Category Archives: Abercrombie-e-Fitch

Roma 14/02/2017

Si è svolto lo scorso 10 febbraio, a Milano, il programmato incontro con la società Abercrombie & Fitch.
Nel corso della riunione, l’azienda ha confermato disponibilità ad erogare, a tutti i dipendenti A&F ed ai lavoratori in forza presso i negozi Hollister, un buono pasto giornaliero pari a 5.29 euro per full-time, da riproporzionare per i lavoratori part-time.
Contestualmente a tale disponibilità, la società ha però avanzato la richiesta di eliminare la pausa retribuita di 15 minuti, che ad oggi viene concessa quale condizione di miglior favore, e di diminuire il “tempo tuta” da 10 a 5 minuti.
In considerazione della posizione assunta dall’impresa, rispetto alla quale è stata anticipata una nostra contrarietà di massima, e della discussione che ne è scaturita nell’ambito della delegazione sindacale, ed al fine di superare le difficoltà registrate, ci siamo riservati di avviare una fase di consultazione dei lavoratori attraverso la convocazione di assemblee.
Ai fini della prosecuzione del confronto, è stata confermato il 24 marzo quale data della prossima riunione.
Seguirà nota di conferma con i dettagli del previsto incontro.

                            p. Filcams Cgil Nazionale
                                Jeff Nonato

Roma 02/12/2016

lo scorso 23 novembre si è tenuto, a Roma, il previsto Coordinamento nazionale delle strutture e dei delegati Abercrombie & Fitch, alla presenza delle Filcams territoriali di Milano e Roma.
La discussione ha consentito di condividere valutazioni rispetto all’esito delle iniziative di mobilitazione, a sostegno della nostra richiesta di riconoscimento dei ticket, le cui modalità organizzative erano stato affrontate nel precedente Coordinamento.
Rispetto allo svolgimento di tali iniziative e all’adesione allo sciopero si sono registrate difficoltà nel coinvolgere diffusamente i negozi, sia perché già nel contesto delle assemblee convocate sul tema erano state evidenziate, da parte di diversi lavoratori, “resistenze” a prendere parte alla mobilitazione, sia a causa di criticità di carattere organizzativo emerse circa le modalità di proclamazione dello stesso.
A tale proposito la struttura nazionale ha confermato la propria disponibilità a valutare nuovi progetti di comunicazione in previsione delle prossime iniziative al fine di un maggior coinvolgimento delle strutture e dei lavoratori interessati.
Nonostante le difficoltà riscontrate, in considerazione dell’esito complessivo delle iniziative e della rilevante adesione allo sciopero in alcuni punti vendita, la direzione aziendale ha avanzato, ancora in termini di estrema approssimazione, una prima disponibilità a riaprire il negoziato, superando alcune delle rigidità che aveva mantenuto nel corso dell’ultimo incontro.
In previsione di un possibile riavvio del confronto con l’azienda, il prossimo Coordinamento sarà peraltro chiamato ad analizzare alcuni temi, già emersi negli incontri precedenti, che potrebbero rappresentare argomento di discussione nelle prossime riunioni: la pausa retribuita di 15 minuti per i part-time (20/24 ore) ed il cd “tempo tuta” (tempo ricompreso nel turno di lavoro ai fini della s/vestizione).
Il Coordinamento si è aggiornato con l’impegno da parte della struttura nazionale a verificare le condizioni circa la calendarizzazione di un incontro con la direzione aziendale per il mese di Gennaio, rispetto al quale vi forniremo tempestivamente eventuali aggiornamenti.

                                p. Filcams-CGIL Nazionale

Jeff Nonato