Category Archives: SPATAFORA

MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE

ORA MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI

DIREZIONE GENERALE DELLA TUTELA DELLE CONDIZIONI DI LAVORO-DIV. VIII

COMUNICATO

Il giorno 26 settembre 2001, presso il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, alla presenza dei dott.ri Giovanni Timpanaro. Ivano Merolli e Monica Guglielmi, in relazione al verbale di accordo già sottoscritto in data 28 marzo 2001, si è tenuta una riunione a cui hanno partecipato:

La SPATAFORA S.p.A. con l’avv. Luigi Barbasso Gattuso, il dott Giuseppe Spatafora e il dott. Secondo Carrara.

La PREFETTURA di PALERMO con il dott. Umberto Massocco;

La REGIONE SICILIA con il dott. Salvatore Clanciolo,

La CONFCOMMERCIO Nazionale con il dott. Guido Lazzarelli;

La GESCOM SRL con il dott. Umberto Dardi;

La FILCAMS-CGIL, con Piero Marconi e Antonio Palazzo;

La FISASCAT-CISL, con Marcello Pasquarella, Rosario Lo Proto, Daniele Grieco e Giuseppe Chiolano;

La UILTuCS-UIL, con Antonio Vargiu.

      Il rappresentante della GESCOM SRL ha fornito le informazioni utili a precisare i termini e le modalità dell’acquisizione delle aree in cui erano ubicati i punti vendita già gestiti dalla SPATAFORA SPA.

      A tale riguardo è emerso che la Soc. GESCOM, che si occupa di acquisto, vendita e affitto di aziende commerciali, ha attivato una operazione finalizzata alla apertura di esercizi commerciali e che tale operazione è ancora in corso.

      Tenuto conto delle esigenze di verificare tutte le iniziative praticabili per la ricollocazione anche parziale degli ex dipendenti SPATAFORA.

      Considerata la disponibilità della Soc. GESCOM di fornire gli aggiornamenti connessi al completamento dell’operazione ancora in corso.

      Preso atto delle conseguenti iniziative che potranno utilmente essere assunte in sede regionale.

      Il Ministero, congiuntamente alla Regione Sicilia, sulla base delle risultanze che potranno essere assunte, si riserva di considerare le iniziative compatibili con l’articolato quadro normativo di riferimento in materia di politica attiva del lavoro e di ammortizzatori sociali.

      Il rappresentante della Regione Sicilia, ha accolto inoltre, la richiesta delle OO.SS. di appositi incontri a livello territoriale finalizzati all’ approfondimento delle misure necessarie per il reimpiego dei lavoratori interessati.

MINISTERO DEL LAVORO
E DELLA PREVIDENZA SOCIALE

DIREZIONE GENERALE DEI RAPPORTI DI LAVORO – DIV VIII

VERBALE DI ACCORDO

Il giorno 28 MARZO 2001, nella sede del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale, alla presenza dei dottori Giovanni Timpanaro, Ivano Merolli e Monica Guglielmi, funzionari procedenti, si sono incontrate, in seconda convocazione, le Parti sociali interessate alla situazione occupazionale della Spatafora S.p.A., che ha avviato la procedura di riduzione di personale ai sensi degli artt 4 e 24 della legge 223/91.

Sono presenti:

la SPATAFORA SPA rappresentata dall’Amministratore Delegato Avv. Luigi Barbasso Gattuso e dal dott Secondo Carrara;
la CONFCOMMERCIO Nazionale nella persona del dott. Guido Lazzarelli;

la FILCAMS-CGIL, rappresentata da P. Marconi;
la FISASCAT-CISL, rappresentata da M. Pasquarella;
la UTLTUCS-UIL, rappresentata da A. Vargiu;
unitamente ad una delegazione di rappresentanti sindacali territoriali ed aziendali

PREMESSO CHE

-In data 13/3/2000 le Parti hanno sottoscritto un verbale di consultazione sindacale ex art. 5, Legge 164/75, in cui si concordava sull’utilizzo dello strumento della CIGS per crisi aziendale, nel tentativo di fronteggiare la situazione di crisi dell’azienda e di avviare un piano di risanamento conseguente;

- In data 23/3/2000 il medesimo verbale e’ stato sottoscritto presso il Ministero del Lavoro della Previdenza Sociale;

-Il Ministero del Lavoro ha riconosciuto l’esistenza dello stato di crisi concedendo con decreto ministeriale il provvedimento di Cassa Integrazione Straordinaria per un periodo di 12 mesi scadente il 2/04/2001;

-In data 4/01/2001 l’azienda ha avviato la procedura di mobilita’ inviando le comunicazioni di cui all’art 4, comma 2°, legge 223/91;

-In data 23/1/2001 le Parti hanno sottoscritto un verbale di mancato accordo ai sensi dell’art art 4, comma 6°, legge 223/91.

TUTTO CIO’ PREMESSO

L’azienda conferma che procederà alla risoluzione dei rapporti di lavoro di tutti i dipendenti a partire dal 2/04/2001, con chiusura delle unita’ di vendita dislocate su tutto il territorio nazionale.

Le OO.SS. prendono atto della volontà dell’azienda di procedere alla chiusura di tutti i punti vendita e dell’assenza di acquirenti in grado di rilevarne l’attività ai fini di una ricollocazione del personale.

L’azienda si renderà disponibile ad informare tempestivamente il Ministero del Lavoro dell’evolversi della situazione, al fine di verificare, con le OO.SS. nazionali, le eventuali possibilità di ricollocazione, anche parziale, del personale in mobilita’.

L’azienda erogherà ad ogni lavoratore, a titolo di incentivo all’esodo, oltre alle normali spettanze di fine rapporto, ivi compresa l’eventuale indennità di mancato preavviso, a fronte di espressa rinunzia individuale all’impugnazione dei licenziamenti presso le sedi competenti, ai sensi degli artt. 410 e 411 c.p.c. la somma equivalente a n 6 mensilità dell’indennita’ di mobilita’ spettante.

Le Parti si danno atto di aver esperito e concluso la procedura di cui agli artt. .4 e 24 della legge 223/91.

Letto, confermato e sottoscritto

Link Correlati
     Nota esplicativa

MINISTERO DEL LAVORO
E DELLA PREVIDENZA SOCIALE
DIREZIONE GENERALE DEI RAPPORTI DI LAVORO DIVISIONE VIII

VERBALE DI INCONTRO

Il giorno 6 marzo 2001, presso il Ministero del lavoro o della previdenza sociale, alla presenza de dott. Giovanni Timpanaro, si sono incontrati:

  • la SPATAFORA S.p.A. rappresentata dall’Amministratore Delegato Avv. Luigi Barbasso Gattuso ,dal dott. Giuseppe Secondo Spatafora, dal dott. Secondo Carrara;
  • la CONFCOMMERCIO Nazionale rappresentata dal dott. Guido Lazzarelli.
  • la FILCAMS-CGIL, rappresentata da P. Marconi;
  • la FISASCAT-CISL, rappresentata da M. Pasquarella;
  • la UILTUCS-UIL, rappresentata da A. Vargiu;

unitamente ad una delegazione di rappresentanti sindacali territoriali ed aziendali.

PREMESSO CHE

- In data 13/3/2000 le Parti hanno sottoscritto un verbale di consultazione sindacale ex art. 5, legge 164/75, in cui si concordava sull’utilizzo dello strumento della CIGS per crisi aziendale, nel tentativo di fronteggiare la situazione di crisi dell’azienda e di avviare un piano di risanamento conseguente;

- In data 23/3/2000 il medesimo verbale è stato sottoscritto presso il Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale;

-Il Ministero del Lavoro ha riconosciuto l’esistenza dello stato di crisi concedendo con decreto ministeriale il provvedimento di Cassa Integrazione Straordinaria per un periodo di 12 mesi scadente il 2.04.2001;

- In data 4/01/2001 l’azienda ha avviato la procedura di mobilità inviando le comunicazioni di cui all’art. 4, comma 2°, legge 223/91.

- In data 23 gennaio 2001 presso la CONFCOMMERCIO Nazionale si è verificato il mancato accordo sindacale .

TUTTO CIO’ PREMESSO

Dopo ampia discussione le parti ritengono necessario un ulteriore approfondimento volto a trovare delle possibili soluzioni alla vertenza e richiedono, di comune accordo, un breve rinvio, fino al 20 marzo per il proseguimento della frase amministrativa della procedura di mobilita’, in deroga a quanto stabilito dall’art. 4, c. 7 della legge 223/91, fermo restando quanto previsto dal verbale del 23 gennaio 2001 citato in premessa, nonchè la disponibilità dell’azienda a partecipare, anche successivamente al 20 marzo ad incontri convocati dal Ministero del lavoro.

Letto, confermato e sottoscritto

SPATAFORA SPA FILCAMS-CGIL

CONFCOMMERCIO FISASCAT-CISL

UILTUCS-UIL

VERBALE DI MANCATO ACCORDO
ex art. 4, comma 6°, legge 223/91

Il giorno 23 gennaio 2001, presso la CONFCOMMERCIO Nazionale in Roma, alla presenza del dott. Guido Lazzarelli, si sono incontrati:

la SPATAFORA S.p.A. rappresentata dall’Amministratore Delegato Avv. Luigi Barbasso (Gattuso, dal dott. Giuseppe Secondo Spatafora, dal dott. Secondo Carrara;

la FILCAMS-CGIL, rappresentata da P. Marconi;
la FISASCAT-CISL, rappresentata da M. Pasquarella;
la UILTUCS-UIL, rappresentata da A. Vargiu;

unitamente ad una delegazione di rappresentanti sindacali territoriali ed aziendali.

PREMESSO CHE

-In data 13/3/2000 le Parti hanno sottoscritto un verbale di consultazione sindacale ex art. 5, Legge 164/75, in cui si concordava sull’utilizzo dello strumento della CIGS per crisi aziendale, nel tentativo di fronteggiare la situazione di crisi dell’azienda e di avviare un piano di risanamento conseguente;

-In data 23/3/2000 il medesimo verbale è stato sottoscritto presso il Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale;

-Il Ministero del Lavoro ha riconosciuto l’esistenza dello stato di crisi concedendo con decreto ministeriale il provvedimento di Cassa Integrazione Straordinaria per un periodo di 12 mesi scadente il 2.04.2001;
-In data 4/01/2001 l’azienda ha avviato la procedura di mobilità inviando le comunicazioni di cui all’art. 4, comma 2°, legge 223/9 1.

TUTTO CIO’ PREMESSO

L’azienda conferma che procederà alla risoluzione dei rapporti di lavoro dei 347 dipendenti a partire dal 2.04.2001, con chiusura delle unità di vendita dislocate su tutto il territorio nazionale.
La società si rende disponibile a continuare un confronto nella sede istituzionale propria della procedura di cui all’art. 4, comma 7° della legge 223/91.

Le OO.SS. manifestano la propria indisponibilità a raggiungere un accordo sindacale in data odierna e ritengono la sede del Ministero del Lavoro la più idonea a proseguire il confronto per individuare e verificare eventuali possibili soluzioni atte a risolvere i problemi occupazionali derivanti dalla presente procedura.

Verificata, quindi, l’impossibilità di addivenire ad un accordo, le parti attribuiscono al presente, valore di verbale di mancato accordo ai sensi dell’art. 4, comma 6°, della Legge 223/91.

Letto, confermato e sottoscritto

SPATAFORA S.P.A.FILCAMS FISASCAT UILTUCS

CONFCOMMERCIO

Link Correlati
     Nota esplicativa

MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE

DIREZIONE GENERALE DEI RAPPORTI DI LAVORO – DIVISIONE VIII

VERBALE DI CONSULTAZIONE SINDACALE

Il giorno 23 marzo 2000 presso il Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale, alla presenza del Dott. Giovanni Timpanaro si sono incontrati

per la Spatafora S.p.A. l’Avv. Luigi Barbasso Gattuso, amministratore delegato, il Dott. Giuseppe Secodo Spatafora, il Dott. Secondo Carrara
per la Confcommercio nazionale il Dott. Claudio Catapano;
per la FILCAMS-CGIL il Sig. Piero Marconi,
per la FISASCAT-CISL il Sig. Pietro Giordano ed il Sig. Rosario Lo Proto,
per la UILTUCS-UIL il Sig. A.Vargiu

PREMESSO CHE

Le parti hanno convenuto quanto segue:

Link Correlati
     Nota esplicativa

VERBALE DI CONSULTAZIONE SINDACALE
ex art. 5, Legge 164/75

Il giorno 13 MARZO 2000, presso la CONFCOMMERCIO Nazionale in Roma, alla presenza del dott. Guido Lazzarelli, si sono incontrati:

la SPATAFORA S.p.A. rappresentata dall’Amministratore Delegato Avv. Luigi Barbasso Gattuso, dal dott. Giuseppe Secondo Spatafora, dal dott. Secondo Carrara e dal dott. Stefano Franciolini;

la FILCAMS-CGIL, rappresentata da P. Marconi;
la FISASCAT-CISL, rappresentata da P. Giordano e R. Lo Proto;
la UILTUCS-UIL, rappresentata da A. Vargiu e P. La Torre;

PREMESSO CHE

•le Parti si sono incontrate, secondo quanto previsto daIl’art. 20, Prima Parte, del vigente CCNL del Terziario, della Distribuzione dei Servizi, e nella prospettiva di mantenere e sviluppare proficue relazioni sindacali, per esaminare la situazione relativa all’azienda Spatafora, che versa in una grave situazione di crisi a causa di un costante calo di fatturato, di un accumulo di perdite di bilancio e di una conseguente significativa riduzione del capitale sociale;

•l’Azienda dichiara che si è determinata una eccedenza occupazionale allo stato non riassorbibile, derivante da chiusure dei punti vendita non più profittevoli e dalla necessità di una riorganizzazione della sede centrale;

•è in corso di definizione un piano di risanamento e di sviluppo della società finalizzato a razionalizzare e riequilibrare la presenza dei punti vendita sul territorio.

TUTTO CIO’ PREMESSO

•le Parti hanno convenuto quanto segue:

•le premesse sono parte integrante del presente Accordo

•la SPATAFORA presenterà domanda intesa ad ottenere l’intervento dell’integrazione salariale straordinaria per crisi aziendale, ai sensi della legge 223/91 e segg., per un periodo di 12 mesi, a favore di un numero massimo di 75 dipendenti, collocati su tutto il territorio nazionale, a far data dal 3 Aprile p.v.;
•successivamente all’accordo in sede di Ministero del Lavoro, le parti si incontreranno, entro quattro mesi, a livello territoriale, per la gestione dello stesso;

•su richiesta delle OO.SS., l’Azienda, nelle more del provvedimento di concessione della CIGS, anticiperà mensilmente il relativo trattamento economico;

Con il presente verbale le Parti intendono esperita la procedura di consultazione sindacale di cui alla L. 164/75, art. 5 ed alla L. 451/94, art. 1, comma 3.

Letto, confermato e sottoscritto

SPATAFORAFILCAMS-CGIL

FISASCAT-CISL

CONFCOMMERCIOUILTUCS-UIL

Link Correlati
     Nota esplicativa