Category Archives: Guess-Italia

Roma, 19 maggio 2014

abbiamo incontrato recentemente la Guess Italia Srl nell’ambito dei diritti di informazione di cui al CCNL Terziario e a seguito dei due accordi sottoscritti nel gennaio e marzo scorso nell’ambito dell’art.47 della legge 428, con i quali venivano incorporate le società che detenevano i negozi a marchio Marciano Guess e Guess Denim.
La società di casamadre statunitense è presente in Italia con due società: la Guess Italia Srl che si occupa di tutta la rete vendita – interamente a gestione diretta – del commerciale, amministrazione, finanza e controllo e allestimento visual negozi; e la Guess Service Srl che si occupa dell’elaborazione stile (uomo, donna, bambino e underwear), sviluppo e realizzazione delle collezioni; produzione, controllo e qualità delle stesse. Entrambe le società coesistono nella sede di Firenze che occupa 99 dipendenti.
La Guess Italia Srl è costituita da 84 punti vendita, 18 outlet e 8 corner all’interno di Coin e Rinascente e occupa 735 dipendenti ai quali si applica il CCNL Terziario.
Dal punto di vista dell’andamento economico l’azienda si dichiara soddisfatta dei risultati, anche se il fatturato degli ultimi anni è diminuito: il bilancio chiuso al 31 gennaio 2014 dimostra un fatturato 2013 dell’ultimo anno pari a 102 milioni€ a fronte di un budget rispetto all’anno precedente di 105 milioni€; ma si è chiuso ad un -5% dovuto all’acquisizione delle due società Marciano e Denim.
Rispetto al fatturato della rete, il primo trimestre 2014 si è chiuso a 13.400.000€ rispetto ad un budget di 12.600.000€. Anche le vendite negli outlet danno un risultato positivo (7 milioni € nel primo trimestre a fronte di un budget di 5.500.000€), mentre i corner non danno i risultati sperati, tanto che la società sta pensando di chiudere quelli dentro Coin (ma non quelli dentro Rinascente).
In tutta la rete sono occupati circa 580 dipendenti full time equivalent – 450 nei negozi, 130 negli outlet e 8 nei corner; circa la metà del personale è full time e metà part-time; più dell’80% sono donne con un’età media al di sotto dei 30 anni.
La struttura organizzativa di punti vendita è composta da uno store manager (full time, 1° livello); un assistente store manager e capi reparti (nei negozi più grandi, full time 2° e 3° livello); addetti vendita (4° livello, part-time dalle 20 alle 35 ore settimanali).
Per scelta aziendale, tutto il personale è assunto a tempo indeterminato (sono pochi i contratti a termine per sostituzioni o picchi di lavoro), non esistono part-time week end, apprendisti, somministrati o contratti a chiamata). Ai lavoratori, ai vari livelli, viene riconosciuto un premio aziendale (MBO) legato al raggiungimento del fatturato, differenze inventariali e vendite pezzi per scontrino.
Rispetto agli investimenti, l’azienda ha confermato che gli obiettivi di budget sono per mantenere e consolidare l’andamento attuale e che per il prossimo anno sono previste l’apertura di un negozio a Napoli e uno a Bologna, entrambi in centro, e due a Milano in concomitanza con l’Expo.
La società intende espandere la rete commerciale privilegiando la gestione diretta – così come avviene negli USA e nel resto dei Paesi dove l’azienda è presente – e non è intenzionata ad avviare reti di vendita in franchising (esiste solo un partner storico –il Gruppo Talamone – che ha una decina di negozi in franchising presenti solo in Toscana).
In occasione dell’incontro, l’azienda ha dichiarato che intende presentare un suo primo progetto formativo a FOR.TE per la formazione dei district managers che dovranno formare gli store managers sulle tecniche di vendita.

p. la Filcams Cgil Nazionale
Luca De Zolt

Roma, 4 aprile 2014

Vi inviamo il verbale di esperita procedura ex art 47 legge 428/90 relativo alla cessione di 19 punti vendita dalla società Perpetua srl alla società Guess Italia srl sottoscritto in data 27 marzo 2014.

La cessione è effettiva a far data dal 31 marzo e vedrà il passaggio di tutti i 135 dipendenti alle stesse condizioni economiche e normative e senza soluzione di continuità.

La cessione da Perpetua srl a Guess Italia srl completa l’operazione di costituzione del retail di Guess nel nostro Paese che già aveva visto il passaggio dei pdv gestiti da Focus Europe srl a Guess Italia srl (vedi verbale di esperita procedura del 10/01/2014).

I negozi Perpetua srl, precedentemente appartenenti ai Percassi, erano già da anni gestiti da Guess Italia srl che controllava la società.

Nel corso del confronto è emerso che da gennaio 2014 la società ha provveduto alla chiusura di alcuni corner all’interno dei pdv COIN con la risoluzioni consensuali dei rapporti di lavoro e ricollocazioni.

Abbiamo fatto presente che le problematiche occupazionali devono essere gestiste in modo diverso e chiesto visibilità sull’evoluzione delle aperture e chiusure.

L’azienda dichiara di non avere in programma altre chiusure e di avere invece in previsione un’apertura a Marghera (VE) presso nuova area commerciale.

Al termine dell’incontro abbiamo fissato un incontro sui diritti di informazione per il 12 maggio ore 11.00 presso la sede aziendale di Firenze. Seguirà convocazione.

p. la Filcams Cgil Nazionale

Luca De Zolt

All. 1

Guess Italia Verbale di accordo 27/03/2014