Category Archives: EMMELIBRI

Roma, 21 aprile 2015

Testo unitario

Si è tenuto il giorno 8 aprile l’incontro da noi richiesto con Gruppo Messaggerie e Gruppo Feltrinelli in merito alla situazione occupazionale della società PDE.

Come ricorderete, PDE è stata acquisita nel 2011 dal Gruppo Feltrinelli che voleva investire su una propria società di distribuzione, ma l’investimento non ha dato i risultati sperati.

Viste le profonde modifiche in corso nel mercato della distribuzione e vendita del libro, Gruppo Messaggerie e Gruppo Feltrinelli hanno raggiunto un accordo commerciale che riguarda la rete distributiva e che riguarda PDE e le società del Gruppo Messaggerie Fastbook e Opportunity e Messaggerie Libri.

L’accordo ha avuto come prima conseguenza l’acquisizione del 70% di PDE da Parte di Gruppo Messaggerie.

Le due compagini societarie hanno inoltre comunicato la nascita di una nuova società, MF Libri, una holding partecipata per il 70% da Gruppo Messaggerie e per il 30% da Gruppo Feltrinelli e che esercita il controllo sulle società sopraelencate.

Entro luglio si realizzerà la fusione di PDE all’interno di Messaggerie Libri, che diventerà l’unica società di distribuzione per le librerie, mentre Opportunity continuerà a servire la GDO e Fastbook la distribuzione all’ingrosso.

La fusione di PDE in Messaggerie Libri avrà come conseguenza il trasferimento delle funzioni oggi in capo alla sede PDE di Milano verso le sedi Messaggerie di Assago e Buccinasco.

Inoltre le società hanno dichiarato che verrà aperta una procedura di mobilità per i lavoratori PDE delle sedi di Firenze e Napoli che stanno esaurendo i 12 mesi di CIGS (2 a Napoli e 7 a Firenze).

Abbiamo acquisito i dettagli occupazionali ad oggi, così composti:

- 36 dipendenti presso le sedi Messaggerie Libri di Assago e Buccinasco;

- 13 dipendenti presso la sede PDE di Milano;

- 6 dipendenti presso al sede PDE di Napoli, di cui 2 in CIGS a zero ore;

- 11 dipendenti PDE presso la sede del terzista Geodis a Landriano;

- 10 dipendenti PDE presso la sede di Firenze di cui 7 in CIGS a zero ore.

Abbiamo chiesto che il passaggio dei dipendenti da PDE a Messaggerie Libri avvenga attraverso una procedura ex art 47 legge 428/91 e che si svolgano i necessari confronti territoriali rispetto alle condizioni del trasferimento di coloro che subiranno un cambio di sede.

Abbiamo inoltre chiesto maggiori informazioni rispetto ai dipendenti PDE presso il terzista, apprendendo che in corso una valutazione su quale dei due terzisti che oggi lavorano con le due società continuerà il rapporto con la nuova Messaggerie Libri. Attualmente Geodis è terzista per PDE mentre Ceva lavora con Messaggerie Libri.

Oltre ad esprimere preoccupazione per gli effetti occupazionali che tale scelta avrà in ogni caso, abbiamo chiesto che tali conseguenze siano oggetto di confronto, in particolare vista la presenza dei lavoratori PDE presso la sede di Geodis.

Infine abbiamo espresso il nostro dissenso rispetto all’apertura della procedura di licenziamento collettivo relativo ai cassa integrati PDE, chiedendo che i due Gruppi svolgano un ulteriore sforzo per ricollocare i lavoratori.

Le società si sono impegnate ad aprire con i tempi previsti le procedure ex art 47 relativo alla cessione per incorporazione e ad affrontare il confronto sulle conseguenze sui terzisti.

Gruppo Feltrinelli si è inoltre impegnato a proseguire il lavoro di ricollocazione del personale PDE in cigs nel periodo che precederà l’apertura della procedura, pur sottolineando la difficoltà della piazza di Firenze.

Il confronto proseguirà nell’ambito delle procedure annunciate.

p. la Filcams Cgil Nazionale

D. Banchieri / L. De Zolt

Roma, 21 aprile 2015

Testo Unitario

Si è svolto l’8 aprile u.s. l’incontro da noi richiesto con le società del Gruppo Messaggerie, finalizzato a meglio comprendere le strategie del gruppo e la composizione dello stesso in seguito agli importanti cambiamenti degli ultimi anni.

La compagine societaria del gruppo (che non ha una determinazione giuridica come tale, ma che chiamiamo tale convenzionalmente) è costituita dalla holding Emme Libri che controlla le società Messaggerie, IBS, Ubik, Informazioni Editoriali e detiene il 70% della holding MF che a sua volta controlla Fastbook, Opportunity e Messaggerie Libri-PDE (vedi circolare relativa all’incontro dell’8 aprile 2015 con Gruppo Feltrinelli e Gruppo Messaggerie).

Dal confronto svolto abbiamo appreso che, in conseguenza del contrarsi del mercato del libro, il gruppo ha scelto di concentrare le proprie attività sul settore distributivo riducendo l’impegno diretto sul retail.

In questo senso vanno lette le cessioni di parte della rete vendita di IBS a Libraccio e la cessione di quote societarie di UBIK al socio Sarti che assumerà il ruolo di AD della società.

La rete in franchising di UBIK si compone oggi di 47 pdv.

Il retail di IBS è composto, dopo la cessione a Libraccio delle librerie di Ferrara, Padova e Roma, di 7 librerie (Mantova, Firenze, Treviso, Novara, Bergamo, Lecco, Bologna). Ad oggi la situazione delle librerie non è positiva, con una difficoltà a tenere l’equilibrio economico dei pdv.

IBS ha subito un arretramento anche sul piano del mercato online, sul quale si sta intervenendo con investimenti sulla piattaforma di vendita e sull’attività promozionale.

Opportunity registra un proseguimento del trend negativo dovuto alla contrazione delle vendite nella gdo, che potrebbe portare a non sostenibilità dell’attuale livello occupazionale (l’azienda è già interessata da una cigs gestita a livello territoriale).

Per quanto riguarda i dati occupazionali:

- Emmelibri occupa 143 dipendenti, di cui 56 nella sede di Carpiano;

- 13 persone sono impiegate presso la sede UBIK di Assago;

- Opportunity impiega 50 persone di cui 8 in cassa a rotazione e 15 a zero ore;

- IBS conta 195 persona al netto delle cessioni;

- In seguito alle chiusure dei magazzini di Bologna, Firenze, Roma e Padova, e delle relative procedure di mobilità, Fastbook occupa 26 dipendenti;

- Iniziative Editoriali occupa 38 persona nella sede di Milano piazzale Loreto, che verrà trasferita ad Assago.

L’incontro è stato la prima occasione di un confronto con tutte le realtà di Messaggerie, e come OO.SS. abbiamo ribadito la necessità di mantenere tale livello di interlocuzione, che non sostituisce i tavoli deputati al confronto sulle singole aziende.

Ci siamo aggiornati a un successivo appuntamento nel quale definire con maggior chiarezza temi e modalità delle relazioni sindacali sui diversi livelli succitati.

p. la Filcams Cgil Nazionale

D. Banchieri /L. De Zolt