Category Archives: SERENISSIMA RISTORAZIONE

Roma 8 Ottobre 2015

sicuramente avrete avuto modo di visionare il verbale stilato  presso il Ministero del Lavoro nella giornata del 30 settembre u.s. (già inviato) riguardante la procedura di mobilità avviata dalla Società Serenissima S.r.l. ricadente su più regioni.
Una procedura contrastata sin dalla fase sindacale poiché la Società aveva fatto rientrare un numero sproporzionato di ore di esubero e improvvisi cali di pasti con percentuali molto più alte rispetto alle reali necessità di crisi registrate. Durante la fase sindacale, con l’ausilio dei territori interessati, si è avuto un leale e duro confronto al fine di ridurre o eliminare del tutto gli esuberi denunciati in procedura.
Di comune accordo abbiamo consigliato alla Società di svolgere incontri territoriali finalizzati a ridurre e cristallizzare gli esuberi e trasformare quelle eccedenze di ore rivenienti dal calo dei pasti in eventuali contratti di solidarietà. Con questi presupposti la Società ha intrapreso alcune trattative con le strutture territoriali e in molti casi ha definito con le strutture territoriali.
Pertanto, in detto incontro, dopo aver esaminato gli accordi fatti ed esclusi quell’impianti che la società aveva inserito senza nessuna motivazione, si è giunti all’accordo di ritirare la procedura di licenziamento collettivo.

p.la Filcams Cgil Nazionale
Giovanni Dalò

- verbale accordo 30 settembre

Roma, 8 settembre 2015

Testo Unitario

il giorno 7 settembre 2015 si è tenuto a Roma l’incontro con Serenissima Ristorazione, in relazione alla fase sindacale della procedura di licenziamento collettivo ( ex legge n. 223/1991) avviata dall’impresa con lettera del 12 agosto 2015.
Dopo l’illustrazione da parte di Serenissima Ristorazione delle ragioni che hanno determinato l’apertura della procedura, abbiamo espresso all’azienda la necessità di salvaguardare in ogni caso l’occupazione attraverso l’utilizzo di strumenti conservativi, a partire dal contratto di solidarietà. Tale impostazione è stata accettata da SERENISSIMA.
Abbiamo ribadito l’importanza dei confronti con le organizzazioni sindacali territoriali, finalizzati alla verifica delle situazioni in essere e alla individuazione delle modalità di possibile utilizzo del contratto di solidarietà difensivo di tipo B. A conferma di ciò è emerso che grazie agli incontri che si sono finora svolti si sono raggiunte intese propedeutiche sull’utilizzo del contratto di solidarietà e di altri istituti dell’organizzazione del lavoro (orari, ricollocazioni…), che determinano il riassorbimento degli esuberi dichiarati dall’azienda in procedura.
Pertanto abbiamo chiesto all’azienda di proseguire con i confronti territoriali, laddove ancora non si sono svolti o non hanno determinato le condizioni per una possibile sintesi condivisa. Gli esiti di tali confronti verranno poi trasposti nell’accordo nazionale.
Nel frattempo abbiamo sottoscritto il verbale di mancato accordo che chiude la fase sindacale della procedura di mobilità ed apre la fase amministrativa, che si discuterà presso il Ministero del Lavoro.

p. La Filcams CGIL Nazionale

                      G. Dalò

Roma 06 agosto 2015

Nella giornata del 3 Agosto 2015 si è tenuto il previsto incontro con la Società Serenissima S.p.a. per discutere dell’applicazione di un Contratto di Solidarietà per i luoghi di lavoro ove era presente la Cassa Integrazione in Deroga e dove permangono ancora alcune criticità.
Durante l’incontro è stato contestato più volte alla società sia il metodo sia il merito adottato per formulare la richiesta di attivazione del Contratto di Solidarietà. Si fa riferimento in particolare ad alcune situazioni in cui la società non ha preventivamente discusso con il territorio di appartenenza l esigenza dell’attivazione di detto contratto. Pertanto, a fronte di tale grave mancanza, è stata ribadita la necessita di informare e discutere direttamente con il territorio interessato dal CdS. E solo nella regione Veneto, e non su tutti gli impianti, l’azienda aveva intrapreso tale percorso.
A fronte di tale mancanza le OO.SS. hanno ritenuto utile non proseguire nella discussione riguardante l’entità della richiesta, ma di rinviare la discussione in seguito ai relativi incontri territoriali.
Per la regione Veneto, che era presente all’incontro e dove vi è la maggiore concentrazione di cantieri che necessitano dell’ammortizzatore, si è convenuto di comune accordo di svolgere un incontro regionale per valutare l’eventuale sottoscrizione di un CdS che comprenda solo il Veneto.
La Società ha fatto intendere che in questo periodo utilizzerà i permessi che, come a Voi ben noto, sono di competenza dei lavoratori.
Sara ns. cura, appena ci saranno nuovi sviluppi in merito, aggiornarvi tempestivamente. In attesa auguro buon lavoro.

P.Filcams CGIL Nazionale
Giovanni Dalo’

Nella giornata di Venerdi u.s. si è tenuto il programmato incontro con la Società Serenissima Ristorazione presso il Ministero del Lavoro, durante l’incontro alla società sono state evidenziate tutte le criticità che dai diversi territori sono state segnalate.
Quindi in virtù delle criticità evidenziate nella riunione alla presenza dei funzionari del Ministero, in accordo con le altre Organizzazioni Sindacali, si è convenuto di non procedere nell’immediato alla sottoscrizione della CIGS e pertanto la riunione è stata aggiornata al Venerdì 16 p.v. alle ore 10,00. Nelle more del prossimo incontro abbiamo chiesto alla società di effettuare specifici incontri territoriali al fine di trovare una soluzione con le strutture territoriali di riferimento.

P.Filcams CGIL nazionale
Giovanni Dalo’

Roma, 12 febbraio 2013

Oggetto: SERENISSIMA RISTORAZIONE SpA

il 6 u. s. si è svolto l’incontro presso il Ministero del Lavoro, a seguito della richiesta di proroga della Cig in deroga inviata da Serenissima Ristorazione SpA.

La proroga avviata a livello nazionale ricomprende tutte le Cigd aperte sui singoli territori durante l’anno 2012 e scadenti tutte il 31.12.2012.

Nell’incontro effettuato abbiamo chiesto a Serenissima di riepilogarci i dati relativi alla Cassa utilizzata e i lavoratori interessati a fronte delle carenti informazioni fornite nella lettera di richiesta di proroga inviata al Ministero e alle Organizzazioni Sindacali il 10.01.2013.

Inoltre abbiamo evidenziato che la brevità della convocazione da parte del Ministero non ha permesso alle strutture nazionali di poter avere un quadro definito di quanto intervenuto sui singoli territori, così come non è stato possibile per gli stessi partecipare all’incontro.

A fronte di quanto sopra si è concordato di aggiornare l’incontro al fine di raccogliere tutte le informazioni utili e permettere la partecipazione delle strutture sindacali territoriali interessate.

In occasione della riunione Serenissima ha fornito, comunque, dettagli sulla platea dei lavoratori interessati dalla Cig in deroga, le misure di riduzione che intende richiedere ed altri dati utili per l’esame congiunto, che potrete verificare nel prospetto allegato.

Visto che la richiesta di Cig in deroga è di una certa consistenza, vi chiediamo di partecipare all’incontro già convocato per il 19 febbraio 2013 alle ore 11.00 presso il Ministero del Lavoro – Via Fornovo, 8 – Roma e di inviarci al più presto copia degli accordi raggiunti in sede territoriale per i precedenti periodi di Cig in deroga attivati.

All. Verbale di incontroP. Filcams Cgil Nazionale
Elisa Camellini

VERBALE DI ACCORDO

Il giorno 27 gennaio 2005, presso l’Ente Bilaterale Nazionale del Turismo, via Lucullo 3, Roma, si sono incontrati

per Serenissima Ristorazione Spa Claudio Cavaletto

e per

FILCAMS CGIL Carmelo Caravella

FISASCAT CISL Giovanni Pirulli

UILTuCS UIL Emilio Fargnoli

per esaminare nel merito i contenuti dei progetti di formazione continua da inoltrare a FOR.TE riguardanti la formazione rivolta ai Direttori, manager, Responsabili del servizio ed Operatori che operano all’interno dei punti vendita della rete di Serenissima Ristorazione S.p.A..

L’azienda ha presentato un Piano Formativo contenente i seguenti progetti:

“Piano per la qualificazione del personale in carico alla Serenissima Ristorazione Spa”

L’esito atteso è quello di sviluppare l’attenzione costante a ciò che avviene all’interno ed all’esterno dell’azienda e offrire ai diversi ruoli una formazione di tipo generale che andrà a costituire un valido patrimonio di conoscenze ampiamente utilizzabili nel mondo del lavoro.

Le parti ritengono sia utile dare visibilità all’interno dei piani formativi, oltre che alle tematiche di ordine generale, alle specificità quali ad esempio la formazione in merito a: prodotti tipici e diete speciali; corretta accoglienza dei clienti con bisogni speciali.

L’azienda si impegna a dare attuazione al piano presentato e dichiara di dare applicazione alla contrattazione collettiva vigente.

Le parti,

visto l’articolo 118 della legge 23 dicembre 2000, n. 388, l’accordo per il rinnovo del CCNL Turismo del 19 luglio 2003, l’avviso n.1 del 2004 di For.Te. (fondo paritetico interprofessionale per la formazione continua nelle imprese del terziario), il protocollo sulla formazione continua nel settore turismo sottoscritto da Federalberghi, Fipe, Faita, Federreti e Filcams CGIL, Fisascat CISL, Uiltucs UIL il 21 dicembre 2004;

e dopo un attento esame del piano

hanno concordato

sulla validità degli stessi ed hanno quindi convenuto di inoltrarli a FOR.TE. per il relativo esame ed approvazione, avvalendosi dell’assistenza dell’Ente Bilaterale Nazionale del Turismo, così come previsto dalle vigenti disposizioni del POA e dell’avviso 1/2004 di FOR.TE, secondo quanto stabilito nell’accordo sottoscritto il 21 dicembre 2004 e per l’attuazione dei compiti ad esso assegnati.

Al fine di monitorare i progetti di formazione, le parti convengono di istituire un comitato paritetico di 6 componenti dei quali 3 nominati dall’ ;azienda e 3 nominati dalle OO.SS. firmatarie del presente accordo.

L’azienda, su sollecitazione delle OO.SS. valuterà la fattibilità di ulteriori piani formativi.

OO.SS Per l’impresa

FILCAMS CGIL

FISASCAT CISL

UILTuCS UIL