Category Archives: Altro Lavoro

Roma 3 ottobre 2013

Oggetto -Altro Lavoro – esito incontro ministeriale 26 settembre 2013

Testo unitario

il 26 settembre 2013 presso il Ministero del Lavoro si è svolto l’incontro in relazione alla procedura di mobilità per cessazione dell’attività attivata da Altro Lavoro, agenzia di somministrazione del lavoro di Firenze, che occupa 63 dipendenti, finalizzata al riconoscimento del trattamento di CIG in deroga.

Altro Lavoro ha filiali a: Bologna, Bolzano, Bussolengo (VR), Certaldo (FI), Empoli, Firenze, Livorno, Lucca, Montecatini (PT), Napoli, Poggibonsi (SI), Pontedera (PI), Prato, Roma, Tradate (VA).

Al Ministero del lavoro abbiamo sottoscritto il verbale di accordo per tutta la forza lavoro come meglio specificato nel verbale di accordo che Vi alleghiamo.

Vi informiamo inoltre che attualmente è ancora aperta ed in via di definizione la trattativa che porterà l’acquisizione da parte di Orienta di un ramo di azienda di Altro Lavoro che porterà al passaggio di almeno 51 dipendenti come già comunicato in precedenza.

Con la proprietà del Gruppo Altro Lavoro si è divenuto ad un accordo, che Vi alleghiamo, di sospensione sino al 31 ottobre delle procedure di riduzione del personale per le “aziende satellite”, Fedra e Iniziative lavoro, rimandando al livello territoriale il confronto per trovare tutte le misure che limitino l’impatto occupazionale.

p. la Filcams Cgil Nazionale
Sandro Pagaria

Roma, 23 settembre 2013

Testo Unitario

il 20 settembre 2013 presso Assolavoro si è svolto l’incontro al fine di espletare la procedura ex art.47 L.428/90 in merito alla cessione di ramo di azienda da parte di Altro Lavoro ad Orienta.

L’accordo prevede il passaggio di 51 lavoratrici/lavoratori senza soluzione di continuità e alle stesse condizioni economiche e normative, a decorrere presumibilmente dall’1 ottobre p.v., come meglio specificato nel verbale di esame congiunto per l’esperita procedura che troverete in allegato.

Per quanto riguarda le procedure di licenziamento individuale plurimo comunicato il 10 settembre scorso da Iniziative Lavoro (che svolge l’attività relativa alla formazione) e Fedra (che svolge attività amministrativa), aziende "satellite" di Altro Lavoro, con sede a Firenze, oggi abbiamo sottoscritto un accordo di sospensione di tali licenziamenti fino al 31 ottobre prossimo, al fine di rendere necessario ulteriori approfondimenti circa la ricerca di soluzioni non traumatiche da trattare a livello territoriale, come specificato nel verbale di accordo allegato.

Si informa inoltra che le OO.SS. territoriali hanno programmato un’assemblea che si terrà presso la sede aziendale di Firenze il 24 settembre p.v. alle ore 17 al fine di informare tutte/i le/i lavoratrici/lavoratori coinvolti."

p. la Filcams Cgil Nazionale

Sandro Pagaria

Roma, 16 settembre 2013

Oggetto: Altro Lavoro – esito incontro 12 settembre

Testo Unitario

il 12 settembre 2013 presso Assolavoro si è svolto l’incontro in relazione alla procedura di mobilità per cessazione dell’attività attivata da Altro Lavoro, agenzia di somministrazione del lavoro di Firenze, che occupa 65 dipendenti.
Procedure di riduzione del personale sono stata altresi attivate anche per Iniziative Lavoro (che svolge l’attività relativa alla formazione) e Fedra (che svolge attività amministrativa), aziende "satellite" di Altro Lavoro, sempre di Firenze. Iniziative Lavoro occupa 5 dipendenti e ha dichiarato un esubero di 3, Fedra occupa 6 dipendenti e ne rimarranno 3, e per le dimensioni occupazionali di queste due aziende le OO.SS. hanno indicato il livello provinciale per la richiesta di ammortizzatori sociali.
Altro Lavoro invece ha filiali a: Bologna, Bolzano, Bussolengo (VR), Certaldo (FI), Empoli, Firenze, Livorno, Lucca, Montecatini (PT), Napoli, Poggibonsi (SI), Pontedera (PI), Prato, Roma, Tradate (VA).
La situazione finanziaria dell’azienda è fortemente critica, mentre la situazione di portafoglio presenta ancora un certo interesse, e l’applicazione del contratto di solidarietà attuato ad inizio anno non ha purtroppo migliorato la situazione finanziaria.
Al momento è stato dimostrato da Orienta, altra agenzia del settore, un certo interesse all’acquisizione di parte di Altro Lavoro. Come OO.SS. abbiamo cercato di creare le condizioni per il passaggio del maggior numero di dipendenti di Altro Lavoro e, in conclusione di un incontro lungo e complesso, si è definito che:

    1.La CIG in deroga sarà lo strumento di ammortizzatore sociale che verrà chiesto al fine di ridurre l’impatto occupazionale sulla popolazione che rimarrà in Altro Lavoro qualora l’azione di acquisizione da parte di Orienta avesse esito positivo
    2.Orienta si impegna ad operare per l’acquisizione di parte di Altro Lavoro (per un totale di una cinquantina di lavoratori), ad esclusione delle filiali di Bolzano, Napoli, Roma, Firenze sede, Firenze Ghirlandaio.

Pertanto si è provveduto a sottoscrivere un verbale di mancato accordo (per accelerare la possibilità di applicazione della CIG in deroga una volta concessa dal Ministero del Lavoro) e a breve giungerà la comunicazione di cessione parziale di attività ai sensi dell’art.47 L. 428/90. In allegato trovate il Verbale di Mancato Accordo.

p. la Filcams Cgil Nazionale
SandroPagaria