Category Archives: UNDERGROSS

Roma, 28 settembre 2015

Oggetto: Undergross/Unigross – Esito incontro 28 settembre 2015

Il 28 settembre 2015 si è tenuto l’incontro in merito alla procedura ex art.47 L.428/90 in oggetto, in cui si è trattata la cessione di rami di azienda dalla società Undergross S.r.l. (3 punti vendita e 10 dipendenti).

Sostanzialmente l’acquisizione non ha determinato conseguenze sul livello occupazionale, garantendo, pertanto, la conservazione del trattamento normativo ed economico, e il mantenimento dell’attuale sede di lavoro a tutti i dipendenti coinvolti.

Ad oggi Undergross S.r.l., a seguito di questa ulteriore operazione, conta circa 200 dipendenti in circa 40 punti vendita distribuiti nelle regioni della Lombardia, Emilia Romagna, Marche, Abruzzo, Lazio e Molise.

In un’ottica di consolidamento delle relazioni sindacali finalizzate a verifiche periodiche per monitorare l’andamento economico e occupazione, abbiamo concordato di intraprendere un confronto per esaminare la possibilità di definire un accordo di secondo livello partendo dalla definizione di un protocollo di relazioni sindacali e un sistema premiante condiviso.

Alla luce di quanto sopra, ci siamo dati appuntamento tra la fine del mese di novembre e i primi di dicembre in un giorno, orario e luogo da concordare.

Sarà nostra cura informarvi tempestivamente, non appena definito il giorno, l’orario e il luogo del suddetto incontro.

Vi inviamo in allegato il verbale di esame congiunto per l’esperita procedura.

                          p. la Filcams Cgil Nazionale
                          Sandro Pagaria

- Undergross-Unigross – Verbale accordo 28/09/2015

Roma, 2 dicembre 2014

il 2 dicembre 2014 si è tenuto l’incontro in merito alla procedura ex art.47 L.428/90 in oggetto, in cui si è trattata la fusione per incorporazione tra le società Undergross S.r.l. (24 punti vendita e 88 dipendenti), Rubicone S.r.l. (19 punti vendita e 57 dipendenti), Albachiara S.r.l.(14 punti vendita e 53 dipendenti) e Francesca S.r.l. (1 punto vendita e 2 dipendenti), presenti in Campania, Molise, Lazio, Abruzzo, Marche, Emilia Romagna, Veneto e Lombardia.

Sostanzialmente l’acquisizione non ha determinato conseguenze sul livello occupazionale, garantendo, pertanto, la conservazione del trattamento normativo ed economico, e il mantenimento dell’attuale sede di lavoro a tutti i dipendenti coinvolti.

Infine, si è stato concordato di programmare un prossimo incontro entro la fine di Marzo 2015, che abbia come finalità la verifica dell’avvenuta fusione e per aprire un confronto che possa portare ad un’ipotesi di protocollo nazionale di relazioni sindacali.

Vi inviamo in allegato il Verbale di esame congiunto per l’esperita procedura.


p. la Filcams Cgil Nazionale
Sandro Pagaria