Category Archives: HBG-ARCADES

Roma 08.03.2016

TESTO UNITARIO

Il giorno 4 marzo abbiamo aggiornato il confronto con il gruppo HBG al fine di discutere i testi dell’intesa raggiunta il 26 febbraio.
Abbiamo definito due ipotesi di accordo, uno relativamente alla riorganizzazione e uno che chiude la procedura di licenziamento collettivo avviato dalle tre società del gruppo.
Le due ipotesi, che dovranno essere ora essere sottoposte alla consultazione dei lavoratori e delle lavoratrici, definiscono la possibilità dell’avvio della riorganizzazione delle sale con la salvaguardia di tutti i posti di lavoro, fermo restando la possibilità di adesione alla mobilità con il criterio della non opposizione.
I principali contenuti dell’intesa sono, come anticipato nella circolare del 1 marzo:

- l’ipotesi di accordo sulle sale Bingo allegata al CCNL viene sospesa fino a nuova definizione nell’ambito della contrattazione di primo livello. Pertanto, gli elementi economici derivanti dall’art 3 dell’ipotesi sono sospesi, mentre le declaratorie dell’articolo 1 sono sostituite come segue, in via sperimentale;
- l’azienda proporrà a tutti i lavoratori del comparto FOOD la ricollocazione con inquadramento unico, le cui mansioni sono descritte nell’accordo, e con livello economico parametrato sul VI livello del CCNL Turismo Pubblici Esercizi;
- l’azienda proporrà a tutti i lavoratori del comparto NO-FOOD la ricollocazione con inquadramento unico, le cui mansioni sono descritte nell’accordo, e con livello economico parametrato sul V livello del CCNL Turismo Pubblici Esercizi;
- la nuova organizzazione del lavoro, e quindi la valutazione sull’impatto delle mansioni anche dal punto vista individuale, sarà oggetto di specifico monitoraggio tra le parti;
- tutti i lavoratori verranno ceduti alla società che presenterà le offerte sulle concessioni, attraverso le procedure previste dall’art 47 della legge 428/90;
- la società si impegnata, al raggiungimento di risultati positivi, a contrattare un contratto di secondo livello contenente aspetti economici e normativi di miglior favore;
- la procedura di mobilità viene chiusa con l’esclusivo criterio della non opposizione, con un piano incentivante differenziato a seconda dell’impatto della nuova organizzazione del lavoro sui vari livelli di inquadramento.

Vi invitiamo a procedere alla consultazione sulle ipotesi di accordo e ad inviarci gli esisti della stessa entro il 16 marzo 2016.
Le segreterie nazionali sono a disposizioni per ulteriori passaggi di approfondimento in vista del confronto con i lavoratori.

                              p. La Filcams Cgil Nazionale

Luca De Zolt