti stessi, sia nella fase dio ammissione ai finanziamenti previsti dalla legge sopra richiamata, sia nell’attuazione degli stessi;

    - proporre alle parti soluzioni contrattuali in attuazione alla legge 53/2000, sui congedi parentali.

    Il “Gruppo”, annualmente, dovrà riferire sull’ attività svolta alle parti stipulanti l’accordo di II° livello.

    B Permessi Sindacali Retribuiti

    Si richiede che a partire dal ……….. per l’espletamento del ruolo e dei compiti assegnati al “Coordinamento Nazionale” ed al “Gruppo delle Pari Opportunità”, vengano rese disponibili ….. ore retribuite annue, pari e rispettive a ….. ore per ognuno dei rappresentanti delle OO.SS., componenti gli “strumenti” di cui alle lettere A1) e A2) del presente punto 3).

    Il monte ore complessivo che sarà definito, non potrà comunque superare le ….. ore nell’arco di durata dell’accordo di II° livello.

    Ai fini della titolarità della richiesta delle ore di permesso che saranno stabilite, questa è di spettanza delle OO.SS. nazionali firmatarie dell’accordo stesso.

    DICHIARAZIONE CONGIUNTA AL PUNTO 3)

    Allo scopo di facilitare l’attività dei componenti gli “ Strumenti” di cui alle lettere A1) e A2) del punto 3) della “piattaforma),si richiede la seguente dichiarazione congiunta:

    La Holding dei Giochi, per lo svolgimento dei lavori dei componenti gli “ strumenti” di cui sopra, permetterà di utilizzare presso la propria sede di …………. sita in ……………… ………. ,

    una apposita sala riunioni fornita di idonea attrezzatura informatica.

    La Holding dei Giochi, inoltre, in occasione delle riunioni formalmente convocate per le rispettive attività sopra richiamate, sosterrà a suo completo carico, previa presentazione di ricevute di spesa e comunque fini ad un massimo di lire …………… per ogni giornata di attività, le spese di viaggio sostenute complessivamente dai componenti gli “strumenti” sopra citati.

    Le parti allo scopo di favorire la comunicazione alle e tra le strutture sindacali, ai vari livelli coinvolte nella pratica gestione dell’accordo di II° livello, concordano di mettere a disposizione l’utilizzo dei rispettivi e corrispondenti fax e/o caselle di posta elettronica, così come ad oggi risultanti dallo specifico elenco allegato ed il cui eventuale aggiornamento dovrà essere tempestivamente comunicato dalle strutture interessate.

    In tale ambito, le parti valuteranno la possibilità di realizzare e rendere disponibile una specifica sezione sindacale all’interno del sito intranet aziendale.

    Le parti, nel considerare sperimentale il complesso delle modalità di cui al presente “protocollo”, concordano sull’opportunità di attivare specifiche verifiche annuali sia per valutare il funzionamento del modello/sistema delle “relazioni sindacali” che per esaminare, in tale ambito, l’utilizzo del monte ore retribuito disponibile.

    4) FORMAZIONE

    Constatato che lo sviluppo e la gestione di tale materia assume rilevanza anche a fronte dei processi di riorganizzazione aziendale.

    Considerato che tali processi produrranno l’esigenza di definire nuove funzioni e nuove competenze professionali per le quali sarà necessario predisporre progetti formativi volti a qualificare e riqualificare i lavoratori della Holding dei Giochi, si richiede di concordare sui seguenti indirizzi/obbiettivi:

    Formazione continua e/o permanente finalizzata a:

    - corsi per la definizione di nuovi profili professionali con particolare riguardo a quelli conseguenti alla riorganizzazione commerciale dell’ azienda;

    - corsi specifici per i “Quadri” avuto riguardo alla possibilità di utilizzo della struttura bilaterale “Quadrifor”;

    - corsi di lingua inglese o di una lingua della comunità europea.

    Per gli indirizzi/obbiettivi sopra richiamati si richiede la possibilità di utilizzo delle ore di permesso disponibili da quanto derivante dall’ applicazione della legge 53/2000 sui “Congedi parentali”, nonché sull’opportunità di predisporre specifici progetti da sottoporre alle istanze nazionali ed europee competenti all’erogazione e all’utilizzo dei fondi per la formazione.

    5) ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO

    Tenuto conto della possibile diversa offerta commerciale nei vari punti vendita che potrà produrre una organizzazione del lavoro non omogenea a livello nazionale, si richiede di approfondire tali materie al fine di ricercare ipotesi di soluzioni contrattuali che favoriscano la gestione a livello decentrato su quanto in tema di orario di lavoro e di utilizzo del lavoro a tempo parziale è previsto dal vigente CCNL.

    6) ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA

    Considerato quanto in materia è definito dal vigente CCNL, si richiede di avviare uno specifico confronto volto a ricercare e definire idonee soluzioni a favore dei dipendenti della Holding dei Giochi.

    7) TRATTAMENTO MALATTIA – INFORTUNIO

    Ad integrazione di quanto previsto dal vigente CCNL in materia di malattia ed infortunio, si richiede una diversa copertura economica in caso di ricovero ospedaliero, la definizione del periodo di comporto, in caso di infortunio, fino a guarigione clinica e la corresponsione del 100% del trattamento economico per i giorni di assenza per malattia compresi tra il 4° e il 21° giorno.

    8) PARTE ECONOMICA

    In coerenza con il modello/sistema delle “Relazioni Sindacali” di cui alla presente piattaforma, si richiede la definizione di quote salariali derivanti dall’incremento verificabile di produttività e redditività aziendale e/o da obbiettivi da concordare.

    Al riguardo si richiede un incontro, da effettuarsi prima dell’avvio del confronto per l’accordo aziendale, finalizzato ad acquisire una serie di dati organizzativi, di bilancio e di trattamenti economici e normativi in atto, ivi compresi i Tickets, che permettano di operare sia sul versante dell’ eventuale omogeneizzazione/consolidamento che sull’opportunità di valutare al meglio tutti i possibili parametri ed indicatori con i quali misurare gli incrementi e/o gli obbiettivi sopra richiamati.

    Richieste per la stipula dell’accordo aziendale nazionale di II° livello “Holding dei Giochi”
    Ipotesi di piattaforma rivendicativa

    PREMESSO

    Che a seguito dell’incontro del 6/3/2001 la Holding dei Giochi aderiva, in via di principio, alla realizzazione di un contratto aziendale nazionale di II° livello sulla base delle richieste sindacali.
    Che conseguentemente le OO.SS. Nazionali di Categoria si impegnavano ad elaborare una specifica “Piattaforma di richieste”, come appresso predisposta, da trasmettere alla direzione aziendale.
    Che quanto richiesto nella “Piattaforma” rientra nel quadro di quanto previsto sia dal “Protocollo” del luglio 1993 che dal vigente CCNL del “Terziario”.
    Che in tale quadro rientra con coerenza anche quanto contenuto nella direttiva U.E. adottata dal Consiglio dei Ministri il 22/9/94, relativa alla costituzione dei Comitati Aziendali Europei.
    Che l’attivazione di quanto sopra fa assumere alle “Relazioni Sindacali” valore di riferimento essenziali ai fini di una pratica gestione volta a consolidare quanto in materia è già previsto dal CCNL e a consentire il confronto, ai vari livelli, attraverso la definizione di un sistema di relazioni sindacali teso a governare i processi di riorganizzazione aziendale, di decentramento e di sviluppo della Holding dei Giochi, così come dalla stessa azienda rappresentati in occasione dell’incontro del 6 marzo 2001.
    Tutto ciò premesso, al fine di realizzare gli obbiettivi sopra richiamati, si richiede di concretizzare il negoziato sulle seguenti materie:

    1) SISTEMA DI RELAZIONI SINDACALI
    Si richiede di attivare un modello di “Relazioni Sindacali” con la definizione di norme e procedure come qui di seguito specificate:

    -RELAZIONI SINDACALI A LIVELLO NAZIONALE
    a) Diritti di informazione – Materie di confronto
    Annualmente, di norma entro il primo quadrimestre successivo alla chiusura dei bilanci, la direzione dell’Azienda, le OO.SS. nazionali e il Coordinamento nazionale delle RSU/RSA, si incontreranno al fine di effettuare un esame congiunto sulle tematiche previste dal CCNL.

    Nel corso di tale incontro o anche al di fuori della scadenza sopra indicata, l’Azienda fornirà ulteriori informazioni preventive su:

    - situazione sulla rete commerciale ed eventuali programmi di terziarizzazione;
    - investimenti per nuove presenze, acquisizioni e/o diversificazione sul mercato;
    - investimenti per innovazioni tecnologiche;
    - interventi sull’assetto societario dell’azienda;
    - interventi di modifica sulle superfici commerciali e/o di cessione e/o di cogestione delle stesse con terzi;
    - livelli occupazionali, disaggregati per sesso, età, tipologia di impiego ed inquadramento professionale;
    - nuovi profili professionali;
    - interventi di modifica dell’organizzazione del lavoro a livello nazionale;
    - interventi di modifica dell’orario di lavoro a livello nazionale;
    - politica commerciale., dei prezzi, degli approvvigionamenti;
    -politica retributiva;
    - formazione e programmi formativi;
    - obbiettivi di budget e/o di fatturato.

    Ed informazioni consuntive su:

    - livelli di fatturato, indici di mercato;
    - bilanci annuali e/o situazioni parziali aggiornate;
    - orari di lavoro, straordinari, lavoro supplementare;
    - risultati sulla formazione svolta;
    - accordi definiti a livello decentrato.

    b) Modulistica Informativa

    In coerenza con quanto previsto al punto a) , si richiede la compilazione, da parte aziendale, di schede informative per ogni singola unità produttiva, quale strumento per la verifica del risultato consuntivo dell’anno di attività.
    Al riguardo si richiede di predisporre un fac – simile di “scheda” da allegare all’accordo.

    2) RELAZIONI SINDACALI A LIVELLO DECENTRATO
    Sulla base di quanto dichiarato in premessa ed in rapporto alla presenza Holding dei Giochi ed al suo possibile sviluppo sul territorio nazionale, si richiede di concordare la finalizzazione dei ruoli e dei compiti delle strutture decentrate, così come sotto riportati alla lettera a):

    a) Ruoli e compiti delle strutture sindacali a livello decentrato
    A questo livello ( Regionale e/o Provinciale e/o Comunale ) vanno demandati i compiti connessi alla gestione derivante dall’informazione nazionale.

    A questo livello, inoltre, su richiesta di una delle due parti, le stesse, si incontreranno, unitamente alle rispettive/a RSU/RSA, per affrontare e definire materie e problemi relativi a:
    - confronto sull’organizzazione del lavoro;
    - distribuzione dell’orario di lavoro, turni e nastri orari, flessibilità dell’orario di lavoro di cui al CCNL;
    - utilizzo degli impianti anche con riferimento agli organici, ai carichi di lavoro, alla intercambiabilità delle mansioni;
    - verifica e controllo degli orari concordati;
    - verifica e confronto per l’applicazione dell’inquadramento professionale;
    -trasferimenti;
    -appalti di cui al CCNL;
    - controllo delle norme relative alla tutela della salute e dell’ integrità fisica dei lavoratori, anche in riferimento all’ambiente e sicurezza di cui alla legge 626/94;
    - quanto delegato dall’accordo nazionale.
    In occasione di tali incontri o in date diverse da concordare, le parti, ove ne convengano, potranno affrontare e definire problematiche non demandate e/o definite a livello nazionale.
    Dichiarazione Congiunta
    Le parti confermano che il sopra previsto sistema di relazioni sindacali a livello decentrato è orientato a privilegiare il confronto, lo scambio di informazioni e la ricerca di soluzioni concordate atte a risolvere i problemi.

    3) FUNZIONAMENTO DELLE RELAZIONI SINDACALI
    Per l’attivazione e la pratica gestione di quanto derivante dal sistema/modello di “Relazioni Sindacali” così come esplicitato ai precedenti punti, si richiede di costituire in tutte le unità produttive le rispettive rappresentanze sindacali ed di istituire idonei strumenti, idonee modalità di utilizzo dei permessi sindacali e idonee modalità per la comunicazione delle informazioni, che permettano, a tutti i livelli, un più razionale ed efficace funzionamento delle relazioni sindacali stesse.

    Al riguardo, in coerenza con le finalità sopra richiamate, si richiede di disciplinare gli “strumenti” ed i “permessi sindacali retribuiti” così come sotto riportati alle lettere A e B.

    A Strumenti
    A1) Coordinamento Nazionale delle R.S.U./R.S.A.
    In coerenza con quanto richiamato al punto 1) si richiede la costituzione del Coordinamento Nazionale delle R.S.U. / R.S.A. composto da ……… delegati
    Tali componenti saranno designati dalle OO.SS. firmatarie dell’accordo di II° livello e i loro nominativi saranno comunicati alla Direzione aziendale entro 30 giorni dalla ratifica dello stesso.

    A2) Gruppo di lavoro per le Pari Opportunità
    In attuazione della legge 125/91, in materia di parità “uomo donna”, si ritiene opportuno realizzare interventi che favoriscano pari opportunità di lavoro.
    A tal fine si richiede la costituzione del “Gruppo per le Pari Opportunità” composto da …………….
    Membri, di cui ……. designati dalla Holding dei Giochi e ….. dalle OO.SS. firmatarie dell’accordo.

    Tale strumento avrà il compito di:

    - studiare la legislazione vigente e le esperienze in materia a livello nazionale e comunitario;
    - formulare e seguire i progetti di azioni positive volti a garantire la rimozione di tutti gli ostacoli che impediscono il raggiungimento delle pari opportunità uomo/donna sul lavoro. In questo senso il “Gruppo” utilizzando gli strumenti previsti dalla legge 125/91, dovrà attivarsi per seguire anche l’iter dei progetti stessi, sia nella fase dio ammissione ai finanziamenti previsti dalla legge sopra richiamata, sia nell’attuazione degli stessi;
    - proporre alle parti soluzioni contrattuali in attuazione alla legge 53/2000, sui congedi parentali.
    Il “Gruppo”, annualmente, dovrà riferire sull’ attività svolta alle parti stipulanti l’accordo di II° livello.
    B Permessi Sindacali Retribuiti
    Si richiede che a partire dal ……….. per l’espletamento del ruolo e dei compiti assegnati al “Coordinamento Nazionale” ed al “Gruppo delle Pari Opportunità”, vengano rese disponibili ….. ore retribuite annue, pari e rispettive a ….. ore per ognuno dei rappresentanti delle OO.SS., componenti gli “strumenti” di cui alle lettere A1) e A2) del presente punto 3).
    Il monte ore complessivo che sarà definito, non potrà comunque superare le ….. ore nell’arco di durata dell’accordo di II° livello.
    Ai fini della titolarità della richiesta delle ore di permesso che saranno stabilite, questa è di spettanza delle OO.SS. nazionali firmatarie dell’accordo stesso.

    DICHIARAZIONE CONGIUNTA AL PUNTO 3)
    Allo scopo di facilitare l’attività dei componenti gli “ Strumenti” di cui alle lettere A1) e A2) del punto 3) della “piattaforma),si richiede la seguente dichiarazione congiunta:
    La Holding dei Giochi, per lo svolgimento dei lavori dei componenti gli “ strumenti” di cui sopra, permetterà di utilizzare presso la propria sede di …………. sita in ……………… ………. ,
    una apposita sala riunioni fornita di idonea attrezzatura informatica.
    La Holding dei Giochi, inoltre, in occasione delle riunioni formalmente convocate per le rispettive attività sopra richiamate, sosterrà a suo completo carico, previa presentazione di ricevute di spesa e comunque fini ad un massimo di lire …………… per ogni giornata di attività, le spese di viaggio sostenute complessivamente dai componenti gli “strumenti” sopra citati.
    Le parti allo scopo di favorire la comunicazione alle e tra le strutture sindacali, ai vari livelli coinvolte nella pratica gestione dell’accordo di II° livello, concordano di mettere a disposizione l’utilizzo dei rispettivi e corrispondenti fax e/o caselle di posta elettronica, così come ad oggi risultanti dallo specifico elenco allegato ed il cui eventuale aggiornamento dovrà essere tempestivamente comunicato dalle strutture interessate.
    In tale ambito, le parti valuteranno la possibilità di realizzare e rendere disponibile una specifica sezione sindacale all’interno del sito intranet aziendale.
    Le parti, nel considerare sperimentale il complesso delle modalità di cui al presente “protocollo”, concordano sull’opportunità di attivare specifiche verifiche annuali sia per valutare il funzionamento del modello/sistema delle “relazioni sindacali” che per esaminare, in tale ambito, l’utilizzo del monte ore retribuito disponibile.

    4) FORMAZIONE
    Constatato che lo sviluppo e la gestione di tale materia assume rilevanza anche a fronte dei processi di riorganizzazione aziendale.
    Considerato che tali processi produrranno l’esigenza di definire nuove funzioni e nuove competenze professionali per le quali sarà necessario predisporre progetti formativi volti a qualificare e riqualificare i lavoratori della Holding dei Giochi, si richiede di concordare sui seguenti indirizzi/obbiettivi:
    Formazione continua e/o permanente finalizzata a:
    - corsi per la definizione di nuovi profili professionali con particolare riguardo a quelli conseguenti alla riorganizzazione commerciale dell’ azienda;
    - corsi specifici per i “Quadri” avuto riguardo alla possibilità di utilizzo della struttura bilaterale “Quadrifor”;
    - corsi di lingua inglese o di una lingua della comunità europea.
    Per gli indirizzi/obbiettivi sopra richiamati si richiede la possibilità di utilizzo delle ore di permesso disponibili da quanto derivante dall’ applicazione della legge 53/2000 sui “Congedi parentali”, nonché sull’opportunità di predisporre specifici progetti da sottoporre alle istanze nazionali ed europee competenti all’erogazione e all’utilizzo dei fondi per la formazione.

    5) ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO

    Tenuto conto della possibile diversa offerta commerciale nei vari punti vendita che potrà produrre una organizzazione del lavoro non omogenea a livello nazionale, si richiede di approfondire tali materie al fine di ricercare ipotesi di soluzioni contrattuali che favoriscano la gestione a livello decentrato su quanto in tema di orario di lavoro e di utilizzo del lavoro a tempo parziale è previsto dal vigente CCNL.

    6) ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA
    Considerato quanto in materia è definito dal vigente CCNL, si richiede di avviare uno specifico confronto volto a ricercare e definire idonee soluzioni a favore dei dipendenti della Holding dei Giochi.

    7) TRATTAMENTO MALATTIA – INFORTUNIO
    Ad integrazione di quanto previsto dal vigente CCNL in materia di malattia ed infortunio, si richiede una diversa copertura economica in caso di ricovero ospedaliero, la definizione del periodo di comporto, in caso di infortunio, fino a guarigione clinica e la corresponsione del 100% del trattamento economico per i giorni di assenza per malattia compresi tra il 4° e il 21° giorno.

    8) PARTE ECONOMICA
    In coerenza con il modello/sistema delle “Relazioni Sindacali” di cui alla presente piattaforma, si richiede la definizione di quote salariali derivanti dall’incremento verificabile di produttività e redditività aziendale e/o da obbiettivi da concordare.
    Al riguardo si richiede un incontro, da effettuarsi prima dell’avvio del confronto per l’accordo aziendale, finalizzato ad acquisire una serie di dati organizzativi, di bilancio e di trattamenti economici in atto, che permettano di operare sia sul versante dell’eventuale consolidamento che sull’opportunità di valutare al meglio tutti i possibili parametri ed indicatori con i quali misurare gli incrementi e/o gli obbiettivi sopra richiamati.

    MINISTERO DEL LAVORO
    E DELLA PREVIDENZA SOCIALE
    DIREZIONE GENERALE DEI RAPPORTI DI LAVORO
    DIV. VIII

    VERBALE DI ACCORDO

    Ilgiorno 23 novembre 1999, presso il Ministero del lavoro e della previdenza sociale, alla presenza della dott.ssa Maria Giovanna Fragiacomo e del dott. Roberto Maria Giordano, si sono incontrate, formalmente convocate le parti sociali interessate alla situazione occupazionale della HOLDING DEI GIOCHI s.r.l. che ha avviato la procedura per licenziamenti collettivi per riduzione di personale ai sensi della legge 223/91.

    Premesso che:

    Tutto ciò premesso, le parti convengono quanto segue:

    Letto, confermato e sottoscritto.

    (seguono firme)

    Link Correlati
         Nota esplicativa

    VERBALE DI INCONTRO

    Ilgiorno 11 novembre 1999, presso la CONFCOMMERCIO Nazionale in Roma, alla presenza del dott. Guido Lazzarelli, si sono incontrati:

    la HOLDING DEI GIOCHI S.r.l. rappresentata dal Dr. Gaetano Losapio, assistita dal Consulente del Lavoro Dott. Giancarlo Chiovini
    la FILCAMS-CGIL, rappresentata da P. Marconi;
    la FISASCAT-CISL, rappresentata da M. Dalmasso e D. Rondinelli; la UILTUCS-UIL, rappresentata da G. Rodilosso;
    insieme ad una delegazione di rappresentanti sindacali territoriali ed aziendali.

    PREMESSO CHE

    -in data 9/7/1999 la società ha attivato la procedura prevista dagli artt. 4 e 24 della Legge n. 223/91 per 79 posizioni lavorative attualmente occupate nella sede e nelle diverse unità di vendita come specificate nella comunicazione di apertura della procedura;

    - in data 11/10/99 presso l’Unione Commercianti di Milano è stato sottoscritto un verbale di mancato accordo che concludeva la prima fase della procedura;

    TUTTO CIO’ PREMESSO

    -le Parti hanno convenuto di proseguire la trattativa in sede sindacale oltre il termine previsto dall’art.4, comma 6 della Legge 223/91, al fine di individuare le possibili soluzioni per la sottoscrizione di un accordo sindacale nazionale;

    - l’azienda ha dichiarato la propria disponibilità a ritirare la procedura di mobilità per tutti e 79 i lavoratori interessati;

    - le Parti convengono che tale soluzione sarà praticabile a condizione che l’attuale organizzazione del lavoro venga modificata attraverso trasformazioni di posizioni lavorative full-time a part -time nel numero di 55, ferma restando la volontarietà dei lavoratori interessati; e di trasformazioni di posizioni lavorative attualmente a part-time orizzontale in part-time verticale nel numero di 67;

    - l’azienda si impegna ad attuare le trasformazioni suddette non prima del mese di gennaio 2000, anche verificando la possibilità attraverso incontri a livello territoriale, di utilizzo degli strumenti di flessibilità plurisettimanale dell’orario di lavoro prevista dal
    CCNL;

    -a fronte della disponibilità dei lavoratori alla trasformazione del proprio rapporto di lavoro l’azienda si impegna a riconoscere un incentivo che verrà quantificato in sede di sottoscrizione dell’accordo presso il Ministero del Lavoro;

    -le parti si incontreranno nuovamente in sede ministeriale per la sottoscrizione del presente accordo;

    -la verifica degli incontri territoriali verrà compiuta a livello nazionale entro il 30/6/2000.

    Letto, confermato e sottoscritto

    HOLDING DEI GIOCHI SrlFILCAMS-CGIL

    FISASCAT-CISL
    CONFCOMMERCIO
    UILTUCS-UIL

    Link Correlati
         Nota esplicativa