Category Archives: VORWERK FOLLETTO

Roma, 16-06-2016

il giorno 15 giugno 2016 a Milano si è conclusa la trattativa per la definizione del cia per i circa 3.000 agenti e rappresentati e capi vendita della Folletto. Alla riunione hanno partecipato anche i delegati componenti del coordinamento nazionale Rsa Agenti e capi vendita folletto di Filcams , Fisascat e Uiltucs. L’accordo arriva a valle della definizione del Cia del personale dipendente di sede e dei capi distretto, completando così il rinnovo per tutti gli addetti della Folletto, siano essi dipendenti o autonomi.

Ora si procederà alla collazione dei singoli testi.

L’accordo, che ribadisce quanto gia’ definito in precedenza in materia di diritti e relazioni sindacali, per la parte economica, prevede :

- una sensibile rivisitazione in senso migliorativo della " scala premi " ;
- la estensione all’ 80% del rimborso da parte della Azienda del premio assicurativo ;
- la totale copertura delle spese telefoniche per i capi vendita ;
- l’aumento della dotazione del fondo FAS fino a 1.200.000 euro.

Durante la vigenza del cia , saranno effettuati incontri periodici tra le parti per una analisi dei risultati raggiunti e un monitoraggio complessivo del sistema premiante. Sono state, inoltre, garantite, nel quadro delle consolidate relazioni sindacali, forme di agibilità sindacali per un percorso di informazione rivolto alla intera platea degli Agenti e Capi vendita della Folletto . Con questo accordo si definisce un ulteriore tassello nel senso della " contrattazione inclusiva " utile, riteniamo, anche alla luce di quanto indicato nella Carta dei Diritti della CGIL .
Restando a disposizione per tutti i chiarimenti del caso inviamo fraterni saluti.

                  p. la Filcams Cgil Nazionale

Danilo Lelli

Link Correlati
     Agenti Folletto, Verbale di accordo 15/06/2016

VERBALE DI ACCORDO

In data 14 Aprile 2004 in Milano si sono incontrate le Società Vorwerk Folletto s.r.l. e Vorwerk Folletto s.a.s. rappresentate dai Signori Angelo LIANI e Ciro SINATRA .

e

Le OO.SS. Nazionali:

FILCAMS/CGIL rappresentata dal Sig. Massimo NOZZI
FISASCAT/CISL rappresenta dal Sig. Salvatore FALCONE
UILTuCS/UIL rappresentata dal Sig. Francesco D’AMICO

Le Segreterie Territoriali delle OO.SS. di:

FILCAMS/CGIL rappresentata dal Sig. Vito SCHIAVONE
FISASCAT/CISL rappresentata dal Sig. Luigino PEZZUOLO, Sig.ra Angela LAZZARO, Sig.Michelangelo COZZOLINO
UILTuCS/UIL rappresentata dal Sig. Mario RAPPOSELLI

La RSA/RSU Nazionale dei Capi Distretto, Assistenti Vendita, Impiegati di Sede e degli Uffici Commerciali nelle persone dei Signori:

Angelo STEFANINI (FILCAMS/CGIL), Maurizio ZINETTI (UILTuCS/UIL), Giuseppe ESPOSITO (FISASCAT/CISL), Mario GHIOTTO (UILTuCS/UIL), Renzo RIZZI (FISASCAT/CISL), Francesco LUPPINO (UILTuCS), Leonardo MECCA (FISASCAT/CISL), Capi Distretto della Vorwerk Folletto S.r.l.

    Alfredo MOSCHINI (FILCAMS/CGIL), Giuseppe ANCORA (UILTuCS/UIL), Luigi RADICCHI (FISASCAT/CISL), Michele VALLETTA (FISASCAT/CISL), Mirco IACOPETTI (UILTuCS/UIL), Giovanni PANTALEO (UILTuCS/UIL), Assistenti Vendita della Vorwerk Folletto S.r.l.;

    Franco BRUNO (FILCAMS/CGIL), Roberta MELLE (FISASCAT/CISL), impiegati degli Uffici Commerciali della Vorwerk Folletto S.r.l.,

    Luigi SANTARELLI (FISASCAT/CISL), Addetto al Controllo della Qualità della Vendita della Vorwerk Folletto S.r.l.,

    Enrica BRAMBILLA (FISASCAT/CISL), impiegata della Sede della Vorwerk Folletto S.r.l.,

    Maria Antonia PROVENZALE (FILCAMS/CGIL), Patrizia LOSTIA (FISASCAT/CISL) Gabriella BROGNOLI (FISASCAT/CISL), impiegate della Sede della Vorwerk Folletto S.a.s.,

Premessa

La Vorwerk Folletto opera in un contesto economico in continua trasformazione. Al fine di mantenere sempre alto il livello di competitività aziendale nell’ambito del mercato e del canale di vendita, si sono rese nel tempo necessari interventi di ottimizzazione e di armonizzazione della propria struttura.

In questo quadro, nel corso del 2002 l’azienda ha comunicato alle Organizzazioni Sindacali il passaggio di tutto il personale amministrativo e di vendita all’area contrattuale del Terziario. Nel corso di tale operazione è stato individuato un percorso finalizzato all’armonizzazione dei trattamenti economici e normativi, fermo restando il mantenimento dei diritti acquisiti. In tale sede, inoltre, l’Azienda ha dichiarato la propria disponibilità a sottoscrivere un Contratto Integrativo Aziendale unificato per il personale di Vendita e Amministrativo.

In seguito le OO.SS. Nazionali hanno presentato una piattaforma per la stipula del primo accordo integrativo unificato per tutto il personale di Vendita e Amministrativo.

Successivamente, agli inizi del 2004, ha avuto luogo lo scorporo da parte della Vorwerk Folletto s.a.s. del ramo d’azienda costituito dall’attività di vendita diretta, di assistenza alla clientela e assistenza tecnica, mediante conferimento delle stesse attività alla società Vorwerk Folletto s.r.l.. In tale modo è stato possibile allocare definitivamente in modo chiaro e razionale le varie funzioni e le relative responsabilità in capo alle singole società.

E’ stata mantenuta anche nel nuovo contesto l’attuale unitarietà di trattamento relativamente all’applicazione del CCNL Terziario e degli accordi integrativi aziendali vigenti e di quelli che verranno successivamente sottoscritti tra le parti.

L’Azienda ha riconfermato che nella nuova articolazione saranno salvaguardati gli attuali livelli occupazionali e che ai dipendenti della Vorwerk Italia s.a.s. e della Vorwerk Folletto s.r.l. saranno applicati unitariamente il CCNL Terziario e gli accordi integrativi aziendali in atto, nonché quelli che saranno rinnovati.

L’Azienda, da sempre attenta ai propri collaboratori, sebbene sia ancora in corso la trattativa per il rinnovo del Contratto Nazionale di Lavoro, ha dichiarato la propria disponibilità alla stipula del Contratto Integrativo Aziendale.

Le OO.SS. Nazionali danno atto all’Azienda della disponibilità manifestata nell’accogliere la richiesta sindacale per il rinnovo del Contratto Aziendale.

Pertanto le Parti stipulano il seguente

ACCORDO NAZIONALE AZIENDALE

Rispettivamente per i CAPI DISTRETTO, ASSISTENTI VENDITA, IMPIEGATI DI SEDE E DEGLI UFFICI COMMERCIALI.

I – PARTE COMUNE

PREMESSA

All’interno del precedente accordo aziendale del 5 luglio 2000 le Parti hanno consolidato e meglio strutturato le relazioni sindacali in sintonia con quanto previsto dal Protocollo del luglio ’93 e dalla vigente contrattazione nazionale.

Diritto di informazione.
Le Parti si danno atto che l’esercizio del diritto di informazione è un momento fondamentale della “relazione sindacale”. A tale proposito si richiama l’accordo del 5 luglio 2000, in cui sono descritte le modalità di esercizio di tale diritto.

Funzionamento delle relazioni sindacali.
Per l’attivazione e la pratica gestione derivante dal modello di relazioni sindacali concordata, le Parti concordano la seguente composizione del coordinamento nazionale della rappresentanza sindacale aziendale nazionale: n° 3 Capi Distretto, n° 2 Assistenti Vendita, n° 2 Capi Vendita, n° 4 Agenti, n° 2 Impiegati di Sede e n. 2 impiegati per gli Uffici Commerciali per ciascuna delle Organizzazioni Sindacali firmatarie e/o da queste nominati.
Per quanto riguarda la sede, in attesa del rinnovo della RSU, ai fini della rappresentanza e del confronto di sede, le Rappresentanze Sindacali che le Organizzazioni Sindacali possono nominare sono 3 per ciascuna sigla, senza costi aggiuntivi per l’Azienda.
I relativi nominativi verranno comunicati all’Azienda dalle Organizzazioni Sindacali Nazionali all’inizio di ogni anno.

Le Parti richiamano integralmente le pattuizioni in materia di relazioni sindacali di cui all’accordo del 5 luglio 2000 e le prassi aziendali indicate nel Testo Unificato degli Accordi Sindacali intervenuti dal 1979 a tutto il 21 dicembre 2000, ove non specificamente indicato.

1) PARI OPPORTUNITA’

L’Azienda conferma la propria attenzione alle Pari Opportunità, puntando a valorizzare la presenza femminile in Azienda. Si rimanda ai contenuti del nuovo Contratto Nazionale di Categoria per l’individuazione di specifiche iniziative da intraprendere.

2) TUTELA DELLA SALUTE E DELL’INTEGRITA’ FISICA DEI LAVORATORI

Le Parti concordano di effettuare un incontro in sede di Commissione Paritetica Nazionale entro il mese di giugno 2004. Nel corso di tale incontro l’Azienda presenterà alle OO.SS. le attività svolte nel corso dell’ultimo anno in materia di Sicurezza e verranno concordate le eventuali ulteriori iniziative da intraprendere.

3) PREMIO DI RISULTATO

Le Organizzazioni Sindacali hanno richiesto l’istituzione di un Premio di Risultato per gli Impiegati della Sede e degli Uffici Commerciali.

L’Azienda ha accolto la richiesta ed ha concordato con le OO.SS. quanto segue:

·Il Premio di Risultato (PdR) viene istituito con decorrenza 1/1/2005.

·Le Parti concordano di individuare e definire entro il mese di maggio 2004 i parametri (indici, pesi, criteri di calcolo e di erogazione, ecc.), necessari per la determinazione del PdR e la conseguente erogazione economica.

4) POLIZZA SANITARIA

Le parti pur riconoscendo la centralità del Servizio Sanitario Nazionale Pubblico convengono sull’opportunità di prevedere forme di assistenza sanitaria integrativa per i collaboratori che attualmente non fruiscono di copertura sanitaria aziendale.

L’Azienda si dichiara disponibile a stipulare direttamente con una primaria Compagnia assicurativa una polizza sanitaria per i collaboratori in forza che non fruiscono di polizza sanitaria (Assistenti Vendita, Operai e Impiegati di Sede e degli Uffici Commerciali). A tale proposito si dichiara disponibile a erogare l’importo annuo di Euro 150 per dipendente.

Le parti concordano di istituire una commissione composta pariteticamente da rappresentanti dell’Azienda e delle Organizzazioni Sindacali per identificare la Compagnia assicuratrice in grado di fornire il miglior servizio e definire in linea generale le garanzie che saranno oggetto della polizza assicurativa. La Commissione dovrà terminare i lavori in maniera da consentire l’attivazione della convenzione sanitaria entro il mese di settembre 2004. La Commissione dovrà inoltre prevedere l’estensione delle garanzie riconosciute ai lavoratori in favore dei congiunti degli stessi, senza costi aggiuntivi per l’azienda.

5) REGOLAMENTO PER LA COMPOSIZIONE DELLE CONTROVERSIE

Le Parti concordano di estendere a tutto il personale dipendente il regolamento in atto sulla conciliazione ed arbitrato delle controversie.

Pertanto, ai sensi di quanto previsto dagli Articoli 410 e seguenti del Codice di Procedura Civile, come modificati da Decreto Legislativo 31/3/1998 n.80 e dal Decreto Legislativo 29/10/98 n.387, è previsto il tentativo obbligatorio di conciliazione in sede sindacale per tutte le controversie individuali singole o plurime relative all’applicazione degli accordi aziendali a tutto il personale dipendente. Tale tentativo sarà esperito nell’ambito delle funzioni della Commissione Paritetica Nazionale Aziendale, secondo le norme e le modalità di cui al Testo Unificato degli Accordi Sindacali.

II – CAPI DISTRETTO

Le Parti richiamano in toto i requisiti professionali del Capo Distretto, così come evidenziati nel profilo professionale descritto nel Testo Unificato degli Accordi Sindacali.

L’Azienda ribadisce inoltre la centralità della figura del Capo Distretto nella struttura di Vendita.

Per tale motivo l’Azienda riconferma il proprio impegno a sviluppare iniziative formative rivolte ai Capi Distretto per l’aggiornamento professionale nella gestione amministrativa.

AGGIORNAMENTO INDENNITA’

Le parti concordano di applicare ai Capi Distretto le seguenti misure:

Diaria:
a decorrere dal mese contabile di maggio 2004, la diaria giornaliera forfetaria per ogni giorno di effettivo lavoro è stabilita in Euro 28 (ventotto)

Massimale rimborso spese pasto:
a decorrere dal mese contabile di maggio 2004 il massimale per il rimborso delle spese per vitto è fissato in Euro 32 (trentadue).

Massimale rimborso spese pernottamento:
a decorrere dal mese contabile di maggio 2004 il massimale per il rimborso delle spese alloggio è fissato in Euro 77 ( settantasette)

Circa tutto quanto previsto in materia di diaria, massimali pasto e pernottamento, in relazione a tempi e modalità di erogazione, documentazioni richieste e quant’altro in qualsivoglia maniera connesso e pertinente, le parti confermano globalmente le prassi aziendali in uso e le concrete soluzioni operative sin qui adottate.

PREMI SVILUPPO

A decorrere dal mese contabile di maggio 2004 i premi di sviluppo sono stabiliti nel seguente modo:

Perdita di un agente per costituzione di un nuovo gruppo o per disposizioni aziendali: Euro 284 (duecentoottantaquattro) lorde al Capo Distretto cedente qualora l’agente realizzi una media pari o superiore a 77 punti mensili nel trimestre precedente la cessione.
Perdita di un Assistente Vendita per costituzione di un nuovo distretto o per disposizioni aziendali: Euro 1.700 ( millesettecento) lorde al Capo Distretto cedente.
Perdita di un gruppo (Assistenti Vendita e Agenti) per costituzione di un nuovo distretto o per disposizioni aziendali: Euro 5,70 (cinque/70) lorde al Capo Distretto cedente per ogni punto realizzato dal gruppo ceduto oltre al rendimento minimo mensile nel semestre precedente la cessione.
Sviluppo di un nuovo gruppo: Euro 852 ( ottocentocinquantadue) lorde al Capo Distretto responsabile qualora il gruppo realizzi per due volte almeno 541 punti nel 7°, 8° e 9° mese dalla sua costituzione.
Sviluppo di un nuovo gruppo: Euro 1.534 (millecinquecentotrentaquattro) lorde al Capo Distretto responsabile qualora il gruppo realizzi per tre volte almeno 541 punti nel 7°, 8° e 9° mese dalla sua costituzione.

I livelli di punteggio indicati al precedente paragrafo sono automaticamente modificati da parte aziendale ogniqualvolta intervenga una variazione dei prezzi di listino. Tale modifica è attuata riproporzionando i livelli di punteggio in misura corrispondente alla variazione media dei prezzi di vendita delle combinazioni di prodotti, tenuto conto del mix prodotto a livello nazionale.

Circa tempi, modalità di erogazione e quant’altro riferito a questi premi, le parti confermano le prassi aziendali in uso.

FONDO DISTRETTO

Viene concordato che a decorrere dal mese contabile di maggio 2004 il fondo di Distretto è fissato in Euro 62 (sessantadue) per Agente/ Promotore attivo. Restano invariate sia le procedure di corresponsione che i limiti di budget da raggiungere secondo quanto previsto dagli accordi in atto.

CONTRIBUTO SPESE PASTO

A decorrere dal mese contabile di maggio 2004 il contributo spese pasto a disposizione del Capo Distretto per i Promotori che partecipano ai tre giorni di formazione viene fissato in Euro 11,50 ( undici/50) a pasto. Tale valore sarà oggetto di verifica biennale.

POLIZZA SANITARIA

Le Parti concordano che entro fine ottobre 2004 si incontreranno per confrontare i livelli di prestazioni assicurative garantite dalla polizza sanitaria attualmente vigente ed il QuAS.

III – ASSISTENTI VENDITA

Le Parti richiamano in toto i requisiti professionali dell’Assistente Vendita, così come evidenziati nel profilo professionale descritto nel Testo Unificato degli Accordi Sindacali.

L’Azienda conferma inoltre l’importanza di tale figura per la Vorwerk Folletto, ne riconosce il ruolo e sottolinea le possibilità di sviluppi di carriera allo stesso modo delle altre figure professionali che operano all’interno della Forza Vendita.

L’Azienda riconferma l’assoluto rispetto della volontarietà del lavoratore nel caso in cui si prospettasse il passaggio ad altre figure professionali. Sarà riconosciuto in ogni caso all’Assistente Vendita un tempo congruo per valutare l’adesione ad eventuali proposte di passaggio.

Le parti convengono che, salvo specifiche situazioni territoriali, il gruppo dell’Assistente Vendita deve avere un organico di almeno 3 ( tre) agenti onde agevolare il raggiungimento del minimo di rendimento.

AGGIORNAMENTO INDENNITA’

Le parti concordano di applicano agli Assistenti Vendita le seguenti misure:

Diaria:
a decorrere dal mese contabile di maggio 2004, la diaria giornaliera forfetaria per ogni giorno di effettivo lavoro è stabilita in Euro 22,50 ( ventidue/50).

Massimale rimborso spese pasto:
a decorrere dal mese contabile di maggio 2004 il massimale per il rimborso delle spese per vitto è fissato in Euro 32 ( trentadue).

Massimale rimborso spese pernottamento:
a decorrere dal mese contabile di maggio 2004 il massimale per il rimborso delle spese alloggio è fissato in Euro 77 ( settantasette).

Rischio macchina:
a decorrere dal mese contabile di maggio 2004, ferma restando la percentuale di copertura aziendale delle spese sostenute il massimale per sinistro viene fissato in Euro 1.900 (millenovecento).

Circa tutto quanto previsto in materia di diaria, massimali pasto e pernottamento, in relazione a tempi e modalità di erogazione, documentazioni richieste e quant’altro in qualsivoglia maniera connesso e pertinente, le parti confermano globalmente le prassi aziendali in uso e le concrete soluzioni operative sin qui adottate.

Relativamente alle spese telefoniche l’Azienda è impegnata a ricercare soluzioni atte ad abbassare il costo a carico dell’Assistente Vendita.

PREMI SVILUPPO

A decorrere dal mese contabile di maggio 2004 i premi di sviluppo sono stabiliti nel seguente modo:

Perdita di un agente per costituzione di un nuovo gruppo o per disposizioni aziendali: Euro 500 ( cinquecento) lordi all’Assistente Vendita cedente qualora l’agente realizzi una media pari o superiore a 77 punti mensili nel trimestre precedente la cessione.
Sviluppo di un nuovo gruppo: Euro 1.500 (millecinquecento) lordi all’Assistente Vendita responsabile qualora il gruppo realizzi per due volte almeno 541 punti nel 7°, 8° e 9° mese dalla sua costituzione.
Sviluppo di un nuovo gruppo: Euro 2.500 (duemilacinquecento) lordi all’Assistente Vendita responsabile qualora il gruppo realizzi per tre volte almeno 541 punti nel 7°, 8° e 9° mese dalla sua costituzione.

I livelli di punteggio indicati al precedente paragrafo sono automaticamente modificati da parte aziendale ogniqualvolta intervenga una variazione dei prezzi di listino. Tale modifica è attuata riproporzionando i livelli di punteggio in misura corrispondente alla variazione media dei prezzi di vendita delle combinazioni di prodotti, tenuto conto del mix prodotto a livello nazionale.

Circa tempi, modalità di erogazione e quant’altro riferito a questi premi, le parti confermano le prassi aziendali in uso.

IV – IMPIEGATI SEDE E UFFICI COMMERCIALI

FRUIZIONE PERMESSI ANNUI RETRIBUITI

Con l’intento di effettuare uno scarico ottimale dei Permessi Annui Retribuiti, a partire dal mese di maggio sarà concessa ai lavoratori la possibilità di fruire i ROL a ore anziché a gruppi di mezze giornate.

BUONI PASTO PER PERSONALE UFFICI COMMERCIALI

Le Parti concordano di estendere a partire dal 1^ gennaio 2005 a tutti gli impiegati ed operai degli Uffici Commerciali il buono pasto.

PART-TIME

L’azienda informa che è presente oggi in Sede e negli Uffici Commerciali una elevata percentuale di part-time. La loro concentrazione in alcuni settori ed in alcune fasce orarie comporta problemi organizzativi.

Si rinvia ad un confronto di merito per individuare soluzioni appropriate coerentemente con le esigenze dell’organizzazione del lavoro tenuto conto anche delle esigenze delle lavoratrici.

LAVORO STRAORDINARIO

Per quanto attiene alla regolamentazione del lavoro straordinario contenuta nell’accordo vi variazione di Area Contrattuale, essa viene recepita nel presente accordo come norma vigente per tutto il personale dipendente.

Le parti convengono di incontrarsi in sede nazionale al fine di esaminare le questioni connesse al rispetto della volontarietà del lavoratore in merito alle clausole elastiche

IV – ADDETTI CONTROLLO QUALITA’ VENDITA

Le parti convengono di definire il profilo professionale dell’AQV in sede di Commissione Paritetica.

Il presente accordo entra in vigore il 1 aprile 2004 e scadrà il 31 marzo 2008.

Vengono confermate tutte le condizioni previste nelle regolamentazioni precedentemente stipulate e non modificate con il presente accordo. Le Parti concordano di aggiornare entro la fine del 2004 il sopra citato Testo Unificato degli Accordi sindacali dal 1979 inserendo nella collazione anche l’accordo sottoscritto il 6 aprile 2004 per gli Agenti e Capi Vendita.

Letto, confermato e sottoscritto

p. VORWERK FOLLETTO s.r.l.p.la FILCAMS/CGIL
p. VORWERK FOLLETTO s.a.s.p.la FISASCAT/CISL
p.la UILTuCS/UIL

p.la R.S.A. Nazionale dei Capi Distretto
Assistenti Vendita, Impiegati di Sede, Impiegati Uffici Commerciali

VERBALE DI ACCORDO

In data 6 Aprile 2004 in Roma si sono incontrate la Società Vorwerk Folletto s.r.l. rappresentata dai Signori Angelo LIANI e Ciro SINATRA .

e

Le OO.SS. Nazionali:

FILCAMS/CGIL rappresentata dal Sig. Massimo NOZZI
FISASCAT/CISL rappresenta dal Sig. Salvatore FALCONE
UILTuCS/UIL rappresentata dal Sig. Francesco D’AMICO
La RSA Nazionale degli Agenti e dei Capi Vendita nelle persone dei Signori:

Giambattista FAVA (FILCAMS/CGIL),), Silvana ROBIGLIO (FILCAMS/CGIL), Francesco FRANCIOSO (FISASCAT/CISL) , Luciana MEDEOSSI (FISASCAT/CISL), Enrico ANTONINI , Maria Stefania BOARETTO (FISASCAT/CISL ) Pasquale PRESTA (FILCAMS/CGIL)Agenti della Vorwerk Folletto s.r.l.

Bruno FUSCA (UILTuCS/UIL), Fernando VALASTRO (FILCAMS/CGIL), Maurizio FILIPPI (FISASCAT/CISL), Salvatore SILEO (FISASCAT/CISL), Capi Vendita della Vorwerk Folletto s.r.l.

Premessa

Gli Agenti e i Capi Vendita sono figure professionali cardine nelle strategie di sviluppo dell’Azienda .

Vorwerk Folletto dedica da sempre grande attenzione a tali figure; in questa ottica dichiara la propria disponibilità al rinnovo del Contratto Aziendale relativo agli Agenti ed ai Capi Vendita.

Le OO.SS. Nazionali danno atto all’Azienda della disponibilità manifestata nell’accogliere la richiesta sindacale per il rinnovo del Contratto Aziendale.

Pertanto le Parti stipulano il seguente

ACCORDO NAZIONALE AZIENDALE

Rispettivamente per gli AGENTI ed i CAPI VENDITA.

AGENTI

1) FUTURI INCREMENTI DI LISTINO

Per quanto riguarda l’adeguamento dei valori provvigionali da effettuare in occasione dell’incremento dei prezzi di listino le parti richiamano l’accordo del 10 ottobre 1997 nel quale sono stati concordati i criteri in base ai quali vengono effettuati tali adeguamenti.
Si concorda di variare la percentuale di adeguamento dei valori provvigionali portandola dal 20 % al 75%.
Pertanto, a partire dalla prossima variazione dei prezzi di listino i punti che matureranno dell’incremento dei prezzi di listino (differenza tra il prezzo di vendita dell’apparecchio – IVA esclusa del listino precedente ed il nuovo prezzo di vendita dell’apparecchio – IVA esclusa) saranno calcolati sul 75% di tale incremento.
La residua quota percentuale verrà utilizzata dall’Azienda per coprire i costi tecnologici di ricerca e sviluppo finalizzati alla produzione di prodotti in linea con lo standard qualitativo del gruppo Vorwerk.

2) – PRESTAZIONI AZIENDALI INTEGRATIVE/ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA

PREMESSA

Le parti pur riconoscendo la centralità del Servizio Sanitario Nazionale Pubblico convengono sull’opportunità di prevedere forme di assistenza sanitaria integrativa da armonizzare con le prestazioni aziendale garantite dal Fondo FAI così come sotto meglio specificate.

Il consistente onere economico di cui si fa carico l’Azienda conferma la volontà di venire incontro alle concrete esigenze degli Agenti e manifesta ulteriormente la centralità di questa figura professionale nelle strategie aziendali.

POLIZZA ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA

L’Azienda si dichiara disponibile a stipulare direttamente con una primaria Compagnia assicurativa una polizza sanitaria per gli Agenti in forza. A tale proposito si dichiara disponibile a erogare l’importo annuo di Euro 200,00 (duecento) per ciascun agente.
Le parti concordano di istituire una commissione composta pariteticamente da rappresentanti dell’Azienda e delle Organizzazioni Sindacali per identificare la Compagnia assicuratrice in grado di fornire il miglior servizio e definire in linea generale le garanzie che saranno oggetto della polizza assicurativa . La Commissione dovrà terminare i lavori in maniera da consentire l’attivazione della convenzione sanitaria entro il mese di settembre 2004. La Commissione dovrà inoltre prevedere l’estensione delle garanzie riconosciute ai lavoratori in favore dei congiunti degli stessi, senza costi aggiuntivi per l’azienda.
Le parti concordano che alla data dell’entrata in vigore della polizza sanitaria le “erogazioni straordinarie” così come regolamentate dal Fondo Aziendale Integrativo saranno sostituite con le nuove garanzie previste dalla polizza di assistenza sanitaria.

3) FONDO FAI

Il massimale annuale di erogazione da parte aziendale viene fissato nell’arco di vigenza del presente accordo in Euro 930.000 (novecentotrentamila).

Nel confermare quanto previsto al punto c) dell’accordo 5/6/1991 e seguenti in materia di “prestazioni aziendali integrative” e sue modalità di applicazione, le parti concordano che le regole attualmente in vigore rimangono invariate salvo quanto più sotto indicato relativamente alla indennità di malattia e infortunio, alle erogazioni straordinarie e alle spese di riparazione dell’automezzo.

4) INDENNITA’ DI MALATTIA E INFORTUNIO

Si confermano i criteri di erogazione attualmente vigenti.

L’indennità forfetaria giornaliera è fissata in euro 25 ( venticinque) per gli Agenti con una anzianità di rapporto di agenzia/aziendale continuativo di almeno 10 anni.

5) EROGAZIONI STRAORDINARIE

Si confermano le prestazioni attualmente erogate sino alla data di entrata in vigore delle nuove garanzie previste dalla polizza sanitaria aziendale.

Successivamente le “erogazioni straordinarie” in quanto ricompresse tra le garanzie di cui sopra, cesseranno di essere effettuate, fatte salve le spese dentistiche.

Per quanto riguarda le spese dentistiche:

a)durante i primi 12 mesi solari del rapporto di agenzia il massimale per ogni sinistro è fissato in Euro 570 ( cinquecentosettanta).
b)Dopo i primi 12 mesi solare del rapporto di agenzia la percentuale di copertura aziendale delle spese sostenute è stabilita nella misura del 60%.
c)Sempre dopo i primi 12 mesi solare del rapporto di agenzia il massimale per ogni sinistro è fissato in Euro 1.085 ( milleottantacinque)

L’erogazione del rimborso non può avvenire più di due volte durante il corso dell’intero rapporto di agenzia/aziendale.

Per poter accedere al secondo rimborso è necessario aver maturata una anzianità di rapporto di agenzia/aziendale continuativa di almeno 5 anni.

Si precisa che gli agenti avranno il diritto alle prestazioni previste dal Fondo FAI soltanto se la documentazione viene presentata in costanza di rapporto di agenzia.

    6) RIMBORSO SPESE RIPARAZIONE AUTOMEZZO

    Si confermano i criteri di erogazione attualmente vigenti.

    Il massimale per ogni sinistro durante i primi 12 mesi solari del rapporto di agenzia è stabilito in 1300,00 ( milletrecento) euro.

    Il massimale per ogni sinistro successivo ai primi 12 mesi solari del rapporto di agenzia è stabilito in 1900,00 ( millenovecento) euro.

    7) – IMPEGNO IN ESCLUSIVA

    Le parti ritengono di individuare negli Agenti con almeno 2 anni aziendali di rapporto continuativo i possibili interessati a richiedere la modifica contrattuale dell’impegno in esclusiva. E’ escluso dal computo l’eventuale preliminare rapporto di procacciamento d’affari.

    Le richieste devono essere improrogabilmente effettuate entro il 31 ottobre di ogni anno e a quella data devono essere maturati i due anni in questione; la decorrenza dell’impegno in esclusiva decorre dal 1° gennaio di ogni anno solare.

    Le parti richiamano integralmente gli accordi precedenti e le prassi aziendali ivi indicate, ove non modificate dal presente accordo.

    8) – ANZIANITA’AGENTI

    Le parti concordano di prorogare fino alla scadenza del presente Accordo l’intervento formativo di cui all’accordo del 5.7.2000, confermandone requisiti di accesso e criteri di svolgimento ivi indicati.

    – CAPI VENDITA

    Le Parti richiamano la definizione contrattuale del profilo professionale del Capo Vendita così come riportata nel verbale n.5 del 22 ottobre 2001 della Commissione Paritetica Nazionale.
    L’Azienda conferma l’assoluto rispetto della volontarietà del lavoratore nel caso in cui vi sia un passaggio da altre figure professionali a quella di Capo Vendita e ribadisce altresì la facoltà di accettare o meno le richieste che venissero presentate.
    In ogni caso, verrà riconosciuto ai lavoratori un tempo congruo per valutare eventuali proposte di passaggio a Capo Vendita.

    Il presente accordo entra in vigore il 1 aprile 2004 e scadrà il 31 marzo 2008.
    Vengono confermate tutte le condizioni previste nelle regolamentazioni precedentemente stipulate e non modificate con il presente accordo.

    Letto, confermato e sottoscritto

    p. VORWERK FOLLETTO s.r.l..p.la FILCAMS/CGIL
    p.la FISASCAT/CISL
    p.la UILTuCS/UIL
    p.la R.S.A. Nazionale Agenti e Capi Vendita

    PIATTAFORMA PER IL
    CONTRATTO INTEGRATIVO AZIENDALE
    DELLA
    VORWERK FOLLETTO

    premessa

    Negli Accordi Sindacali intervenuti con la direzione della VORWERK FOLLETTO” in occasione del passaggio di area contrattuale (dal “CCNL dei Metalmeccanici” al “CCNL del Terziario, Distribuzione e Servizi”, l’Azienda ha dichiarato la propria disponibilità per la successiva stipula di un Contratto Integrativo per tutto il personale amministrativo e di vendita.

    Ricordiamo che il passaggio di area contrattuale è stato conseguente alla decisione del Gruppo di scorporare la componente produttiva la cui gestione è stata affidata alla “VORWERL MANUFACTURING”, mentre per il settore della vendita, nell’intento di meglio caratterizzarne la sua natura commerciale, la FOLLETTO è diventata una “ commissionaria” della “Multinazionale”.

    Va inoltre ricordato che le OO.SS. vantano con l’Azienda una tradizione di rapporti contrattuali fin dal 1979 essendo riusciti a definire accordi per il settore della vendita che oltre ad assicurare in tutti questi anni i trattamenti per tutte le figure che operano sul mercato, hanno contribuito a suo tempo, a far uscire l’Azienda da gravi situazioni di difficoltà .

    Pur in presenza delle attività in corso per il rinnovo del Contratto Nazionale di Lavoro, le OO.SS. hanno deciso di presentare la presente Piattaforma per la stipula del primo Integrativo Aziendale unificato per tutto il personale sia di vendita che amministrativo.

    Il Contratto Integrativo Aziendale dovrà quindi definire una strategia contrattuale e di relazioni sindacali per i prossimi anni tale da stimolare sempre più l’attuazione di politiche di sviluppo aziendali rivolte alla stabilità ed aumento dei posti di lavoro, oltrechè al riconoscimento del contributo dato dai lavoratori migliorandone quindi condizioni di vita e di lavoro.

    Il C.I.A. dovrà comunque assicurare la salvaguardia delle peculiarità professionali esistenti in Azienda sia nel settore amministrativo, che nella vendita, con norme generali e particolari in cui tutto il personale si possa riconoscere.

    Sotto questo profilo la Piattaforma che viene proposta alla trattativa prevede una parte generale e parti specifiche sia per il personale amministrativo (sedi, uffici commerciali) sia per quello della vendita (capi-distretto, assistenti vendita, capi-vendita ed agenti).

    RICHIESTE A CARATTERE GENERALE
    DETERMINARE LA SFERA DI APPLICAZIONE DEL CIA

    DIRITTI SINDACALI

    INOLTRE:

    RICHIESTE SPECIFICHE
    PERSONALE DI SEDE ED UFFICI

    ADDETTI AL CONTROLLO DELLA QUALITA’ DELLE VENDITE

    RICHIESTE SPECIFICHE PER CAPI-DISTRETTO

    RICHIESTE SPECIFICHE PER ASSISTENTI VENDITA

    In caso di “proposte” per il passaggio alla figura di “ Capo-vendita”, assoluto rispetto della volontarietà del lavoratore
    INOLTRE
    Si richiede:

    RICHIESTE PER “AGENTI” E “CAPI VENDITA”

    PER I CAPI-VENDITA

    Alla luce dell’esperienza svolta si richiede di regolamentare la figura del C.V. prevedendo norme che assicurino:

    Inoltre si richiede di:

    Infine prevedere per i componenti Agenti e Capi-Vendita del coordinamento sindacale nazionale, sia per gli incontri specifici, sia per quelli a carattere generale, forme certe di compensazione per mancato guadagno nell’ esercizio dell’attività di rappresentanza.

    RICHIESTE PER “PROMOTORI”
    E’ necessario determinare alcune condizioni base per i Promotori, che costituiscono il primo livello di ingresso degli Agenti, anche in riferimento alla malattia e alla formazione.
    3

    IPOTESI DI PIATTAFORMA
    CONTRATTO INTEGRATIVO AZIENDALE
    PER IL PERSONALE DELLA
    VORWERK FOLLETTO

    PREMESSA

    Negli Accordi Sindacali intervenuti con la direzione della VORWERK FOLLETTO” in occasione del passaggio di area contrattuale (dal “CCNL dei Metalmeccanici” al “CCNL del Terziario, Distribuzione e Servizi”.
    L’Azienda ha dichiarato la propria disponibilità per la successiva stipula di un Contratto Integrativo per tutto il personale amministrativo e di vendita.

    Ricordiamo che il passaggio di area contrattuale è stato conseguente alla decisione del Gruppo di scorporare la componente produttiva la cui gestione è stata affidata alla “VORWERL MANUFACTURING”, mentre per il settore della vendita, nell’intento di meglio caratterizzarne la sua natura commerciale, la FOLLETTO è diventata una “ commissionaria” della “Multinazionale”.

    Va inoltre ricordato che le OO.SS. vantano con l’Azienda una tradizione di rapporti contrattuali fin dal 1979 essendo riusciti a definire accordi per il settore della vendita che oltre ad assicurare in tutti questi anni la dinamica dei trattamenti per tutte le figure che operano sul mercato, hanno contribuito a suo tempo, a far uscire l’Azienda da gravi situazioni di difficoltà.

    Pur in presenza delle attività in corso per il rinnovo del Contratto Nazionale di Lavoro,, le OO.SS. hanno deciso di dare avvio alla preparazione della Piattaforma delle richieste per la stipula del primo Integrativo Aziendale unificato per tutto il personale sia di vendita che amministrativo.
    L’iniziativa fa seguito agli Accordi di armonizzazione contrattuale in cui sono state salvaguardate le condizioni di miglior favore e nel contempo avviato fin dallo scorso anno l’applicazione di condizioni migliorative per un certo numero di istituti (es. ferie, scatti di anzianità, 14° ; mensilità, livelli retributivi ecc.) presenti nl CCNL del “ Terziario, Distribuzione e Servizi” come già su precisato, in corso di rinnovo.
    Il Contratto Integrativo Aziendale dovrà definire una strategia contrattuale e di relazioni sindacali per i prossimi anni tale da stimolare sempre più l’attuazione di politiche di sviluppo aziendali rivolte alla stabilità ed aumento dei posti di lavoro, oltrechè al riconoscimento del contributo dato dai lavoratori migliorandone quindi condizioni di vita e di lavoro.

    Il C.I.A. dovrà comunque assicurare la salvaguardia delle peculiarità professionali esistenti in Azienda sia nel settore amministrativo, che nella vendita, con norme generali e particolari in cui tutto il personale si possa riconoscere.
    Sotto questo profilo l’Ipotesi che viene proposta alla consultazione del personale tutto prevede una parte generale e parti specifiche sia per il personale amministrativo (sedi, uffici commerciali) sia per quello della vendita (capi-distretto, assistenti vendita, capi-vendita ed agenti).
    Contiamo sulla migliore collaborazione di tutto il personale e nel contempo sollecitiamo l’attenzione sulla necessità di migliorare il livello di rappresentatività delle Organizzazioni Sindacali, iscrivendovi al Sindacato.

    RICHIESTE A CARATTERE GENERALE

    DIRITTI SINDACALI

    INOLTRE:

    RICHIESTE SPECIFICHE

    PERSONALE DI SEDE ED UFFICI

    ADDETTI AL CONTROLLO DELLA QUALITA’ DELLE VENDITE

    RICHIESTE PER ASSISTENTI VENDITA

    In caso di “proposte” per il passaggio alla figura di “ Capo-vendita”:

    INOLTRE
    Si richiede:

    RICHIESTE PER CAPI-DISTRETTO
    RICHIESTE PER “AGENTI” E “CAPI VENDITA”

    PER I CAPI-VENDITA

    In data 5 Luglio 2000 in Roma la Società Vorwerk Folletto s.a.s. rappresentata dai Sigg. Angelo LIANI Direttore Commerciale e Luigi NADALINI Direttore Risorse Umane

    e

    Le OO.SS. Nazionali:

    FILCAMS/CGIL rappresentata dal Sig. Massimo NOZZI
    FISASCAT/CISL rappresenta dal Sig. Salvatore FALCONE
    UILTuCS/UIL rappresentata dal Sig. Francesco D’AMICO
    I rappresentanti della RSA Nazionale

    Stipulano il seguente

    ACCORDO NAZIONALE AZIENDALE

    Rispettivamente per i CAPI DISTRETTO; ASSISTENTI VENDITA; AGENTI.

    PARTE COMUNE

    Premesso che le Parti, con il presente Accordo, intendono consolidare e meglio strutturare le relazioni sindacali in sintonia con quanto previsto dal Protocollo del luglio ’93 e dalla vigente contrattazione nazionale, viene concordato quanto segue:

    a) nell’individuare nell’esercizio del diritto di informazione un momento fondamentale della “relazione sindacale”, viene dato luogo, di norma entro il primo quadrimestre successivo alla chiusura del Bilancio aziendale, ad un incontro tra le Direzioni Commerciale e delle Risorse Umane da un lato e le OO.SS. nazionali firmatarie del presente accordo, dall’altro, nel corso del quale l’Azienda fornirà informazioni preventive su:

    1.Andamento conti di bilancio;
    2.investimenti ed innovazioni tecnologiche/organizzative;
    3.struttura della rete di vendita, eventuali sviluppi di zone, distretti, gruppi e loro composizione;
    4.livelli occupazionali disaggregati per sesso, età, tipologia di impiego, professionalità;
    5.eventuali interventi di modifica sulla organizzazione del lavoro;
    6.formazione, anche in riferimento all’igiene e sicurezza;
    7.eventuali modifiche societarie;
    8.Fondo Assistenza Interna ( FAI );
    9.politiche di Gruppo a livello nazionale ed internazionale;
    10.obiettivi di Budget;
    11.livelli retributivi e provvigionali.

    Nonché informazioni consuntive su.

    1.livelli di fatturato;
    2.chiusura bilancio annuale;
    3.risultati della formazione svolta.

    b) In occasione di tale incontro, o in date diverse concordate, le Parti, fermo restando le rispettive autonomie e prerogative, potranno affrontare e definire le problematiche che possono avere impatto sull’occupazione, organizzazione del lavoro, professionalità, materie retributive e provvigionali.

    c) Funzionamento delle relazioni sindacali. Per l’attivazione e la pratica gestione derivante dal modello di relazioni sindacali concordata, le Parti decidono di istituire idonei strumenti di rappresentanza sindacale aziendale nazionale così articolati:

    1)Costituzione di una rappresentanza sindacale nazionale con compiti di coordinamento formata da: 3 Capi Distretto, 4 Assistenti Vendita, 4 Agenti (di cui 1 avente funzione di Capo Vendita) per ciascuna delle Organizzazioni Sindacali firmatarie e da questi nominati. I relativi nominativi verranno comunicati all’Azienda dalle Organizzazioni Sindacali Nazionali all’inizio di ogni anno.

    Ai componenti il Coordinamento RSA nazionale verrà applicata la tutela prevista dallo Statuto dei lavoratori ( legge 300 ) e dalle regolamentazioni aziendalmente applicate.

    La RSA nazionale parteciperà, nella sua intera composizione, agli incontri con l’Azienda in occasione.

    -dell’esercizio del diritto di informazione;
    -alla prima ad alla conclusiva sessione di trattative per il rinnovo dell’accordo nazionale aziendale;
    -ad ogni incontro che rivesta interesse generale attinente l’occupazione, eventuali significative ristrutturazioni organizzative, modifiche societarie e ogni qual volta se ne convenga l’opportunità d’intesa con l’Azienda.
    2)Fermo restando quanto sopra stabilito sulle competenze della RSA, al fine di favorire il migliore approfondimento degli aspetti e problematiche connessi alle professionalità, viene concordato che, a far data dall’entrata in vigore del presente accordo, la trattativa per il rinnovo degli Accordi Aziendali si svolgerà in sessioni specifiche per ciascuna delle funzioni presenti in Azienda e tutelate dalla presente regolamentazione contrattuale. A tali incontri parteciperà una delegazione composta a seconda delle professionalità trattate: ossia da 3 CD per Organizzazione Sindacale se le problematiche si riferiscono a tale figura; da 4 membri per Organizzazione nel caso di incontri rispettivamente sulla figura dell’AV, ed altrettanti quattro membri per gli incontri sulle materie per gli Agenti.
    3)Le spese di partecipazione agli incontri nazionali d’informazione e/o di trattativa sono a carico dell’Azienda. Per l’espletamento dei compiti su previsti ai componenti la RSA nazionale l’Azienda assicurerà i permessi retribuiti necessari. Per gli Agenti verrà convenuto, volta per volta, forme di compensazione per il mancato guadagno in occasione della partecipazione alle attività sindacali nazionali.
    4)Vengono confermate le norme di tutela sindacale per i CD e AV, componenti la RSA nazionale, previsti dalla legislazione e dalle regolamentazioni contrattuali applicate in Azienda; nonché quelle specifiche connesse alla convocazione delle assemblee nazionali per gli AV, ossia due giornate nel corso dell’anno di calendario con decorrenza della retribuzione per i partecipanti. La richiesta d’assemblea sarà, di volta in volta, formulata dalle OO.SS. Nazionali stipulanti il presente accordo, e ne sarà data per tempo informazione all’Azienda.
    5)Vengono confermate tutte le norme relative alla diffusione dei comunicati sindacali delle OO.SS. Nazionali stipulanti il presente accordo, anche con l’utilizzo dei mezzi informatici aziendali di comunicazione.

    CAPI DISTRETTO

    IL DISTRETTO

    Le parti confermano che i Distretti rappresentano i settori primari nell’organizzazione dell’azienda, in quanto attraverso il loro sviluppo si realizza la crescita di una azienda di vendita diretta, infatti sviluppare un distretto significa avere maggior penetrazione sul mercato, avere la possibilità di aumentare l’organico,( Assistenti Vendita; Capi Vendita, Agenti ) ed essere capillarmente più vicini al cliente con conseguente possibilità di sviluppare più vendite. Nel confermare i premi di sviluppo stabiliti con il verbale d’accordo del 5 giugno 1991, erogati in occasione della perdita di un AV, di un Agente o di un Gruppo, le parti concordano che il Capo Distretto interessato sarà preventivamente informato dal Capo Zona sulle possibilità che persone del suo distretto potranno dare origine a sviluppi di settore. L’informazione dovrà essere data verbalmente almeno con due mesi di anticipo rispetto all’evento e dovrà essere seguita da comunicazione scritta. In tale occasione verranno valutate insieme al CD le conseguenze derivanti da tali modifiche e verranno ricercate possibili soluzioni da proporre alle Direzione Commerciale.

    ASSISTENZA SANITARIA

    Le parti concordano che entro il 30 settembre 2000 per ogni Capo Distretto in forza a quella data verrà stipulata con una primaria compagnia di assicurazione una polizza per il rimborso delle spese sanitarie secondo le condizioni di seguito allegate.

    CAMPAGNE VENDITA STRAORDINARIE

    Le parti concordano che annualmente la Direzione Commerciale a partire dal gennaio 2001 promuoverà delle campagne di vendita straordinarie, che verranno definite, sia per quanto riguarda l’incentivazione monetaria che i termini e la procedura, con due mesi di anticipo rispetto la data di inizio.

    FONDO DI DISTRETTO

    Viene concordato che il fondo di distretto è elevato dalle attuali lire 100.000 per Agente/ Promotore attivo a lire 110.000, restano invariate sia le procedure di corresponsione che i limiti di budget da raggiungere secondo quanto previsti dagli accordi in atto.

    CONTRIBUTO SPESE PASTO

    Il contributo spese pasto a disposizione del Capo Distretto per i promotori che partecipano ai tre giorni di formazione viene elevato dalle attuali lire 16.000 a lire 20.000 pasto.

    RIMBORSI CHILOMETRICI

    Viene confermata la normativa in materia di rimborsi chilometrici prevista dagli accordi contrattuali nazionali. I chilometri percorsi nello svolgimento del processo di attività saranno rimborsati secondo il prospetto di seguito allegato. Resta inteso che stante l’attuale andamento del prezzo del carburante gli importi indicati potranno subire variazioni sia per eccesso che per difetto, in questo caso l’Azienda ne darà tempestiva comunicazione scritta alle OO.SS. nazionali.

    Le parti convengono che per quanto concerne lo spostamento per partecipare a riunioni di formazione, o di incontri non aventi per oggetto l’attività di vendita ( incontri per feste di zona o raduni nazionali ) nel caso si utilizzi il proprio automezzo, non sarà riconosciuto il rimborso chilometrico ma sarà rimborsato il puro costo del carburante consumato attraverso la compilazione della scheda carburante. L’Azienda, nel caso di utilizzo di mezzi pubblici provvederà a rimborsare il costo a fronte della presentazione del giustificativo di spesa.

    MODULISTICA E PROCEDURE

    Le parti convengono che, pur avendo l’Azienda una modulistica e procedure operative uguali per tutte le Zone e Distretti, si rende necessario riesaminare le procedure standard e la relativa modulistica da adottare, a tale scopo l’Azienda costituirà un gruppo di lavoro avvalendosi anche dell’esperienza dei CD che entro la fine 2000 provvederà a redigere un dettagliato mansionario procedurale dandone preventiva comunicazione alle OO.SS. nazionali.

    ASSISTENTI VENDITA

    Si conferma che la figura dell’Assistente Vendita è di fondamentale importanza per tutta la Vorwerk Folletto, ed è quindi una figura professionale irrinunciabile al quale non dovrà mancare ogni supporto anche di tipo formativo da parte dell’Azienda. In tal senso viene pertanto confermato il profilo dell’Assistente Vendita di cui agli accordi vigenti.

    CAMPAGNE VENDITA STRAORDINARIE

    Le parti concordano che annualmente la Direzione Commerciale a partire dal gennaio 2001 promuoverà delle campagne di vendita straordinarie, che verranno definite, sia per quanto riguarda l’incentivazione monetaria che i termini e la procedura, con due mesi di anticipo rispetto la data di inizio.

    POLIZZA INFORTUNI

    Le parti concordano che a far data dal 30 settembre 2000 ogni Assistente Vendita sarà assicurato anche per i rischi legati all’attività extra professionale con gli stessi massimali degli infortuni professionali.

    RICONOSCIMENTI PARTICOLARI

    Le parti concordano che a partire dal 30 settembre 2000 agli Assistenti Vendita che hanno nel loro gruppo un Agente che ha raggiunto attraverso le proprie vendite i riconoscimenti “spilla oro “,”spilla oro più un brillante “, “spilla oro più due brillanti” e di seguito, verrà a questi riconosciuto il valore del premio monetario erogato all’Agente nella misura del 50% dello stesso. La corresponsione avverrà con lo stipendio del mese successivo a quello del riconoscimento all’Agente. Tali importi non vengono considerati utili ai fini della incidenza sui vari istituti contrattuali e del trattamento di fine rapporto.

    SERVIZIO CORTESIA

    Le parti concordano che la provvigione maturata da un agente attraverso la vendita “Servizio Cortesia” nel momento in cui questi lascia l’Azienda, a far data dal 1 gennaio 2001 questa sarà corrisposta all’Assistente Vendita a cui l’Agente faceva capo. La provvigione sarà mantenuta nel corso della vigenza del presente accordo e comunque verrà a cessare con la risoluzione del contratto da parte del cliente.

    RIMBORSI CHILOMETRICI

    Viene confermata la normativa in materia di rimborsi chilometrici previsti dagli accordi contrattuali nazionali. I chilometri percorsi nello svolgimento del processo di attività saranno rimborsati secondo il prospetto di seguito allegato. Resta inteso che stante l’attuale andamento del prezzo del carburante gli importi indicati potranno subire variazioni sia per eccesso che per difetto in questo caso l’Azienda ne darà tempestiva comunicazione scritta alle OO.SS. nazionali.
    AGENTI

    ANZIANITA’AGENTI

    Le parti convengono che nel periodo 2001 / 2003 agli agenti che al momento dell’attuazione dell’iniziativa avrà maturato un’anzianità di rapporto di agenzia continuativo di almeno15 anni sarà programmato un intervento formativo di tre giorni da tenersi in una località europea sede di una Azienda del Gruppo Vorwerk, il programma avrà inizio coinvolgendo gli Agenti con maggior anzianità di rapporto.

    PRESTAZIONI AZIENDALI INTEGRATIVE

    Nel confermare quanto previsto al punto c) dell’accordo 5/6/1991 e seguenti in materia di “prestazioni aziendali integrative” e sue modalità applicative, il massimale di erogazione da parte aziendale è il seguente:
    -per l’anno 2000 lire 1.400.000.000. ( vedi accordo 10/1/2000 ),
    -per l’anno 2001 lire 1.400.000.000.
    -per l’anno 2002 lire 1.400.000.000.

    Per quanto concerne le prestazioni del fondo vengono così modificate:

    1) INDENNITA’ MALATTIA E INFORTUNIO

    L’indennità forfettaria giornaliera è elevata da L.35.000 lorde a L.37.500 lorde.

    La cosiddetta “carenza” passa da tre giorni a due giorni per ogni evento

    2) RIMBORSO SPESE RIPARAZIONE AUTOMEZZO

    “Durante i primi dodici mesi solari del rapporto di agenzia la percentuale di copertura aziendale delle spese sostenute è nella misura del 50%”.
    Sempre durante i primi dodici mesi solari del rapporto di agenzia, il massimale per ogni sinistro è elevato dall’attuale misura di L.2.000.000 a L.2.300.000.

    “Dopo i primi dodici mesi solari del rapporto di agenzia la percentuale di copertura aziendale delle spese sostenute è nella misura del 80%”.
    Sempre dopo i primi dodici mesi solari del rapporto di agenzia, il massimale per ogni sinistro è elevato dall’attuale misura di L.3.000.000 a L.3.400.000.

    I primi dodici mesi solari del rapporto di agenzia vanno intesi come continuativi e con esclusione dal computo dall’eventuale preliminare rapporto di procacciamento d’affari.

    E’ confermata la necessità di reale incidente e non di guasto meccanico ed eventi simili.
    E’ confermata la necessità di reale inerenza del sinistro ad una effettiva attività lavorativa aziendale.

    3) EROGAZIONI STRAORDINARIE

    “Vanno unicamente ricomprese in queste erogazioni straordinarie quelle effettuate a titolo di rimborso per:
    -cure ed esami specialistici in genere;
    -cure ed esami dentistici in particolare;
    -interventi chirurgici.

    Tali erogazioni straordinarie sono comunque sempre subordinate anche alternativamente alle seguenti condizioni:

    -che si tratti di cure, esami ed interventi non coperti dal Servizio Sanitario Nazionale;
    -che si tratti di cure, esami od interventi di particolare urgenza o gravità.

    IMPEGNO IN ESCLUSIVA

    Le parti ritengono di individuare negli Agenti con almeno 3 anni aziendali di rapporto continuativo i possibili interessati a richiedere la modifica contrattuale dell’impegno in esclusiva. E’ escluso dal computo l’eventuale preliminare rapporto di procacciamento d’affari.

    Viene ricordato che tali richieste devono essere improrogabilmente effettuate entro il 31 ottobre di ogni anno e a quella data devono essere maturati tre anni in questione e la decorrenza dell’impegno in esclusiva decorre dal 1° gennaio di ogni anno solare.

    Quanto qui previsto costituisce solo una modifica di carattere parziale nell’ambito della normativa aziendale circa gli Agenti, che viene per il resto qui interamente confermata in ogni sua parte.

    In particolare, tale accettazione da parte aziendale della richiesta di impegno in esclusiva non può e non deve modificare in alcun modo quanto tra le singole parti contraenti a suo tempo concordato circa la zona di attività e la rinuncia da parte degli Agenti all’esclusiva di zona.

    La rinuncia all’esclusiva di zona viene dunque in questa sede confermata, come viene confermata la facoltà aziendale di operare nelle diverse zone contrattuali con altri agenti o dipendenti, senza che debba essere corrisposto alcun compenso per i contratti conclusi senza l’intervento dell’Agente anche impegnato in esclusiva.

    Viene riconfermata la modalità di attuazione e la prassi sancita nell’accordo del 5 giugno 1991 e successivi.

    PICCHIO

    Le parti concordano che l’Azienda farà una proposta in merito all’inserimento del Picchio nella scala premi sulla base dell’andamento delle vendite dell’apparecchio al 31 dicembre 2000, tale proposta verrà sottoposta all’esame delle OO.SS. entro il febbraio 2001.

    INTERESSI SU DEPOSITO CAUZIONALE

    Le parti convengono che stante l’attuale situazione del mercato monetario si rende necessaria la revisione del tasso di interessi riconosciuto agli Agenti oggi nella misura del 10% annuo, si conviene quindi che il tasso d’applicare a far data dal 30 settembre 2000 sarà pari al tasso ufficiale di sconto maggiorato di 1 punto.

    CAPO VENDITA

    La Società ha informato le OO.SS., che ne prendono atto, che l’Azienda nel corso del mese di aprile 2000 ha istituito una nuova figura di venditore denominata “CAPO VENDITA”, nell’intento di creare personale particolarmente specializzato, con rapporto di agenzia, nel campo della vendita diretta.
    Tale iniziativa si colloca nel contesto delle strategie e delle politiche di vendita, adottate dal Gruppo Vorwerk a livello europeo.
    L’Azienda dichiara che l’eventuale passaggio da Assistente Vendita a Capo Vendita o da Agente a Capo Vendita ha carattere meramente volontario e a sua volta l’Azienda si riserva di accettare o meno le eventuali richieste di passaggio.
    Le Parti convengono che alla data del 30 giugno 2001 si incontreranno per una valutazione dell’inserimento nella rete di vendita di questa nuova figura, valutandone altresì la valenza professionale e i livelli di retribuzione provvigionale.

    COMPOSIZIONE DELLE CONTROVERSIE

    Visto l’accordo 2 aprile 1982 in materia di Commissione Paritetica e suo finanziamento, nonché ai sensi di quanto previsto dagli artt. 410 e seguenti del CPC, come modificati dal DL n.80 del 31.3.1998 e dal DL 387 del 29.10.1998, per tutte le controversie individuali singole o plurime, relative all’applicazione del presente Contratto Aziendale Vorwerk Folletto S.a.S., è previsto il tentativo obbligatorio di conciliazione in sede sindacale, secondo le norme e le modalità, da esperirsi nell’ambito delle funzioni della Commissione Paritetica Nazionale, che verranno definite con apposito Protocollo entro il 30 ottobre 2000 e farà parte integrante del presente Contratto Aziendale.

    Il presente accordo entra in vigore il 1.7.2000 e scadrà il 30.6.2002.Vengono confermate tutte le condizioni previste nelle regolamentazioni precedentemente stipulate e non modificate con il presente accordo.
    Le parti si impegnano a redigere un testo unificato degli accordi intervenuti dal 1980 ad oggi entro la fine del corrente anno.
    Il testo unificato verrà distribuito, secondo modalità che verranno concordate dalle parti, a tutte le figure costituenti la forza vendita della Vorwerk Folletto.

    Letto, confermato e sottoscritto

    p. VORWERK FOLLETTO S.a.S.p.la FILCAMS/CGIL

    p.la FISASCAT/CISL

    p.la UILTuCS/UIL

    p.la R.S.A. Nazionale

    RIMBORSI CHILOMETRICI

    DA: ACI, COSTI ANALITICI DI ESERCIZIO

    Per Assistenti Vendita e Capi Distretto.

    CLASSE DI VEICOLO PRESA IN CONSIDERAZIONE

    ØPer Assistenti di Vendita da 1001 a 1500 cc;
    ØPer Capi Distretto da 1501 a 2000 cc.

    Considerazione sul calcolo:

    Øcosti annuali non proporzionali alle percorrenze (quota ammortamento interessi, tassa circolazione, assicurazioni):

    Øcosti proporzionali alla percorrenza (quota ammortamento capitale, carburante, lubrificante, pneumatici, manutenzione e riparazione):

    Conteggi:

    Assistente Vendita:

    a)per fascia da 1 a 10.000 Kmda L. 640 a L. 665
    b)per fascia da 10.001 a 20.000 Kmda L. 550 a L. 570
    c)per fascia oltre 20.000 Kmda L. 510 a L. 530

    Capi Distretto

    a)per fascia da 1 a 10.000 Kmda L. 890 a L. 925
    b)per fascia da 10.001 a 20.000 Kmda L. 730 a L. 760
    c)per fascia oltre 20.000 Kmda L. 680 a L. 710

    In data 5 Luglio 2000 in Roma si sono incontrate la Società Vorwerk Folletto s.a.s. rappresentata dai Sigg. Angelo LIANI Direttore Commerciale e Luigi NADALINI Direttore Risorse Umane

    e

    Le OO.SS. Nazionali:

    FILCAMS/CGIL rappresentata dal Sig. Massimo NOZZI
    FISASCAT/CISL rappresenta dal Sig. Salvatore FALCONE
    UILTuCS/UIL rappresentata dal Sig. Francesco D’AMICO
    La RSA Nazionale nelle persone dei Signori:

    Giovanni BAUDINO (FILCAMS/CGIL), Angelo FRANZINELLI (FILCAMS/CGIL), Angelo STEFANINI (FILCAMS/CGIL), Michelangelo COZZOLINO (FISASCAT/CISL), Giuseppe ESPOSITO (FISASCAT/CISL), Mario GHIOTTO (UILTuCS/UIL), Giovanni LUPPINO (UILTuCS/UIL), Capi Distretto della Vorwerk Folletto S.a.S.;

    Alfredo MOSCHINI (FILCAMS/CGIL), Pasquale PRESTA (FILCAMS/CGIL), Francesco RESTOLFER (FILCAMS/CGIL), Maurizio ZINETTI (FILCAMS/CGIL), Gilberto CACCIAMANI (FISASCAT/CISL); Luigi RADICCHI (FISASCAT/CISL), Luigi SANTARELLI (FISASCAT/CISL), Michele VALLETTA( FISASCAT/CISL), Mirco IACOPETTI (UILTuCS/UIL), Giovanni PANTALEO (UILTuCS/UIL), Assistenti Vendita della Vorwerk Folletto S.a.S.;

    Giambattista FAVA (FILCAMS/CGIL), Silvana ROBIGLIO (FILCAMS/CGIL), Fausta SIBILLA (FILCAMS/CGIL), Benigno CONSOLATI (FISASCAT/CISL), Francesco FRANCIOSO (FISASCAT/CISL), Luciana MEDEOSSI (FISASCAT/CISL), Bruno FUSCA (UILTuCS/UIL), Agenti della Vorwerk Folletto S.a.S..

    Premessa

    Premesso che l’Azienda nell’informazione fornita alle OO.SS. sulla situazione delle vendite nel 1999 e nel primo semestre del c.a., ha messo in rilievo le difficoltà registrate che hanno causato il mancato raggiungimento degli obiettivi, difficoltà riconducibili sostanzialmente alla diminuita capacità dei consumi di beni durevoli da parte delle famiglie italiane;

    che detta situazione viene rilevata dal Gruppo Vorwerk anche per quanto concerne in generale il mercato europeo;

    che la Vorwerk Folletto s.a.s opererà con iniziative commerciali particolari nel secondo semestre del c.a. al fine di recuperare quote di vendite e avviare la politica di sviluppo già illustrata alle OO.SS. che mette in primo piano il lavoro e l’impegno della rete di vendita;

    la Vorwerk Folletto dichiara la propria disponibilità al rinnovo del Contratto Aziendale visto come elemento importante nella strategia di sviluppo specialmente nell’attuale congiuntura.

    Le OO.SS. Nazionali danno atto all’Azienda della dichiarata disponibilità manifestata, nell’accogliere la richiesta sindacale per il rinnovo del Contratto Aziendale.

    Pertanto le Parti stipulano il seguente

    ACCORDO NAZIONALE AZIENDALE

    Rispettivamente per i CAPI DISTRETTO; ASSISTENTI VENDITA; AGENTI.

    PARTE COMUNE

    Premesso che le Parti, con il presente Accordo, intendono consolidare e meglio strutturare le relazioni sindacali in sintonia con quanto previsto dal Protocollo del luglio ’93 e dalla vigente contrattazione nazionale, viene concordato quanto segue:

    a) nell’individuare nell’esercizio del diritto di informazione un momento fondamentale della “relazione sindacale”, viene dato luogo, di norma entro il primo quadrimestre successivo alla chiusura del Bilancio aziendale, ad un incontro tra le Direzioni Commerciale e delle Risorse Umane da un lato e le OO.SS. nazionali firmatarie del presente accordo dall’altro, nel corso del quale l’Azienda fornirà informazioni preventive su:

    1.Andamento conti di bilancio;
    2.investimenti ed innovazioni tecnologiche/organizzative;
    3.struttura della rete di vendita, eventuali sviluppi di zone, distretti, gruppi e loro composizione;
    4.livelli occupazionali disaggregati per sesso, età, tipologia di impiego, professionalità;
    5.eventuali interventi di modifica sulla organizzazione del lavoro;
    6.formazione, anche in riferimento all’igiene e sicurezza;
    7.eventuali modifiche societarie;
    8.Fondo Assistenza Interna ( FAI );
    9.politiche di Gruppo a livello nazionale ed internazionale;
    10.obiettivi di Budget;
    11.livelli retributivi e provvigionali.

    Nonché informazioni consuntive su.

    1.livelli di fatturato;
    2.chiusura bilancio annuale;
    3.risultati della formazione svolta.

    b) In occasione di tale incontro, o in date diverse concordate, le Parti, fermo restando le rispettive autonomie e prerogative, potranno affrontare e definire le problematiche che possono avere impatto sull’occupazione, organizzazione del lavoro, professionalità, materie retributive e provvigionali.

    c) Funzionamento delle relazioni sindacali. Per l’attivazione e la pratica gestione derivante dal modello di relazioni sindacali concordata, le Parti decidono di istituire idonei strumenti di rappresentanza sindacale aziendale nazionale così articolati:

    1)Costituzione di una rappresentanza sindacale nazionale con compiti di coordinamento formata da: 3 Capi Distretto, 4 Assistenti Vendita, 4 Agenti (di cui 1 avente funzione di Capo Vendita) per ciascuna delle Organizzazioni Sindacali firmatarie e da questi nominati. I relativi nominativi verranno comunicati all’Azienda dalle Organizzazioni Sindacali Nazionali all’inizio di ogni anno.

    La RSA nazionale parteciperà, nella sua intera composizione, agli incontri con l’Azienda in occasione:

    -dell’esercizio del diritto di informazione;
    -alla prima ad alla conclusiva sessione di trattative per il rinnovo dell’accordo nazionale aziendale;
    -ad ogni incontro che rivesta interesse generale attinente l’occupazione, eventuali significative ristrutturazioni organizzative, modifiche societarie e ogni qual volta se ne convenga l’opportunità d’intesa con l’Azienda.
    2)Fermo restando quanto sopra stabilito sulle competenze della RSA, al fine di favorire il migliore approfondimento degli aspetti e problematiche connessi alle professionalità, viene concordato che, a far data dall’entrata in vigore del presente accordo, la trattativa per il rinnovo degli Accordi Aziendali si svolgerà in sessioni specifiche per ciascuna delle funzioni presenti in Azienda e tutelate dalla presente regolamentazione contrattuale. A tali incontri parteciperà una delegazione composta a seconda delle professionalità trattate: ossia da 3 CD per Organizzazione Sindacale se le problematiche si riferiscono a tale figura; da 4 membri per Organizzazione nel caso di incontri rispettivamente sulla figura dell’AV, ed altrettanti quattro membri per gli incontri sulle materie per gli Agenti.
    3)Le spese di partecipazione agli incontri nazionali d’informazione e/o di trattativa sono a carico dell’Azienda. Per l’espletamento dei compiti su previsti ai componenti la RSA nazionale l’Azienda assicurerà i permessi retribuiti necessari. Per gli Agenti verranno convenute, volta per volta, forme di compensazione per il mancato guadagno in occasione della partecipazione alle attività sindacali nazionali.
    4)Vengono confermate le norme di tutela sindacale per i CD e AV, componenti la RSA nazionale, previsti dalla legislazione e dalle regolamentazioni contrattuali applicate in Azienda; nonché quelle specifiche connesse alla convocazione delle assemblee nazionali per gli AV, ossia due giornate nel corso dell’anno di calendario con decorrenza della retribuzione per i partecipanti. La richiesta d’assemblea sarà, di volta in volta, formulata dalle OO.SS. Nazionali stipulanti il presente accordo, e ne sarà data per tempo informazione all’Azienda.
    5)Qualora l’Agente ne faccia richiesta con delega la Vorwerk Folletto provvederà alla trattenuta degli importi sulle competenze provvisionali relativi ai contributi di adesione sindacale indicati nella delega stessa e che verranno versati sul c/c comunicato dalla Organizzazione Sindacale interessata.
    6)Vengono confermate tutte le norme relative alla diffusione dei comunicati sindacali delle OO.SS. Nazionali stipulanti il presente accordo, anche con l’utilizzo dei mezzi informatici aziendali di comunicazione.

    A) – CAPI DISTRETTO

    1) – IL DISTRETTO

    Le parti confermano che i Distretti rappresentano i settori primari nell’organizzazione dell’azienda, in quanto attraverso il loro sviluppo si realizza la crescita di una azienda di vendita diretta; infatti sviluppare un distretto significa avere maggior penetrazione sul mercato, avere la possibilità di aumentare l’organico,( Assistenti Vendita, Agenti, Capi Vendita ) ed essere capillarmente più vicini al cliente con conseguente possibilità di sviluppare più vendite. Nel confermare i premi di sviluppo stabiliti con il verbale d’accordo del 5 giugno 1991, erogati in occasione della perdita di un AV, di un Agente o di un Gruppo, le parti concordano che il Capo Distretto interessato sarà preventivamente informato dal Capo Zona sulle possibilità che persone del suo distretto potranno dare origine a sviluppi di settore. L’informazione dovrà essere data verbalmente almeno con due mesi di anticipo rispetto all’evento e dovrà essere seguita da comunicazione scritta. In tale occasione verranno valutate insieme al CD le conseguenze derivanti da tali modifiche e verranno ricercate possibili soluzioni da proporre alle Direzione Commerciale.

    2) – ASSISTENZA SANITARIA

    Le parti concordano che entro il 30 ottobre 2000 per ogni Capo Distretto in forza a quella data verrà stipulata con una primaria compagnia di assicurazione una polizza per il rimborso delle spese sanitarie secondo le condizioni di seguito allegate.

    3) – CAMPAGNE VENDITA STRAORDINARIE

    Le OO.SS. nazionali prendono atto della dichiarazione della Direzione Commerciale che a partire dal gennaio 2001 annualmente verranno promosse delle campagne di vendita straordinarie, con obiettivi raggiungibili che saranno definite, sia per quanto riguarda l’incentivazione monetaria, che i termini e la procedura, con congruo anticipo rispetto alla data di inizio.

    4) – FONDO DI DISTRETTO

    Viene concordato che il fondo di Distretto è elevato dalle attuali lire 100.000 per Agente/ Promotore attivo a lire 110.000, restano invariate sia le procedure di corresponsione che i limiti di budget da raggiungere secondo quanto previsto dagli accordi in atto.

    5) – CONTRIBUTO SPESE PASTO

    Il contributo spese pasto a disposizione del Capo Distretto per i Promotori che partecipano ai tre giorni di formazione viene elevato dalle attuali lire 16.000 a lire 20.000 pasto.

    6) – RIMBORSI CHILOMETRICI

    Viene confermata la normativa in materia di rimborsi chilometrici prevista dai precedenti Accordi. I chilometri percorsi nello svolgimento del processo di attività saranno rimborsati secondo il prospetto di seguito allegato, considerandolo transitorio in attesa delle tabelle ACI aggiornate. Resta inteso che stante l’attuale andamento del prezzo del carburante gli importi indicati potranno subire variazioni sia per eccesso che per difetto, in questo caso l’Azienda ne darà tempestiva comunicazione scritta alle OO.SS. nazionali.

    7) – MODULISTICA E PROCEDURE

    Le parti convengono che, pur avendo l’Azienda una modulistica e procedure operative uguali per tutte le Zone e Distretti, si rende necessario riesaminare le “procedure standard” e la relativa modulistica da adottare. Entro la fine del corrente anno l’Azienda provvederà a redigere un dettagliato mansionario procedurale dandone preventiva comunicazione alle OO.SS. nazionali.

    B) – ASSISTENTI VENDITA

    Si conferma che la figura dell’Assistente Vendita è di fondamentale importanza per tutta la Vorwerk Folletto, ed è quindi una figura professionale “irrinunciabile” al quale non dovrà mancare ogni supporto anche di tipo formativo da parte dell’Azienda. In tal senso viene pertanto confermato il profilo dell’Assistente Vendita di cui agli accordi vigenti.

    1) – CAMPAGNE VENDITA STRAORDINARIE

    Le OO.SS. nazionali prendono atto della dichiarazione della Direzione Commerciale che a partire dal gennaio 2001 annualmente verranno promosse delle campagne di vendita straordinarie, con obiettivi raggiungibili che saranno definite, sia per quanto riguarda l’incentivazione monetaria, che i termini e la procedura, con congruo anticipo rispetto alla data di inizio.

    2) – POLIZZA INFORTUNI

    Le parti concordano che a far data dal 30 settembre 2000 ogni Assistente Vendita sarà assicurato anche per i rischi legati all’attività extra professionale con gli stessi massimali degli infortuni professionali. L’Azienda assume, nel contesto dei rapporti contrattuali con le OO.SS. nazionali, l’impegno ad esaminare la possibilità di estensione della polizza stessa a forme di assistenza sanitaria integrativa.

    3) – RICONOSCIMENTI PARTICOLARI

    Le parti concordano che a partire dal 30 settembre 2000 agli Assistenti Vendita che hanno nel loro gruppo un Agente che ha raggiunto attraverso le proprie vendite i riconoscimenti “spilla oro“,”spilla oro più un brillante “, “spilla oro più due brillanti” e di seguito, verrà a questi riconosciuto lo stesso valore del premio monetario erogato all’Agente. La corresponsione avverrà con lo stipendio del mese successivo a quello del riconoscimento all’Agente. Tali importi non vengono considerati utili ai fini della incidenza sui vari istituti contrattuali e del trattamento di fine rapporto.

    4) – SERVIZIO CORTESIA

    Le Parti concordano che i punti provvisionali di competenza all’Assistente Vendita derivanti da una vendita “Servizio cortesia” effettuata da un’Agente uscito, a far data dall’1/1/2001 continueranno ad essere riconosciuti all’Assistente Vendita a cui l’Agente faceva capo.
    I punti provvigionali saranno riconosciuti nel corso della vigenza del presente accordo e comunque verranno a cessare con l’eventuale risoluzione del contratto da parte del cliente.

    5) – RIMBORSI CHILOMETRICI

    Viene confermata la normativa in materia di rimborsi chilometrici prevista dai precedenti Accordi. I chilometri percorsi nello svolgimento del processo di attività saranno rimborsati secondo il prospetto di seguito allegato, considerandolo transitorio in attesa delle tabelle ACI aggiornate. Resta inteso che stante l’attuale andamento del prezzo del carburante gli importi indicati potranno subire variazioni sia per eccesso che per difetto, in questo caso l’Azienda ne darà tempestiva comunicazione scritta alle OO.SS. nazionali.

    C) – AGENTI

    1) – ANZIANITA’AGENTI

    Le parti convengono che nel periodo 2001 / 2003 agli agenti che al momento dell’attuazione dell’iniziativa avrà maturato un’anzianità di rapporto di agenzia continuativo di almeno10 anni sarà programmato un intervento formativo di tre giorni da tenersi in una località europea sede di una Azienda del Gruppo Vorwerk, il programma avrà inizio coinvolgendo gli Agenti con maggior anzianità di rapporto. In tale occasione l’Azienda si impegna a riconoscere ai partecipanti un oggetto di particolare valore.

    2) – PRESTAZIONI AZIENDALI INTEGRATIVE

    Nel confermare quanto previsto al punto c) dell’accordo 5/6/1991 e seguenti in materia di “prestazioni aziendali integrative” e sue modalità applicative, il massimale annuale di erogazione da parte aziendale è il seguente:
    -per l’anno 2000 lire 1.400.000.000. ( vedi accordo 10/1/2000 ),
    -per l’anno 2001 lire 1.400.000.000.
    -per l’anno 2002 lire 1.400.000.000.

    Per quanto concerne le prestazioni del fondo vengono così modificate:

    a) INDENNITA’ MALATTIA E INFORTUNIO

    L’indennità forfettaria giornaliera è elevata da L.35.000 lorde a L. 40.000 lorde.

    La cosiddetta “carenza” passa da tre giorni a due giorni per ogni evento

    b) RIMBORSO SPESE RIPARAZIONE AUTOMEZZO

    “Durante i primi dodici mesi solari del rapporto di agenzia la percentuale di copertura aziendale delle spese sostenute è nella misura del 50%”.
    Sempre durante i primi dodici mesi solari del rapporto di agenzia, il massimale per ogni sinistro è elevato dall’attuale misura di L.2.000.000 a L.2.300.000.

    “Dopo i primi dodici mesi solari del rapporto di agenzia la percentuale di copertura aziendale delle spese sostenute è nella misura del 80%”.
    Sempre dopo i primi dodici mesi solari del rapporto di agenzia, il massimale per ogni sinistro è elevato dall’attuale misura di L.3.000.000 a L.3.400.000.

    I primi dodici mesi solari del rapporto di agenzia vanno intesi come continuativi e con esclusione dal computo dall’eventuale preliminare rapporto di procacciamento d’affari.

    E’ confermata la necessità di un reale incidente e non di guasto meccanico ed eventi simili.
    E’ confermata la necessità di una reale inerenza del sinistro ad una effettiva attività lavorativa aziendale.

    c) EROGAZIONI STRAORDINARIE

    Vanno unicamente ricomprese in queste erogazioni straordinarie quelle effettuate a titolo di rimborso per:
    -cure ed esami specialistici in genere;
    -cure ed esami dentistici in particolare;
    -interventi chirurgici.

    Tali erogazioni straordinarie sono comunque sempre subordinate anche alternativamente alle seguenti condizioni:

    -che si tratti di cure, esami ed interventi non coperti dal Servizio Sanitario Nazionale;
    -che si tratti di cure, esami od interventi di particolare urgenza o gravità.

    2) – IMPEGNO IN ESCLUSIVA

    Le parti ritengono di individuare negli Agenti con almeno 3 anni aziendali di rapporto continuativo i possibili interessati a richiedere la modifica contrattuale dell’impegno in esclusiva. E’ escluso dal computo l’eventuale preliminare rapporto di procacciamento d’affari.

    Viene ricordato che tali richieste devono essere improrogabilmente effettuate entro il 31 ottobre di ogni anno e a quella data devono essere maturati i tre anni in questione; la decorrenza dell’impegno in esclusiva decorre dal 1° gennaio di ogni anno solare.

    Quanto qui previsto costituisce solo una modifica di carattere parziale nell’ambito della normativa aziendale circa gli Agenti, che viene per il resto qui interamente confermata in ogni sua parte.

    In particolare, tale accettazione da parte aziendale della richiesta di impegno in esclusiva non può e non deve modificare in alcun modo quanto tra le singole parti contraenti a suo tempo concordato circa la zona di attività e la rinuncia da parte degli Agenti all’esclusiva di zona.

    La rinuncia all’esclusiva di zona viene dunque in questa sede confermata, come viene confermata la facoltà aziendale di operare nelle diverse zone contrattuali con altri agenti o dipendenti, senza che debba essere corrisposto alcun compenso per i contratti conclusi senza l’intervento dell’Agente anche impegnato in esclusiva.

    Viene riconfermata la modalità di attuazione e la prassi sancita nell’accordo del 5 giugno 1991 e successivi.

    3) – PICCHIO

    Le parti concordano che l’Azienda farà una proposta in merito all’inserimento del “Picchio” nella scala premi sulla base dell’andamento delle vendite dell’apparecchio al 31 dicembre 2000, tale proposta verrà sottoposta all’esame delle OO.SS. entro il febbraio 2001.

    4) – INTERESSI SU DEPOSITO CAUZIONALE

    Le parti convengono che stante l’attuale situazione del mercato monetario si rende necessaria la revisione del tasso di interessi riconosciuto agli Agenti oggi nella misura del 10% annuo, si conviene quindi che il tasso d’applicare a far data dal 30 settembre 2000 sarà pari al tasso “EURO/RIBOR” scadenza 6 mesi maggiorato di 1,5 (uno virgola cinque) punti, nell’eventualità in cui l’”EURO/RIBOR” scendesse sotto il 3% la maggiorazione sarà di 2 punti.

    5) – CAPO VENDITA

    La Società ha informato le OO.SS., che ne prendono atto, che l’Azienda nel corso del mese di aprile 2000 ha istituito una nuova figura di venditore denominata “CAPO VENDITA”, nell’intento di creare personale particolarmente specializzato, con rapporto di agenzia, nel campo della vendita diretta.
    Tale iniziativa si colloca nel contesto delle strategie e delle politiche di vendita, adottate dal Gruppo Vorwerk a livello europeo.
    L’Azienda dichiara che l’eventuale passaggio da Assistente Vendita a Capo Vendita o da Agente a Capo Vendita ha carattere meramente volontario e a sua volta l’Azienda si riserva di accettare o meno le eventuali richieste di passaggio.
    Le Parti convengono che alla data del 30 giugno 2001 si incontreranno per una valutazione dell’inserimento nella rete di vendita di questa nuova figura, valutandone altresì la valenza professionali, i livelli di retribuzione provvigionale e le conseguenze di detta figura ai fini della stabilità dei Gruppi e la loro composizione numerica.

    2)- TRATTAMENTO PREVIDENZIALE

    Vedi “protocollo” del 5/7/2000

    D) – COMPOSIZIONE DELLE CONTROVERSIE

    Visto l’accordo 2 aprile 1982 in materia di Commissione Paritetica e suo finanziamento, nonché ai sensi di quanto previsto dagli artt. 410 e seguenti del CPC, come modificati dal DL n.80 del 31.3.1998 e dal DL 387 del 29.10.1998, per tutte le controversie individuali singole o plurime, è previsto il tentativo obbligatorio di conciliazione in sede sindacale, secondo le norme e le modalità, da esperirsi nell’ambito delle funzioni della Commissione Paritetica Nazionale, che verranno definite con apposito Protocollo entro il 30 ottobre 2000 e farà parte integrante del presente Contratto Aziendale.

    Il presente accordo entra in vigore il 1.7.2000 e scadrà il 30.6.2002.Vengono confermate tutte le condizioni previste nelle regolamentazioni precedentemente stipulate e non modificate con il presente accordo.
    Le parti si impegnano a redigere un testo unificato degli accordi intervenuti dal 1980 ad oggi entro la fine del corrente anno.
    Il testo unificato verrà distribuito, secondo modalità che verranno concordate dalle Parti, a tutte le figure costituenti la forza vendita della Vorwerk Folletto.

    Letto, confermato e sottoscritto

    p. VORWERK FOLLETTO S.a.S.p.la FILCAMS/CGIL

    p.la FISASCAT/CISL

    p.la UILTuCS/UIL

    p.la R.S.A. Nazionale

    FILCAMS/CGIL FISASCAT/CISL UILTuCS/UIL

    PIATTAFORMA
    PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO AZIENDALE
    SOC. VORWERK FOLLETTO

    A)CAPI DISTRETTO

    B)ASSISTENTI Dl VENDITA

    C)AGENTI

    D) COMMISSIONE PARITETICA