Category Archives: Damas Europe In Concordato Preventivo

Roma, 13 dicembre 2011

Testo unitario

Si è svolto in data 7 dicembre l’incontro con la Società Damas Europe Spa in liquidazione e in concordato preventivo, relativamente alla procedura di mobilità aperta dalla società in data 30 novembre.

Non essendoci alcuna speranza di vendita e rioccupazione del personale, si è proceduto alla sottoscrizione del verbale di accordo sindacale che si allega.

Restiamo in attesa della convocazione presso il Ministero del Lavoro, per il riconoscimento del sostegno al reddito aggiuntivo rispetto alla disoccupazione ordinaria ex art. 18 comma 2 D.L. n. 98 del 6/7/2011 successivamente convertito in Legge.

p. la Filcams Cgil Nazionale

Daria Banchieri

Damas Europe – Verbale di accordo 07/12/2011

Roma, 7 settembre 2011

Si è tenuto in data odierna, l’incontro al Ministero del Lavoro per la procedura di cassa integrazione in deroga per la Società Damas Europe Spa in concordato preventivo.

Il Dott. Damiano Battaglion (delegato dal Commissario Giudiziale e dal Liquidatore), ci ha aggiornati rispetto all’attuale situazione. Damas è in concordato preventivo omologato dal Tribunale di Vicenza il 7.10.10. In data 1 luglio 2011 ha ricevuto in restituzione il ramo di azienda che era stato affittato alla Rosato s.r.l. che nel frattempo è fallita. Con la restituzione Damas ha assunto i rapporti di lavoro di 19 lavoratrici di cui 13 in Lombardia, 4 in Sardegna e 2 in Friuli Venezia Giulia. Damas ha provveduto ad elaborare le buste paga con la retribuzione di luglio e a giorni il liquidatore sarà autorizzato dal Giudice a erogare lo stipendio. La stessa procedura avverrà per la retribuzione di agosto. Per le retribuzioni non corrisposte da Rosato per il periodo di competenza, le persone dovranno insinuarsi allo stato passivo del fallimento.

A partire dal 1 settembre 2011 e fino al 31.12.2011 scatterà la cassa integrazione in deroga di cui Vi alleghiamo accordo. Poiché i negozi sono già chiusi da mesi, la cassa sarà per tutti a zero ore e verrà indennizzata direttamente dall’INPS. Vista la situazione attuale, ci è già stata annunciata la volontà, che verrà successivamente sancita dal liquidatore e dal Giudice, di aprire la procedura di mobilità entro fine anno.

Nel passaggio tra la Rosato in fallimento e la Damas, mancano dei dati importanti sia per la cassa integrazione che per il pagamento degli stipendi.

Invitiamo i territori a chiedere alle lavoratrici il numero di telefono (che obbligatoriamente dovrà essere poi comunicato dalla Damas al Ministero), l’IBAN per il pagamento degli stipendi (Damas non è certa di avere quelli aggiornati) e se ci sono casi di maternità o malattia, di comunicarlo urgentemente. Tali dati dovranno essere trasmessi quanto prima al Dott. Battaglion via fax al n. 0444-650310 o tramite posta elettronica battaglion@studiostella.it .

p. La Filcams Cgil Nazionale

Daria Banchieri