Category Archives: Happy Tour

Roma, 10 novembre 2010

Testo unitario

il 4 novembre si è tenuto un importante incontro per il futuro di Happy Tour; si è svolto l’incontro per esperire la procedura ex art. 47 L. 428/90 per la cessione di alcune agenzie da Happy Tour a Kuoni Italia spa.
L’incontro, iniziato con un paio d’ore di ritardo a causa delle trattative non ancora concluse fra le 2 società, è stato aperto con la notizia che per l’agenzia di Torino Via Giolitti non era stata assunta una decisione definitiva da parte di Kuoni a causa di altre trattative in corso per l’acquisizione di alcuni locali sempre a Torino. La riserva verrà sciolta solamente nel corso dei prossimi giorni.
La vendita di 3 agenzie (Genova Largo XXII Ottobre, La Spezia P.le Kennedy e Pavia) consente di erogare 2 mensilità di stipendio, come da accordo del 13 di ottobre u.s. oltre a saldare completamente le spettanze delle lavoratrici che passeranno a Kuoni Italia spa.
Successivamente all’informativa prevista dalla legge l’incontro è stato interrotto per permettere alle lavoratrici di confrontarsi con la società Happy Tour per la correzione degli errori contenuti nei cedolini paga, al fine di poter effettuare le conciliazioni, atto richiesto dall’acquirente al fine di garantirsi una tranquillità verso eventuali future azioni vertenziali.
Facciamo notare che l’aver esperito positivamente la procedura di consultazione e aver firmato le conciliazioni individuali non determina attualmente la certezza del passaggio in quanto sono in corso ancora trattative per definire i dettagli del passaggio e solo dopo la firma dell’atto notarile il passaggio sarà definitivo.
Lo stesso discorso vale per il rispetto dell’accordo del l3 di ottobre: il pagamento di 2 mensilità arretrate potrà avvenire solamente al perfezionamento della cessione e del pagamento di Kuoni Italia ad Happy Tour.
Successivamente, alla sola presenza di Happy Tour e di Confindustria Alessandria, è iniziata la trattativa relativa alla procedura di mobilità aperta alla fine di settembre; la posizione delle OO.SS. era che l’unico criterio fosse quello della volontarietà (ovvero della non opposizione alla messa in mobilità) e che fosse aperta a tutti i dipendenti, per permettere loro di decidere se lasciare l’azienda, essere posti in mobilità e percepire la relativa indennità oppure di continuare a stare in azienda; questa precisazione è doverosa in quanto la richiesta aziendale era quella di inserire anche la possibilità di porre in mobilità le dipendenti delle agenzie che verranno chiuse nelle prossime settimane; queste agenzie sono quelle di:

- Brescia,
- Milano,
- Vercelli,
- Acqui Terme,
- Genova San Vincenzo,
- Genova De Marini,
- Sarzana,
- Biella,
- Alessandria Via Trotti

Come si evince dal verbale, l’unico criterio adottato sarà quello della non opposizione alla messa in mobilità.
In un verbale a latere abbiamo convenuto di incontrarci entro circa un mese dall’incontro per una verifica sull’andamento della mobilità, sulla verifica del piano di ristrutturazione e dell’andamento economico dell’impresa. Questo incontro servirà anche per verificare e determinare la futura struttura della società, combinando i progetti aziendali di chiusura dei suddetti punti vendita con i dipendenti rimasti in azienda.
Nel verbale c’è inoltre una doverosa precisazione circa le quote di assistenza sanitaria integrativa e di previdenza complementare: queste quote, dovute contrattualmente, nel corso degli anni erano state trattenute alle lavoratrici ma non versate ai rispettivi fondi (Fondo EST, Fondo Fonte o i fondi di previdenza complementare aperti ai quali hanno aderito le lavoratrici. L’azienda, come indicato nei verbali di conciliazione, si impegna a versare tali quote.
Happy Tour ha ribadito più volte che la vendita delle agenzie a Kuoni era determinante per le sorti dell’azienda: oltre al pagamento di parte delle retribuzioni pregresse, permetterà di sviluppare importanti operazioni di partnership commerciale utili al rilancio dell’azienda; siamo tuttavia consapevoli che il fallimento di queste operazioni decreteranno la fine della società stessa.
L’impegno che le Segreterie Nazionali si assumono e chiedono alle strutture territoriali di fare altrettanto è quello di monitorare costantemente l’evoluzione del quadro nelle prossime settimane al fine di poter comprendere la situazione e assumere le opportune decisioni a tutela delle lavoratrici ancora in forza ad Happy Tour.

p. La FILCAMS-CGIL NAZIONALE
Massimo Frattini

    Verbale esperita procedura art. 47 L. 428/90
    – Verbale accordo mobilità
    – Verbale per incontro postmobilità

    Roma, 18 ottobre 2010

    Testo unitario

    il 13 ottobre si è tenuto un importante incontro con la società Happy Tour srl, durante il quale l’azienda ha informato le OO.SS. che sono in atto avanzate trattative per la cessione di 4 agenzie (Genova Largo Dodici, La Spezia P.le Kennedy, Torino e Pavia) ad un importate operatore del settore.
    La cessione, che sarà oggetto di apposita procedura così come previsto dall’articolo 2112 del c.c., permetterà all’azienda di incassare delle somme che, come da accordo allegato, saranno utilizzate per saldare tutti i crediti (eccetto il trattamento di fine rapporto) delle addette e degli addetti interessati al passaggio delle 4 agenzie, e saldare parte dei crediti vantati dalle lavoratrici e dai lavoratori che rimarranno alle dipendenze di Happy Tour (l’impegno dell’impresa è per il pagamento di almeno 2 mensilità arretrate).
    Abbiamo inoltre concordato che, nel corso dell’operazione di cessione delle 4 agenzie, l’azienda congiuntamente alle OO.SS., valuterà come destinare le eventuali ulteriori somme a disposizione.
    Durante lo stesso incontro si è anche discusso della procedura di mobilità attivata dall’impresa in data 28 settembre 2010 per 81 addetti.
    Le OO.SS. hanno richiesto all’azienda di correggere il testo dell’avvio della procedura a fronte di alcune imprecisioni in esso contenute, la stessa ha provveduto a modificare e rinviare un nuovo testo.
    Nell’ultima settimana del mese di ottobre si effettuerà un nuovo incontro per definire la procedura di cessione delle 4 agenzie di cui sopra, proseguire la discussione sulla procedura di mobilità e comprendere le future strategie aziendali.


    p. La FILCAMS-CGIL NAZIONALE
    Massimo Frattini


    Verbale incontro mobilità
    – Verbale accordo retribuzioni

    COMUNICATO SINDACALE

    A seguito dell’incontro del 28 luglio u.s., le OO.SS. FILCAMS CGIL, FISASCAT CISL E UILTuCS UIL, unitamente alle Rappresentanze Sindacali, prendendo atto delle dichiarazioni dell’impresa, devono denunciare per l’ennesima volta la completa assenza di chiarezza e di un concreto piano di rilancio, il quale, ci è stato comunicato, sarà presentato solamente a metà settembre da un nuovo consulente aziendale.

    Abbiamo inoltre respinto la proposta aziendale del pagamento della mensilità di Maggio 2010 entro il 30 agosto 2010 chiedendone l’erogazione entro e non oltre il 10 agosto 2010 quale prova della volontà aziendale di operare per il salvataggio della stessa. Per le stesse motivazioni l’ulteriore ipotesi aziendale di erogare un acconto entro il 10 agosto e successivamente il saldo, è stata da noi ritenuta inaccettabile.

    Riteniamo inoltre che per la tenuta del tavolo di trattativa e per iniziare la discussione di un qualsiasi piano di risanamento con il coinvolgimento delle OO.SS. e delle Rappresentanze Sindacali Aziendali sarà necessario il rispetto delle scadenze retributive anche per i prossimi mesi unitamente ad un rapido recupero da parte dei dipendenti delle retribuzioni non ancora pagate.

    In mancanza di riscontri documentati circa il pagamento delle retribuzioni, il giorno successivo alle naturali scadenze verrà proclamato lo sciopero ad oltranza delle lavoratrici e dei lavoratori di tutto il gruppo.

    Roma, 29 luglio 2010

    FILCAMS/CGIL
    FISASCAT/CISL
    UILTuCS/UIL

    AI LAVORATORI HAPPY TOUR

    FILCAMS CGIL, FISASCAT CISL, UILTUCS UIL, a fronte del pagamento delle retribuzioni del mese Aprile e della 14\a 2010 e della proposta da parte aziendale di un incontro sindacale, dimostrando per l’ennesima volta un grande senso di responsabilità, hanno deciso di rinviare la giornata di sciopero proclamata per il giorno 21 luglio, in attesa di verificare quanto emergerà dall’incontro che si terrà nella prossima settimana.

    Riteniamo che, come più volte rimarcato nelle precedenti occasioni, sarà indispensabile da parte aziendale, esporre in maniera chiara ed inequivocabile la situazione economica, il percorso legato al piano industriale di risanamento che possa far presagire una vera possibilità di superamento della grave crisi aziendale in atto, unitamente ad un formale impegno del rispetto dell’accordo sottoscritto a suo tempo per il pagamento delle retribuzioni pregresse.

    COMUNICATO SINDACALE

    Le scriventi OO.SS., unitamente alle rappresentanze sindacali, denunciano l’ennesima violazione degli accordi sottoscritti.

    Durante l’incontro del 10 giugno 2010 si era concordato di effettuare un incontro il giorno 22 giugno ad Alessandria per avere dettagliate informazioni sullo stato di salute dell’azienda e sulle iniziative aziendali per il suo rilancio.

    Inoltre l’azienda aveva assicurato il pagamento di parte delle retribuzioni arretrate entro il 22 giugno e questo, da parte nostra, sarebbe stata una condizione indispensabile per effettuare tale incontro.

    Ora, senza alcuna motivazione, l’azienda ha annullato l’incontro e non ha effettuato i pagamenti delle retribuzioni arretrate.

    Crediamo che la situazione non sia più sopportabile!

    Chiediamo ad Happy Tour di rispettare gli accordi sottoscritti e di fare luce sullo stato di salute, sulla situazione economica e di spiegare quali iniziative verranno intraprese per il salvataggio.

    A sostegno di queste richieste, e in assenza di prove documentate circa il pagamento delle retribuzioni arretrate, le OO.SS. proclamano una giornata di sciopero per il 1 luglio 2010, riservandosi ogni altra iniziativa a tutela delle lavoratrici.

    FILCAMS/CGIL
    FISASCAT/CISL
    UILTuCS/UIL

    Roma, 24 giugno 2010