Category Archives: All Computer

Roma, 27 settembre 2012

In data 26 settembre 2012, dopo le molteplici richieste di incontro già avanzate dalla struttura territoriale di Roma, finora disertate dai rappresentanti dell’azienda, si è svolto a Roma un incontro con Andrea Marcoaldi, qualificatosi come liquidatore dell’azienda All Computer srl, accompagnato dal gruppo dei consulenti incaricati di gestire la liquidazione, nelle persone di Antonio Di Nardo, Barbara LoNoce e Maurizio Ballone.

Erano presenti per la Filcams CGIL nazionale Giuliana Mesina, per la Filcams Roma e Lazio Luca De Zolt, le RSA territoriali di All Computer e Computer Trading Roma, Raffaele Di Girolamo e Christian Santini.

La Filcams ha immediatamente segnalato la gravità del comportamento aziendale negli ultimi mesi, che ha impedito qualsiasi tentativo di confronto nonostante le molteplici richieste di incontro inviate.

Si è inoltre posto come urgente l’individuazione di una soluzione immediata in relazione alla mancata corresponsione delle mensilità dal maggio 2012, sottolineando la gravissima condizione in cui sono lasciati i lavoratori.

La Filcams ha infine chiesto chiarimenti sulla situazione aziendale e sulla gestione della situazione di crisi, e sull’eventualità di attivazione di ammortizzatori sociali atti a intervenire sulla grave situazione dei lavoratori privi di salario, in costanza dello stato debitorio dell’azienda.

I liquidatori hanno specificato di non essere titolati a discutere della situazione di Computer Trading, limitando il confronto alla sola All Computer srl, rispondendo come segue alle nostre richieste:

- è stata declinata ogni responsabilità sulla condotta aziendale dei mesi scorsi, comunicando che il liquidatore è stato nominato soltanto il 30 agosto u.s.;

- si è dichiarato che l’azienda non ha alcuna liquidità disponibile per procedere a un rientro, anche graduale, dei pregressi spettanti ai lavoratori;

- è stato presentato un ipotetico piano atto al recupero della liquidità necessaria per il ripristino dello stato patrimoniale dell’azienda che prevede: l’affitto di ramo d’azienda in relazione ai contratti di fornitura attivi e l’utilizzo di parte dei proventi dell’affitto per il pagamento dei crediti vantati dai lavoratori;

- A tal proposito si è informata la rappresentanza sindacale e la Filcams che è in corso una trattativa con alcune aziende interessate all’affitto del ramo di azienda sopracitato, che includerebbe il passaggio di parte dei lavoratori ad oggi in forza presso All Computer, senza peraltro specificare in dettaglio di quale ramo si sta trattando l’affitto

- Si è avanzata la richiesta di interrompere gli scioperi e le altre forme di protesta messe in campo al fine di rendere più agevoli le trattativa con le aziende di cui sopra, paventando un’interruzione dei contratti di fornitura per inadempienza

- è stato preso un impegno ad approfondire l’eventualità del ricorso ad ammortizzatori sociali, ipotesi inizialmente scartata dalla gestione aziendale

La Filcams ha ribadito la necessità di dare subito una risposta in termini economici ai lavoratori, segnalando che eventuali liquidità derivanti dalle operazioni messe in campo dal liquidatore dovranno essere prioritariamente destinate ai lavoratori stessi. Ha chiesto inoltre maggiori chiarimenti rispetto alla definizione del ramo di azienda che i curatori intendono affittare, richiedendo in tempi brevi un incontro trilaterale con l’eventuale cessionario per esaminare criteri e modalità di realizzazione dell’affitto.

La Filcams ha inoltre richiesto delucidazioni sulle clausole presenti nei contratti di fornitura , con particolare in riferimento ad eventuali clausole di responsabilità solidale sulle quale avvalersi per dare risposte immediate ai lavoratori. Ha inoltre comunicato l’impossibilità di far rientrare lo stato di agitazione non essendo pervenuto da parte della controparte nessun impegno concreto nei confronti dei lavoratori. Ha infine sottolineato la necessità, per i prossimi eventuali incontri, di affrontare congiuntamente la situazione di All Computer e Computer Trading, essendo entrambe le aziende interessate dalla stessa gestione e affidate allo stesso gruppo di liquidatori.

Nel frattempo, in attesa di sollecite risposte e affidamenti concreti da parte dell’azienda, la Filcams sta effettuando verifiche legali in merito a eventuali istanze da avanzare da parte dei lavoratori, per una evoluzione sostenibile della situazione, anche a causa dei tempi ormai non più procrastinabili.

p. La Filcams CGIL Nazionale

Giuliana Mesina /Luca De Zolt

Roma, 25 settembre 2012

Oggetto: richiesta incontro urgente ALL COMPUTER (Auxilium Group)

vi alleghiamo, al fine di fornire alle strutture coinvolte un tempestivo aggiornamento della situazione, la richiesta di incontro inviata al liquidatore di ALL COMPUTER, indicatoci il 21 settembre scorso, in occasione di un incontro effettuato dalla Filcams Roma Lazio con i consulenti dell’Azienda.
A tal fine, vi inviamo in allegato il comunicato della struttura che dà conto di quanto emerso dal suddetto incontro.
In attesa di un tempestivo riscontro da parte del liquidatore, vi rinnoviamo l’invito a segnalare alla struttura nazionale ogni informazione utile alla gestione dell’incontro.

p. la Filcams nazionale
Giuliana Mesina

Roma, 24 settembre 2012

                              Spett. le
                              ALL COMPUTER in liquidazione

                          Alla c.a. del liquidatore
                          Andrea Marcoaldi

                              ufficioliquidazione@allcomputer.it

                          Ai consulenti
                          Avvocato Ballone
                          Dott.ssa Spigone
                          info@studioballone.it

    Oggetto: All Computer in liquidazione : richiesta incontro URGENTE

    Facciamo seguito alle reiterate richieste di incontro inviate dalle nostre strutture territoriali per chiedere urgentemente un incontro di livello nazionale per un confronto in merito alla insostenibile situazione dei dipendenti ALL COMPUTER, che dal maggio scorso non percepiscono la retribuzione e vedono in grave pericolo la propria stabilità occupazionale.

    Restiamo in attesa di un vostro sollecito riscontro, invitandovi a contattarci al più presto al 347 4830251 al fine di concordare una data utile.

    Nel frattempo, in mancanza di riscontro, ci riserviamo di intraprendere tutte le iniziative, sindacali e legali, che riterremo necessarie alla tutela dei lavoratori.

    Distinti saluti.

    p. la Filcams CGIL Nazionale
    Giuliana Mesina

    Roma, 21/09/2012

    COMUNICATO SINDACALE SITUAZIONE AZIENDALE ALL COMPUTER SRL



    La scrivente O.S. a seguito di reiterate e insistenti richieste di incontro con l’Azienda (alle quali non è mai giunta risposta aziendale) in merito alla mancata corresponsione delle mensilità e al futuro occupazionale dei lavoratori è a dichiarare quanto segue:

    in data odierna si è tenuto un incontro, in sede sindacale, con la consulente Dott.ssa Elisa Spigone (qualificatasi verbalmente come rappresentante del liquidatore Andrea Marcoaldi).
    La scrivente O.S. ha richiesto di avere un quadro completo ed esauriente della situazione dell’azienda, segnalando la difficilissima situazione in cui versano i lavoratori a cui non viene corrisposta la retribuzione mensile dal maggio u.s., e sottolineando che il comportamento anomalo dell’azienda e la mancanza di comunicazioni degli ultimi mesi hanno contribuito al generarsi di fraintendimenti e uno stato di confusione e agitazione tra i dipendenti.
    La Dott.ssa Spigone a seguito delle nostre richieste ha fornito le seguenti dichiarazioni:

      -il 30 agosto il consiglio di amministrazione ha deliberato l’avvio delle procedure per la messa in liquidazione di All Computer srl a causa del protrarsi dello stato di crisi dell’azienda stessa;
      -il liquidatore nominato è il sopracitato Sig. Andrea Marcoaldi;
      -che il liquidatore è intenzionato ad affettuare (qualora ce ne siano le condizioni e un soggetto interessato) una procedura di affitto di ramo di azienda ai sensi dell’ex art 47 legge 428/90 di parte di lavoratori di All Computer;
      -che il liquidatore intende utilizzare la liquidità derivante dall’affitto per ripianare i debiti con i lavoratori dovuti alla mancata corresponsione delle mensilità da maggio 2012, compresa la quattordicesima;
      -che il liquidatore ha avviato una trattativa inerente l’affitto di ramo d’azienda, con la società ACS srl che si è conclusa negativamente a causa della richiesta della stessa di non effettuare i passaggi dei lavoratori secondo le procedure previste dalla normativa vigente;
      -che il liquidatore intende convocare al più presto le OO.SS. per avviare il confronto sulla procedura di affitto di ramo d’azienda;
      -che il liquidatore sta valutando altre offerte per l’affitto del ramo d’azienda di cui ai punti precedenti;

    La scrivente O.S è a precisare che non comprende quale possa essere il ramo e richiede fortemente l’urgenza di un incontro urgente al fine di affrontare non solo la tematica affitto ramo d’azienda ma anche la tempistica e modalità di corresponsione completa dei pregressi ed è altresì a dichiarare la propria indisponibilità ad effettuare alcun accordo di deroga alla normativa sull’affitto di ramo d’azienda, come specificato nella diffida già inviata il 17 settembre u.s..
    La dottoressa Spigone ha espresso la sua impossibilità alla firma di un verbale di incontro, pertanto le parti si sono accordate per un successivo incontro alla presenza del liquidatore.