Category Archives: Bernardi

Roma, 6 marzo 2009

Testo Unitario

Si è tenuto il giorno 4 marzo 2009, il programmato incontro con Bernardi. Abbiamo fatto una prima verifica sull’andamento delle riduzioni a seguito dei CDS. Come segnalato da alcune strutture, abbiamo chiesto chiarimenti in merito al pagamento delle ore di riduzione che, per alcuni part time, è stato effettuato con l’assorbimento dei permessi individuali. Secondo l’azienda si tratterebbe di persone che realmente hanno utilizzato permessi, dato che, in molti casi, i CDS non si applicano ai part time. A nostro avviso si tratta, invece, di un errore nella loro applicazione da parte dei capi negozio, ed abbiamo, pertanto, richiesto il pagamento corretto anche per il pregresso.

L’azienda ci ha comunicato l’intenzione di procedere alla cessione di una parte dei punti vendita, tramite affitto di ramo di azienda, per un anno. Verrà ceduta solo la gestione dell’attività, mentre tutto il personale resterà alle dipendenze di Bernardi, anche da un punto di vista organizzativo. Va sottolineato che il mantenimento dei livelli occupazionali è previsto anche dai CDS. Abbiamo chiesto di formalizzare l’impegno nei confronti dei lavoratori, e l’azienda ha dato la sua disponibilità in tal senso.

I punti vendita coinvolti sono i seguenti:
Crevaladossola, Zola Pedrosa, Susegana, Cassino, Vercelli, S. Donà, Ts Mazzorato, Mazara del Vallo, Megliadino, Matera, Nizza Monferrato, Vigne Nuove, Latina, Tavagnacco, Omegna, Bari 2009, Castelvetro, Brasiliano, Bertiolo, Cassacco, Udine, Bertinoro, Ravenna, Terni.

Infine, abbiamo iniziato il confronto sul premio di produzione che dovrebbe consentire il recupero della retribuzione persa per effetto dei CDS. Su questo tema le posizioni sono ancora molto distanti. Richiederà, quindi, un confronto serrato.

Abbiamo concordato un ulteriore incontro per il giorno 25 marzo, alle ore 11.00, presso i Sindacati Unitari di Mestre. Questo darà modo di essere presenti alle strutture della zona.

p. La FILCAMS Cgil Nazionale
Sabina Bigazzi

ACCORDO SINDACALE PROCEDURA TRASFERIMENTO D’AZIENDA
Ex art. 47 della 428 \90

Addì 8 novembre 2006, presso la sede della Fisascat CISL di via Livenza 7 a Roma si sono incontrati i rappresentanti delle società : Bernardi spa , Bernardi Group spa , Nuova Distribuzione srl, Multiservizi srl . nelle persone dei sigg:
Di Tommaso Riccardo , Giovanni Nistri , Floriano Pomaro , Franco Alborghetti

E

le OO.SS. Filcams CGIL Fisascat CISL ,Uiltucs UIL , nelle persone dei sigg.:
Flora Carlini, Sabina Bigazzi, Mario Piovesan, Gabriele Fiorino

Per l’esame congiunto ai fini della procedura ex art. 47 della L. 428\90, di cui le comunicazioni fatte da Bernardi Group S.p.A., Distribuzione s.r.l., e Bernardi S.p.A. il 13 ottobre 2006, in merito alle cessioni di seguito riportate:
A) da parte di Bernardi Spa a Bernardi Group spa, entro il 15 novembre 2006, del ramo di azienda dei servizi di informatica, marketing, vendite, sviluppo e uffici tecnici e parte dei servizi amministrativi ubicati negli uffici di Ronchis (UD) di via delle industrie 1 e dei seguenti punti vendita:
1) Feltre (BL); 2) Ponte nelle Alpi (BL); 3) Torri di Quartesolo (VI); 4) Savignano sul Rubicone (FC); 5) Castelvetro Piacentino (PC); 6) Montecchio Maggiore (VI); 7) Forlì (FC); 8) Matelica (MC); 9) Russi (RA); 10) Borgo San Dalmazzo (CN); 11) Cuneo; 12) Brindisi; 13) Anagni (FR); 14) Olbia (SS) per complessivi 111 dipendenti in totale;
B) da parte di Bernardi S.p.A.la cessione del reparto Commercio all’Ingrosso Italia ed estero a Nuova Distribuzione srl, facente parte del Gruppo Bernardi, alla data del 15 novembre 2006 per complessivi 27 dipendenti in totale
C) Da parte di Bernardi Spa la cessione del magazzino e dei trasporti a Multiservizi S.r.l per complessivi 86 dipendenti in totale

Le parte hanno convenuto che:
    La Bernardi Group spa si impegna ad osservare ed applicare le direttive dell’art. 2112 del c.c., in particolare per quanto riguarda il numero dei lavoratori da trasferire con passaggio diretto ed immediato, con la conservazione dell’anzianità di servizio acquisita, la non interruzione del rapporto di lavoro, l’applicazione delle condizioni economico-normative acquisite dai dipendenti e il mantenimento dei livelli occupazionali.

    La Nuova Distribuzione srl si impegna ad osservare le direttive dell’art. 2112 del c.c. in particolare per quanto riguarda il numero dei lavoratori da trasferire con passaggio diretto ed immediato, con la conservazione dell’anzianità di servizio acquisita e la non interruzione del rapporto di lavoro, l’applicazione delle condizioni economico-normative acquisite dai dipendenti e il mantenimento dei livelli occupazionali.

    Multiservizi S.r.l. si impegna a :

      Osservare le direttive dell’art. 2112 del c.c. in particolare per quanto riguarda il numero dei lavoratori da trasferire con passaggio diretto ed immediato, con la conservazione dell’anzianità di servizio acquisita, la non interruzione del rapporto di lavoro, l’applicazione delle condizioni economico-normative acquisite dai dipendenti e il mantenimento dei livelli occupazionali.
      Di mantenere attivi i diritti sindacali ed le iscrizioni alle Organizzazioni Sindacali come risultanti all’atto della cessione di ramo d’azienda.
      Applicare il CIA Bernardi a tutto il personale, compresa l’erogazione dello stipendio alla data del 13 del mese successivo alla maturazione.
      Di continuare ad applicare il contratto del Terziario Distribuzione e Servizi.
      Di non delocalizzare l’attività .
      Di mantenere unito il personale addetto ai trasporti con quello della logistica, per almeno il primo semestre di prova.
      Di mantenere per quanto possibile, l’attuale organizzazione del lavoro

5) In caso di rescissione del contratto di appalto, a qualsiasi titolo avvenga, la società Multiservizi s.r.l. si impegna a passare tutto il personale con il percorso inverso a società del gruppo Bernardi. Il gruppo Bernardi si impegna a reimpiegare i lavoratori all’interno delle proprie società

Letto,Confermato, Sottoscritto

Bernardi Group S.p.A. Filcams – CGIL
Giovanni Nistri Flora Carlini
Sabina Bigazzi

Nuova Distribuzione s.r.l. Fisascat – Cisl
Riccardo Di Tommaso Mario Piovesan

Multiservizi s.r.l. Uiltucs-Uil
Floriano Pomaro Gabriele Fiorino

Bernardi S.p.A.
Riccardo Di Tommaso

BERNARDI

ABBIGLIAMENTO
via delle industrie 1
33050 Ronchis -UD-

alle OO. SS.

FILCAMS CGIL

FISASCAT CISL

UILTuCS UIL

segreterie nazionali

oggetto: comunicazione ai sensi dell’art. 47 della L. 428 del 29\12 \1990

La presente per comunicare l’ intendimento della scrivente società di procedere al conferimento, con il giorno 1 ottobre 2001, dei rami d’ azienda alla società BERNARDI GROUP S.p.A., dei punti vendita situati nelle seguenti province:

Reggio Emilia 4; Forlì 1; Mantova 2; Verona 2, Cuneo 2; Ferrara 2; Empoli 1; Treviso 4; Trento 2; Parma 2; Piacenza 1; Siena 1; Grosseto 1; Bologna 1; Belluno 2;Como 1; Vercelli 1; Novara 3; Rovigo 3; Varese 1; Perugia 1; Bolzano 1; Imperia 1; Vicenza 2; Milano 1; Bergamo 1; Savona 1; Padova 2; Viterbo 1; Ravenna 1; Torino 1.

I lavoratori interessati, saranno circa 450.

in conseguenza di ciò si dichiara;

a) motivazioni ; – L’operazione si inquadra in un più ampio assetto societario, iniziato con gennaio 2001, con una prima trance di 15 P.V. del Friuli V.G. , proseguito a luglio con una seconda trance di 7 P.V. del Veneto, ai quali si sono aggiunti 2 negozi, Lucca e Isernia di nuova apertura.

L’operazione, mira a creare in capo alla conferitaria BERNARDI GROUP S.p.A. una realtà aziendale per la quale è prevista una dotazione di capitale sociale di oltre 80 miliardi di lire, con finalità di quotazione in borsa.

b ) Conseguenze giuridiche, economiche e sociali per i lavoratori ; Verrà data completa applicazione all’art 2112 cc con conseguente passaggio diretto di tutti i lavoratori e relativo mantenimento delle posizioni contrattuali in essere.

c) misure previste nei confronti dei lavoratori: nessuna misura di carattere straordinario per i lavoratori.

Si dichiara la massima disponibilità ad un incontro esplicativo in data da concordare.

Distinti saluti

BERNARDI SPA

VERBALE DI ACCORDO

Ronchis lì, 17 dicembre 1999.

Oggi presso la sede dell’azienda Bernardi di Ronchis si sono incontrati l’azienda Bernardi rappresentata dal Direttore del Personale Sig. Alborghetti Franco, Direttore Vendite Gibellato Giorgio e Sig.Masotti Fabrizio

e le 00.SS FILCAMS -CGIL rappresentata da Sig. Silvano Conti, FISASCAT-CISL rappresentata da Sig.ra Cirillo Luciana, UILTUCS-UIL rappresentata da Sig. Fiorino Gabriele unitamente alle strutture ed al coordinamento dei delegati dei lavoratori ed hanno convenuto quanto segue sui sottocitati aspetti.

Inquadramenti – RSU – RLS, Incentivo 2000.

Inquadramenti

La discrimine nell’identificazione delle categorie dei negozi A e B è determinata dal fatturato (A superiori ai 3.3 mld e B inferiori ai 2.6 mld).

Le categorie riconosciute del personale operante nei negozi sono:

responsabili di negozio di categoria A, responsabili di negozio di categoria B, vice responsabili o sostituti temporanei delle due sopracitate figure e addetti alle operazioni ausiliarie di vendita e di incasso.

Il livello di inquadramento previsto per i responsabili di negozio A è il II° livello; corresponsabili o vice responsabili III° livello super (tali figure adempiono alle stesse funzioni per diverse ore al giorno e non soltanto in caso di assenza del responsabile).

Responsabile di negozio categoria B III° livello super;

Vice responsabili III° livello;

Il resto del personale rientra nella categoria degli addetti alle operazioni di vendita comprese le operazioni di cassa (livello d’inquadramento al V° con passaggio obbligato al IV°).

Il terzo livello super avrà un valore economico di 100.000 lire e costituirà elemento retributivi aggiuntivo della paga base.
Resta inteso, che ogni figura professionale, se correlata da esperienze precedenti, potrà supera sopracitati livelli di inquadramento, che devono intendersi come livelli minimi per le posizioni regolarmente riconosciute dall’azienda.

RSURLS.

1) Nei negozi dagli 11 ai 15 dipendenti: 1 RSU che sarà anche RLS.
2’) Nei negozi con oltre 15 dipendenti: 3 RSU fra i quali sarà identificato il rappresentante del sicurezza dei lavoratori.

RSU Provinciale – Territoriale.

Le condizioni per l’elezione di un RSU Provinciale sono: numero dei dipendenti dei negozi in condizioni numeriche inferiori al punto 1, la cui somma nell’ambito della provincia sia tra le 15 unità.
Restano escluse dal conteggio le unità produttive nelle condizioni di cui ai punti 1 e 2. Le condizioni per le elezioni dei tre RSU provinciali sono: numero dei dipendenti di PV. in condizioni numeriche inferiori al punto i la cui somma sia superiore a 15.
Restano escluse dal conteggio le unità produttive nelle condizioni di cui al punto i e 2.

RSU Regionali.

Le condizioni per l’elezione di una RSU Regionale sono simili ed alternative al Provinciale, prevista l’esistenza del Regionale soltanto in assenza del Territoriale e del Provinciale.

Permessi Sindacali RSU:

RSU di negozio come contrattualmente previsto (1 ora e mezza per dipendente)
RSU Provinciali 30 ore annue pro-capite
RSU Regionali 40 ore annue pro-capite

(i coordinamenti nazionali rimangono esclusi dal computo delle ore)

Permessi per RLS:

nelle unità produttive da undici a quindici dipendenti 24 ore annue di permessi oltre le quindici unità 40 ore annue di permessi
Le RLS hanno diritto a 32 ore annue finalizzate alla formazione

Incentivo 2000

I negozi vengono divisi in due categorie A e B come da allegata tabella

Verranno premiati i primi cinque della categoria A (negozi grandi) e i primi sei della categoria B (negozi piccoli) qualora la vendita bimestrale superi il 10 % saranno premiati ulteriori tre negozi per la categoria A e quattro per la categoria B.
La spesa del premio di produzione così realizzata su base annua, verrà raddoppiata in caso del raggiungimento del Budget di vendita più del 1% su base annua e suddivise in parti uguali per tutto il personale Bernardi avente più di un anno d’anzianità.
Verrà data comunicazione preventiva circa ristrutturazioni strutturali dei punti vendita interessati, per i quali il parametro individuato per il premio di risultato è il budget mensile.

Le parti si incontreranno alla fine del 2000 per la verifica del meccanismo in tutti i suoi aspetti.

p.L’Azienda Bernardip. Le OO.SS.

VERBALE D’ACCORDO

Lì, 22/10/1999

Oggi presso la sede dell’azienda Bernardi di Ronchis si sono incontrati l’azienda Bernardi rappresentata dall’Amministratore Unico Minighin Angelo, Direttore Vendite Gibellato Giorgio e Direttore del Personale Alborghetti Franco

e le 00.SS FILCAMS – CGIL rappresentata da Sig. Silvano Conti, FISASCAT – CISL rappresentata da Sig.ra Cirillo Luciana, UILTUCS-UIL rappresentata da Sig. Fiorino Gabriele unitamente alle strutture ed al coordinamento dei delegati dei lavoratori ed hanno convenuto quanto segue sui sottocitati aspetti.

1)PAGAMENTO DEGLI STIPENDL

Le parti convengono che la data concordata del 13 del mese successivo all’attribuzione della retribuzione è un obbiettivo da raggiungere. Stante la situazione di ristrutturazione finanziaria dell’azienda nel frattempo, in via transitoria, si concorda che le eventuali spese che i lavoratori dovessero sostenere per anticipazioni di valuta, saranno rimborsate dalla Bernardi S.p.A..
Si conviene inoltre che l’azienda fornirà ai lavoratori qualsiasi documentazione fosse necessaria alle operazioni bancarie conseguenti all’anticipazione.

2) LAVORO DOMENICALE

Si conferma quanto previsto dal C.C.N.L. Terziario e cioè che la prestazione settimanale di lavoro (dal lunedì al sabato) è pari a 40 ore e che pertanto il lavoro prestato alla domenica avrà diritto alle maggiorazioni previste ed al riposo compensativo.

3)COMMISSIONE C.I.A.

Si conviene di reincontrarsi il giorno 24 novembre per affrontare le seguenti problematiche:

a)Salario variabile

b)R.S.U.

c)Inquadramento professionale

d) L 626 (delegato di bacino e sicurezza)

ACCORDO INTEGRATIVO AZIENDALE
BERNARDI S.p.A.

In data 30/4/99 tra la Società
BERNARDI SPA rappresentata dai Sigg. Franco Alborghetti, Giorgio Gibellato e Fabrizio Masotti

e le Organizzazioni Sindacali Nazionali
FILCAMS-CGIL rappresenta dal Sig. Silvano Conti
FISASCAT-CISL rappresentata dalla Sig.ra Luciana Cirillo
UILTuCS-UIL rappresentata dal Sig. Marco Marroni
unitamente al Coordinamento delle strutture e dei delegati

si è stipulato il seguente accordo

RELAZIONI SINDACALI

Le parti, nel pieno rispetto delle proprie autonomie e ruoli, convengono sull’importanza di realizzare un sistema di relazioni sindacali o di informazioni coerente con la prima parte del CCNL del 3/11/94 e convengono che le informazioni a carattere aziendale, fatte salve le normali esigenze di autonomia imprenditoriale e di riservatezza ad essa collegata, saranno fornite su iniziativa dell’Azienda o su richiesta delle OO.SS. di norma almeno semestralmente, ed entro il primo quadrimestre di ogni anno nei seguenti contenuti:

A)A LIVELLO NAZIONALE E REGIONALE in questa sede saranno fornite informazioni di RILEVANZA GENERALE dell’Azienda riguardanti:

Link Correlati
     Nota esplicativa